siebrand

alla macchina dell'est, per due soldi...

Messaggi raccomandati

siebrand

certo, la Skoda era bruttina...

ma... le Trabant?

e... la Wartburg?

il papà di un mio amico aveva questa, come quella in foto...

non andava molto veloce, era durissima da guidare, ripresa NISBA e spazio zero.

Ma però... fumava... come un Turco... 

brutta... da... pensare fosse uscita da un fumetto, tipo Topolino.
il bello era che... l'aveva presa nuova... e dopo un anno, o 2, la volle sostituire con un Maggiolino...

era pure disposto a rimetterci dei soldi, ... ma... dopo 12 anni ce l'aveva ancora...

chissà che fine ha fatta... 

Ma... nei Paesi dell'est... le macchine erano/sono TUTTE brutte?

e.. perché?

image.png.21d9fc8eb69c5d2782c1e41be33eacef.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

guardate cosa ho trovato:

vi conisglio di guardare questo filato.

Specialmente ai giorni nostri fa un certo senso...

(c'è scritto, fra l'altro, che, data consegna era fra i 10 e i QUINDICI anni data ordine...) 🔝

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bungalow bill

Erano brutte per mancanza di gusto estetico .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LaVoceElettrica
7 minuti fa, bungalow bill ha scritto:

Erano brutte per mancanza di gusto estetico .

Sicuramente. Non c'erano i grandi design center delle case americane come neppure le fucine creative delle carrozzerie italiane.

Ma, oltre a ciò, ho anche sempre avuto l'idea che, essendo l'automobile un oggetto tipicamente individuale e quindi agli antipodi del collettivismo, oltre cortina le facevano bruttarelle apposta.

Certo, nemmeno gli autobus gli venivano tanto bene.

E, a ben guardare, "di là" hanno mai disegnato qualcosa di bello durante il Secolo Breve?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferroattivo

@siebrand Prima della caduta del muro,  mi ricordo che alcuni cittadini della Germania dell'Est  mi raccontavano che delle famiglie benestanti alla nascita di un figlio prenotavano una macchina per averla in tempo quando il figlio sarebbe diventato grande.  Cose assurde per noi che stavamo dall'altra parte. del muro

Guerino  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LaVoceElettrica

Dalle mie parti c'è un "furmagiàtt" dove, alla nascita dei figli, le famiglie fanno mettere in cantina un'intera forma pregiata di formaggio. Forma che viene inaugurata alla maggiore età. Naturalmente la cantina è uno spettacolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
JohnLee
On 7/10/2018 at 7:22 PM, LaVoceElettrica said:

E, a ben guardare, "di là" hanno mai disegnato qualcosa di bello durante il Secolo Breve?

Solo i militari: aerei e carri armati Russi sono sempre stati splendidi per la loro epoca.

(come tutti quanti hanno fatto anche degli aborti, quindi non andatemi a googlare i brutti anatroccoli. si parla in generale ;)  )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Ecco un altro video. Attivate i sottotitoli; mi ricorda un po' i Gemelli Ruggeri con i loro documentari da Croda

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

ma poi avvenne il miracolo della 124 costruita a Togliattigrad  , una vera BMW russa  😀 e da lì cominciò il declino dell'URSS  , finalmente 😎

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zucchetti

Io mi preoccuperei di più del declino nostrano,invece che irriverire verso altre nazioni...per dire.

P.s

Non che la prima produzione di massa(anni50) di automobili nostrana fosse tanto meglio,perlomeno i modelli più basici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Frovalta

Tra le auto russe ricordo benissimo la ZAZ 966 (o 968, dipende dall'anno di costruzione). Era una specie di grossa Prinz animata da un motore posteriore 4 cilindri a V di circa 1200 cc. Fu per qualche tempo importata da Koelliker, insieme alle Moskovitch ed ai fuoristrada UAZ. 

La ricordo bene perché dove abitavo l'aveva comprata un tizio piuttosto stravagante, che talvolta sfoggiava delle bretelle rosse con stampate su falce e martello (no comment). Non so com'è, ma dopo qualche tempo si libero' del gioiello della meccanica del socialismo reale, per una più banale (ma pratica ed affidabile) Renault 5... 😮

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LaVoceElettrica
3 minuti fa, Frovalta ha scritto:

per una più banale (ma pratica ed affidabile) Renault 5...

Vettura comunque figlia della Régie Nationale, azienda fortemente sindacalizzata a quell'epoca. Il tipo aveva la coscienza a posto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    290.432
    Discussioni Totali
    6.196.913
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us