PIEP

l' impronta sonora delle varie marche di amplificatori

Messaggi raccomandati

Member_0055
2 ore fa, Ultima Legione @ ha scritto:

Sarà pur vero...e non me ne volere, ma quasi altrettanto inutili mi sembrano a volte certi post...

Non te ne voglio e incasso lo scappellotto con spirito sportivo.

Però ribadisco che pur in un contesto ormai avvilente delle riviste audio, con poche e parziali eccezioni, quella in questione è proprio illegibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56
5 minuti fa, Gioan mk2 ha scritto:

Però ribadisco che pur in un contesto ormai avvilente delle riviste audio, con poche e parziali eccezioni, quella in questione è proprio illegibile.

quella in questione intendi : la differenziazione delle varie sonorità degli ampli ( classifica o come si vuol chiamare...) o che il forum di what hifi chiude o non chiude ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ultima Legione @
2 ore fa, Gioan mk2 ha scritto:

Non te ne voglio e incasso lo scappellotto con spirito sportivo.

Però ribadisco che pur in un contesto ormai avvilente delle riviste audio, con poche e parziali eccezioni, quella in questione è proprio illegibile.

.

🤗🤗

.

Condivido in parte (e da sempre) la critica nei confronti di tutta la stampa specializzata.

.

Ricordo per esempio, di aver espresso in passato, tutto il mio convinto disaccordo con la linea editoriale di "Fedeltá del Suono" che comunque per i pareri e le recensioni espresse, ritengo sicuramente tra le piú autorevoli del settore.

.

Ma pur assolutamente convinto della circostanza che il piú esteso set di misure e grafici, comunque indicativo e rappresentativo delle prestazioni e della qualitá progettuale e realizzativa di un elettronica audio, non potrá hínoi mai essere invece rappresentativa della sua vera indole sonora e musicalitá, non é assolutamente accettabile che ..."con un sol colpo di spugna", si sia azzerata completamente la valutazione strumentale delle elettroniche.

.

Ma detto ció, specie quando assolutamente gratuita, da siti quali WhatHiFi come anche l'americana Stereophile e senza scordare il VideoMagazine del nostro Forum, viene offerto un articolo o una recensione, non bisogna mai scordare che comunque sia, la cosa vá sempre mediata dalla soggettivitá dei nostri gusti personali, dal nostro ascolto e dal discernimento che deriva solo da anni di passione e ascolti.

.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
PIEP
2 ore fa, Gioan mk2 ha scritto:

in un contesto ormai avvilente delle riviste audio, con poche e parziali eccezioni, quella in questione è proprio illegibile

... un po' come dalle ns parti: bei forum, semplici e pratici,

che poi vengono stravolti per essere + fighetti, ma la meta' degli 

avventori in breve sparisce...  rolleyes.gif.7fc3e13791a98090fca95710d296b571.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56

secondo il mio parere e se continuato nel modo giusto , questo è uno dei 3D più belli e interessanti da molto tempo.

nel senso che : partendo da una classifica dove si può essere +o- in accordo e ...magari ...fare poi con l'intervento del forum, le nostre correzioni o portando le nostre esperienze

stilarne un'altra di simile dove descrivere le caratteristiche delle varie marche.

io la trovo molto interessante , perché si parla  molto della bontà di uno o dell'altro ampli, ma chi conosce tutte le impostazioni sonore di tutti ?

si sa come suonano i 3/4 o 5/6 chi ne ha provati di più , ma alla fine , quando si tratta di cambiare amplificazione le domande sono sempre le stesse : come suona ? dettagliato ? corposo ? aperto ? scuro?

bene con una classifica simile, meglio se corretta dall'esperienza del forum , uno sa già come orientarsi per la prossima volta .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56

@PIEP mi dispiace , avevi aperto un bellissimo 3D , ma come vedi ( sigh ) son passati già 5gg senza più interventi 🙄

sarebbe stato bello stilare una classifica e/o parlare delle varie impronte sonore dei vari ampli , anche perché Non tutti li abbiamo ascoltati Tutti 😎

ma sembra che la questione sia troppo semplice ...😂😂😂
un caro saluto !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
iBan69

La questione è solo che la maggioranza dei forumer sono in vacanza!

Vedrete che ha settembre si riprenderà il discorso ... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56
1 ora fa, iBan69 ha scritto:

Vedrete che ha settembre si riprenderà il discorso .

naa...troppo semplice...qui siamo nell'hifi-super-super-End...si parla di casse da 40000 euro con componenti Nasa o dell'ampli costruito a mano dal monaco giapponese che lo vende a 100000euro e malvolentieri perché vorrebbe tenerselo ( che poi perché li fa ? ) o del dac che con 15000 euro ti cambia il suono dell'hifi...

queste del 3D in oggetto son cose scontate , risapute e manco sono " End " 🤣🤣🤣

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56

@PIEP bell'ampli ! un paio d'anni fa ero li li per prendere il 1560 ( che mi piaceva molto ) , ma non saprei dove collocarli nella lista perché lo prendevo senza possibilità di ascolto , ma solo per l'occasione e perché mi piaceva.

attendiamo qualcuno che li conosca meglio 😀

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
VIPKEKKO2011

Quindi i marchi che hanno questa caratatteristica : tono caldo potente e raffinato diciamo in sintesi pugno di ferro in guanto di velluto chi ci mettiamo ???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
iBan69

@VIPKEKKO2011 Yamaha, serie 2000 e 3000. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bizio

@max56 Concordo pienamente. Una "guida all'orientamento" sull'impostazione sonora dei vari brand è una cosa utilissima, sia per il neofita sia per chi non ha la possibilità di ascoltare la sterminata produzione disponibile. 

Molto meglio questo che disquisire sul suono delle ciabatte e sul verso dei fusibili. 

È anche vero che molto dipende dall'interfacciamento e che alcuni marchi hanno una produzione disomogenea sia tra le categorie di prodotti che nel tempo.

Ad esempio, Yamaha ha sempre fatto ampli con un'impronta sonora riconoscibilissima, che si ama o si odia. Però l'ultima serie 2000-3000 ha qualcosa di diverso... Oppure i diffusori B&W, che sono universalmente considerati molto "aperti"... in realtà ce ne sono alcuni (la prima serie "68") che non lo sono proprio per niente, anzi.

Però, nella stragrande maggioranza dei casi, conoscere le caratteristiche di base di un marchio è molto utile, almeno nel primo orientamento propedeutico alla scelta dell'impianto.

Su Whathifi ho anche io moltissime riserve, in quanto mi dà la netta impressione di "spingere" a seconda dei periodi uno o più marchi rispetto ad altri. Però bisogna anche dire che non esita a raffreddare gli entusiasmi anche su linee di costruttori anglosassoni, il che a volte mi fa ricredere e riprendere una qualche fiducia. Ad esempio gli ultimi ampli digitali NAD sono stati quasi stroncati, così come, nel tempo, è stato accolto molto tiepidamente qualche modello di diffusore B&W o Wharfedale o Tannoy... Insomma, a differenza delle riviste italiane, su whathifi qualche volta non esitano a stroncare un prodotto senza che si debba leggere tra le righe. Vai a sapere poi se questo dipenda dai "rapporti" con le case madri... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magicmusic

Non mi risulta che i Primare abbiano suono neutro...

Quoto invece questa citazione di Nelson Pass, tratta dall’articolo in discussione, dedicata ai filosofi della misurazione 😉

"We should no more let numbers define audio quality than we should let chemical analysis be the arbiter of fine wines."  Nelson Pass

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rossano.Marche

👏@Ultima Legione @ 👏.👏...come sempre bravo pino.!.

Aggiungere qualcosa su quello che hai detto sarebbe inutile.

Sono d'accordo al 100%.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ultima Legione @

.

Un cordiale saluto a Te, caro Rossano.🤗🤗🤗

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Aletto

Dopo tanto tempo...

Qualcuno ha notizie su come suona il nuovo cyrus one che vuole rinverdire i fasti dell'originale one del 1984.

In classifica dove lo piazzereste?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FedeZappa

Avevo letto la discussione a ferragosto ma nel frattempo ho smesso di scrivere.

Ho provato a riaprire il Link di Whathifi ma mi devia sulla recensione delle Focal Chorus.

Per cui commento sulla base di quel che ricordo dalla lettura precedente.

Fondamentalmente, sulla base della mia limitata esperienza di ascolto, sono un fan della categoria "musical, bold, fun" a cui appartengono le mie amplificazioni di riferimento ovvero Naim ed Exposure.

Associo alla stessa anche gli integrati in classe AB Harman Kardon, i Densen serie Beat e in parte i Cyrus.

Gli HK sono l'espressione più "grassa" della categoria, i Cyrus quella più magra.

Densen Beat abbastanza vicini a Naim ed Exposure.

I Cyrus analitici? Più di Exposure e HK si, più di Naim forse.

Anche Rotel, se non fosse per una neutralità spiccata, potrebbe quasi rientrare.

In ogni caso tutti i nomi citati li associerei a un'impronta sonora "fast" senza essere eccessiva.

Sui nuovi Cyrus non so.

Molto interessanti gli Aloia più o meno recenti, molto corretti, proporzionati e fedeli, così come i Lector.

Per i miei gusti però un po' meno divertenti, così come altre cose che ho ascoltato appartenenti ad altre categorie.

Primare ad esempio meno "bold" e incisivi ritmicamente. 

Gryphon/Nad S300 incisivi ma molto neutri e meno musicali. Freddi se non abbinati con attenzione. 

Poi certe produzioni economiche,  specialmente giapponesi, che faccio fatica a digerire perché troppo "morbide". Se male abbinate suonano inesorabilmente lente. 

Il tutto IMHO e a spanne, ovvio che andrebbero fatti dei distinguo ampli per ampli, e abbinamento per abbinamento. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.564
    Discussioni Totali
    6.236.270
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us