emiliopablo

Integrati Esoteric, chi li ha ascoltati?

Messaggi raccomandati

emiliopablo

Pensavo al F05 e F03a ... dai dati di targa e tecnici sembrano molto interessnti, soprattutto il secondo. Chi li ha ascoltati cosa ne pensa?

Rispetto ai soliti noti, Accuphase e Luxman connazionali o i grandi danesi, ad esempio, come si collocano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gela80

Belli, in particolare mi sarebbe piaciuto ascoltare l'F05 ma non ho mai avuto la possibilità di farlo e a quanto pare non sono l'unico...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

Un ampli di nicchia nella nicchia, 16.000 €, 30 watt , diciamo che siamo in un ambito molto ristretto di inserimento in un sistema audio convenzionale . . . 

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emiliopablo

Però mi sembra che di altri 30watt giapponesi, Accuphase E600 - E650 oppure Luxman 590ax2, parimenti costosi, e di nicchia, ne girino e se ne parli ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mister66

@emiliopablo leggende metropolitane...

Per un ascolto in appartamento sono più che sufficienti per gran parte dei diffusori in commercio... 

Certo che si pretende di pilotare le sasha o le 802d3 il discorso cambia.

Parlo per esperienza diretta visto che ho il Luxman 590. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Antonio Leone

l'esoteric è più dotato in termini di capacità di pilotaggio rispetto agli altri 30 watts, lo noti fin da subito essere più sciolto, disinvolto, a maggior ragione su diffusori impegnativi.Una mia idea?l'alimentazione in toto fa la grande differenza

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wideneck

Ho sentito l'F03 pilotare senza affanno le 803 D3, Stravinskj c'era tutto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@emiliopablo 

9 ore fa, emiliopablo ha scritto:

altri 30watt giapponesi, Accuphase E600 - E650 oppure Luxman 590ax2, parimenti costosi, e di nicchia, ne girino e se ne parli

Sicuramente ottime amplificazioni , ma da abbinare in modo accorto, non le vedo pilotare diffusori da 85 - 86 dB, se non per un tranquillo ascolto poco più che di sottofondo . . . 

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emiliopablo

@Antonio Leone I dati di targa dell’Accuphase E650 sembrano più performanti del F03a o sbaglio? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emiliopablo

@meridian efficienza a parte, quindi datti almeno 88-90 db, poi mi sembra che siano piuttosto insensibili a una eventuale curva di impedenza ostile (cosa che non accadeva con i piccoli classe A inglesi che pretendono diffusori facili ...) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jazzlover
50 minuti fa, emiliopablo ha scritto:

sembra che siano piuttosto insensibili a una eventuale curva di impedenza ostile 

Non sembrerebbe... i dati sul loro sito, parlano di “minimum compatible impedance 4 ohm”.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emiliopablo

@Jazzlover Esoteric mette questa indicazione in tutti i suoi integrati, non solo in quelli in classe a. Credo si riferisca comunque alla capacità di gestione del carico medio del diffusore (quindi sono consigliati diffusori fino a 4ohm di iimpedenza media)  e non alla incapacità di gestione di picchi sotto i 4 ohm. Comunque, sempre per stare su integrati in classe A giapponesi,  l’E650, quadruplica la potenza su 2 ohm, con 120watt misurati conservativamente. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jazzlover
27 minuti fa, emiliopablo ha scritto:

l’E650, quadruplica la potenza su 2 ohm, con 120watt misurati conservativamente.

Quel dato, se dichiarato ufficialmente dal produttore, indica che un’amplificazione non ha problemi a gestire carichi ostici. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@emiliopablo 

4 ore fa, emiliopablo ha scritto:

efficienza a parte, quindi datti almeno 88-90 db, poi mi sembra che siano piuttosto insensibili a una eventuale curva di impedenza ostile

Secondo me starei anche su diffusori da 90 - 92/93 dB . . .  Con 30 watt non fai molto, soprattutto se hai incisioni molto buone , quindi non compresse, o SACD , o CD SHM  flat, che ti costringono, posso dire così , ad alzare di parecchio il volume per farli suonare come si deve. Io , per esempio, il SACD dei Pink Floyd WYWH , a volume 20 di 99 sento in sottofondo, a volume 30 vado bene, a 35 ho dei bei picchi dinamici, ma potrei in certi passaggi salire ancora, e ho un finale da 200 watt . . . Ho però diffusori da 86 dB e 200 watt di finale, se ogni 3 dB raddoppia la potenza con 92 dB di diffusori cominci a ragionare, avendo circa 120 watt a disposizione , sempre secondo me e per come ascolto. . . .

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ClasseA

Ho ascoltato una catena Esoteric ( cd player e integrato) in abbinamento a BeW d3. Non mi è molto piaciuto il suono. Suono moderno senz'anima per così dire, un po' troppo asciutto col dettaglio spinto in maniera leggermente innaturale. Parlo della risultante casse /diffusori. Non fa per me.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giusespo

Queste sono le misure al banco di prova e misura del Luxman 590AXII della rivista HFN

Power output (<1% THD, 8/4ohm) 95W / 165W
Dynamic power (<1% THD, 8/4/2/1ohm) 97W / 180W / 303W / 170W

e questo è quello che scrive il recensore

I got a real surprise when firing-up Luxman’s L-590AXII on the
test bench because, unlike the on-line ‘reviews’ that proclaim
this amplifier ‘outputs 30W/8ohm and 60W/4ohm’ (a fact
dotingly reprinted from Luxman’s press release and user
manual), HFN can reveal the figures are actually 2x95W and
2x165W into 8/4ohm. Quite a difference, as I’m sure you’ll
agree! Perhaps Luxman means that the first 30W are delivered
in Class A (power consumption at 2x30W/8ohm output is
265W)?

Either way, the dynamic output of the balanced power
amp section suggests very little additional headroom at 97W
and 180W into 8/4ohm with electronic protection activating at
303W and 170W into 2/1ohm loads, respectively [see Graph 1,
below]. Still, the maximum 13A current capability (at <1% THD)
is muscular enough for a 30-watter.

Io ci piloto in scioltezza in 32 mq delle Dynaudio Contour 30 che hanno messo in crisi un Pass INT-60, con il Luxman anche a volumi sostenuti mai un cenno di durezza o asprezza. Anche a basso volume il suono mantiene la giusta dinamica, trasparenza e correttezza timbrica.  🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
diego_g
7 ore fa, meridian ha scritto:

@emiliopablo 

17 ore fa, emiliopablo ha scritto:

altri 30watt giapponesi, Accuphase E600 - E650 oppure Luxman 590ax2, parimenti costosi, e di nicchia, ne girino e se ne parli

Sicuramente ottime amplificazioni , ma da abbinare in modo accorto, non le vedo pilotare diffusori da 85 - 86 dB, se non per un tranquillo ascolto poco più che di sottofondo . . . 

saluti , Dario 

Ho sentito l'Accu 560 strapazzare le Vandersteen 2ce Signature (86 dB, 1 meter with 2.83 volt input) con volumi altissimi indistorti... Sorprendente, ed un suono meraviglioso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emiliopablo

@giusespo  Credo che lo stesso discorso valga per l’Esoteric F03a, power consuption 290watt... 17Amper continuo e 34 di picco  ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giusespo

@emiliopablo concordo, sicuramente sarà così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand
27 minuti fa, diego_g ha scritto:

Vandersteen 2ce Signature

belle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mister66
2 ore fa, emiliopablo ha scritto:

. 17Amper continuo e 34 di picco  

Ecco la risposta... i classe A moderni non temono quasi nulla in termini di pilotaggio.. questi amperaggi su alcuni blasonati da 150/200watt non ci sono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@Mister66 

1 ora fa, Mister66 ha scritto:
3 ore fa, emiliopablo ha scritto:

. 17Amper continuo e 34 di picco  

Ecco la risposta... i classe A moderni non temono quasi nulla in termini di pilotaggio.. questi amperaggi su alcuni blasonati da 150/200watt non ci sono.

Non so a che ampli a stato solido ci si riferisce, questi i dati di targa del GamuT d200i , li metto con evidenziati i dati di Ampere , solo per dare un' idea delle caratteristiche generali . . . :

"Our power amp uses two single huge APT20M19JUR mosfet transistors per channel, made to be employed into the switch power supplies. A push-pull amplification stage, operating in class A, drives the output stages. It works on a reserve that is 15 V higher than the reserve of the next stage and allows the full control of the mosfet transistors and the handling of the input high capacity when the component reaches the maximum level of energy distribution. All that becomes a power of 200 W into 8 ohms, that duplicates into 4 ohms and almost the 700 W into 2 ohms. Hence, it can control a current of continuous 100 A and a maximum power output of 300 A, with the ability of dissipating 500 W at 25° C of temperature. This approach to the use of the single transistor constitutes the way, as affirmed by the designers, to obtain a sonic perfection, which arises when is reached a harmonization between the fluid delicacy of the tubes and the pure power of the mosfet transistors".

Ribadisco, che il mio punto di vista e di ascolto, che è near field, si basa su diffusori che hanno 86 , circa di sensibilità , e con simili diffusori , se si vogliono far cantare in tutte le situazioni, con tutte le incisioni, con un volume che abbia la capacità di immergere nella musica in modo coinvolgente, non ha senso utilizzare 30 watt, qualsiasi sia la capacità di pilotaggio, perché verrà il momento che saranno messi alla corda, a meno di ascolti molto composti e in relax . . . 

Ho provato il Pass da 60 watt in classe a, dopo 1 ora di ascolto ero già vicino ai limiti del potenziometro, 56 passi di 60 , e avrei voluto più birra, non ci sono alternative, per 30 watt in classe a ci vogliono diffusori molto facili e soprattutto di sensibilità non inferiore a 90 - 92 dB, perché si rischia di mettere alla corda l' ampli e a rischio le casse, se si arriva ai limiti senza accorgersene. Con qualche watt in più , o casse più sensibili, si lavora in zona di confort dell' ampli , e si sente, per mia esperienza . . . Poi ognuno fa le sue esperienze e le sue scelte di ascolto del programma musicale, ci mancherebbe . . . 

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@giusespo 

4 ore fa, giusespo ha scritto:

Io ci piloto in scioltezza in 32 mq delle Dynaudio Contour 30 che hanno messo in crisi un Pass INT-60, con il Luxman anche a volumi sostenuti mai un cenno di durezza o asprezza. Anche a basso volume il suono mantiene la giusta dinamica, trasparenza e correttezza timbrica

Dai dati che hai elencato, non mi pare si parli di un classe a vero, ma di un ampli che eroga parte in classe a e poi commuta come quasi tutti gli ampli simili. Non metto in dubbio le capacità di pilotaggio , ma hai mai provato a pilotare le Dynaudio con un ampli diverso, giusto per valutarne le potenzialità ?? 

saluti, Dario  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mister66

@meridian questa storia dei decibel mi fa sorridere non poco... ma hai mai provato nel tuo ambiente un classe A moderno tipo Luxman / Accuphase?

Perche da come parli spesso non prendi in considerazione nulla che non abbia dai 200watt in su, per poi usarli in 12mq.

Probabilmente  abbiamo volumi di ascolto differenti, ma nei tuoi 12mq come nei miei 20 un misero 30watt che poi commuta fino a quasi 100 è più che sufficiente per far vibrare le pareti senza nessuna distorsione anche con diffusori da 85db.

 Chi possiede un 590 Luxman può solo confermare, e qui nel forum siamo in parecchi. 

Credo che anche @giusespo faccia lavorare il 590 entro i limiti della classe A il Luxman, e le sue Dynaudio non sono proprio facilissime da pilotare.

Il povero Pass ne è uscito a pezzi su tutti i fronti...spinge la metà del 590. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@Mister66 

1 ora fa, Mister66 ha scritto:

questa storia dei decibel mi fa sorridere non poco... ma hai mai provato nel tuo ambiente un classe A moderno tipo Luxman / Accuphase?

Perche da come parli spesso non prendi in considerazione nulla che non abbia dai 200watt in su, per poi usarli in 12mq.

Probabilmente  abbiamo volumi di ascolto differenti, ma nei tuoi 12mq come nei miei 20 un misero 30watt che poi commuta fino a quasi 100 è più che sufficiente per far vibrare le pareti senza nessuna distorsione anche con diffusori da 85db.

Alessandro, permettimi, la storia dei dB può farti anche sorridere, ma è uno dei pochi dati certi quando prendi in considerazione una coppia di diffusori, per capire quale potrebbe essere il comportamento , insieme alla sua impedenza, ed alle rotazioni di fase, in merito al suo pilotaggio. 

Io non ho mai detto che i Luxman siano scarsi erogatori di corrente, me ne guardo bene, anche perché non li ho mai ascoltati da me. Ho provato il Pass 60 e non ha brillato in quanto a capacità di pilotare , quantomeno pilota ed è anche timbricamente sano, ma l' ho portato pericolosamente vicino ai limiti. 

Il tuo Luxman non si avvicina ai suoi limiti ?? Meglio, mi fa piacere, ma non lo possiamo considerare un ampli in classe a se eroga poi 95 o 165 watt, come da specifiche elencate più sopra. . . Quindi diciamo che è in grado di lavorare in classe a per una manciata di watt, e poi commuta, se no si comporterebbe esattamente come il Pass, che di watt ne fa 60 . . .  O sbaglio qualcosa ?? 

Che poi io mi ritrovi in casa una saldatrice, come l' ha definita un Forumer, e abbia 200 watt sani, e li utilizzi in 12 mq, non mi pare un delitto, è solo una constatazione che ho fatto per le esperienze di pilotaggio , secondo le quali se hai parecchi watt, e formalmente una certa parte in esubero, lavorerai sempre in sicurezza, in fluidità e in naturalezza di emissione, sia per l' ampli che per i diffusori , a prescindere , non va dimenticato, dai supporti, dalle incisioni e dal volume di ascolto, che diventa non così influente. . . 

Per inciso, ho avuto le Dynaudio C1, bevono molti watt e sono 4 Ohm, con discese più in basso, bene, erano più ostiche da pilotare, e più assetate di watt, delle ProAc Future 0.5, che sono 3 vie . . . Quindi o le Dynaudio Contour 30 sono diventate più facili, o l ' ampli è correntoso e non è un classe a , se è in grado di portarle a spasso, perché, ne sono convinto, e qui non si scappa, con 30 watt non ci fai molto con le Dynaudio, se non ascolti tranquilli ed intimisti . . . Se sono SOLO 30 watt, poi se di picco eroga quasi 300 watt, è tutta un' altra storia, e tipologia di amplificazione . . . 

saluti , Dario  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mister66

@meridian abbiamo due modi diversi di valutare gli accoppiamenti, io sono più portato per un approccio sul campo senza  leggere i dati di targa.

Dal nostro amico comune @jakob1965 il

piccolo sugden che è un vero classe A  clippa e non commuta fa’ suonare divinamente le minima che hanno solo 84db e anche a volumi medi ( parliamo di 12mq)  si ottengono ottimi risultati.

Chiaro che se vogliamo volumi da autoscontri dobbiamo cambiare impianto e sala d’ascolto.

Tutto gira intorno alle nostre preferenze d’ascolto, con il mio impianto ho già tutto anche a volumi molto bassi, a medi volumi quindi ancora in classe A i 30watt bastano e avanzano per una lettera dell’amministatore del condominio. 

Tornando in tema Esoteric purtroppo non ho avuto modo di ascoltare la macchina in questione, ci sarebbe da valutare se i quasi 10k in più del Luxman 590 siano giustificati a livello sonico. 

@emiliopablo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@Mister66 

7 ore fa, Mister66 ha scritto:

abbiamo due modi diversi di valutare gli accoppiamenti, io sono più portato per un approccio sul campo senza  leggere i dati di targa.

Mi pare che ogni approccio sia più che valido, ma in una offerta ampia, qualcosa si deve scremare, io ho un ambiente piccolo, torri alte 160 centimetri mai le inserirei, mentre , però , escludo anche diffusori con conetti da 11 centimetri come woofer . . . Il riscontro all' ascolto è fondamentale, ma non tutto si può portare a casa, i dati di targa aiutano comunque a farsi un' idea almeno della compatibilità pre - finale, o ampli - diffusori . . . 

7 ore fa, Mister66 ha scritto:

se vogliamo volumi da autoscontri dobbiamo cambiare impianto e sala d’ascolto.

Tutto gira intorno alle nostre preferenze d’ascolto, con il mio impianto ho già tutto anche a volumi molto bassi, a medi volumi quindi ancora in classe A i 30watt bastano e avanzano per una lettera dell’amministatore del condominio. 

Io non credo di spingere a volumi da autoscontro , ti posto una foto del livello in dB riscontrato ascoltando Patricia Barber, Cafe Blue, a volume 40 del pre  . . . 

Pressione non da poco, ma nessun fastidio, certo, ho la fortuna di stare in un sottotetto, non ho vicini e sotto ci sono ancora io . . .  Così però , la batteria sembra un filo più realistica . . .!

saluti , Dario 

Misura ascolto dB jpg.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mister66

Ognuno ha il suo fascino... mi piacerebbe averli tutti e tre...😂 filosofia japan con controlli di tono,loudness etc...come da tradizione... alla faccia dei puristi della monomanopola!

Luxman-L-590AX-MKII-1024x472.jpg

Luxman-L-590AX-MKII-rear-inn-1024x1013.jpg

esoteric_F-03A.jpg

jhgfdsafghjgfdsfghjgfds.jpg

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.jpg

eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@Mister66  Ciao , come hai scritto più sopra, ognuno ha le proprie preferenze di ascolto , ci sta assolutamente, se no ci sarebbero solo una manciata di componenti e di diffusori . . . Però , permettimi , i tuoi diffusori, dal sito Wilson Benesch  . . . :

2-way stand mounted monitor

Impedance: 6Ω nominal / 4Ω minimal

Sensitivity: 89dB at 1 metre on-axis, 2.83V input

Frequency response: 44Hz - 30KHz +/- 2dB on-axis

Minimum amplification power recommendation: 100 W / channel

come la mettiamo ??? !!!   😁

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Mister66

@meridian questi alcuni amici forumer che hanno sentito l’accoppiamento  Luxman 590 / WB .

@pocho908 @jakob1965 @Audiohiker @Hypercell

Indipendentemente dalle preferenze soniche possono esprimersi sui 30watt per canale. 

Ps. Un altra macchina straordinaria che pilota di tutto è il finale A60 di Accuphase, e se non erro hai avuto modo di ascoltarla da Claudio. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    289.744
    Discussioni Totali
    6.173.045
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us