gimmetto

I vecchi diffusori di gamma medio alta suonano peggio degli odierni?

Messaggi raccomandati

gimmetto

Vorrei che raccontaste le vostre esperienze di confronto tra diffusori vintage di un certo livello e gli analoghi (anche molto costosi) odierni, possibilmente nel proprio ambiente di ascolto.

A me è capitato di voler sostituire i miei gloriosi AR 9 LSi, ma confrontandoli con diffusori in una fascia di prezzo tra 12.000 e 66.000 Euro (!) non ho ritenuto fossero peggiori! Credetemi,

il più incredulo sono stato io, ma differenze di qualità nei principali parametri (dinamica, micro e macro contrasto, trasparenza ed estensione in frequenza) non ne ho rilevate. Qualcuno ha

avuto analoghe esperienze?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tapesrc

L' hi-fi è una strana alchimia che, fortunatamente, non sono i valori assoluti in denaro a decretare, di esempi ce ne sarebbero, io credo, a volontà dovuti anche ( se il paragone dovesser esser fatto dal punto di vista del solo fattore economico ) allo spropositato livello delle attuali, stratosferiche, quotazioni del nuovo ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

E' molto difficile per me fare un paragone, perché da me girano ed hanno girato diversi diffusori vintage, ma nuovi nessuno. Quelli nuovi li ho sentiti in fiera ed in qualche altra occasione, ma sempre con set up e ambienti diversi.. Quello che posso dire è che non ho ancora sentito un diffusore hi end che a mio parere, giustifichi il suo costo di acquisto. Per assurdo ho trovato molto ben suonanti diffusori nuovi nella fascia 2/3000 euro rispetto a mostri da 25/30000

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
qzndq3
3 hours ago, gimmetto said:

A me è capitato di voler sostituire i miei gloriosi AR 9 LSi

Capitato in modo analogo anche a me per le 90 che possiedo, alla fine pur cosciente dei loro limiti, dopo un bel po' di ascolti me le sono tenute. Anzi, come ho scritto in un tread nel quale nessuno ha postato/risposto perché si tratta di una follia, visto che ho recuperato 4 WF AR da 12", sto valutando di farmi realizzare il mobile delle 9 e di cannibalizzare le 90.

Grandi casse  le 9LSi, sentite nel '93 in confronto diretto alle 9, amplificazione Pioneer C-Z1+ M-Z1

Una curiosità: come le amplifichi e in che ambiente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Altainefficienza in effetti il tuo discorso è assolutamente coerente, un'azienda lavora con i numeri e se non ci sono bisogna aumentare la marginalità. Purtroppo oggi si è creata questa situazione e probabilmente è uno dei motivi per cui il vintage di qualità, vive una seconda giovinezza. Chi non ha particolari esigenze audiofile e di design, ma vuole ascoltare buona musica, con modeste somme riesce a mettere in piedi un impianto assolutamente decoroso, o nell'ambito del nuovo, con cifre tutto sommato accettabili, può fare la stessa cosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tapesrc

@Altainefficienza comunque sia ... ci vuole un bel "pelo" a chiedere, anche e solo 50'000 Euro per una cassa odierna che, a volte, rappresenta il secondo gradino a partire dal basso di un listino che ne conta 5/6 in totale 🙄

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
24 minuti fa, Altainefficienza ha scritto:

Sono cambiate le priorità...

Concordo sia il tuo intervento che quello di @oscilloscopio sui numeri che sono ormai esigui! Attualmente l' hi fi di buon livello è un mercato di nicchia; spesso quando andavo al T.A.V. una delle salette meglio suonanti (imho) era quella di Indiana Line! Poi ci sono gli importatori/distributori che continuano a sbagliare gli abbinamenti! Da Tannoysta quasi "talebano" sono sempre rimasto schifato dalla saletta Mpi che proponeva il solito abbinamento Tannoy Yorkminster - McIntosh: suono sempre fiacco, sciapo e attuffato! Sono amico dell' agente di zona Mpi e spesso gli ho fatto presente la cosa, ma lui mi ha sempre detto che l' Azienda lo ritiene il miglior abbinamento, finche un giorno è venuto a casa mia ed ha ascoltato le mie Tannoy Arden ultra quarantenni nel mio ambiente e col mio setup e ha strabuzzato gli occhi: "Ma allora le Tannoy SUONANO BENE!" Si gli ho risposto, ma come vedi il setup è "povero" ma centrato, cucito addosso a loro!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tapesrc

@qzndq3 osti tutti "geometri" da un po di tempo in qua ...? 😲 progettino da niente il tuo 🤗

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aggiogrifo

@Altainefficienza Ti quoto in toto e aggiungo che l'impianto hifi e relative grandi casse erano assieme al tv color il centro della casa della famiglia media e completavano l'arredamento. Questo prima che ci convincessero che i minidiffusori e le colonnine fanno più fico e suonano più pulito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
qzndq3

@tapesrcAl tempo io ed il figlio del proprietario del negozio per il quale ho lavorato da giovanissimo, smontammo completamente sia le 9 sia le 90 per prendere le misure interne e scopiazzare i cross-over.

Il mobile è di truciolato impiallacciato noce, realizzare i cross-over è banale, è un po' più complesso costruire il volume separato per il medio basso e trovare l'acoustic-blanket. Niente di complicato, ma devo capire se il gioco vale la candela. Vedremo... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tapesrc

@qzndq3 non lo metto in dubbio, anche se copiare non sempre significa clonare ad ottener cosi una copia conforme... con tutte le incognite che il risultato finale, e la spesa x tentar di raggiungerlo, può riservare, auguri e in bocca al lupo per l'impresa 👌

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
qzndq3
2 hours ago, tapesrc said:

con tutte le incognite che il risultato finale,

infatti è quello che mi sta frenando... forse sarebbe meglio trovare un mobile non troppo sinistrato senza altoparlanti e fare una prova

mi sto mangiando le mani... "quelle 9" me le davano a due milioni (fuori produzione da due anni, nuove esposte in negozio) ma non ebbi il coraggio, avevo appena iniziato a lavorare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE
12 ore fa, Altainefficienza ha scritto:

Questo mercato è in stagflazione. Si produce poco e per recuperare marginalità si aumenta il ricarico spalmandolo su un minor numero di pezzi prodotti. Per esempio casse come le Dynaco A25, tra le più vendute in assoluto: i costi R&D sono stati ammortizzati su una quantità enorme, un milione di casse. Immaginiamo Dynaco che quella volta è andata da SEAS e Scanspeak dicendo "me ne potresti fare centomila pezzi?", a confronto con i numeri odierni che magari si contano in poche centinaia. Come potrebbe un produttore odierno (con tutti i progressi della tecnologia) costruire apparecchi come negli anni settanta



esatto ...stessa affermazione che ho esternato riguardo i giradischi nell'altra sezione.

Prodotti  top del passato è meglio tenerseli stretti per chi li possiede.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gimmetto

@qzndq3 Le AR 90 sono ottime; ricordo ancora la prova apparsa su SUONO a firma Egidio Mancianti. Le mie 9LSi purtroppo sono collocate in un ambiente medio/piccolo, ma il progetto "diffusore ambiente" con la collocazione a parete ha fatto in modo che io abbia ottenuto una curva di risposta molto equilibrata (nel giugno 2017 è venuto a casa mia il direttore di Audioreview, Mauro neri, ad effettuare misure in ambiente e prova di ascolto (pubblicate, con foto, su Audioreview luglio 2017). Per l'amplificazione ho penato un po', fino ad ottenere un ottimo risultato con il finale Usher R150 (un bel mostro) pilotato da un pre ibrido Vincent SA31 MK.

Per la cronaca, anche il direttore in oggetto si è lasciato andare ad un commento durante l'ascolto ad altissimo volume di un'incisione per Orchestra: "pensare che c'è chi spende 30.000 Euro per i diffusori"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
qzndq3
26 minutes ago, gimmetto said:

Audioreview luglio 2017

E' il numero con la prova delle Malibran? Dovrei averlo da qualche parte, ma mi era sfuggito il servizio di cui parli. Al limite se non lo trovo e se ce l'hai ti contatto :)

Sarebbe bello trovare il pdf dell'articolo sulle AR90 (Suono n° 85 Settembre 1979) è da tempo che lo cerco senza successo, ero convinto che l'articolo fosse del compianto Giussani.

PS: ho visto l'annuncio, grazie... Sembrano messe bene, ci farò un pensierino (anche più di uno)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gimmetto

@gimmetto Scusami, il numero di Audioreview è il 377 (luglio 2016, come passa il tempo!).

Se mi lasci un indirizzo e-mail privato ti mando la scansione della prova delle tue AR 90.

@qzndq3 

immetto Scusami, il numero di Audioreview è il 377 (luglio 2016, come passa il tempo!).

Se mi lasci un indirizzo e-mail privato ti mando la scansione della prova delle tue AR 90.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tapesrc

@gimmetto ma te sei uno di quelli che hanno partecipato alla rubrica "il mio auditorium" allora ?????

Dai raccontaci questa tua esperienza  ... non è  cosa che capita proprio tutti giorni 😉 ( tra l'altro sono stati pubblicati impianti tutt'altro che banali ... strani, in alcuni casi, ma mai banali 👏)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ontherun

@gimmetto 

con le AR 9 (non ricordo se fossero le LSi ma poco importa... era comunque un SIM J-Hifi primi '80) ho ascoltato la migliore riproduzione di un brano di uno dei miei album preferiti ed ancora oggi non ho più ascoltato più niente che potesse superarla (e spesso neanche avvicinarla)... eppure ne ho ascoltati di diffusori da quella volta... stiamo parlando di almeno 35 anni.

Nella categoria diffusori si è fatta tantissima strada nella ricerca e nella produzione di nuovi materiali ma evidentemente non è stata sufficiente ad alzare il livello assoluto di riproduzione... personalmente credo che le prestazioni soniche assolute di diffusori del passato fossero e sono già ampiamente all'altezza di quanto invece (forse) è stato raggiunto da altre categorie.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
qzndq3
5 hours ago, gimmetto said:

Se mi lasci un indirizzo e-mail privato ti mando la scansione della prova delle tue AR 90.

Grazie! (ti ho mandato un messaggio in posta)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

@Altainefficienza Quotone! Parole da scolpire nella pietra e tramandare ai posteri, altro che il verso dei cavi!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

Sono uscite inizio anni 80 le AR? Quindi per tararsi ad oggi bisogna moltiplicare il costo di allora  per un fattore credo di circa 3  - cosa costavano allora? Curiosità ... 😎

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Altainefficienza

http://rivaluta.istat.it/Rivaluta/

con il beneficio che nel paniere Istat c'erano i Minerva quando non li usava più nessuno... E dopo ci hanno messo l'informatica che continuava a scendere di prezzo... Come puoi vedere il coefficiente è un po' più di 5 se ci riferiamo al 1980.

Saluti,

Piero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@jakob1965 Le AR 1 sono del 1954, considera che nel 1975 le piccole AR7, costavano circa 120.000 lire, mentre le AR 10 pigreco circa 750.000

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

1975 - quindi le AR 10 pigreco rivalutate ad oggi costerebbero circa 4500 € - quindi ad esempio grosso modo come le mie canton ref 7k - interessante !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@jakob1965 si.. per darti un altro paragone una Ford Escort 1100 costava circa 1.300.000 lire. Se consideri che oggi la quotazione per delle 10 pigreco in ordine viaggia intorno ai 1000 euro, i rapporti sono presto fatti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gimmetto

@tapesrc Sì, ho partecipato alla rubrica, presentando il mio impianto "misto vintage" un po' provocatoriamente; non immagini la mia sorpresa quando mi ha contattato il direttore Mauro Neri chiedendomi di venire a casa mia per prove e ascolto! Abbiamo passato un intero pomeriggio insieme; trovi la pubblicazione, come detto, sul numero 377 - luglio 2016 - di Audioreview. Da allora è nata un'amicizia; tra l'altro puoi trovare alcuni miei interventi, sempre provocatori, nella rubrica della posta di Audioreview, senza censure.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

ci sono diverse vintage che ancora oggi e soprattutto con catene ad alto livello moderne fanno letteralmente strabuzzare gli occhi.

l'errore più comune e diffuso e dei vintagisti è quello di abbinare certe casse fuoriclasse dei tempi andati con materiali coevi, tra sorgenti e ampli allora non è che si brillasse..

mi ricordo quando nella mia catena principale di allora, comprendente sia elettroniche che sorgenti che cablaggi di alto livello mi divertivo ad alternare le mie già ottime eidolon diamond con le dq 10.. gli amici stentavano a credere di cosa fossero capaci quei termosifoni 40 enni delle dahlquist.. con le voci per esempio, specie maschili, superavano in naturalezza e emozionalità le casse principali che quotavano allora 50k...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    289.812
    Discussioni Totali
    6.174.770
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us