Vai al contenuto
Melius Club

31canzoni

Un amplificatore integrato atipico: ASR Emitter II

Messaggi raccomandati

31canzoni

ASR Emitter II: un amplificatore integrato atipico perché pesa più di cento chilogrammi, atipico perché è un integrato composto da ben 4 telai...

Questo articolo di Stereophile (https://www.stereophile.com/content/listening-188-asr-emitter-ii-exclusive) ne parla benissimo, ma soprattutto nota come sia una continua evoluzione, un continuo affinamento di un unico progetto iniziale e di come vi sia alle spalle vera passione "I can't recall a single other product designed and built with so much love" e quindi ancora una volta atipico in un mondo hifi dove molti apparecchi rimangono in listino per pochi anni e alcuni per pochi mesi, prima che arrivi un mk II, mk III etc che non sempre rappresentano un vero miglioramento  ma spesso solo un ritocco del prezzo di listino.

C'è gente nel mondo dell'hifi,  e credo siano molti di più di quelli che pensiamo, che veramente son mossi dall'amore per la musica.

Se qualche forumer avesse un Emitter II, farebbe piacere conoscere le sue impressioni e possibilmente anche le differenze soniche tra Emitter II ed Emitter I.

grazie, silvano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

È una gran macchina 

Basso solido, tipo krell 

Ampli veloce, pilota quasi tutto 

Non è il massimo della raffinatezza e trasparenza sul medio-alto 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

4 telai... Grazie ma, a me ne bastano 2...pre-finale😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

È un amplificatore di livello assoluto

Senza difetti significativi

Data la mole, il peso, ingombro e estetica sui generis, ancor più che in altri casi, la situazione logistica e i gusti sono fattori importanti. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Airo

Posseggo l ASR Emitter I HD Blue Version 3 telai 160Wx2 in AB ed è una gran bella macchina, ha un suono potente, equilibrato e vellutato, sia in batteria che in corrente a qualsiasi volume non si scompone mai, il suono anche a volumi sostenuti rimane sempre chiaro e godibile, si può ascoltare tutto il giorno senza avvertire mai un filo di stanchezza.Le mie ATC SCM 40 con l Asr hanno completamente cambiato pelle, suonano molto più trasparente e preciso.Il livello di costruzione è in assoluto tra i migliori ampli che ho posseduto sino ad ora..non conosco l ASR II ma se tanto mi da tanto..

saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il Marietto

@Cano 

Quale hai provato ? Il mod. 1basic oppure 1 o 2 excusive? ci dovrebbe essere una discreta differenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

@il Marietto non ricordo, era a 2 telai 

È passato un po' di tempo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ipoci
2 hours ago, 31canzoni said:

Se qualche forumer avesse un Emitter II, farebbe piacere conoscere le sue impressioni e possibilmente anche le differenze soniche tra Emitter II ed Emitter I.

Anche gli Emitter cambiano, ne esistono moltissime versioni ma il nome è lo stesso e si differenziano in tre blocchi per anno di produzione e poi ovviamente per essere "normali", "Exclusive" e/o "Battery" ... Io ho un Emitter I Exclusive penultima serie ed ho ascoltato il II 4 telai ... La differenza tra i due sta principalmente nel pilotaggio (il 4 è un incrocio con una saldatrice) e nella maggiore presenza della gamma bassa del II (probabilmente dovuta alla capacità di pilotaggio).

.

L' Emitter è una buona macchina con pregi e difetti come tutte le altre macchine HiFi ma direi che ci si puo' convivere a lungo. Tra i pregi direi come dicevo, il pilotaggio e soprattutto l'estensione e l'articolazione in gamma bassa sono da primato,  fa uscire anche i bassi alle Magneplanar (il che è tutto dire!) ... Direi che su questo parametro si fuma qualsiasi ampli integrato abbia avuto modo di ascoltare ed anche i miei amatissimi Gryphon. Gamma media sulla quale non posso dire nulla ... grana non rilevabile ... Come ho letto sopra è un ampli che puoi accendere al mattino e spegnere alla sera senza stancarti.

.

Difetti. Il meglio lo da con l'ingresso Direkt RCA che sostanzialmente è gestito solamente dal potenziometro passivo per il volume. Gli altri ingressi (io ho anche l'opzione XLR bilanciata) non sono secondo me all'altezza della macchina, introducono un po' di grana. Altro difetto è l'estrema sensibilità all'alimentazione e cavi di potenza (soffre i capacitivi) ... quando l'ho portato a casa, dopo mesi di ascolto col Gryphon, l' Emitter in confronto ragliava ... deprimente! Poi ho smanettato su ciabatta e cavi di segnale e potenza e devo dire che ora suona bene (anche se con i Cardas suonerebbe meglio ma non voglia di comprarli).

.

Un cordiale saluto, Massimiliano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
leika

Sicuramente tra i migliori al mondo , arrivarci ad acquistarlo vuol dire raggiungere il traguardo, che sia ingombrante...be', mi sembra una cavolata , mica te lo porti in giro...se poi uno preferisce un pre e finale è tutto un altro discorso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxxx

Da possessore di un Emitter I HD (due telai, no batteria) prima e di un Emitter Exclusive AKKU  del 2009 (4 teali, con alimentazione pre a batterie) inizio con il dire che tra i due c'è una enorme differenza, cambia proprio la facilità con cui la musica "esce" dalle casse, nel mio caso delle MBL 121, che vogliono watt, non c'è nulla da fare.

Grana molto fine, ma soprattutto una linearità estrema e una correttezza timbrica esemplare caratterizzano il progetto Emitter, che è comunque vero si è affinato nel corso degli anni. Dicevano che i vecchi erano lenti, io non li ho mai sentiti, non posso dire nulla.

E' una palla da sistemare, nel senso che è molto ingombrante, ma poi, se collegato in Direkt, è veramente un piacere ascoltarlo, nel senso che pilota i diffusori sulla base di quello che gli viene dato in pasto, di suo ci mette ben poco.

Costa tanto, prenderlo usato vuol dire studiare sul loro sito tutte le versioni con relativi aggiornamenti per capire qual è il value for money migliore per le nostre tasche, ma in compenso il proprietario risponde gentilissimo a ogni quesito, l'assistenza c'è ed è possibile far aggiornare la macchina (si veda sempre il sito a proposito caso per caso).

Ho portato a casa mia per prove e confronti Krell FPB 200 e 300, ML 332, Pass, Chord, ma alla fine con questo bestione mi trovo bene e lo tengo (o forse è troppa la fatica a portarlo via ?mah).

Ah, dimenticavo, secondo me nella sua teutonicità è bellissimo

Ciao a tutti

Massimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
evange

Possiedo un Emitter II Exclusive Blue (4 telai) comprato usato, il miglior acquisto della mia carriera hifi.

Macchina strepitosa, concordo con Ipoci, riesce a tirare fuori dei bassi incredibili dalle Magneplanar Mg3.6

Ha sostituito un Gryphon Diablo che con le maggies proprio non ce la faceva sul basso.

Cavi diffusori Cardas Golden Reference.

Con altri diffusori non ho provato, mi piacerebbe provare con le 802D3 del mio amico Giaietto, ma portare i 4 telai fuori casa è un impresa titanica...

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ipoci
21 minutes ago, evange said:

con le maggies proprio non ce la faceva sul basso

... secondo me, Emitter e Magneplanar è un'accoppiata notevole. Io ho avuto le "maggie dei poveri" e non mi sono piaciute per nulla pilotate da altre amplificazioni, mentre con l'Emitter a naso si ottengono due benefici. Le maggie riescono a scendere in basso ed anche a far percepire la trama del suono (cosa tutt'altro che scontata) e smussano quella leggera incertezza che l'Emitter ha in alto (cosa che invece le mie Wilson ti sparano in faccia) ... Devo essere sincero che la tentazione di portarmi a casa una coppia di 3.7 l'ho avuta ... ma poi ho resistito!

.

Comunque prima di avventurarsi in acquisti (di roba usata ovviamente), mandate una mail direttamente in casa madre ... Vi sanno dire esattamente che modello è, cioè quali schede monta e se loro hanno fatto direttamente degli upgrade (come nel mio caso) e se esistono i pezzi di ricambio. Nel mio caso gli ho anche chiesto se era possibile migliorare la qualità degli XLR, mi hanno mandato tutti gli schemi della macchina compresi i layout dello stampato nel caso mi venisse voglia di farlo meglio . Non è cosa da poco considerando che a loro non veniva in tasca nulla.

.

Un cordiale saluto, Massimiliano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

Ho ascoltato alcuni anni fa la versione II blue in 4 telai, macchina molto valida se si ha bisogno di grande potenza, controllo e ottime capacità di gestione di diffusori difficili, un bel medio molto presente, forse unico neo riscontrato, una grana non finissima sulle alte . . . 

Diciamo che 4 telai per un integrato sono un non senso, sono circa 140 kili di roba, e occupano uno spazio esuberante, ma se si hanno possibilità logistiche e necessità di grande controllo, macchina difficilmente eguagliabile, con qualche riserva su alcuni aspetti di presentazione dei suoni.

Comunque anche Emitter ha diversi modelli e ha fatto parecchi aggiornamenti, in certi casi è difficile capirne le caratteristiche, ed un altro aspetto che per me lo rende parzialmente considerabile è la prevalenza rca su xlr , ma la catena bilanciata è un mio personale pallino ormai consolidato . . . 

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giaietto
1 ora fa, evange ha scritto:

Con altri diffusori non ho provato, mi piacerebbe provare con le 802D3 del mio amico Giaietto, ma portare i 4 telai fuori casa è un impresa titanica...

ciao

Idem le 802 😅

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mikefr
18 ore fa, ipoci ha scritto:

Anche gli Emitter cambiano, ne esistono moltissime versioni ma il nome è lo stesso e si differenziano in tre blocchi per anno di produzione e poi ovviamente per essere "normali", "Exclusive" e/o "Battery" ... Io ho un Emitter I Exclusive penultima serie ed ho ascoltato il II 4 telai ... La differenza tra i due sta principalmente nel pilotaggio (il 4 è un incrocio con una saldatrice) e nella maggiore presenza della gamma bassa del II (probabilmente dovuta alla capacità di pilotaggio).

.

L' Emitter è una buona macchina con pregi e difetti come tutte le altre macchine HiFi ma direi che ci si puo' convivere a lungo. Tra i pregi direi come dicevo, il pilotaggio e soprattutto l'estensione e l'articolazione in gamma bassa sono da primato,  fa uscire anche i bassi alle Magneplanar (il che è tutto dire!) ... Direi che su questo parametro si fuma qualsiasi ampli integrato abbia avuto modo di ascoltare ed anche i miei amatissimi Gryphon. Gamma media sulla quale non posso dire nulla ... grana non rilevabile ... Come ho letto sopra è un ampli che puoi accendere al mattino e spegnere alla sera senza stancarti.

.

Difetti. Il meglio lo da con l'ingresso Direkt RCA che sostanzialmente è gestito solamente dal potenziometro passivo per il volume. Gli altri ingressi (io ho anche l'opzione XLR bilanciata) non sono secondo me all'altezza della macchina, introducono un po' di grana. Altro difetto è l'estrema sensibilità all'alimentazione e cavi di potenza (soffre i capacitivi) ... quando l'ho portato a casa, dopo mesi di ascolto col Gryphon, l' Emitter in confronto ragliava ... deprimente! Poi ho smanettato su ciabatta e cavi di segnale e potenza e devo dire che ora suona bene (anche se con i Cardas suonerebbe meglio ma non voglia di comprarli).

.

Un cordiale saluto, Massimiliano

Concordo pienamente con Ipoci,macchina che è altamente consigliata con le Maggies,ne parlo sempre della prova fatta anni fa con Emitter basico con le MG12 rispetto ad un Marantz che era della serie Pearl da un centinaio di Watt,il risultato con il primo fu veramente illuminante,si sentiva chiaramente che quell'accoppiata era veramente sinergica.Per il fatto che in Direkt suoni meglio è lapalissiano,si evitano le alterazioni dello stadio attivo che volenti o nolenti ci sono sempre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Airo

Domanda ai (ex)possessori dello stadio a batterie: considerato l utilizzo di un paio d’ore al giorno, quando lo si spegne sarebbe meglio lasciarlo in stand by? oppure al fine di preservare meglio le batterie sarebbe preferibile spegnerlo del tutto? 

saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
evange

Airo, le batterie entrano in carica automaticamente quando l'ampli viene messo in stan-by o spento.

Quando viene acceso, il carica-batterie cessa di lavorare e le batterie alimentano la sezione preamplificatrice.

Io lo tengo sempre in stand-by, perché all'accensione impiega meno a scaldarsi (leggasi suonare meglio).

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Airo

Ok grazie!  il mio manuale è in tedesco..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pepe57

Io ho avuto L' Emitter 2 Esclusive Blue.

L' ho usato con diverse casse. Con le Maggies 20 andava abbastanza bene a mio gusto.

Con le FAL invece a me pareva non sposarsi benissimo.

Forse L' abbinamento che preferivo è stato con le Gauss.

😀

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
a.zoico

Conosco abbastanza bene l'Emitter 1 Exclusive ed l'1 basico. Gran belle macchine, guidano tutto con grazia e forza allo stesso tempo. L'Exclusive ha una grana un po' più fina sulle alte ed una capacità di pilotaggio un po' più marcata. Ma parliamo sempre di sfumature all'interno di un sistema. Occupano spazio, dal tre telai in su. Quindi considerarli integrati fa sorridere 😄. A mio parere amano diffusori "ambrati", cioè non troppo aperti sulle alte. Sul basso non c' problema.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
newton

Ma quanto costerebbero questi 100kg? 

Non è che il catalogo sia chiarissimo né sul nuovo, tantomeno sull'usato...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gigi60

Sul nuovo avevo visto il listino un paio d'anni fa ed il top 4 telai era sui 19.000 euro di listino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
newton

meno di 200 euro al chilo; se suona bene come si dice è un buon prezzo nel magico mondo dell'hiend

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto1972

Io non ho mai avuto la possibilità di ascoltare l'Emitter Exclusive 2, da quanto ho capito non suona con quell'iperdefinizione e ricerca spasmodica del dettaglio che a me personalmente non piacciono e rendono l'ascolto difficoltoso, mi chiedo però se possegga, almeno in parte, quella liquidità e quella ricchezza armonica in gamma media che alcuni grandi amplificatori a valvole posseggono e che rendono la musica più vera e viva, passatemi l'espressione probabilmente impropria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Airo

@Roberto1972 da ex possessore di un Cary Audio SLI 80 Reference che ho più volte confrontato con l ASR, ti posso dire da parte mia che per quanto eufonico e carezzevole fosse il Cary, eravamo completamente su pianeti differenti..ASR suona decisamente meglio da tutti i punti di vista.Poi bisogna capire cosa intendi per “grandi amplificatori a valvole”? ma ti garantisco che l ASR rende la musica decisamente più naturale di un valvolare come il Cary che è comunque un gran bel amplificatore nella sua fascia.

saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto1972

@Airo Ciao, per grandi amplificatori intendo sostanzialmente quegli amplificatori finali o integrati progettati, come si deve, attorno alla valvola 805,io ho avuto la possibilità di ascoltare il Line Magnetic Lm 229 ia, che ora non è più commercializzato, è stato sostituito dalľLm 805 Premium, comunque abbinava musicalità sopraffina a un suono non euforico e lento, con notevole controllo della gamma bassa, il marchio non è sicuramente blasonato, ma da quel poco che ho potuto vedere, sembra realizzato piuttosto bene, un carrarmato che genera musica cioè 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ipoci
9 hours ago, Roberto1972 said:

.. quella liquidità e quella ricchezza armonica in gamma media che alcuni grandi amplificatori a valvole posseggono e che rendono la musica più vera e viva ..

Mah, io la vedo diversamente. Se uno è totalmente appagato da un monotriodo che pilota due drivers da 8cm di diametro e ci sente con soddisfazioni anche la grande orchestra, diciamo che 200Kg di ASR Emitter è inutile che se li porti a casa ... L'ASR è una buona macchina per chi ha in casa dei diffusori che richiedono un pilotaggio importante, senza dover andare a disturbare roba che costa come un appartamento ... come dicevo sopra, è un buon compromesso (tantè che alla fine lo apprezzo pure io).

.

Sulla ricchezza armonica, non so cosa intendi. Se pensi alle armoniche "fittizie" del tubo, di certo non le otterrai mai con uno stadio a transistors ma in ogni caso l' ASR non e' una macchina iperdettagliata (i Gryphon Callisto lo sono di più ad esempio), è un buon compromesso su tutte le gamme e non evidenzia nessuna in particolare.

.

Sulla "liquidità" invece, aggiungo una nota. Sulle voci, ho ascoltato lo stesso tipo di suono, anzi migliore direi in due distinti impianti utilizzanti uno stadio a trasformatori sullo stadio di uscita del DAC/CD ... Non è una cosa comune, anzi direi che per qualche strano motivo è una soluzione direi quasi introvabile ma ti assicuro che ottieni la stessa cosa senza romperti le baXXe con tubi, calore, soldi etc.etc. che solo i tubi sanno dare ... 😉

.

Un cordiale saluto, Massimiliano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto1972

@ipoci Ti ringrazio per la tua spiegazione, sicuramente un monotriodo da 30 watt per canale non può certo pilotare dei diffusori duri come dei sassi o con modulo di impedenza ostico, però non credo che tutti gli amplificatori a valvole siano eufonici e mielosi, dipende dal progetto e soprattutto dai trasformatori di uscita utilizzati. Ti cito ad esempio un amplificatore che conosco abbastanza bene, il Copland Cta 405A, però è un pushpull di Kt-90, sfido chiunque a dire che suona in modo lento o euforico, anzi a volte sembra più un progetto a stato solido, senza però quell'iperdettaglio che rende molti amplificatori a transistor affaticanti all'ascolto, per lo meno dopo ascolti protratti per lungo tempo. Forse la differenza lo fa il progetto più che la tipologia (stato solido, mosfet, stato solido o ibrido), poi io purtroppo non ho ascoltato un gran numero di apparecchi e soluzioni diverse, quindi questa è una mera congettura e in quanto tale altamente opinabile😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@Roberto1972 

L'ASR è un ampli che suona allo stato dell'arte. Purtroppo suona solo correttamente. Senza inventarsi smancerie. Se la musica che gli arriva contiene morbidezze, liquidezze e gentilezze nella gamma media, quelle sentirai. Se non le contiene, non le sentirai. Se vuoi effetti particolari, è facilissimo: dsp, plug-in, riverberi, eq...tutte cose che se ben usate possono fare meraviglie: tutte le eufonie valvolari a piacere con in più la potenza che serve quando serve.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ipoci
4 hours ago, Roberto1972 said:

senza però quell'iperdettaglio che rende molti amplificatori a transistor affaticanti all'ascolto

... vabbè se parliamo di robaccia ti do ragione ma in linea di massima, in macchine tipo ASR, Gryphon, Accuphase, Burmester, Norma (tanto per citare la prima roba che mi viene in mente), l'iperdettaglio esce se c'e' una sorgente inadeguata o un errato adattamento.

.

... Ti saprò dire cosa esce con con l'abbinata ASR Emitter e DAC "proletario" russo-finlandese con uscita a trasformatori

.

Un cordiale saluto, Massimiliano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    288.932
    Discussioni Totali
    6.148.831
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy