Vai al contenuto
Melius Club

Victrix

Piloti di aereo...

Messaggi raccomandati

Victrix

Incredibili evoluzioni, notevole sangue freddo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rimini

Amici miei, la licenza di volo è uno dei più bei regali che un sapiens si possa concedere in questa vita! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
paolosances

E il caro Fabio amava anche  il volo...

Se fosse qui tra noi,sicuramente sarebbe già intervenuto con il suo innato garbo e desiderio di condividere le comuni passioni. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand
Il 10/10/2018 Alle 17:32, Rimini ha scritto:

Amici miei, la licenza di volo è uno dei più bei regali che un sapiens si possa concedere in questa vita! 

mio fratello lo dice sempre.

uno dei miei fratelli, dopo una vita che l'ha sognato, 12/13 anni fa (circa...) ha preso il brevetto, e ... poi, insieme a 3 soci un piccolo aereo...

A me non piace volare, lui ha dovuto insistere perché andassi fare un volo con lui, sopra le case, sopra i posti dove abbiamo vissuto, da piccoli...

che dire? emozionante!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rimini
1 hour ago, siebrand said:

A me non piace volare

Per alcuni la paura (cosa normale) diventa vero terrore. La bellezza del volo non deve mai far dimenticare la sicurezza. Detto questo mi fa piacere che, nonostante tu non sia un appassionato di questa attività, ti sia piaciuta e ti abbia emozionato. Quando vedo questi abili pazzoidi che fanno certe evoluzioni, non posso fare altro che invidiarli ed ammirali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LaVoceElettrica
2 ore fa, Rimini ha scritto:

Per alcuni la paura (cosa normale) diventa vero terrore.

A volte può essere reciproco. Questa l'ho pescata dalla storia della Pan Am, quando cominciò i voli verso Cuba con degli idrovolanti, durante il proibizionismo.

"...il direttore delle operazioni passeggeri se ne stava fuori dal suo piccolo ufficio sul Biscayne Boulevard per invitare i ricchi turisti a <volare fino all'Avana, e in 2 ore da adesso potrete fare il bagno nel rum Bacardi>. 

Tra i primi ad approfittare di questa opportunità fu un italiano basso e tarchiato con una lunga cicatrice su una guancia, Al Capone, accompagnato da quattro robuste guardie del corpo. Mise 1000 dollari nella cassa e disse <È meglio che il vostro aeroplano sia sicuro; se ci succede qualche cosa ricordatevi che la vostra pelle non varrà più un soldo...>. In seguito il pilota riferì che quei cinque passeggeri erano tra i più impauriti che egli avesse mai trasportato, ma gli agenti della Pan American erano ancora più terrorizzati."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aldina

Spectacular video... really stunning!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Victrix Per fare quelle cose ci vuole del grande "manico" ed una buona dose di "sana incoscenza"...😮

Il 10/10/2018 Alle 17:32, Rimini ha scritto:

Amici miei, la licenza di volo è uno dei più bei regali che un sapiens si possa concedere in questa vita! 

😉

10 ore fa, siebrand ha scritto:

ha dovuto insistere perché andassi fare un volo con lui, sopra le case, sopra i posti dove abbiamo vissuto, da piccoli...

che dire? emozionante!

Direi che hai usato l'espressione più adeguata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Victrix

@oscilloscopio Dici? Eppure li vedi in viso quando fanno le evoluzioni sono sicuri di quello che fanno, non hanno l’occhio pallato.

Un po’ quando osservi i piloti guidare al limite, sono sempre molto tranquilli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Victrix Sanno esattamente quello che fanno ed hanno una notevole preparazione alle spalle, ma un qualsiasi imprevisto in quelle circostanze non ti permette nessun intervento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE
Il 8/10/2018 Alle 17:23, Victrix ha scritto:

Incredibili evoluzioni, notevole sangue freddo.



e sticaxxi...sono stracolmi di red bull  :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio
7 ore fa, BEST-GROOVE ha scritto:

sono stracolmi di red bull  :D

Basta l'adrenalina...😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Victrix

@BEST-GROOVE E questo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE

@Victrix   non si scorge dal titolo incidente evitato. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Victrix

@BEST-GROOVE 1 minuto e 3 secondi

quando tocca l’acqua 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Victrix Come volevasi dimostrare...😉... Il mio istruttore diceva sempre "la quota è come il conto in banca...più ne hai e più puoi stare tranquillo" oppure...

"non esiste assetto da cui tu non possa recuperare il velivolo (se hai abbastanza quota)"... infine le tre cose più inutili per un pilota: la pista (dietro di te), la quota (sopra di te), un decimo di secondo fà...😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE

@Victrix   azzarola...visto!!     Pensare che non mi ero accorto sul momento...può accendere più di un cero alle madonne che desidera.  O.o

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KIKO

Mi ha sempre affascinato. Tant'è che mi è capitata l'occasione di poter pilotare un 737, ovviamente il suo simulatore, da Roma a Cagliari. Esperienza piacevolissima, la cabina è affascinante ma, a parte qualche piccola operazione, non si pilota un tubo. E' tutto  affidato a controlli automatici e il pilota si limita a "controllare" rotta  e strumentini vari, tra l'altro tutti sotto tutela dei bip vari in caso di qualche anomalia. Il volo oggi è il decollo e l'atterraggio. La mia conclusione è che fare il pilota di linea è uno dei mestieri più "pallosi" che esistano. Cosa diversa invece è un superleggero e immagino un turismo. Altra occasione che non mi sono fatto scappare e ho sorvolato il Lago Maggiore con una scatoletta con motore Rotax, decollato in circa 100mt. e una volta in quota mi vedo cedere, con sommo mio piacere, la cloche. Forse perché ho dimostrato molto interesse e un minimo di conoscenza tecnica. Quello sì è volare...Ad un certo punto si deve tornare e invertire la rotta, chiedo se devo virare a destra o a sinistra  e la risposta del pilota fu: "Dove vuole". Bellissimo. Prima di farlo ho chiesto un po' più di motore (sapevo che occorreva per il scivolamento d'ala in virata) il pilota ha sorriso e eseguito...Quella sì è un esperienza che ricordo con molto, molto piacere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rimini

Anche in quelli da turismo, ormai,  gli ausili possibili sono così tanti che un pilota potrebbe fare solo il decollo e l'atterraggio. Gli ultraleggeri hanno ormai una tecnologia di estrema avanguardia. Il grosso punto a favore di dell'aviazione generale (gli aerei da turismo rientrano in questa categoria) è nella manutenzione obbligatoria che garantisce un margine di sicurezza maggiore.

Purtroppo il rovescio della medaglia degli ausili al volo sono nella falsa sensazione di sicurezza che danno, che portano il pilota ad essere meno vigile e preparato all'imprevisto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

Ormai sono più di vent'anni che ho smesso di pilotare, comunque alla fine degli anni '80 sugli aerei da turismo degli aeroclub è vero che esistevano già i sistemi di navigazione radioassistita come l' ADF o il VOR, ma sulle tratte più lunghe (specialmente se si viaggiava con il piano di volo) si utilizzava ancora il cosciale ed il regolo Jeppsen per rettificare i tempi stimati o gli scostamenti dalla rotta dovuti al vento. La più bella sensazione comunque è quella di essere su un aereo acrobatico e (a quota di sicurezza 😁) poter "giocare nell'aria"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rimini

Un articolo che lessi circa 15 anni fa, raccontava di un giornalista americano del settore che su un articolo ebbe la malaugurata idea di criticare un  F15 (mi pare). Fu così che venne cortesemente invitato dall'aviazione militare a fare un volo con loro. I bastardi non gli fecero mancare niente in fatto di acrobazie ed il sacchetto che gli venne dato ben presto risultò del tutto insufficiente nonostante avesse trovato 'un certo ritmo nell'alternare sacchetto e mascherina dell'ossigeno'.

Al ritorno a terra, tra il ghigno generale, si affrettò (sembra) a scrivere un articolo ben diverso dal primo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rimini

Un Cirrus 22 p.e. è una macchina stupenda, comodissima, praticamente vola da sola. È dotata, inoltre, di paracadute balistico che ne aumenta la sicurezza

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

Wow...che mezzo...una strumentazione così su un aereo da turismo, quando volavo, te la potevi sognare...il massimo di "modernità" su cui ho conseguito l'abilitazione era l'Aerospatiale TB 10

73b56bf79d551061865e34b012753f21.jpg

8696290136_e7df52ce7f_b.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rimini

be', anche la maggior parte di quelli attuali non ha la strumentazione del Cirrus 😄

Io ho cominciato con un TB9...non un aereo, un mattone 🤣

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

Il TB 9 se non erro aveva una ventina di cavalli in meno e l'elica a passo fisso...comunque anche il TB 10 era carino esteticamente, ma come macchina non mi ha mai entusiasmato, preferivo il SIAI 205 o il Cessna 172 FR (lasciamo a parte il CAP 10 😁)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rimini

Il TB9 ed il TB10 erano molto comodi e con un interno decisamente più bello dei Cessna. Fortunatamente non ho mai vissuto una emergenza. Come aerodinamica erano (sono) 'na mezza schifezza. Inoltre il meccanico addetto alla manutenzione sosteneva che alcuni strumenti erano molto economici e non li avrebbe voluti neanche sulla Fiat 500 😄

Però quanto ci siamo divertiti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Rimini 😁 Ricordo un decollo dal campo di Vercelli, in quattro e con una bava di vento in coda... non si alzava mai, e quando si è alzato da una parte vedevo avvicinarsi gli alberi, dall'altra sentivo il campanello (poi perché un campanello!?) dell'avvisatore di stallo... da quella volta se eravamo in tre o quattro ho sempre utilizzato il 205 o il Cessnone (sicuramente più brutto, ma ci facevi le "peggio cose" e non ti mollava mai...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
JohnLee
On 10/14/2018 at 7:06 PM, oscilloscopio said:

Come volevasi dimostrare...😉... Il mio istruttore diceva sempre "la quota è come il conto in banca...più ne hai e più puoi stare tranquillo" oppure...

"non esiste assetto da cui tu non possa recuperare il velivolo (se hai abbastanza quota)"... infine le tre cose più inutili per un pilota: la pista (dietro di te), la quota (sopra di te), un decimo di secondo fà...😁

Variante: la pista dietro, il cielo sopra e la benzina non imbarcata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@JohnLee Sicuramente...trovarsi a dover fare un atterraggio di emergenza perché senza carburante è da "esposizione alla gogna" soprattutto con velivoli di aeroclub, dove basta andare alle colonnine e fare rifornimento...😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    288.932
    Discussioni Totali
    6.148.832
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy