Vai al contenuto
Melius Club

BEST-GROOVE

Ricordi vintage... di tutto un po'

Messaggi raccomandati

bambulotto
1 ora fa, viale249 ha scritto:

Poi passato alla balestra costruita con le stecche degli ombrelli, tavoletta di legno e chiodini ad u per il fissaggio del tutto: in pratica una vera arma, il dardo era uno spezzone di stecca metallica!

Io con le stecche d'ombrello ci costruivo arco e frecce...le mie prime esperienze di pesca subacquea! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

@oscilloscopio Si era meno stressati, meno bombardati da mille cose da fare che alla fine cerchi di farle tutte e non ne hai fatta nessuna..., abbiamo tutto pronto, nulla da inventare e se provi a inventare sei fuori dal coro... il che è buono e bello... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@analogico_09 A volte mi sento un po' un dinosauro...affascinato da tradizioni che si stanno perdendo, e legato a valori etici e morali che ho difficoltà a riconoscere nella società attuale...mah...mi preoccupa il futuro dei nostri figli, noi ormai abbiamo "le spalle grosse" ma loro...comunque forse mi sbaglio e saranno anche più bravi di noi a districarsi in questo marasma..😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
4 ore fa, bambulotto ha scritto:

Ma che branco di delinquenti allo stato latente...😮

Insieme a un coetaneo vicino di casa andavamo a caccia di galline con le carabine ad aria compressa che sparavano proiettili di gomma rossi.

I bersagli erano gentilmente forniti da un contadino dei dintorni che lasciava razzolare i polli liberi nel suo campo. Ogni tanto attraversavano il fosso e sconfinavano nel nostro giardino condominiale, a quel punto entravamo in azione e… cavoli loro.

Una volta ne conciammo una veramente male. Portata a casa mezza rotta, non ricordo che fine fece, forse venne "fatta sparire"...

secondi.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
15 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

comunque forse mi sbaglio e saranno anche più bravi di noi a districarsi in questo marasma

Ma solo se c'è campo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@lufranz 😁 Arrosto è un po' duretta...meglio un buon brodo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE
38 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

ma già da più grandicelli, si andava alla Cooperativa a giocare al bigliardo, mettendo sù un po' di buona musica sul Juke box.



Un classico ...ma appunto come scrivi era da "grandicelli" 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@BEST-GROOVE Abbiamo iniziato verso i 14/15 anni...all'inizio il gestore ci faceva giocare solo a boccette 😁 poi quando ha visto che eravamo abbastanza "affidabili" abbiamo anche iniziato a giocare a stecca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE
6 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

Abbiamo iniziato verso i 14/15 anni...all'inizio il gestore ci faceva giocare solo a boccette 😁 poi quando ha visto che eravamo abbastanza "affidabili" abbiamo anche iniziato a giocare a stecca.


Più o meno anche noi a quella età ...forse un pizzico di più.

Era prassi comune di tutti i gestori a quanto pare non fidarsi all'inizio dei pivelli...uno strappo del tappeto costava salato ed il gestore non voleva correre rischi...quindi inizialmente toccava giocare a boccette, fortuna che il gestore era appassionato di "italiana"e nel giro di qualche anno tirò su tra noi ragazzi una bella squadretta piuttosto tosta, con lo svolgimento di diversi tornei svolti nell'arco dell'anno e ottimi premi.

Dovrei ancora avere la stecca scomponibile da qualche parte ...era un modello che si chiamava arlecchino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@BEST-GROOVE Il bigliardo mi è sempre piaciuto, ma non sono mai stato un "guru", ci ho giocato fino ad una decina di anni fà ma sporadicamente e non ho mai sviluppato il "tocco magico"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09
33 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

e si stanno perdendo, e legato a valori etici e morali che ho difficoltà a riconoscere nella società attuale...mah...mi preoccupa il futuro dei nostri figli, noi ormai abbiamo "le spalle grosse" ma loro...comunque forse mi sbaglio e saranno anche più bravi di noi a districarsi in questo marasma..😁

La nostra generazione è stata più fortunata, con il lavoro, con il tipo di vita, con i valori giusti o sbagliati ma abbastanza solidi.., oggi sembra tutto frumarsi, e i nostri figli.. cavoli loro.., a ciascuno il suo, dopotutto  i nostri vecchi ci davano "perduti" pure a noi! ;) (avendoci ragione... :D )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE

@oscilloscopio    nemmeno io ero un guru ...forse avessi continuato...chi lo sa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Il biliardo il mio gioco preferito, ero anche bravino, all'otto e quindici. Il nostro biscazziere "Mario er sordo", personaggio a dir poco stravagante, era un campione a carambola e mi insegno qualcosa.., carambola è il gioco più difficile, in pochi lo giocavano, apparentemente più statico ma di infinite combinazioni...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56
18 ore fa, LaVoceElettrica ha scritto:

Chi si ricorda di aver visto per casa questo marchingegno?

mia madre la usava: l'aiutavo a fare i gomitoli di lana mettendo le matasse sopra a questo marchingegno che si apriva per stendere le matasse che erano a "cerchio"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andpi65
16 ore fa, oscilloscopio ha scritto:

A volte mi sento un po' un dinosauro...affascinato da tradizioni che si stanno perdendo, e legato a valori etici e morali che ho difficoltà a riconoscere nella società attuale...mah...mi preoccupa il futuro dei nostri figli, noi ormai abbiamo "le spalle grosse" ma loro...comunque forse mi sbaglio e saranno anche più bravi di noi a districarsi in questo marasma.

be', io dinosauro anche  no ;) , ma slegato da quello che per la maggiore  sono, o meglio non sono,  i valori etici e morali di oggi a tratti,  da quel che a volte vedo  mi gira intorno, direi di si. Preoccupato per i nostri figli ugualmente a tratti, ma  non per loro colpa ma piuttosto per il "contesto" che gli abbiam lasciato.  Penso che anche i miei genitori pensassero lo stesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci
16 ore fa, analogico_09 ha scritto:

Il biliardo il mio gioco preferito, ero anche bravino, all'otto e quindici. Il nostro biscazziere "Mario er sordo", personaggio a dir poco stravagante, era un campione a carambola e mi insegno qualcosa..,

Quando c'era buco a scuola o "si usciva alla terza" andavo a giocare a 8 e 15 con i compagni di scuola in una bisca vicina, a Piazza del Monte di Pietà (Roma), dove c'era un circolo per invalidi o qualcosa del genere che aveva un tavolo.

Una domenica pomeriggio dello scorso inverno facendo zapping sono incappato in un film con Tomas Milian; a un certo punto entrano in una sala da biliardo che... era quella, e ripresa proprio nei tempi in cui la frequentavo io!

Stessi locali, stessi arredi, stesse pubblicità, stesso baretto interno...

M'è venuto un tuffo al cuore e ho avuto il magone tutto il giorno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andpi65

Vedo che non sono il solo che ha avuto ed ha tutt'ora una passione per il biliardo :)

Questo ve lo ricordate?

funghetto.thumb.jpg.e8c563dcba3dedcb19ee800d4c36d3a1.jpg

dalle mie parti era il biliardo dei "boccini"  ( dei pupetti) il biliardo grande, quello vero, era riservato agli adulti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ediate
Il 20/10/2018 Alle 18:52, oscilloscopio ha scritto:

marchio commerciale che designa un prodotto specifico

Come i "ferodi", le pastiglie dei freni prodotte dalla Ferodo; qui da noi le chiamavano così i meccanici, adesso il termine è in disuso:

download.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ediate

@analogico_09 

20 ore fa, analogico_09 ha scritto:

Ariecchime pe' primo e venga l'oste con tutti i bicchieri!!

Da noi questo gioco si chiama "acchiàna 'u patri cu tutti i so' figghi" (sale il padre con tutti i suoi figli). Mitico. Io sono sempre stato magrissimo, da piccolo, ma quando venivano su "i pacchioni" (i grassoni) erano dolori...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@andpi65 Come quello non ne ho mai visti...mi ricordo invece di quelli che funzionavano con le 100 lire (di dimensioni ridotte come quello che hai postato) in cui facevi la partita all'americana...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rock56

allora non c'erano cell! come si faceva a parlare con l'amica del palazzone di fronte alla finestra?

con le "parole mute"! l'alfabeto muto lo ricordo ancora...😀

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andpi65

@oscilloscopio quello con cui giocavo io da "boccino" era solo leggermente diverso, non aveva le buche ed i funghetti a lato delle buche, per il resto era identico.

Si pagava ad ore, come i 4 biliardi grandi che stavano nella stessa sala.

Ma voglio raccontarti una storia che è un'aneddoto:

Eravamo a fine 70 ed il bar che frequentavo cambio gestione. Nella sala grande, dove c'erano i tavolini per giocare a marafone, arrivarono 4 biliardi più  quello che ho postato e, sulla parete lunga, una  gradinata a tre scalini, per chi voleva vedersi  le partite a biliardo.

Su quelle gradinate è partita la mia passione per il biliardo, prima a boccette e poi a stecca.

Dei due soci che aven preso il bar, trasformandolo in un ritrovo per appassionati di biliardo , uno si reggeva su una "zanetta" ( un bastone).

E' stato il mio coach quando feci i miei primi tornei ARCI di biliardo boccette.

Un tipo strambo ma simpatico.

Una sera il secondo socio mi racconto perché il tipo strambo si reggeva su una zanetta:

Girava per le regioni e le sale da biliardo, faceva lo scemo del villaggio ma quando si arrivava al dunque , e si giocava a soldi, smetteva di fare scemo. Una sera ci fù chi ci rimase male , gli spezzo le gambe e lo lascio a camminare con la zanetta.

Non ho mai giocato soldi a biliardo;  al massimo un caffè o il tavolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    288.932
    Discussioni Totali
    6.148.832
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy