Jump to content
Melius Club
tano.longo

Subwoofer per hi-fi stereo: i vostri consigli

Recommended Posts

lamm

utilizzo l'orecchio , il sub ha un comodo controllo DSP, certo che ,volendo, una misurazione ambientale potrebbe essere il massimo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
Il 27/2/2020 Alle 06:58, raindog ha scritto:

Ciao oggi vado a ritirare i due BKElec. Volevo farvi una domanda come avete effettuato le misure per creare i filtri? Contomporaneamente con i due sub collegati o uno per volta?

Ciao,

Sia con Acourate che con Audiolense.

Collegati entrambi

Share this post


Link to post
Share on other sites
raindog

Installati ieri pomeriggio e fatto un paio di misure con rew e creato i filtri per minidsp SHD. Per ora soddisfatto anche se devo ancora fare tutte le cosi "di fino" con Dirac.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucadoc726

@raindog allora come vanno gli inglesi? 😊

Share this post


Link to post
Share on other sites
FFeller
Il 5/2/2020 Alle 14:33, Miracle1980 ha scritto:

Il sub (SVS-SB2000 Pro) lo consiglio vivamente a chi ne cerca uno

@Miracle1980 avendo io lo streamer dac che pilota direttamente il finale tramite le uscite XLR , potrei utilizzare le uscite RCA dello streamer dac per pilotare il sub ?

molte grazie e buona domenica 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Miracle1980

@FFeller Lo streamer/dac dovrebbe fare da pre-amp contemporaneamente sulle due uscite RCA ed XLR...

Di che modello si tratta? Penso non dovrebbero esserci problemi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
FFeller

@c10m grazie

@Miracle1980 grazie - Cambridge Audio Azur 851N - credo anche o che entrambe le uscite siano attive contemporanemante - nel setup della macchina c'è solo l'impostazine di abilitazione/disabilitazione della funzione pre

Share this post


Link to post
Share on other sites
FFeller

Sarei intenzionato ad inserire un subwoofer (e magari più in là un secondo) nel mio impianto

Stanza piccola con posizione del sub "quasi obbligata" dietro ad uno dei diffusori e a ridosso della parete posteriore (in L/4 o L/3)

Data la posizione quindi, pensavo ad un sospensione pneumatica dalle dimensioni contenute, tipo lo SVS-SB1000; in alternativa sistemi down/front firing

Discorso DSP e autoEQ : quanto sono importanti questa funzioni ? Immagino molto, se non si utilizza un DSP esterno, ed in quest'ottica forse la funzione autoEQ può dare con più facilità il setup migliore ?

Io avrei pensato ad un DSP esterno (RME ADI2-DAC) se non riuscissi ad equilibrare bene il sistema

E' vero che quasi sempre i problemi di acustica ambientale sono legati alle frequenza più basse ?

Se questo fosse vero, potrei puntare su un sub con DSP ed autoEQ, e potrei essere ragionevolmente certo di riuscire ad ottimizzare il tutto ?

Grazie per le vostre considerazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites
c10m
31 minuti fa, FFeller ha scritto:

E' vero che quasi sempre i problemi di acustica ambientale sono legati alle frequenza più basse ?

Diciamo che sono quelli che più possono inficiare il risultato finale e i più difficili da trattare senza dsp.

33 minuti fa, FFeller ha scritto:

potrei puntare su un sub con DSP ed autoEQ, e potrei essere ragionevolmente certo di riuscire ad ottimizzare il tutto ?

Un sub moderno con microfono ed equalizzazione automatica risolve buona parte dei problemi legati all' inserimento del sub. Se ti può interessare io utilizzo un Sunfire xteq12, molto contenuto nelle dimensioni con buon dsp interno, molto veloce e potente (usato sui 1000€).

Share this post


Link to post
Share on other sites
FFeller
46 minuti fa, c10m ha scritto:

Diciamo che sono quelli che più possono inficiare il risultato finale e i più difficili da trattare senza dsp.

ok, quindi deduco vale la pena cercare un modello con dsp ed autoEQ

46 minuti fa, c10m ha scritto:

Un sub moderno con microfono ed equalizzazione automatica risolve buona parte dei problemi legati all' inserimento del sub. Se ti può interessare io utilizzo un Sunfire xteq12, molto contenuto nelle dimensioni con buon dsp interno, molto veloce e potente (usato sui 1000€).

grazie per la dritta, vedo un po' come procedere (non ho ancora idea del budget da stanziare)

Share this post


Link to post
Share on other sites
FFeller
Il 15/9/2020 Alle 15:30, c10m ha scritto:

Un sub moderno con microfono ed equalizzazione automatica risolve buona parte dei problemi legati all' inserimento del sub

@c10m leggo nell'approfondimento sui sub di @appecundria che ad esempio l' ELAC Debut 2.0 Sub-3010 ha dsp ed auotEQ; leggendo sul sito del produttore se ben intendo, l'autoequalizzazione avviene tramite smartphone e relativo microfono; è un sistema sufficientemente "preciso" oppure meglio alzare il buget e andare su sistemi che prevedano il collegamento di un microfono esterno (tipo il Sunfire , suppongo)

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
c10m
5 minuti fa, FFeller ha scritto:

ELAC Debut 2.0 Sub-3010 ha dsp ed auotEQ; leggendo sul sito del produttore se ben intendo, l'autoequalizzazione avviene tramite smartphone e relativo microfono; è un sistema sufficientemente "preciso" oppure meglio alzare il buget e andare su sistemi che prevedano il collegamento di un microfono esterno (tipo il Sunfire , suppongo)

Occhio che quelle app possono creare problemi (microfoni dello smartphone non riconosciuti, come nei sub B&W) e soprattutto tra qualche anno quando non saranno più supportate che si fa? Inoltre non so quanto un microfono di un cellulare sia preciso. Personalmente mi rivolgerei altrove.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

@FFeller la presenza del dsp è la differenza tra sub entry e mid level, è importante. Occhio però che il dsp richiede una amplificazione 2, anche 4, volte più potente del no-dsp (se vuoi ti spiego perché).

Sì le frequenze basse sono le più critiche, d'altra parte però il sub emette solo quelle 🙂

L'uso del microfono del telefonino sembra una scelta di ripiego ma all'atto pratico funziona egregiamente grazie all'elaborazione del segnale di cui è capace uno smartphone qualsiasi. Come diceva Giussani: con gli altoparlanti non occorre la precisione di calcolo di una missione sulla Luna.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

Ho scritto in contemporanea a @c10m, non vuole essere una polemica. Ovviamente si dice che "del meglio c'è il migliore" ed è vero anche in questo caso. Tuttavia, restando in fascia intermedia, la soluzione con smartphone è imbattibile. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
FFeller

@appecundria @appecundria grazie ad entrambi per i contributi - ci rifletto su

1 ora fa, appecundria ha scritto:

Occhio però che il dsp richiede una amplificazione 2, anche 4, volte più potente del no-dsp (se vuoi ti spiego perché).

volentieri - grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
sricci

quando acquistai il mio sub l'addetto del negozio specializzato mi disse che un microfono professionale fa davvero la differenza a frequenze superiori a quelle a cui lavora un sub. non so se e quanto ciò corrisponde a verità ma tant'è. io come soluzione di compromesso fra il microfono dello smartphone e un microfono "serio" con costo e obbiettivi che andavano oltre la mia situazione ho acquistato il Dayton Audio iMM-6, un microfonino che si può inserire nel usb del telefono ma un po' più serio.

torna utile anche per chi vuole poi fare analisi sullo spettro di frequenze ambientali usando un microfono un po' più attendibile di quello dello smartphone lavorando su tutta l'ampiezza delle frequenze.

Share this post


Link to post
Share on other sites
c10m

La mia preoccupazione maggiore non riguarda tanto la qualità del microfono che potrebbe anche essere sufficiente (se hai un telefono come il mio Xiaomi sono dolori...) quanto l' obsolescenza dell' app. C' è il rischio concreto che nel giro di un paio d' anni (magari qualcuno in più) ti ritrovi un sub senza dsp. A me capitò una cosa simile (anche se di verso contrario) con un ipad 4 che non supportava l' app di Auralic perché necessitava di una versione di ios più recente. Da allora ci vado molto cauto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
FFeller

@sricci grazie per il suggerimento

@c10m in effetti, dato che in sub tipo ELAC Debut 2.0 Sub-3010 tutto è gestito tramite app, in caso di obsolescenza dell'app sarebbero dolori

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucadoc726

Leggendo sul net mi sono fatto un'idea (magari sbagliata) che tra i migliori sub sotto i 1000€ (nuovi) ci siano i 3 seguenti : Xtz 12.17 edge, Bkelectronics p12 s300 pr et SVS Sb 2000 pro.

Non dovrebbero esserci problemi di obsolescenza e la calibrazione può essere fatta da software esterni su pc

Share this post


Link to post
Share on other sites
FFeller

@lucadoc726 grazie per la segnalazione - leggendo velocemente le caratteristiche dei 3 modelli, per la mia stanza e la posizione possibile  del sub credo che SVS SB2000 pro sarebbe un buon candidato (sospensione pneumatica e dimensioni)

16 minuti fa, lucadoc726 ha scritto:

Non dovrebbero esserci problemi di obsolescenza e la calibrazione può essere fatta da software esterni su pc

intendi dire che si può usare un software su pc per la rilevazione della rif ambientale, e che poi si agisce sui controlli del sub per ottimizzarla ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucadoc726

No, volevo dire che utilizzando come lettore un software come Foobar o altri che gestiscono dei filtri esterni, si può misurare la risposta in ambiente del sub e calibrare una curva da iniettare nel lettore. Non ho le conoscenze tecniche per farlo direttamente, a casa mia farò venire una persona che ha il materiale (micro, pc, software) e le competenze e poi faremo fare una "passeggiata" al/ai sub per trovare innanzitutto la posizione migliore e in seguito modificare i parametri

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucadoc726

Certo non sarà lo stesso risultato ottenuto con un sub asservito ma non so quale sia la differenza di prezzo accettabile per entrare nel mondo dei sub con autocalibrazione (mi riferisco a buoni sub per hifi)

Share this post


Link to post
Share on other sites
giannifocus

@lucadoc726 tienici aggiornati anche se credo che queste convulazioni siano disponibili solo con sorgenti liquida quindi per chi usa cd, vinili, nastri e Mc niente da fare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucadoc726

Si esatto, è più facile quando è tutto dematerializzato in flac.

Per l'aggiornamento non sarà possibile à breve... Il mio contatto è molto preso fino a fine anno 😢

Mi lascia più tempo per capire se e cosa comprare (sopratutto convincere la moglie 😉). Attualmente ho un bkelectronics xls200 e in prestito un DD10 ma è così antiquato nelle connessioni che non l'ho nemmeno potuto calibrare col suo kit

Share this post


Link to post
Share on other sites
tano.longo

@appecundria mi potete spiegare come fare una misurazione con smartphone e con quale programma

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

@tano.longo per me da smartphone è fattibile solo nell'ambito di un sistema chiuso, ossia un sub con la sua app.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
Il 20/9/2020 Alle 11:52, lucadoc726 ha scritto:

autocalibrazione (mi riferisco

500 euro 

Share this post


Link to post
Share on other sites
lucadoc726

Mmmm con 200 w mi sa che non è asservito no? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    306796
    Total Topics
    6913976
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy