alexis

Interruttore centrale Gigawatt vs. Magnetotermico

Messaggi raccomandati

Fabio Cottatellucci

E' a norma per l'installazione in una casa italiana ?

Qual è la differenza fra termico e idraulico per la protezione dai sovraccarichi, e quali benefici apporta ?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

caro fabio, andrebbe visto nel dettaglio il funzionamento.. ci sono dei condotti riempiti di olio a viscosità variabile che fanno scattare la chiusura del contatto permettendo un piccolo spunto extra oltre i 16 A canonici e non un semplice sensore induttivo, inoltre hanno curato tutta la parte dei conduttori interni. ma questo lo leggo nel test postato sopra.

leggo inoltre chè è costruito su specifiche dal più grande costruttore usa di componenti ellettrotecnici, penso che sia sicuramente a norma usa, non so nulla se sia a norma anche in europa, ma potrei scrivere al distributore.

insomma una sacco di domande e curiosità, ma magari qualcuno qui lo ha testato nel proprio sistema..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ruxperienced

premesso che sono a digiuno di tedesco, e che la lettura del link postato è filtrata da Google translate,  ma i dubbi sono parecchi. Niente indicazione sul potere nominale d'interruzione (che è un dato che deve essere riportato), un'indicazione di curva d'intervento C e nel testo si fa riferimento ad un fantomatico ritardo d'intervento rispetto ai "tradizionali" magnetotermici. Nondimeno se il dispositivo è effettivamente in curva C il ritardo è già previsto (le curve sono standardizzate), ossia è meno sensibile rispetto ad un B e di più rispetto ad un D.

Per quel che riguarda la protezione termica, contro il sovraccarico, a quanto pare il solenoide è qui sostituito da un fluido termosensibile. Affidabilità a lungo termine della protezione? Boh.

Le dimensioni mi sembrano anche fuori standard, ma qui dovrei approfondire.

Sulle considerazioni in tema di "esiti all'ascolto", a fatica, mi astengo.

Personalmente non me lo farei installare sul quadro elettrico della mia abitazione e diffiderei di un installatore che rilasci una 37/08 con quei magnetotermici a bordo quadro. Per il momento rimarrei, almeno qui, su tecnologie e dispositivi collaudati e incontestabilmente certificati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

Peccato ci siano questi dubbi sull'utilizzabilità in Italia, poteva essere una soluzione molto interessante per la linea dedicata all'impianto.
Effettivamente ad occhio forse il problema più  grosso potrebbe essere come metterlo nei quadri elettrici italiani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE

Ne adotto uno simile per l'accensione del condizionatore di rete che filtra le mie elettroniche...non mi sognerei mai di utilizzarne uno per tutta la casa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

Intendevo che sarebbe stato interessante metterlo solo sulla linea dedicata all'impianto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ruxperienced
Il 10/7/2018 Alle 18:23, ruxperienced ha scritto:

...il solenoide...

Rileggendomi mi accorgo ora che ho scritto un'inesattezza: leggasi "lamina bimetallica". Il "solenoide" afferisce, ovviamente, alla protezione magnetica, contro i corto circuiti. L'errata corrige era dovuta. La sostanza, ovviamente, non cambia d'una virgola. Scusate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
buranide
Il 10/7/2018 Alle 18:23, ruxperienced ha scritto:

Le dimensioni mi sembrano anche fuori standard, ma qui dovrei approfondire

C'è una foto di un quadro in cui è montato insieme ad altri interruttori per barra DIN, e da altra foto si vede che posteriormente ha una cava DIN che sembra standard...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ruxperienced

@buranide non mi riferivo all'alloggiamento che, confermo, è idoneo ad inserimento su barra DIN. Piuttosto mi lascia perplesso quest'altra immagine (che è, probabilmente, la stessa alla quale ti riferisci tu):

gigawatt.jpg.f98357c2eabc7c15bbf2d7f7a17fb85a.jpg

dove appare evidente che il dimensionamento dell'involucro non è esattamente conforme agli standard vigenti dalle ns. parti, come peraltro testimoniato dalla schermatura posticcia messa in atto per coprire la luce che si viene a creare con i rimanenti magnetotermici.

Inoltre, una volta installato a bordo quadro non risultano visibili ne corrente nominale,  ne curva d'intervento, ne tensione di lavoro, ne potere d'interruzione...

Continuo a nutrire forti dubbi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

Forza, audiofili con amici o parenti elettricisti, spendete questi 70 euro e fateci sapere!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pino

Se ho capito bene l'olio riscaldandosi aumenta il proprio volume e fa scattare il termico.

A quale temperatura deve scendere per permettere il reinserimento, quanto bisogna aspettare ?

Beppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

È un processo istantaneo, non serve aspettare. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    290.432
    Discussioni Totali
    6.196.913
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us