gianventu

cultura generale Qualcuno interessato a una domotica a basso costo?

Messaggi raccomandati

Martin

🤣

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MATTE

Se prendo il google home La prima cosa che vorrei fare è cambiare la frase "hey google" con "hey Jarvis" oppure "Lurch?" E sentirmi rispondere  :"chiamato?"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth

riesumo la discussione perché ho deciso di rifare l'impianto elettrico, mi piacerebbe una gestione smart molto semplice, fondamentalmente solo per le luci e vorrei delle placche/interruttori che semplicemente possano essere usati in modo tradizionale ma anche comandate via wifi, tramite app o altri interruttori.

qualcuno ha esperienza con qualcosa di così semplice? 

PS dovrebbe essere compatibile con google home e affini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge

Io faccio così per spegnere le luci da remoto 

"Filippoooooo spegni le luci del corridoio porc…."  funziona.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
40 minuti fa, Panurge ha scritto:

Io faccio così per spegnere le luci da remoto 

"Filippoooooo spegni le luci del corridoio porc…."  funziona.

Sicuramente evoluto ma troppo oneroso come manutenzione 🤣

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiggy

mi sembra che le placche di provenienza sonoff siano solo di tipo quadrato, come ne ho viste spesso all'estero ma gran poche in Italia. Come forma rettangolare, sembrano più simili al modello per il mercato US, ma temo cambi poi tutto il resto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge
10 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

troppo oneroso

Non sai quanto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
paolosances

@Panurge sempre meno di Filippa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino
2 ore fa, Panurge ha scritto:

"Filippoooooo spegni le luci del corridoio porc…."  funziona.

con i miei figli  e' una battaglia persa

farettini dei corridoi si attivano e disattivano con un sensorino infra e buona notte

stessa cosa per bagni cucina  sala da pranzo lavanderia cantinato 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Robbie

@briandinazareth io ho sostituito di recente alcune lampadine con le Philips Hue White Ambience, che consentono di gestire intensità e temperatura, ma non hanno varianti cromatiche. Funzionano molto bene. Va studiata attentamente la posizione degli interruttori (che sono staccabili magneticamente dalla placca diventando dei telecomandi) e le relative funzioni associate. Ma c'è enorme libertà di posizionamento funzionando a pile in wifi. Purtroppo le placche sono solo bianche.

A casa mia ho lasciato comunque le vecchie placche, semplicemente non le uso (lasciate sempre su on).

Quanto all'utilizzo, tablet e affini sono simpatici e utili per programmare, ma inutilizzabili nell'uso quotidiano, fatto salvo se si devono accendere o spegnere le luci in remoto. L'interruttore da questo punto di vista resta insostituibile.
A breve proverò anche ad attaccarci un google home per testare i comandi vocali, quelli sì che possono fare la differenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

Questi vanno benissimo se si può fare l'impianto nuovo.

https://www.ebay.it/itm/Sonoff-T1-US-1-2-3Gang-Smart-Home-WIFI-Wireless-Switch-Module-For-Apple-APP-Ctrl-/332663077584?var=

attenzione va presa proprio la serie US e non EU perché è la prima ad essere compatibile perfettamente con le nostre scatolette da incasso 503.

Le piastre sono in vetro temperato e secondo me sono anche belle... forse la serigrafia sarebbe sta meglio grigia anziché blu. 

Se googli o youtubbi trovi un sacco di info. Anche il fai da te (se ti intendi di tecnica ed elettricità) è molto facile... la certificazione, va be'... finché è casa tua chissene frega.

Penso che le userò, insieme ad altri devices Sonoff per ristrutturare un paio di appartamenti che voglio affittare.

Ho usato sonoff per rendere wifi apertura cancello, inserimento allarme e accensioni luci varie in giardino, e irrigazione. Funziona bene, da qualsiasi luogo dove si possa entrare in rete.

Se cade il server a cui si collega l'app tutto l'ambaradan si può usare dalla rete LAN domestica con un tocco (ed è anche più sicura). Per l'accensione comunque il tocco tradizionale è sempre disponibile.

Ci sono modi per rendere wifi interruttori tradizionali ma non posso scrivere un trattato qui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
14 minuti fa, adriatico ha scritto:

la certificazione, va be'... finché è casa tua chissene frega.

non è certificato in italia?

non funzionano con deviatori, giusto?


 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

Intendevo la certificazione che andrebbe rilasciata da un elettricista professionista quando realizza un impianto. A mio avviso se fai l'impianto per te e i tieni la casa per un pezzo te ne puoi fregare. Al più puoi sempre certificarlo quando ti dovesse servire vendere.

Se i devices siano certificate CEE non so ma se non lo fossero non potrebbero importarli 

 https://sonoff.itead.cc/en/products/residential/sonoff-touch

e leggi anche qua

https://lamiacasaelettrica.com

per idee

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth

grazie, avevo letto di questi prodotti ma mi conforta sapere che qualcuno ha provato in prima persona :)

l'impianto lo rifaccio con annesse certificazioni, ma preferisco scegliere io i prodotti per vedere i dettagli tecnici e con cosa voglio interfacciarli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

@briandinazareth credo sia il giusto approccio. 
Per precisione, io ho usato gli interruttori wifi sia in corrente che contatti puliti ma non ho mai usato questi "touch"... penso che a breve ne acquisterò un paio per prova.

Hanno comunque lo stesso "motore" wifi a cui è stato aggiunto il bel vestitino esterno per uso diretto su scatolette 503. Quando sfiori il tasto touch esegui l'azione equivalente a schiacciare un pulsantino che esiste su ogni interruttore wifi

Si può realizzare un'automazione wifi anche con interruttori tipici italiani come Bticino o Vimar associandoli ai sonoff... ci sono varie possibilità: dalla modifica con saldatore all'aggiunta di relé (più semplice...unico requisito indispensabile è pensare a scatole di derivazione capienti. Se l'appartamento non è troppo grande, tipo 100mq, si fa facile.

Certo che stare seduto sul divano e dire "hey google abbassa le luci"... suonano al cancello e "hey google apri cancello" dopo aver visto chi è sul cellulare è un bel giocattolo.

Si possono realizzare anche scene complesse "if - then - else" tra vari interruttori e situazioni... unico limite la fantasia

Ma non posso certo entrare in dettagli realizzativi qui 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico
1 ora fa, briandinazareth ha scritto:

non funzionano con deviatori, giusto?

ps... certo che si può realizzare un circuito di accensione a due punti... ma anche a 3e più 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
DiZZo
Il 20/8/2018 Alle 14:27, MATTE ha scritto:

B-ticino ha rilasciato la serie Living Now

Ad oggi nella serie Living Now non esiste un pulsante con dimmer. Almeno così mi ha detto l’elettricista super Esperto in demotica B-ticino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

@DiZZo un pulsante con dimmer non si può fare. Un pulsante lascia passare corrente solo mentre è premuto. Normalmente da un impulso ad un relè che apre e chiude un circuito a valle. Non è un interrurruttore. 

Il dimmer regola la quantità di corrente che passa in un circuito quando è chiuso. Non puoi dimmerare una cosa che si chiude solo per un impulso come nel caso del pulsante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
43 minuti fa, adriatico ha scritto:

@DiZZo un pulsante con dimmer non si può fare. Un pulsante lascia passare corrente solo mentre è premuto. Normalmente da un impulso ad un relè che apre e chiude un circuito a valle. Non è un interrurruttore. 

Il dimmer regola la quantità di corrente che passa in un circuito quando è chiuso. Non puoi dimmerare una cosa che si chiude solo per un impulso come nel caso del pulsante

Ni 

esistono controller che:

Funzioni Principali

Click: funzione ON/OFF;

Doppio click: massima intensità della luce;

Pressione >1s (da spento): modalità notturna, accende la luce al 10% della potenza totale;

Pressione >1s (da acceso): funzione dimmer (su/giù).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tomminno

Peccato che le lampadine Ikea siano poco luminose e quindi inadatte ad illuminare intere stanze. Per me con meno dei classici 100W equivalenti è come stare al buio. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
Il 9/12/2018 Alle 07:10, fumaccia ha scritto:

Ikea offre una soluzione semplice ma funzionale

ho preso dei faretti, funzionano bene e puoi regolare la temperatura del bianco, però hanno dei limiti perché non esistono appositi frutti (ma telecomandi wireless) e quindi ha un certo lag tra quando alimenti la lampada e quando riceve i comandi via wireless.

è comunque una buona soluzione per chi non vuole cambiare l'impianto esistente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiggy
Il ‎05‎/‎12‎/‎2018 Alle 18:10, adriatico ha scritto:

Se cade il server a cui si collega l'app tutto l'ambaradan si può usare dalla rete LAN domestica con un tocco (ed è anche più sicura)

Questo è l'aspetto per me più rilevante: la privacy. Sinceramente non mi piace l'idea che tutte le attività che si svolgono in casa mia debbano passare per un server esterno, a maggior ragione se ubicato in Cina (ma non che gli USA o l'EU diano garanzie maggiori), pertanto - pur con tutte le debolezze che una rete domestica può avere, potendo risultare ben più fragile di un server esterno (ma anche assai meno appetibile) - potrei prendere in considerazione solo soluzioni che girano su rete domestica.

Ho letto in rete che è possibile, con un raspberry B+, far girare Home Assistant e imbarcarsi nella configurazione di una molteplicità sconfinata di dispositivi wireless; ma non mi è chiaro fino a che punto questa soluzione sia totalmente indipendente. Ad esempio, per i prodotti Xiaomi mi sembra di aver capito che la prima associazione tra il gateway e i prodotti satelliti si deve per forza passare attraverso l'attivazione di un'utenza con il server/app xiaomi. Per i prodotti Sonoff/Shelly, invece, mi sembra che sia necessario modificare il firmware originale per usarli in Home Assistant.

Io ho a casa un sistema di allarme perimetrico filare, con sensori su porte e finestre, che però mi crea problemi almeno un paio di volte l'anno: fosse possibile sostituire il tutto con un sistema che  - una volta configurato - possa essere gestito in modo più intuitivo ed automatizzato, non avrei esitazione a provarci: leggo di "scene" in cui quando il cellulare entra in un'area  prossima all'abitazione automaticamente l'allarme si disattiva (e viceversa), ma anche la semplice possibilità di chiudere "a comando vocale" o da remoto le luci che moglie e tre figli lasciano costantemente accese in giro per casa mi potrebbe provocare sensazioni prossime all'orgasmo (che poi, prima di ammortizzare la spesa per un sistema del genere, potrebbero lasciare le luci accese fino alla laurea e ci andrei in pari!!!.. ma vuoi mettere la soddisfazione?!?!?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Robbie
Il 10/12/2018 Alle 13:29, briandinazareth ha scritto:

ho preso dei faretti, funzionano bene e puoi regolare la temperatura del bianco, però hanno dei limiti perché non esistono appositi frutti (ma telecomandi wireless) e quindi ha un certo lag tra quando alimenti la lampada e quando riceve i comandi via wireless.

è comunque una buona soluzione per chi non vuole cambiare l'impianto esistente


Mi ricito da poco su, Philips Hue!

Se l'obiettivo è quello di avere l'illuminazione smart, funzionano alla perfezione!

Zero lag, semplici nell'installazione, tantissimi accessori e perfettamente integrati con google home e amici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
4 minuti fa, Robbie ha scritto:

Mi ricito da poco su, Philips Hue!

Se l'obiettivo è quello di avere l'illuminazione smart, funzionano alla perfezione!

Zero lag, semplici nell'installazione, tantissimi accessori e perfettamente integrati con google home e amici.

ma se lo usi con gli interruttori normali anche quelle si "spengono" senza essere più riaccendibili da wifi.

giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Robbie

@briandinazareth Gli interruttori normali devono restare sempre su ON, perché l'attuatore è dentro le singole lampadine che vengono pilotate dai loro specifici interruttori/telecomandi/app.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth

@Robbie 

si, come il sistema ikea, io, visto che alla fine rifaccio l'impianto elettrico, voglio avere anche gli interruttori delle luci controllabili via wifi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiggy

@Robbie ma se si fulmina la lampadina butti via anche il dispositivo wifi integrato? un po' una sòla...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Robbie

@Tiggy Si be', parliamo di un evento abbastanza remoto nel caso di lampadine a Led. Cioè solitamente se sono difettose lo si vede subito.

Comunque non si tratta di cifre astronomiche, a meno di non prendere il modello che riproduce vari colori, le lampadine Philips Hue non costano molto di più di un led normale di buona marca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiggy

Stavo curiosando tra i prodotti della linea Hue, ma noto che al massimo arrivano a 800lmn, ovvero l'equivalente della vecchia lampadina a incandescenza da 60W, troppo poco per casa mia dove ho stanze molto ampie e punti luce a muro. Per me il minimo sindacale sono 1000lmn, ma 1500lmn è molto meglio (e infatti faccio molta fatica a trovare lampadine di quel tipo che stiano dentro le applique...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    290.560
    Discussioni Totali
    6.202.273
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us