Vai al contenuto
Melius Club

what

AKG K 240 sextette

Messaggi raccomandati

what

Ciao a tutti,avrei potuto chiedere nella sezione riservata all'ascolto in cuffia ,ma essendo un articolo vintage provo a postare qui.Chi conosce questa cuffia credo fine anni 70, e con la particolarità di avere più trasduttori nei loro padiglioni? Come suona e quali sono le sue caratteristiche.Ho visto che se ne era parlato in passato nell'altra sezione ,ma non mi sembra  sia stata poi particolarmente descritta.Grazie a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@what Ne ho presa una circa tre mesi fà al solito mercatino ed a mio parere è veramente valida. Non sono un grande esperto di cuffie, ma rispetto alle altre due che posseggo, una Sennheiser HD 440 reference ed una HD 558 trovo sia più dettagliata e con la gamma più pulita e meno rimbombante. Considera inoltre che non utilizzo un ampli dedicato, ma la normale uscita cuffia del Sansui 777 o del NAD 3140 ed anche se è ad alta impedenza (600 Ohm) la trovo assolutamente soddisfacente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Altainefficienza

è un capolavoro a tutt'oggi in produzione... Mai notate in testa ai cronisti RAI? Non è il massimo della trasparenza, ma è equilibrata e non stanca. Trovi ovviamente i ricambi a tutt'oggi ed anche le imitazioni cinesi...

Un saluto,

Piero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mojo_65

Ciao, é sempre una bella cuffia, un grande classico. Alla sua uscita sul mercato veniva contraddistinta come Sextett "Cardan" e se riporta quei nomi é una della prima serie. Poi perse i suffissi ed é in produzione ancora oggi. Solo i 600 ohm la fregano un po' oggi ma allora era lo standard del settore pro. Il nome Sextett gli derivava dal fatto che l'altoparlante principale era circondato da 6 radiatori passivi, innovativa per l'epoca ( e visto che dura ancora oggi...)

Un suono che non stanca mai ed é pure comoda.

Per il suono, con l'ottica moderna direi che hanno un grande medio, mentre le alte sono leggermente arretrate ed il basso "morbido", un suono fascinoso direi senza connotati negativi. L'unico appunto che mi sentirei di fare é la grana non esattamente fine, soprattutto sulle frequenze acute, ma niente di che preoccuparsi. Oltretutto non so cosa si possa pretendere da cuffie che hanno quasi 40 anni...

Ciao

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
what

Ragazzi grazie a voi mi sono fatto un'idea circa la riproduzione sonora che offre questa cuffia,direi "sempreverde" dal momento che mi dite che è ancora in produzione,anche se non ho notato in rete negozi che la vendano.L'acquisterò la prossima settimana perché il venditore è impossibilitato ad incontrarmi prima di martedì.Il fatto che sia abbastanza rara e che sia dotata di questa particolarità dei 6 trasduttori,mi ha spinto ad interessarmi.Speriamo che il tempo non abbia modificato le sue qualità sonore.Per mojo_65,non mi sembra riporti la scritta "Cardan",almeno su di un lato,quello della foto dell'annuncio.La prossima settimana saprò dirvi,intanto avanti con le vostre conoscenze, sono sempre ben accette.😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@what Non credo avrai problemi...la mia è la prima serie del 1975 e funziona alla perfezione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
what
4 ore fa, mojo_65 ha scritto:

Solo i 600 ohm la fregano un po'

perché dovrebbe essere un handicap il fatto dei 600 ohm ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
selby998

La 240 Sextett non è più in produzione da un bel pezzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio
18 minuti fa, selby998 ha scritto:

La 240 Sextett non è più in produzione da un bel pezzo

Infatti...pareva anche a me che non la producessero più, facevano la K 240 monitor a 600 Ohm ma è fuori produzione anche quella. E' ancora in produzione la "studio" ma non è a 600 Ohm e non ha i sei radiatori passivi (tutta un'altra cuffia)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
what

Diversa produzione viene prodotta in Cina,vedi la k 240 mk II,e non credo solo quella...😢

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
selby998

Akg lanciò la Sextett nel 1975 e ne cessò la produzione nel 1979.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Altainefficienza

C'è la MKII ma che io sappia ha sempre i radiatori passivi...  E le derivate, con varie impedenze, ormai non più costruite a Vienna. Io ne ho due e, come punti deboli, posso segnalare gli elastici che servono al richiamo degli auricolari rispetto alla banda (ma se ne possono adattare) ed il degrado del foam tra i radiatori ed il coperchio esterno. Anche il foam sottile che separa l'interno dall'orecchio si degrada.

I ricambi si trovano (ho comprato banda e cuscinetti), anche compatibili cinesi (visto che le copiano).

I 600 Ohm sono uno svantaggio se vengono utilizzate con sorgenti che pilotano le basse impedenze (la maggior parte dei player odierni) Queste erogano la loro potenza su impedenze ridotte ma con tensioni basse (perché le alimentazioni stesse sono a bassa tensione).

Se si ascoltano con amplificatori domestici in linea di massima non ci sono problemi. Beyer ha fatto la Tesla 1 a 600 Ohm perché afferma che le impedenze maggiori suonano meglio...

Un saluto,

Piero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Altainefficienza

Mi sono incuriosito sulla faccenda radiatori passivi... AKG non fornisce più il ricambio 2058Z2501 che li utilizzava, ma se ho capito bene (https://www.fullcompass.com/common/files/17290-AKGK240ExplodedView.pdf) lo stesso componente è stato utilizzato per le K240, le K241, le K240M, le K240DF. Le K240St ed StII hanno codici diversi. In altro forum affermano che AGK ad un certo punto ha smesso di utilizzare i radiatori passivi (ma non specifica da che modello).

Cordiali saluti,

Piero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    288.932
    Discussioni Totali
    6.148.831
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy