Vai al contenuto
Melius Club

syn

materiale interno casse acustiche

Messaggi raccomandati

syn

ciao:

mi chiedevo,in una cassa chiusa che materiale potrei usare? lana di vetro? di roccia? c'è anche quel materiale che si usa come filtro delle cappe.

mi consigliate un buon materiale che non costi una follia?

grazie a chi vorra aiutarmi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozi

Ciao, c'è la spugna bugnata che ormai si trova a prezzi contenuti.

Spugna-bugnata-e-cubettata-per-Valigetta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Forest

Dopo aver provato diversi materiali in cassa chiusa ho utilizzato della Lana di Vetro!

è ottima c'era anche una prova su Audio review o forse era su Audio costruzione i primi numeri. 

Devi far attenzione quando la metti devi usare  mascherina e guanti.

Saluti Gianantonio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
viale249

Cascami di lana pressati: li trovi dai tappezzieri. Posti a rivestire le pareti, poi riempi con dacron o similari, tipo le imbottiture per i guanciali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
syn

 ciao grazie delle risposte.

nelle casse ho notato che (almeno le vecchie) hanno solo la parete posteriore o al massimo quella di fondo con un foglio di materiale fonoassorbente.

e una questione progetuale o di risparmio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
viale249

Credo che la risposta dipenda dal progetto: alcune casse non lo prevedono, altre ne sono piene. Ma un singolo foglio mi sa di risparmio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
AlfonsoD

@syn 

10 ore fa, syn ha scritto:

una questione progetuale o di risparmio?

La prima che hai detto.

Il materiale fonoassorbente ha una (anzi più di una) funzione specifica, fa parte del progetto del diffusore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luke_64

per le basse frequenze la lana di vetro è senz'altro quella che preferisco (in cassa chiusa ovviamente), mentre per il reflex tendo ad usare pannelli di poliuretano non necessariamente bugnati, visto che la lunghezza d'onda è moooolto più grande della bugnatura.

Per il caricamento del midrange dipende dal componente e dal carico. Normalmente i cascami di lana sembrano migliori, ma anche il poliuretano in qualche caso ha funzionato bene. 

Dovrai fare qualche prova :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
syn

@luke_64 ma e molto volatile la lana ed e anche molto irritante,non ce il rischio che i micro filamenti si possano annidare su tutti i componenti? e se si smonta l altoparlante si rischia contatto con la stessa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luke_64

@syn E' vero, la lana di vetro è fastidiosa, ma se viene trattata nel modo giusto non dà problemi né a chi la maneggia, né agli altoparlanti.  

E' sufficiente lavorare all'aperto con un paio di guanti (evitando di inalare la polvere) ed il gioco è fatto. In ogni caso, come specificato in un altro thread, la lana di vetro è solo irritante; passato il fastidio, finisce lì.

Per quanto riguarda i componenti, ti assicuro che ho dei diffusori costruiti 30 anni fa che funzionano ancora perfettamente, nonostante il volume sia riempito di lana di vetro.

Ovviamente questo discorso vale solo per la sospensione pneumatica e non per il reflex, per il quale consiglio assolutamente altri materiali assorbenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
syn

@luke_64 capito,grazie mille per la spiegazione,oltretutto la lana di vetro si trova a pochissimo prezzo nei centri bricolage,ultima cosa,deve avere caratteristiche particolari,o basta acquistare un semplice foglio di lana di vetro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luke_64

@syn l'ultima volta che la presi andai da Leroy Merlin. Dovrebbe stare più o meno sui 15/20 kg/mq, anche se non credo ce ne siano di diverse.

La differenza di rendimento sta nella quantità di assorbente che inserisci nel volume (che poi dipende dal progetto).

La tagli senza difficoltà anche con il cutter., poi ti consiglio di rimuovere la carta incollata su una faccia del materassino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

la lana di vetro da edilizia / coibentazione e' oarticolarmente irritante

quell in fiocchi invece e' perfettamete innoqua e non ha la tendenza a sfarinare.

 Tra gli assorbenti acustici di ottima resa , costo basso e assolutamente innoqui non trascurare i cascami di cotone pressati che ti puo' dare un qualsiasi tappezziere.

Anche la lana naturale e' OK ma costa a meno che non trovi in discarica un vecchio materasso

Lo apri prendi quello che ti serve , lo lavi in lavatrice a freddo et voilà...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wavefront

 ciao grazie delle risposte.

nelle casse ho notato che (almeno le vecchie) hanno solo la parete posteriore o al massimo quella di fondo con un foglio di materiale fonoassorbente.

e una questione progetuale o di risparmio?

syn

dipende da cosa vuoi ottenere da una cassa chiusa se lariempi completamente ottieni un aumento delle perdite per dissipazione e un abbassamento della sensibilità lato basse..al contrario se metti solo un foglio.  . io ti consiglio l ecolana che è sintetica atossica e non si disperde..dovresti fare prima delle simulazioni con bass 3.0 per vedere il comportamento del woofer con volume riempito e volume vuoto..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
agenzia.tormenti

Salve a tutti. Argomento molto interessante. Cos'è l'ecolana? Link?

Per una sospensione pneumatica, al di la della lana di vetro, consigliate qualche altro materiale? Come vedete unione di più materiali, ad esempio lana pressata sulle pareti, magari incollate con poca colla a caldo, e poliestere a completo riempimento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
AlfonsoD

be', se non si progetta con i dovuti programmi di simulazione, oppure non si conoscono le caratteristiche dell'uno o dell'altro tipo di assorbente allora bisogna provare, provare, provare, provare... (cit.)

Tieni presente che il materiale assorbente aderente alle pareti ha meno efficacia dello stesso piazzato ad una certa distanza, infatti nelle mie prime ricerche in merito ricordo che qualcuno consigliava dei cunei molto profondi di poliuretano (difficili però da trovare) fissati alla parete posteriore che sospendevano a 7-8cm da essa un materassino di feltro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wavefront

il poliuretano non è adatto ai sistemi chiusi per via del fatto che avendo celle molto piccole rispetto alle fibre della lana dal punto di vista fluodinamico si comporta diversamente..è più adatto come resistenza acustica nelle linee di trasmissione..carichi aperiodici ecc..le fibre lunghe aperte gestiscono meglio il volume compresso ed espanso delle sospens. pneumatiche..giocando sulla densità del materiale..disposizione ecc..fermo restando che solo attraverso le misure e simulazioni si arriva all ottimizzazione...e presupponendo che il woofer usato sia veramente adatto all uso in cassa chiusa..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    288.932
    Discussioni Totali
    6.148.829
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy