Vai al contenuto

viale249

Possibile che una autocostruzione... suoni in questo modo?

Messaggi raccomandati

viale249

Il dubbio mi è venuto ascoltando l’apparato in oggetto inserito in un impianto di un certo livello. All’inizio sono stato titubante in quale sezione del forum postare ma poi ho ritenuto, trattandosi di un prodotto finito e realizzato secondo standard industriali, anche se in esemplare unico, che dovesse essere pubblicato in Riproduzione Audio, soprattutto per il dubbio che solleva.

Due parole sulla autocostruzione in questione: si tratta di un finale stereofonico a stato solido realizzato completamente con fet e mosfet, potenza di circa 120watt per canale (che raddoppiano al dimezzarsi del carico), case amagnetico in alluminio lavorato a CNC, ampi wattmetri. E’ stato battezzato dai suoi creatori “Diomede” (sul nome magari ci ritorneremo).

Perché compare qui? Perché a differenza di altre autocostruzioni nate elaborando circuitazioni reperibili in rete questo è frutto di uno schema originale che si è evoluto negli anni, seguendo un percorso di ottimizzazione ed affinamento equamente diviso tra misure ed ascolti, alla pari di un prodotto di commercio con ambizioni hi-end. Il tutto è nato dall’ingegno di un paio di amici che hanno sviluppato nel tempo il progetto sperimentando l’influenza sul suono dei componenti attivi e passivi e delle diverse soluzioni circuitali: il risultato è un finale che si confronta ad armi pari con i nomi più blasonati, in qualche occasione facendosi addirittura preferire, mantenendo sempre una sua impronta musicale di alto livello. Come detto l’amplificatore è il risultato di sei anni di evoluzioni continue e ad ogni nuova release ha incrementato le prestazioni musicali: i progettisti ritengono (giustamente) che non possa essere fatto un vero affinamento senza il confronto ed è per questo che questa ultima versione sta girando da circa un anno nelle sale da musica di amici e conoscenti; alcuni di questi sono anche forumer di Melius e credo che vorranno sicuramente intervenire per raccontare la loro esperienza di ascolto, in maniera decisamente migliore, dettagliata e meno sintetica del mio riportare che suona molto bene…

Insomma, riprendendo l’argomento del tread, come è possibile che il frutto della passione di alcuni sconosciuti riesca ad essere alla pari se non migliore di noti prodotti commerciali? Un caso di eccellenza oppure la media degli apparati in commercio, anche molto noti, non sono tutto questo granchè visto che dei semplici hobbisti riescono ad eguagliarli? Sarà merito della ricerca sul suono che coinvolge anche la componentistica o dell’usare gli ascolti per avere conferma di ciò che dicono le misure? Sarà interessante leggere la vostra opinione, io ho tirato il sasso...

P.S. Ovviamente una opinione che contempli un ascolto avrebbe un diverso valore: credo di non sbagliarmi dicendo a quanti lo desiderino che il finale si può ascoltare; è in toscana, provincia di MS, ma per il nulla osta ed i dettagli aspettiamo un intervento dei progettisti. A scanso di equivoci tenete presente che il tutto è il frutto di una  passione, esclusa quindi qualsiasi finalità affaristica…

diomede front 2.JPG

diomede interno.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Robbie

Se fosse progettato da persone competenti, affinato nel tempo e costruito senza particolari risparmi la domanda che mi viene in mente piuttosto è "perché dovrebbe essere peggiore di quanto in commercio?". E' elettronica, mica magia! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
30 minuti fa, Robbie ha scritto:

perché dovrebbe essere peggiore di quanto in commercio?". E' elettronica, mica magia! :D

Concordo :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sm63

Intanto complimenti agli sviluppatori ,al dire il vero per come è stato realizzato non  assomiglia affatto un prototipo hobbystico .

👏

Sarebbe interessante discutere partendo da un qualcosa da poter valutare al livello circuitale ,nel caso in cui ci sia una plausibile riservatezza ,credo questa sezione  sia la meno indicata .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
viale249

@sm63 la realizzazione è di alto livello, sia per la componentistica che per la realizzazione (in piccolo pensa esteticamente ai wattmetri); a gestire la logica di funzionamento (alimentazioni, ritardi, etc.) c'è un PLC opportunamente programmato, lo intravedi montato al centro del circuito posto sul frontale... Per quanto riguarda il circuito vediamo cosa decidono i progettisti ma non credo che avranno problemi a descrivere il circuito e le scelte fatte, anche senza entrare nel dettaglio. Come puntualizzato da @Robbie in elettronica non si inventa nulla, è tecnica e non magia.

Una curiosità: avevo pubblicato la discussione su RA, volevo mettere in evidenza le prestazioni all'ascolto uguali a quelle di blasonati prodotti commerciali; evidentemente la moderazione ha letto il titolo è non il testo...😜 Vediamo se danno una qualche giustificazione sullo spostamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
viale249

@Robbie è esattamente come hai detto (competenze, affinamento, nessun risparmio)!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audioendocrine

Da tempo partecipo poco al forum. Sono stato invitato in questo thread a dire la mia in quanto fortunato sperimentatore dell'oggetto in questione. Oggetto che casualmente proprio  in questo momento sta di nuovo suonando a casa mia. 

Le mie certezze su questa macchina sono cresciute nel tempo, attraverso ascolti prolungati e confronti diretti con diversi finali di qualità. Mi è sempre piaciuto, ma mi sono convinto del tutto dopo alcuni confronti diretti con finali di buona qualità anche di produzione recente e relativamente costosi.

A casa mia il riferimento e' stato un vecchio ML23.5. Il Diomede suona meglio in quanto altrettanto piacevole e musicale ma più preciso e trasparente. Ho più volte detto che sembra la naturale evoluzione del mio ML.

il confronto con altri finali più  moderni ha invece evidenziato che il Diomede e' prima di tutto una macchina molto musicale e godibile andando forse in una direzione opposta rispetto ad oggetti più  analitici e asciutti.

Non parlerei però di una macchina ammazza giganti. Primo perché non amo il termine e secondo perché il costruttore ci ha speso molto sia in termini di materiali che di tempo per raggiungere questo livello e quindi sin da subito credo si sia trattato di un progetto ambizioso e relativamente costoso. 

Con una certa enfasi sottolineo che in questo momento nel mio impianto (che secondo me suona più che discretamente) sia il pre (a valvole) che il finale (il Diomede) sono frutto della passione di autocostruttori (non gli stessi per il pre e per il finale), quindi posso ragionevolmente affermare che anche nell'auocostruzione si possono raggiungere livelli elevati di qualità, ovviamente con il giusto expertise e non lesinando nella scelta dei componenti.

Buona serata a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71

Complimenti realizzazione spettacolare 

Sembra uscito dai migliori laboratori di apparecchi audio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
buranide
Adesso, camaro71 ha scritto:

Sembra uscito dai migliori laboratori di apparecchi audio

Secondo me gli autori operano da professionisti nel campo dell'elettronica industriale, la realizzazione è da progettisti navigati, altro che hobbysti evoluti... solo il layout delle pcb sottintende una conoscenza di software specifico mica da poco...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audioendocrine

@buranide credo sia proprio così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
buranide
7 minuti fa, audioendocrine ha scritto:

credo sia proprio così.

diciamo che non avevo dubbi in proposito, tra l'altro anche la disposizione dei vari dissipatori implica un know how da 'maestri d'arte', per non parlare della pcb del controller completa di ingresso usb per il caricamento del firmware...

p.s. il tutto a dimostrare ancora una volta che gran parte del cosiddetto hi-end è fuffa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71

@buranide concordo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ultima Legione @

😁😁

.

Mi associo con assoluta convinzione!!

.

A parte l'aspetto economico, dopo piú di 40 anni di sfrenata passione, a parte i diffusori e le sorgenti (ma anche quelle solo in parte), per arrivare ad avere il sound che mi appaga e gratifica con vera emozione e trasporto, ormai da anni tutto ció che suona nel mio soggiorno me lo sono pensato, disegnato, realizzato, affinato e perfezionato da mé!!

.

Cio non toglie che nel mercato dell'attuale HiFi/HiEnd, esistono oggetti (pochi) che riescono ancora a catturarmi e a sedurmi con la loro musicalitá.

.

Ma guarda caso dietro quei brand di piccole e medie dimensioni, vi é sempre il genio, il talento, la tecnica e l'arte di una mente pensante con un grande amore per la musica che al di lá del giusto utile economico, vi mette sopratutto la vera passione.

.

E nel dorato olimpo di appassionati e audiofili, mi ......stupisce ancora che ci sia chi si stupisce di ció!!😆😆

.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE
3 ore fa, sm63 ha scritto:

Intanto complimenti agli sviluppatori ,al dire il vero per come è stato realizzato non  assomiglia affatto un prototipo hobbystico



mi associo...gente che non ha badato a spese pur di farlo apparire il meno cantinaro possibile...ed in effetti non sembra affatto!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferdydurke

Scusate ma non vedo il trasformatore di alimentazione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audioendocrine

@ferdydurke e' sotto la scheda in primo piano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferdydurke

Ok grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
viale249

Il trasformatore è sotto la scheda degli alimentatori, così come indicato da Audioendocrine. È un toroidale custom di notevole potenza asservito da circuito di soft-start: è stato costruito da uno specialista di trasformatori audio ed è il secondo esemplare montato dopo che il primo, sempre custom e sempre realizzato da uno specialista non aveva soddisfatto in quanto a prestazione meccanica (ronzio). Questo per sottolineare ancora una volta il grado di affinamento che ha interessato tutta la componentistica impiegata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71

rimango sintonizzato, 3d davvero interessante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
domenico80

ennesima conferma che il DIY o la progettazione competente che parte dal solito - foglio bianco - spesso è uguale se non superiore alla quasi totalità dell'offerta commerciale

rimane un quesito :

prezzi a parte , cosa si acquista in hiend ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
22 minuti fa, domenico80 ha scritto:

rimane un quesito :

prezzi a parte , cosa si acquista in hiend ?

Una conoscenza, una bella scatola, un nome, una garanzia 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

Se volete venire a provarlo da me... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71

@dufay sarebbe una prova interessantissima

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
domenico80
4 ore fa, Cano ha scritto:

Una conoscenza, una bella scatola, un nome, una garanzia 

una conoscenza ?

okay per la bella scatola , ma non stiamo in gioielleria

un nome significa poco , al di là della rivendibilità convulsiva

okay per la garanzia dei 2 anni sui guasti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
orsa99
18 ore fa, viale249 ha scritto:

Perché a differenza di altre autocostruzioni nate elaborando circuitazioni reperibili in rete questo è frutto di uno schema originale che si è evoluto negli anni

@viale249 Non è detto però che uno schema solo perché circola in rete debba essere considerato meno valido. Anzi, se circola, vuol dire che ha colpito i tanti che l'hanno provato e si è diffuso, altrimenti sarebbe caduto nel dimenticatoio. L'unico limite dell'autocostruzione è la selzione dei componenti, che diventa più critica per la costruzione di apparecchi a stato solido. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
domenico80
53 minuti fa, orsa99 ha scritto:

L'unico limite dell'autocostruzione è la selzione dei componenti, che diventa più critica per la costruzione di apparecchi a stato solido. 

si può porre rimedio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
1 ora fa, domenico80 ha scritto:

una conoscenza ?

Certo...io non sarei in grado per esempio 

A chi mi rivolgo? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
viale249

@orsa99 certamente anche partire da uno schema pubblico è un buon inizio, specialmente se non si ha la competenza necessaria per progettare da zero. In questo caso però siamo su di un altro livello: il tutto ha preso le mosse da un progetto originale (per quanto di originale ci sia in elettronica, le circuitazioni sempre quelle sono) che si è evoluto nel corso degli anni, prototipo su prototipo, ascolto dopo ascolto... Un modus operandi degno di un costruttore hi-end.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
domenico80

@Cano

in DIY , sul forum , ci sono due thread kilometrici in uno dei quali si è finalmente - tirata la riga -  per un ampli finale , a mio parere , di alto livello* , ottenuto prendendo spunto dallo schema del 108 Dartzael

al momento esiste ed è ben documentata con foto , una definizione del circuito con relativi accessori  e contenitore da parte di SM 63

tra qualche settimana io dovrei , non è opera mia ! ! ! ! , postare la definizione circuitale dello stesso schema , ma con tensioni di alimentazioni stabilizzate nella sezione in , driver e sezione finale di potenza con allegata qualche - strana - proposta tecnica che in DIY non incontra troppo favore , ma che ognuno è libero di accettare o bypassare

al contrario di SM 63 noi siamo riusciti ad operare una serie di confronti con finali che , a parere degli audiofili , potrebbero essere dei riferimenti , indipendentemente dal prezzo

considera che il nostro - baracchino - è un - integrato - comprendendo anche una sezione linea 

.

alto livello*

con alto livello io intendo un amplificatore che può essere capito ed identificato da appassionati che hanno una certa esperienza e criticità in genere in hiend

5 minuti fa, viale249 ha scritto:

un progetto originale

è impossibile vedere lo schema ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71

ribadisco che se volete confrontarlo nel mio set up col pass x250.5 sarei ben lieto di ospitarvi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    288.236
    Discussioni Totali
    6.120.032
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy