Jump to content
Melius Club

djansia

Lucio Battisti - CD Vinyl Replica Sony Legacy

Recommended Posts

mark66

Finiti gli ascolti dei nove cd acquistati. Non voglio ripetere quel che stiamo ormai dicendo tutti: rispetto alle versioni precedenti non c'è storia. Per tornare alla questione se è stata fatta una masterizzazione flat oppure si sia intervenuti con una equalizzazione, questa è una questione antica e credo irrisolvibile. Se intervenire aggiustando qualcosa rispetto al mix originale (che magari era pensato per la stampa di un vinile) significa ottenere questi risultati, ben venga. Ho sempre pensato che quel che interessa alla fine è di avere sul supporto attuale un risultato che renda il valore originale della incisione. Ben venga che ci sia una richiesta in tal senso, che ha probabilmente mosso gli editori a fare un passo verso questi interventi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
zagor333

@densenpf “E già”...hai ragione, non avevo pensato a questa cosa...

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf
5 minuti fa, mark66 ha scritto:

Per tornare alla questione se è stata fatta una masterizzazione flat oppure si sia intervenuti con una equalizzazione,

Flat no, altrimenti avremmo dinamiche uguali alle prime stampe, senza nessun eq aggiuntiva.

Non sono un tecnico, ma a naso qualcosa han fatto, con un tocco molto leggero.

Per esempio la grande estensione degli alti, e' un effetto della grande trasparenza ottenuta con il 24/192 o hanno aumentato qualcosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mark66

La mia idea da profano è che forse hanno esteso il range di cattura delle frequenze dai nastri originari, laddove forse nelle masterizzazione precedenti questo range era castrato. Lo dico senza avere alcuna nozione tecnica e dunque accetto ben volentieri correzioni. È come se la cattura delle informazioni si sia estesa sia in alto che in basso, con un certo vantaggio rispetto alla naturalezza della resa degli strumenti. Per esempio la grancassa ora si sente in tutta la sua profondità ed estensione, con un effetto tridimensionale del suono. Ascoltando La batteria il contrabbasso ecc (che già nel titolo indicava una particolare attenzione di Battisti per le sezioni ritmiche) si sentè un senso di respiro ampio di questa sezione, mentre nei riversamento precedenti era tutto un po confuso e castrato. Non vi so dire se non le mie impressioni, perché dal punto di vista di come si arrivi a questo tecnicamente vi confesso la mia ignoranza. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder

Prezzaccio al MW i cd a meno di 11,00 euro ma ... desisto 😭

Share this post


Link to post
Share on other sites
mark66

A quel prezzo sono da prendere al volo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@floyder

Io no. Ho ceduto nonostante fossi moralmente contrario e ho preso nove CD, tutti insieme a 10,49 euro l'uno. Non ho preso del periodo Mogol-Battisti "Emozioni" e "vol.4". Forse ho fatto male, ma... del periodo "dopo-Mogol" ho gli originali d'epoca e suonano, tutti, benissimo con una citazione particolare per "L'Apparenza".

Ho già ascoltato "Il mio canto libero" ma, sinceramente, non ho notato quasi nessuna differenza con la mia versione a 24bit del 2000 (cd color oro, n. di catalogo 74321 761872, BMG-Numero Uno), forse solo una lievissima, maggiore precisione del basso. Se anche gli altri sono così, ho buttato i soldi come temevo... vedremo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder
4 ore fa, mark66 ha scritto:

A quel prezzo sono da prendere al volo!

Lo sò, ma avendoli già su cd più i box vinile e cd trovavo l'acquisto un po' forzato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mark66
23 minuti fa, floyder ha scritto:

avendoli già su cd più i box vinile e cd trovavo l'acquisto un po' forzato

... caspita, capisco! 

56 minuti fa, ediate ha scritto:

versione a 24bit del 2000

Di queste versioni 24 bit in oro ho due cd di Lucio Dalla che suonano bene. Dovrei cercare perché ricordo di avere una raccolta di Battisti a 24bit ma non mi aveva impressionato. Devo vedere dove è andata a finire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mark66

20180923_205730.thumb.jpg.799bbc033eb702a87a1300ed1a23908b.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
mark66

Allora, sono andato a riprendere la raccolta 24bit che avevo. È del 2002 dunque credo riprenda le versioni rimasterizzate del 2000. Ho ripreso anche il cd del 1989. Ho ascoltato come sampler Prendila così. A me sembra che la versione 24bit sia molto compressa e gonfia in basso, la voce di Battisti perde sfumature. Certo, suona più forte,  ma non meglio. Il cd del 1989 se non altro non è così compresso. La versione attuale mantiene i livelli originali ma rispetto a quella del 1989 suona più naturale, con i piani sonori maggiormente distinti. Mi sembrano versioni molto diverse tra loro, con una somiglianza maggiore tra quella del 1989 e l'attuale e una mia personale preferenza per la versione attuale. Forse le versioni nella raccolta sono equalizzate e compresse per livellare il volume tra i brani e magari le versioni 24bit in oro originarie sono migliori e non così compresse.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@mark66 Farò un confronto anche io con "Una donna per amico", l'ho preso oggi da MW e l'avevo già da prima (ma non su CD 24bit). Ho confrontato solo "Il mio canto libero" e non c'è praticamente alcuna differenza, tranne una leggera precisione del basso in più nella versione "archivio del suono", ovviamente a parità di volume. Vedremo gli altri dischi, forse paradossalmente suoneranno meglio ancora i dischi meno elaborati (ho preso il vol. 2, lo confronterò con gli stessi brani che ho su Emozioni).

Ribadisco che, ascoltato solo "Il mio canto libero", non posso nascondere una certa delusione, ma per un giudizio più equilibrato devo ascoltare anche gli altri dischi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ar3461

attendiamo le tue impressioni...io sono tentato di prenderne qualcuno ma...

Share this post


Link to post
Share on other sites
luimas

@densenpf  quoto , imperdibili i tre inediti .

Per me è illuminante "vendo casa" che cantata da Lucio diventa un capolavoro , solo chitarra e voce , emozioni a non finire .

Questo è Lucio .

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

@luimas ma.. vendo casa non si trova in nessun album vero? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun

Ciao,

mi sto facendo una domanda e non credo di essere l'unico a farsela; perché, visto che da quello che ho capito è stata fatta una registrazione da SM tape @24/192, questi nuovi remaster (e anche remix ?) non vengono proposti anche in HD ? Forse non c'è abbastanza mercato per giustificare l'investimento (che non ritengo comunque elevato... in fondo si tratterebbe di fare accordi per le licenze di distribuzione e mettere a disposizione i file) oppure non ritengono ci siano evidenti differenze  di qualità oppure non gliene frega niente di riempire anche la nicchia di utenza semi demenzial audiofila interessata... (così immagino la considerino a questo punto) ?

Marco    

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf
1 ora fa, ontherun ha scritto:

isto che da quello che ho capito è stata fatta una registrazione da SM tape @24/192, questi nuovi remaster (e anche remix ?) non vengono proposti anche in HD

perche' quando Sony ha acquisito ultimamente i diritti, la moglie ha messo come paletto la non pubblicazione

in rete, ma solo su supporto fisico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
luimas

@smarmittatore No perché quella in realtà ho capito che era una registrazione fatta ai tempi come prova , non è mai stata pubblicata da Lucio , è una chicca della raccolta Battisti-Mogol, come anche  "La spada nel cuore" e le "formiche " , sentire per credere  .

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun

@densenpf 

in realtà esisterebbero anche dei supporti fisici HD... ma qui probabilmente entrerebbe in gioco la prima giustificazione... e la stessa cosa potrebbe dirsi anche per i lavori di PFM, BMS, De Andrè, Fossati e la stragrande maggioranza degli artisti italiani 'Pop'.

Giusto per curiosità, c'è qualcuno che sa se qualche artista italiano abbia visto i suoi lavori (anche uno solo) pubblicati in formato HD, sia esso fisico o liquido ?

ps: escludiamo il grande Mesolella che è un caso a parte... qui all'opposto è difficile trovare un suo album in formato SD.

Share this post


Link to post
Share on other sites
talli

@ontherun 

Zucchero, Vasco, Nannini, Bubola i primi che mi vengono in mente...ma, aprte Vasco recentemente pubblicato da Fonè, gli altri solo agli albori del SACD

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf
1 ora fa, ontherun ha scritto:

Giusto per curiosità, c'è qualcuno che sa se qualche artista italiano abbia visto i suoi lavori (anche uno solo) pubblicati in formato HD, sia esso fisico o liquido ?

mai visto un file liquido di un artista italiano, in questo siamo molto lontani dagli altri mercati.

Su sacd ho trovato questa lista, ma penso che gli unici fatti con criterio siano i Fone'e Velut Luna, e' probabile che gli altri siano solo conversioni pcm-sacd

Franco Battiato: Last Summer Dance

Andrea Bocelli: Sentimento

Andrea Bocelli: Cieli Di Toscana

Andrea Bocelli: Andrea

Massimo Bubola: Segreti Trasparenti

Adriano Celentano: Le Volte Che Celentano e' Stato

Adriano Celentano: C'è Sempre un Motivo

Laura Conti, Giorgio Gaslini: Ellaura

Oscar Del Barba, Rossella Caporale: Making Whopee

Elisa: Lotus

Adriano Lincetto: Pizzichi e Sospiri - I Solisti di Venezia

Lucia Minetti: Luz

Gianna Nannini: Perle

Luciano Pavarotti: Ti Adoro

Vasco Rossi: Tracks

Vasco Rossi: C'è chi dice no
Giulio Cesare Ricci per questo remaster ha utilizzato le registrazioni originali della Carosello
Data uscita: novembre 2016

Vasco Rossi: Bollicine
Giulio Cesare Ricci (fondatore dell’etichetta Fonè) per questo remaster ha utilizzato le registrazioni originali della Carosello
Data uscita: novembre 2016

Vasco Rossi: Va bene, va bene così
Giulio Cesare Ricci (fondatore dell’etichetta Fonè) per questo remaster ha utilizzato le registrazioni originali della Carosello
Data uscita: novembre 2016

Vasco Rossi: Cosa succede in città
Giulio Cesare Ricci (fondatore dell’etichetta Fonè) per questo remaster ha utilizzato le registrazioni originali della Carosello
Data uscita: novembre 2016

Vasco Rossi: Vado al massimo
Giulio Cesare Ricci (fondatore dell’etichetta Fonè) per questo remaster ha utilizzato le registrazioni originali della Carosello
Data uscita: novembre 2016

Stefania Salvador: Blue

The Three Tenors Christmas - Domingo/Carreras/Pavarotti

Zucchero: Un Po'di Zucchero

Zucchero: Zucchero & The Randy Jackson Band

Zucchero: Rispetto
Recensione del sacd "Rispetto"

Zucchero: Blue's

Zucchero: Oro Incenso & Birra

Zucchero: Zucchero

Zucchero: Miserere

Zucchero: Spirito DiVino

Zucchero: Blue Sugar

Zucchero: Shake

Share this post


Link to post
Share on other sites
zagor333

Ho il SACD di Zucchero Oro, Incenso e Birra, e rispetto al CD originale, è molto compresso, purtroppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ar3461

dei cd di Lucio Batti , quelli cartonati della " Mogol Edition" editi mi pare verso il 2009/2010 cosa mi dite ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
zagor333

Ho ascoltato anche Emozioni e Il Mio Canto Libero.

Confermo l'alta qualità audio di questi remaster.

Non ho i CD originali (a quei tempi si andava di LP, e i CD non li riacquistai), ma questi sono davvero notevoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf

@ontherun visto solo ora. Qui viene spiegata tutta la storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder

Posso dire quello che penso della moglie o vengo bannato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
rock56
6 ore fa, densenpf ha scritto:

@floyder stai zitto!🤐😏😋

...dillo sottovoce! 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

Ho ascoltato con grande attenzione tre dei nove dischi che ho acquistato lo scorso week-end: ho avuto poco tempo...

Su "Il mio canto libero" mi sono già espresso; un buon lavoro, suona come il mio LP dell'epoca, ma niente di clamoroso, anche se dire che un CD suona come l'LP originale è veramente un complimento.

Invece ne "Il nostro caro angelo", a mio parere il miglior lavoro della coppia Mogol-Battisti, il remaster è notevolissimo: ho sentito questo disco come se non lo avessi mai sentito, con il basso chiaro e fermo, non confuso, e tutto il gioco di percussioni e piatti e spazzole della batteria reso finalmente con giustizia. I brani dove questi effetti sono più evidenti sono quelli parzialmente acustici: "Ma è un canto brasileiro", dove le voci delle coriste sono finalmente "spaziate" tra loro, "La canzone della terra", strepitosa, e nella meravigliosa "Questo inferno rosa". Tutto il disco vale sicuramente la pena di essere ricomprato in questa edizione: rinasce. L'unico appunto che mi sento di muovere è che non si è riusciti ad eliminare il lievissimo fruscio del master originale, molto ridotto ma ancora presente ad inizio e fine brano, specie se questo sfuma.

"La batteria, il contrabbasso, eccetera" conferma lo "schiarimento" generale, ma è proprio la registrazione a non essere al livello di quelle precedenti; il disco suona più dolce, comunque ben definito, la voce di Battisti viene resa bene ma con le sfumature intensissime de "Il nostro caro angelo". Attenzione, rispetto all'LP originale (che ho) c'è un abisso, ma viene mantenuto abbastanza la struttura generale dei brani, non ci sono grossi stravolgimenti; nel brano "No, dottore", il basso è molto definito, ma la batteria poteva essere più presente; il brano "Il veliero" sembra ancora più ritmato di quel che è, finalmente si sente bene il lavoro della chitarra ritmica e il gran ritmo del basso. E' da notare che l'elenco dei brani sul CD segue quello originale dell'LP così come scritto nel foglietto interno (l'ordine è diverso nel retro della copertina e nella busta marrone interna, esattamente come l'LP.

La cosa strana è che nella riedizione dell'album dell'89, i brani nel retro della copertina sono nell'ordine esatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296856
    Total Topics
    6522043
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy