Jump to content
Melius Club

djansia

Lucio Battisti - CD Vinyl Replica Sony Legacy

Recommended Posts

densenpf

Mah, tutto ci puo' stare, abbiamo impianti differenti, e forse orecchie differenti, ma io il miglioramento lo sento su tutti i dischi. Il Mio Canto Libero, e' stato quello che ho recensito per primo e li' mi resi conto del tipo di masterizzazione avevano applicato, la mia versione penso anni 90, e' anni luce diversa, densa e un po' fangosa, con un po' di velo, rispetto alle nuove edizioni.

L'ultimo e' stato Umanamente uomo, anche qui, i giardini di Marzo e' nettamente meglio rispetto alla mia versione.

Se devo trovare un album dove ho fatto piu' fatica a trovare differenze, ( sebbene ci siano) questo e' stato Una donna per Amico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@ar3461 Se sono quelli cartonati con i CD color oro sono buoni, ma gli ultimi remaster sono generalmente superiori. Io ne ho due di questi CD, "Il mio canto libero" e "Umanamente uomo: il sogno" ed entrambi suonani molto simili, anche se complessivamente leggermente inferiori, alle rimasterizzazioni dell'Archivio del Suono. Sui CD normali, invece, le differenze con quelli "Archivio del Suono" sono drammatiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@densenpf Ho trovato maggiori differenze (in meglio) nei brani più acustici dei tre dischi che ho ascoltato finora. Avendo comprato (ma non ancora sentito) anche il raro "Lucio Battisti vol. 2", dove ci sono molti brani acustici, secondo me sentirò brani già conosciuti in maniera diversa e nettamente superiore.

Ah, dimenticavo di dire che di "Umanamente uomo: il sogno" ho sentito solo "Comunque bella", che era il lato "B" del 45 giri de "I giardini di Marzo"; a parte che secondo me "Comunque bella" è, insieme a "Le tre verità" fra le canzoni più belle in assoluto di Battisti, il miglioramento rispetto alla pur buona rimasterizzazione che ho di questo disco è veramente incredibile. I piatti della batteria sono resi con una naturalezza sconcertante...

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
Il 30/9/2018 Alle 19:46, ediate ha scritto:

L'unico appunto che mi sento di muovere è che non si è riusciti ad eliminare il lievissimo fruscio del master originale

Questa forse è una fortuna. Per eliminare un rumore, un fruscio, purtroppo devi agire con denoiser che comunque non possono essere selettivi ed eliminare solo quei fastidi (che a me poi piacciono, sanno di nastri analogici o ronzii di valvole e amplificatori d'epoca). Occupando frequenze che anche altri suoni di strumenti condividono, si rischia di modificare caratteristiche sonore importanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
zagor333

Ho ascoltato sia in cuffia sia con l'impianto anche Emozioni, la Batteria il Contabbasso Eccetera e il mitico (per me) Una Giornata Uggiosa: la qualità audio continua a confermarsi ottima.

pS: se non avessi letto questo 3D non avrei acquistato questi CD 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ediate

@djansia Verissimo, anche io avrei scelto il male minore. Meglio un pizzico di fruscio in più che un mucchio di alte frequenze in meno. Però con quel po' po' di apparecchiature che hanno... ma va bene così.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ontherun

@densenpf 

grazie, lo metto in 'video da vedere'

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vittorio58

Ripropongo:

Vole chiedervi:
sono le medesime rimasterizzazioni del cofanetto Master?
Finito il migliaio (circa) di copie numerate ad edizione limitata non è prevista nessuna stampa ordinaria e quindi stop?
Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
étrange

@Vittorio58 sì, sono le stesse rimasterizzazioni di "Masters". Finita la serie numerata in vinyl replica penso che ripubblicheranno il tutto in edizioni "standard" in jewel case, che rimpiazzeranno i CD della fine degli anni 80/inizio 90 ancora in giro.

Dubito che si siano presi la briga di fare il lavoro per renderlo disponibile a poche migliaia di persone.

Sono curioso di vedere quale sarà il prossimo catalogo che sarà oggetto di remastering nella serie "Archivio del suono".

Ho visto che usciranno quadruple antologie di Lucio Dalla e Premiata Forneria Marconi, e ne è uscita una di Franco Battiato con i periodi Bla Bla, Ricordi e Columbia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf

In questi giorni mi sto' ascoltando il nono album di queste nuove versioni. La batteria il contrabbasso...

Sono rimasto piacevolmente colpito da questo album, che non avevo, pur conoscendo quasi tutti i brani.

Ma  ascoltarli ora con l'impiantone e'tutta un'altra cosa.

Penso che sia l'album piu' dinamico fra quelli comprati, con questa versione sono arrivato a livelli molto alti. Sara'il l tipo di produzione (che a me piace molto) sara' per quel

basso minaccioso in accoppiata alla grancassa...con quel sound fresco e leggermente funkeggiante, ma mi sto' sparando grandi dosi del Lucio.

Grande album, un po' sottovalutato, ma piacevolissimo da ascoltare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mark66
1 ora fa, densenpf ha scritto:

La batteria il contrabbasso

Album bellissimo, non a caso nel titolo era il programma di Battisti di procedere dalla voce e dalla ritmica per arrivare a tutto il resto. Un album che amo molto e che in questa versione è meravigliosamente vivo e attuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
Il 12/10/2018 Alle 22:37, étrange ha scritto:

e ne è uscita una di Franco Battiato con i periodi Bla Bla, Ricordi e Columbia

Scusa, quale sarebbe?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Stebroc

Qualcuno che ha uno di questi cd ha fatto il confronto con i file usciti in streaming? È possibile che siano stati usati questi ultimi remaster, ma qobuz e tidal ( uno dei difetti è che non sempre si riesce a capire che ristampa viene utilizzata) non chiariscono...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Progressive

Non sapevo di questi nuovi remasters.

Il miglioramento con i cd dell'epoca mi sembra di capire che c'è.

I miei preferiti sono questi:

Amore e Non Amore

Umanamente Uomo. Il Sogno

Il Nostro Caro Angelo

Anima Latina (l'album più prog di Battisti, per me il più bello)

La Batteria, Il Contrabasso, Eccetera

Li metto nella mia lista di cd da acquistare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Progressive

Mi riaffaccio qui per riprendere il discorso su questi cd vynil replica.

Sono andato in negozio e ne ho aperto uno (Anima Latina) incuriosito dalla sottigliezza, in effetti oltre al cd non c'è nulla, che tristezza! Mi aspettavo almeno i testi.

16 euro, boh!... vale sempre la pena prenderli?

Share this post


Link to post
Share on other sites
glucar

Tienili d'occhio, arrivano anche a 10 euro, e intorno a questa cifra si possono tranquillamente prendere

Share this post


Link to post
Share on other sites
amacor
2 ore fa, glucar ha scritto:

Tienili d'occhio, arrivano anche a 10 euro, e intorno a questa cifra si possono tranquillamente prendere

A 10 euro? Dove tenerli d'occhio? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
8 ore fa, Progressive ha scritto:

oltre al cd non c'è nulla, che tristezza! Mi aspettavo almeno i testi.

16 euro, boh!... vale sempre la pena prenderli?

In alcuni trovi anche i testi, non in tutti gli album effettivamente. Forse l'ho chiesto da qualche parte, sono repliche quindi è possibile che nell'edizione originale non fossero presenti?

In linea generale sono un po' povere ma le ho prese soprattutto per il suono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Progressive

Il mio preferito è Anima Latina e l'originale non mi dispiace affatto come suona.

La voglia di prendere questa nuova edizione c'è ma per 16 euro voglio un packaging più accurato, prezzo alto per me considerando che non sarebbe l'unico album di Battisti che andrei a prendere.

2 ore fa, glucar ha scritto:

Tienili d'occhio, arrivano anche a 10 euro, e intorno a questa cifra si possono tranquillamente prendere

Non riesco a stare appresso ad ogni nuova uscita, 10 euro è un prezzo onesto.

Comunque non pensavo che fosse tutto nero, mai visti così.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Stebroc
9 ore fa, Progressive ha scritto:

vale sempre la pena prenderli?

Solo se si è feticisti del supporto fisico, visto che, come mi ha confermato l'utente Danman (che non è riuscito a rispondere nel thread), i nuovi remaster sono disponibili nei vari servizi streaming. A tal proposito, mi auspico che i servizi streaming permettano più facilmente di individuare la stampa inserita nel database. 

Rimane, a mio vedere, il prezzo un po'alto dei supporti. Vieppiù considerato che, nonostante l'ottimo lavoro fatto, non sempre la qualità è superiore a vecchie ristampe da giustificare l'acquisto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
8 ore fa, Progressive ha scritto:

l'originale non mi dispiace affatto come suona.

Ecco, prova a prendere il remaster allora e poi ci dici.

Oltretutto il packaging dell'originale non mi sembra pieno di libretti curati, testi, ecc. o sbaglio?

Si tratta poi di edizioni numerate e limitate e ho paura che tra poco supereranno i 15 euro del costo attuale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
8 ore fa, Stebroc ha scritto:

non sempre la qualità è superiore a vecchie ristampe da giustificare l'acquisto

Nel caso di Anima Latina a mio parere la qualità è superiore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

@Progressive il fatto di essere tutto nero, se da un lato è marketing per scimmiottare il vinile, dall' altro facilita la corretta lettura del laser, infatti a parità di remasterizzazioni sono migliori della raccolta masters

Share this post


Link to post
Share on other sites
landmarq

Ho preso tutte queste ultime ristampe (tranne forse gli ultimi due dei quattro con Panella), ma sinceramente il packaging è l'ultima cosa che ho guardato. Testi o non testi, ascoltare  finalmente Battisti come Dio comanda non ha prezzo, e questo è ciò che mi interessa. Oltretutto ascolto quasi sempre musica al buio, quindi l'orecchio viene per forza prima dell'occhio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Progressive

Non c'è dubbio che quello che conta è la ciccia, la masterizzazione ma anche l'occhio vuole la sua parte, comprare un supporto fisico è bello anche per questo, avere un certo contenuto ma alla fine che devi fare... te lo prendi.

Anche i Led Zeppelin con il remaster 2011 hanno due foto e niente più.

Che riprendevano in tutto e per tutto l'originale non l'avevo capito, quindi erano così?

2 ore fa, djansia ha scritto:

Nel caso di Anima Latina a mio parere la qualità è superiore.

Mi hai messo la pulce nell'orecchio, almeno questo lo prendo, poi dirò la mia.

Speriamo che con il tempo si trovano anche gli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
landmarq

@Progressive Certo, ma non rinuncerei mai a una rimasterizzazione a regola d'arte solo perché la confezione è povera. Ho le mie gerarchie 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Stebroc
2 ore fa, djansia ha scritto:

Nel caso di Anima Latina a mio parere la qualità è superiore.

be' si, ma non solo anima latina, anche altri. Archivio del suono ha fatto un ottimo lavoro come rimasterizzazione. Solo che il salto qualitativo  non giustifica sempre l'acquisto se uno ha già precedenti stampe.

26 minuti fa, Progressive ha scritto:

Mi hai messo la pulce nell'orecchio, almeno questo lo prendo, poi dirò la mia.

Speriamo che con il tempo si trovano anche gli altri.

Se vale la pena o meno puoi deciderlo anche ascoltandoli sui servizi streaming, dove sono disponibili fino ad "una giornata uggiosa". Di quelli che ho provato, mi è piaciuto soprattutto "la batteria, il contrabbasso etc"  rispetto al cd che ho del

1989

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia

Ma ripeto, ho avuto in CD Anima Latina in almeno due o tre versioni e non ricordo un libretto ricco di testi e note. Forse la versione venduta ultimamente in edicola ha un libretto più "ricco".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Progressive
3 ore fa, landmarq ha scritto:

Certo, ma non rinuncerei mai a una rimasterizzazione a regola d'arte solo perché la confezione è povera. Ho le mie gerarchie 🙂

Hai ragione anche tu e alla fine l'ho preso. 🙂

2 ore fa, djansia ha scritto:

Ma ripeto, ho avuto in CD Anima Latina in almeno due o tre versioni e non ricordo un libretto ricco di testi e note. Forse la versione venduta ultimamente in edicola ha un libretto più "ricco".

In effetti il vecchio cd ha poco o niente, i testi non ci sono.

Vabbè... io sono un amante del libretto se possibile corposo, in queste nuove edizioni spero sempre che ci sia 😁 comunque è fatto tutto molto carino, il cd fatto così mi piace.

Più tardi vi dico se mi è  piaciuto, almeno dico la mia prima impressione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296855
    Total Topics
    6522009
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy