emiliopablo

Integrati Esoteric, chi li ha ascoltati?

Messaggi raccomandati

fabbe

Personalmente penso che quello che conta di più sia il progetto per il buon suono. Un classe A mal progettato suonera sicuramente male. Ho avuto ampli a ss di tutte le salse ed è questa l'idea che mi sono fatto.

Fabrizio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cesare
10 ore fa, diego_g ha scritto:

Credo anche che la potenza erogata in classe A debba dimezzare al dimezzare della resistenza del carico, a tutto rigore.

sì, dal punto di vista tecnico dovrebbe essere così ...

10 ore fa, meridian ha scritto:

Mah , alla fine di veri classe a non ne vedo, anche i Pass sono ab con primi watt in classe a

l'unica configurazione che è di sicuro al 100% in classe A è la single ended, con un solo dispositivo per canale (valvola o transistor che sia): quella non può proprio commutare in AB! 😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jazzlover
1 ora fa, cesare ha scritto:

l'unica configurazione che è di sicuro al 100% in classe A è la single ended, con un solo dispositivo per canale (valvola o transistor che sia): quella non può proprio commutare in AB!

Il Sudgen è quindi un single ended in configurazione "ibrida", in quanto, al dimezzare dell'impedenza, aumenta i watt erogati, seppur non raddoppiandoli come altri integrati in classe A "dinamica", commutando di fatto in AB. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

Guarda che quasi nessun ampli raddoppia - forse ci arriva vicino il finalone accuphase mono

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@jakob1965 Ciao , ci sono diversi ampli che tra 8 e 4 Ohm raddoppiano  o vanno molto vicino al raddoppio . . .  Anche il mio GamuT si comporta così a 8 e 4 , mentre a 2 Ohm non arriva ad un raddoppio secco . . .  GamuT d200 i   :    Output power: 200W/8Ω, 400W/4Ω, 698W/2Ω

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

Sulla carta ma poi nella realtà le CCL  curve carico limite non sono mai completamente verticali; piegano un poco tutte - l'unico (almeno mi ricordo l'articolo scritto da Montanucci su AR) che si avvicinava era appunto il bestione Accuphase fra i molteplici testati negli anni)

Non son un elettrotecnico di estrazione ma il raddoppio perfetto significa avere un generatore di corrente ideale che raddoppia la medesima al dimezzare del carico  - si capisce - credo - che per impendenze (metti anche solo resistive) che si avvicinano pericolosamente allo zero (quindi al corto circuito) ciò non è proprio banale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@jakob1965 

5 ore fa, jakob1965 ha scritto:

Sulla carta ma poi nella realtà le CCL  curve carico limite non sono mai completamente verticali; piegano un poco tutte

Sicuro , ma a chi serve poi avere per forza un raddoppio esatto dei watt in funzione degli Ohm ?? Anche altri dati nella realtà non sono sempre così veritieri , ma alla fine è il tutto che suona, inteso sia come ampli, e quindi sotto diversi profili, timbrico, dinamico,  e il sistema in toto, dove magari un ampli meno a posto con i dati di targa si inserisce meglio nel contesto . . . Se poi dovessimo riferirci a certi dati , sempre vicini allo zero, zero distorsione, zero W&F , zero feedback , zero jitter, e poi sentire e giudicare come suonano, magari meglio altri prodotti che agli ascolti sono decisamente più coinvolgenti . . . 

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    289.744
    Discussioni Totali
    6.173.045
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us