Jump to content
Melius Club

andpi65

Come pulire ( aka "lavare") il vinile...come lo fate e che consigli dareste?

Recommended Posts

andpi65

Credo sia un problema con il quale chiunque abbia una discreta o scarsa collezione di vinili si sia confrontato.Vale sia per i vinili nuovi che per quelli acquistati usati.

La scelta della sezione credo sia quella giusta...quale fine tunning migliore che migliorare il software, anche se analogico? 

P.S.: in realtà la discussione è partita da un'altro 3ed ma, letti i commenti, credo sia il caso di svilupparla singolarmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65

Per alcuni, da quello che ho letto,un detergente ecologico per lavare i piatti ed un accurato risciacquo sotto il rubinetto è la panacea; un metodo collaudato ed  economico ( però devi averci il manico per farlo correttamente mi han detto).

Certo i liquidi per lavare i dischi in commercio non li definirei economici ( almeno se si  parte dai prodotti base con i quali sono, nella stragrande maggioranza dei casi, composti), ma neppure troppo esosi, se ragiono sul costo di certi fine tunnig, rispetto a quello che offrono.

Io , che ho una discreta collezione di Lp e non ho smesso di cercare prime stampe nell'usato, ho, nel tempo,  scelto una seconda strada:il liquido che uso per lavare i miei vinili me lo faccio da solo...come mio padre e mio nonno  si facevano il vino ;).

e voi ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
LaVoceElettrica
15 minuti fa, andpi65 ha scritto:

il liquido che uso per lavare i miei vinili me lo faccio da solo

Se hai verificato che è efficace, illustra. È un argomento ripetutamente trattato, ma si cerca sempre di migliorare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65

Lo farò, non mancherò di farlo..ma prima volevo sentire voi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bazza

Io sono quello pro detersivo piatti e rubinetto. 

Per i dischi meno conciati uso una miscela di acqua distillata e, orrore per molti, alcool denaturato bianco. In proporzioni 1:3 o 1:2.

Uso anche una Vetrella per aspirare ed un microfibra morbido per finire di togliere l'umidità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio_caponetto

Per sfizio e per farmi un regalo (non ho una collezione di vinili così grande, ma la metterò a disposizione degli amici) mi sono comprato la lavadischi a ultrasuoni "polacca" Audiorevita.

Ne sono soddisfatto, ho recuperato dei dischi pieni di scricchiolii riducendoli a una quantità sopportabile.

La uso per i dischi più vecchi e rovinati facendo scaldare il liquido, per cui consiglio l'optional del riscaldamento. Come liquido lavadischi mi trovo bene con l'Art du Son. Dopo il lavaggio a  ultrasuoni faccio una ulteriore pulizia "meccanica" con la Knosti e acqua distillata. Quest'ultima, per dischi poco sporchi o dischi nuovi da cui togliere residui di stampa, mi pare imbattibile per rapporto resa/prezzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscarbessi
7 ore fa, antonio_caponetto ha scritto:

Dopo il lavaggio a  ultrasuoni faccio una ulteriore pulizia "meccanica" con la Knosti

Io invece faccio il contrario anche se non uso più la Knosti ma la okki nokki , naturalmente questo doppio passaggio solo per i dischi sporchi altrimenti bastano gli ultrasuoni. Uso una miscela di acqua bidistillata, alcol isopropilico e imbibente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

30anni di Nitty Gritty ad aspirazione ha posto fine agli annosi inutili. inefficaci lavaggi utilizzati in precedenza con tutti i prodotti che l'industria per la pulizia del disco si era inventata e sfornava a getto continuo.

Un liquido ricavato dall' analisi chimica del liquido VPI poi riprodotto in casa con notevole risparmio chiude il cerchio per la cura e pulizia dei miei vinili...e vivo beato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65

@BEST-GROOVE posso chiederti la composizione del liquido che ti produci?

@antonio_caponetto confesso che una lavadischi ad ultrasuoni mi tenta...mi frena però il costo che attualmente reputo un tantino alto. Mi stupisce però che sia  tu  che  @oscarbessi abbiniate all'uso della lavadischi  ad ultrasuoni anche quello di una lavadischi "tradizionale", cosa mi lascia intendere che da sola l'ultrasuoni non è pienamente efficace, o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

@andpi65  non ho la formula sottomano ora,dovrai aspettare qualche giorno che rientri a casa o al limite fai una ricerca interna a melius

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio_caponetto
1 ora fa, andpi65 ha scritto:

da sola l'ultrasuoni non è pienamente efficace

mah sai...ripassare il disco con la Knosti mi serve anzitutto per risciacquarlo meglio e togliere un po' di schiuma che si produce con l'Art du Son e poi perché penso che un passaggio meccanico con le setole della Knosti male non può fare e permette di eliminare le particelle che magari gli ultrasuoni hanno staccato dal vinile ma non rimosso. Diciamo che con il passaggio in Knosti mi illudo di ovviare alla mancanza di aspirazione...e poi la Knosti ce l'avevo già, così non la pensiono 🙂 

E comunque questo del lavaggio è un rito ...quindi fare questi passaggi, perderci tempo, lavorare di manualità è una cosa che mi gratifica al di là del fatto che sia veramente necessario 🙂 manie audiofile...

Io penso che ci sarà un motivo se la lavadischi che ho io costa un terzo (forse anche meno) di altre lavadischi a ultrasuoni. Per dischi nuovi, in cui vanno rimossi i residui di stampaggio, la Knosti è più che sufficiente. Su dischi molto sporchi ho capito, come dicevo, che la temperatura è importante in combinazione con gli ultrasuoni, e li tengo anche "a bagno" qualche minuto, prima di accendere il motore, ma senza esagerare, perché se no il disco si cuoce e potrebbe deformarsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65

@BEST-GROOVE aspetterò qualche giorno, grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65

@antonio_caponetto Ah capisco.

Ho avuto, ed usato, in passato la Knosti e poi l'ho venduta. Personalmente ho trovato macchinoso usarla e,  senza entrare nel merito dello spreco di liquido, ho avuto qualche dubbio sulla sua reale efficacia; mi riferisco al fatto che il  disco resta necessariamente in ammollo nello stesso liquido in cui si trova diluito lo sporco tolto dal disco stesso e, soprattutto,  alla mancanza di un'aspirazione finale. Ho optano quindi per una lavadischi con aspirazione, che oltre a velocizzare i tempi ( a volte mi piace   dare una "passatina" all'lp prima dell'ascolto ;) ) e con un non secondario risparmio di liquido svolge devo dire egreggiamente il suo compito, nel senso che il risultato è "sonicamente" apprezzabile.

 Ho usato, nel tempo, liquidi di pulizia commerciali specifici  ed anche altri  utilizzati nella lito/tipografia ma da un po' me lo preparo da me utilizzando alcool isopropilico ( in percentuali variabili tra il 20 ed il 30%...ma anche puro, se sul disco trovo sporco particolarmente ostinato ad andarsene) , acqua bi-distillata ( per il restante 80-70%) e , in passato, qualche goccia di tensiattivo/inbimente per uso fotografico ( poi l'ho finito e per la quantità necessaria, in rapporto alle dimensioni delle confezioni in vendita ho smesso di aggiungerlo)...il liquido "self-made" mi soddisfa e fà quello che deve...quello che mi manca è solo un prodotto antistatico da aggiungerci...Qualcuno ha consigli da darmi al riguardo?

P.S.: modello e costo della tua lavadischi ad ultrasuoni??

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscarbessi
7 ore fa, andpi65 ha scritto:

Mi stupisce però che sia  tu  che  @oscarbessi abbiniate all'uso della lavadischi  ad ultrasuoni anche quello di una lavadischi "tradizionale", cosa mi lascia intendere che da sola l'ultrasuoni non è pienamente efficace, o sbaglio?

Sono passato dalla Knosti, eliminata per lo stesso tuo motivo, alla Okki Nokki poi successivamente sono passato alla lavadischi ad ultrasuoni. Il fatto che usi ancora la okki Nokki abbinata all'ultrasuoni come ho detto è solo per i dischi molto sporchi, diversamente uso solo la lavadischi ad ultrasuoni che secondo me è il metodo più efficace per la pulizia dei vinili. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

@andpi65  non e' molto dissimile dai prodotti che hai citato, imbibente compreso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio_caponetto
5 ore fa, andpi65 ha scritto:

P.S.: modello e costo della tua lavadischi ad ultrasuoni??

http://audiorevita.pl/?page_id=215

La mia è un modello con la possibilità di variare la temperatura e la potenza (non la frequenza). Credo si chiami ARC04, ma le caratteristiche non sono sempre le stesse.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

... e invece no. Notate anche l'abbigliamento "sobrio" del dimostratore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
parehouse

Oddio 

Quando sono disastrati faccio pure io un lavoro simile 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bazza

Li lavo così pure io quando sono sudici impestati. Faccio però attenzione a non bagniare l'etichetta ed insisto un po' di più con la spugnia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@ediate Il lavaggio con detrsivo può starci, per il risciacquo però secondo me meglio la distillata. L'utilizzo del WD 40 mi lascia perplesso... non vorrei che al momento funzioni, ma nel tempo faccia l'effetto del vecchio Lenco clean...🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
nirone95

Faccio uguale da sempre,  il nipponico ha scoperto l acqua calda  . Solo che io non uso il wd  ma silicone spray molto più light...recuperato molti vinili...

Share this post


Link to post
Share on other sites
LaVoceElettrica
15 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

non vorrei che al momento funzioni, ma nel tempo faccia l'effetto del vecchio Lenco clean.

+1.

Pensavo la stessa cosa intanto che scorreva il video.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

La mia perplessità non è tanto nel lavaggio (anche se lui bagna l'etichetta come se fosse niente) ma sull'utilizzo del WD40. Anche io credo che alla lunga faccia tanto "Lenco clean". Interessante invece l'uso del silicone spray... dovrei provare su qualche disco disastrato a cui non tengo più di tanto. 😈

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65

@oscarbessi visto che la usi, in cosa è più efficace rispetto ad una tradizionale lavadischi con aspirazione? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
parehouse

@ediate infatti io uso la classifica saponetta 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
tapesrc

Da portare subito ad una delle fiere hi-end nostrane per quanto entusiasmo ci mette nel dimostrare la sua teoria ... e che 🖐️🖐️ d'oro ... d e l i c a t i s s sssssimeeee 🦋

Sto qui al sabato, mentre pulisce il bagno, ti fa via il calcare intorno ai rubinetti con la sola unghia del mignolino ... fidati 🙇‍♂️🤦‍♂️

Ma fa cosi tanto strano usare una scassatissima knosti per fare il lavaggio ... kn' osti l'hanno fatta apposta ... 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
andpi65

@BEST-GROOVE alla fine non c è nulla di nuovo, anche quando te lo vendono a 2 elevato alla potenza :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Overkill

Ma la puntina ...? Non si imbratta di quella sostanza oleosa del Wd ? 

E poi la polvere col tempo ci si appiccica a quella sostanza , o no...?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@Overkill

3 minuti fa, Overkill ha scritto:

E poi la polvere col tempo ci si appiccica a quella sostanza , o no...?

E' quello che penso anche io. Questa è la mia perplessità...

Share this post


Link to post
Share on other sites
tapesrc

Ma a sto punto io userei ... 🙄

Lo Svitol ... per testine troppo dure o che traccian male sarebbe un toccasana mica indifferente, mica solo per il disco ... pem ! 💥 ed in men che non si dica il suono diventa doce, doce, comme o zucchero ...

Al contrario per suoni mosci ... ehhh, be', qui la preparazione della mistura da applicare richiede più  tempo, un giusto mix tra acqua borica e ... 💊 ... di omino 🧞‍♂️ ... solo che dopo il disco trattato lo dovete sentir tutta sera ... eeee, vuol sempre sta su !!! 🚀

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293984
    Total Topics
    6390908
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy