wow

cultura generale Caldaia riscaldamento

Messaggi raccomandati

wow

Probabilmente è arrivato il momento di sostituire la caldaia per riscaldamento (normali termosifoni) e acqua sanitaria per una potenza 20 - 25 kW malcontati. 

Districarsi nel mare di offerte è davvero più difficile che rifare l'impianto hifi per cui provo a chiedere qualcosa a chi ne sa di più. Sarei orientato su una caldaia a condensazione, ma sono indeciso tra accumulo ed istantanea. Conviene inoltre rivolgersi ad una di queste promozioni "chiavi in mano" tipo Eni o Vaillant? Altri consigli? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
spersanti276
8 ore fa, wow ha scritto:

Sarei orientato su una caldaia a condensazione,

.Credo sia obbligatoria, non puoi scegliere mica...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

Se è sostituzione, a trovarla, puoi scegliere anche una tradizionale

Io ho preso in rete vaillant senza promozioni, il modello più economico intorno agli 800 euro e va benissimo 

Poi l'ho fatta montare dal tecnico che da anni mi fa la manutenzione e che fa assistenza ufficiale vaillant

Per risparmiare qualcosa saunier duval che sempre vaillant è 

Lascia perdere l'accumulo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
9 ore fa, wow ha scritto:

ma sono indeciso tra accumulo ed istantanea

Accumulo o, almeno, microaccumulo, sono più confortevoli e rapide nell'erogazione.

l'elettronica di controllo per avere il massimo confort in rapporto alle tue abitudini può fare la differenza.

Ps

compratela da solo senza pagare il costo di una pubblicità martellantee oneri accessori da parte dei gestori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin

A mio avviso la caldaia ad accumulo ha senso solo se l'impianto è dotato di pompa di ricircolo della calda sanitaria. Solo così si ha l'erogazione istantanea dell'acqua calda da ogni rubinetto e si sfruttano al 100% le caratteristiche del sistema.  Un'alternativa in retrofit è un piccolo boiler elettrico tarato a 45°C  in serie alla calda nel prelievo più remoto. L'ho messo in cucina a casa della suocera con ottimi risultati

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

promozioni io sconsiglierei, meglio il normale idraulico di sfiducia.

poi non andrei nemmeno al risparmio, una buona condensazione della marche principali

tipo buderus viessman immergas vaillant a seconda delle preferenze e sei a posto.

acs con accumulo o istantanea hanno entrambi pro e contro, li devi valutare tu in base alle tue

esigenze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
3 ore fa, Martin ha scritto:

A mio avviso la caldaia ad accumulo ha senso solo se l'impianto è dotato di pompa di ricircolo della calda sanitaria

Mah... fra istantanea erogazione e diversi secondi e svariati litri persi, esistono pratiche via di mezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko
9 minuti fa, nullo ha scritto:

svariati litri persi, esistono pratiche via di mezzo

tipo?

sono sensibile ai litri persi, specie d'inverno, ovvio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo

Dipende dalla distanza e tipo di tubazione, esempio plastica, metallo, isolamento, diametro... ecc.

e dalla caldaia ovviamente,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow

Sarei anche io propenso alla caldaia istantanea per evidenti ragioni di risparmio energetico (ed anche sul costo della stessa caldaia) ma vorrei evitare l'effetto doccia scozzese se qualcuno, nell'altro bagno, usa l'acqua calda... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Superciuk

per la caldaia a condensazione occorre avere i caloriferi adeguati, uno scarico dell'acqua dedicato e pure la canna fumaria adatta. Altrimenti non serve a una beata mazza e nemmeno si puo' installare.

Altro che obbligatoria

Aloha

Mattia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

@wow non lo eviti neanche con l'accumulo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gianp

@gpb quando ho rifatto casa ho preteso dall’impiantista che mi garantisse la possibilità di funzionamento contemporaneo di tutte le docce di casa contemporaneamente alla temperatura desiderata. 

Caldaia a condensazione, pompa di ricircolo e (mega)accumulo.

la doccia scozzese se voglio la faccio nella spa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

ho una Paradigma che ha ila funzione "confort" che di fatto tiene lo scambiatore sempre pronto con acqua sanitaria lla temperatura impostata (credo sia assimilabile al microaccumulo)

La casa ha tubi in plastica.

Con la funzione confort l'acqua calda anche nel rubinetto piu' remoto (il mio bagno) arriva in qualche secondo, con la funzione esclusa ci vogliono trenta quaranta secondi a seconda della temperatura di ingresso dell'acquedotto (estate inverno).

Prima avevo l'accumulo e i tempi di erogazione acqua sanitaria calda erano gli stessi.

Una piccola cosa che ho fatto e' regolare la temperatura sanitaria a 45 gradi max.

In questo modo posso evitare di miscelare e/o ustionarmi i maroni quando mi faccio il bidet...

Sull'uso contemporaneo/caduta di portata e di temperatura credo che molto faccia anche lo scambiatore (dimensione) dell'acqua sanitaria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
15 minuti fa, gpb ha scritto:

@wow non lo eviti neanche con l'accumulo 

Dipende dall'accumulo e altri parametri, comunque confort accumulo sempre superiore.

5 minuti fa, stefanino ha scritto:

Sull'uso contemporaneo/caduta di portata e di temperatura credo che molto faccia anche lo scambiatore (dimensione) dell'acqua sanitaria.

Esatto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
22 minuti fa, wow ha scritto:

risparmio energetico (ed anche sul costo della stessa caldaia)

Risparmio energetico irrisorio, quello di acquisto un qualche cento euro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
49 minuti fa, gpb ha scritto:

non lo eviti neanche con l'accumulo 

con la vecchia caldaia era appena percettibile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
36 minuti fa, nullo ha scritto:

Risparmio energetico irrisorio, quello di acquisto un qualche cento euro.

Succede che casa mia possa restare vuota per buona parte della giornata: mantenere un certo volume di acqua ad una certa temperatura magari con -10° non è tanto risparmioso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2
1 ora fa, Superciuk ha scritto:

per la caldaia a condensazione occorre avere i caloriferi adeguati, uno scarico dell'acqua dedicato e pure la canna fumaria adatta.

per i caloriferi non saprei, ma quando ho fatto cambiare le vecchie caldaie con le nuove a condensazione sono andate ugualmente bene per ghisa, acciaio

e alluminio. la vecchia canna fumaria la intubi con il pps e per lo scarico ovunque ci sia un bagno o cucina o grondaia ce lo fai arrivare con eventuale pompa

ausiliaria se ci sono dislivelli da superare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
31 minuti fa, wow ha scritto:
1 ora fa, nullo ha scritto:

Succede che casa mia possa restare vuota per buona parte della giornata: mantenere un certo volume di acqua ad una certa temperatura magari con -10° non è tanto risparmioso...

L'hai in casa?

comunque è ben coibentata l'accumulo, il mantenimento costa una cicca, un fiammamata di brevissima durata dopo molte ora la compensazione delle perdite.

un microaccumulo vale 5 litiri, nulla, l'accumulo vero e proprio in una pensile vale 40 litri in media.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Superciuk
11 minuti fa, audio2 ha scritto:

per i caloriferi non saprei, ma quando ho fatto cambiare le vecchie caldaie con le nuove a condensazione sono andate ugualmente bene per ghisa, acciaio

e alluminio. la vecchia canna fumaria la intubi con il pps e per lo scarico ovunque ci sia un bagno o cucina o grondaia ce lo fai arrivare con eventuale pompa

ausiliaria se ci sono dislivelli da superare

Convieni che comunque non è una soluzione semplice ? Bisogna fare adeguamenti. Inoltre la condensazione offre migliori prestazioni col riscaldamento a pavimento.

Da tenere presente se si sta ristrutturando.

Io volevo mettere la condensazione, ma poi ho dovuto rimanere su una caldaia tradizionale. Ho una Viessman ( inventori della condensazione ) che dopo anni ha ancora un rendimento

come nuova.

Aloha

Mattia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
1 ora fa, Superciuk ha scritto:

Bisogna fare adeguamenti. Inoltre la condensazione offre migliori prestazioni col riscaldamento a pavimento.

Non è che confondi con le pompe di calore?

1 ora fa, nullo ha scritto:

L'hai in casa?

comunque è ben coibentata l'accumulo, il mantenimento costa una cicca, un fiammamata di brevissima durata dopo molte ora la compensazione delle perdite.

un microaccumulo vale 5 litiri, nulla, l'accumulo vero e proprio in una pensile vale 40 litri in media.

ce l'ho su un balcone in un armadietto ed ha un accumulo di parecchie decine di litri...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
Adesso, wow ha scritto:

ce l'ho su un balcone in un armadietto ed ha un accumulo di parecchie decine di litri...

Tipicamente 60, ma quelle a condensazione hanno un secondo scambiatore che porta via spazio e il tutto si riduce ai 40.

2 minuti fa, wow ha scritto:

Non è che confondi con le pompe di calore?

Se hai radiatori calcolati per funzionare ad alta temperatura spesso non condensa.

ma col sensore esterno con temperature media riesce a farlo modulando... e con radiatori giusti non ci sono problemi neanche col freddo estremo, io ho radiatori in acciaio un po' abbondanti fin dalla prima istanza e difficilmente sono sopra ai 35 gradi in mandata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
5 minuti fa, wow ha scritto:

ce l'ho su un balcone in un armadietto ed ha un accumulo di parecchie decine di litri...

Dimenticavo, sono nelle tue stesse condizioni... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
claudiofera

Buonasera.Approfitterei per esporre un problema,che-data la mia completa ignoranza verso l'argomento-potrebbe  poi essere un problema piccolo,medio oppure un grande guaio da risolvere. Ho acquistato una casa,che è tanto piccola quanto portratice di scemate &problemi.Tutte cose che la simpatica venditrice,naturalmente, mi ha accuratamente nascosto in fase di compravendita.Sul balcone c'è una caldaia junker (la mia prima caldaia,un mondo sconosciuto:nell'altra casa si andava di riscaldamento centralizzato e scaldabagno elettrico)..usandola,io non riesco a fare una doccia cristiana..si inizia con l'acqua fredda,dopo due o tre minuti quella calda arriva a palla...la regolo con il miscelatore...ok,trenta secondi di acqua a temperatura easy...ma subito ridiventa fredda..ti fermi,smadonni un altro paio di minuti tutto insaponato..ridiventa calda..poi ridiventa fredda..e che cazxx,alla fine esco con il sapone ancora addosso e mando tanti simpatici pensierini all'ex-proprietaria..ma poi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Coltr@ne
9 ore fa, Martin ha scritto:

Un'alternativa in retrofit è un piccolo boiler elettrico tarato a 45°C  in serie alla calda nel prelievo più remoto.

Interessante, non sapevo si potesse fare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

@claudiofera 

ma poi farei venire un tecnico a controllare che lo scambiatore e cio' che lo controlla siano OK.

A me sembra che la parte di controllo abbia una isteresi piu' alta del dovuto.

Magari prima prova a regolare l'acqua sanitria (temperatura) su un livello basso tipo 40-45 gradi e verifica se hai ancora oscillazioni cosi' marcate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

Più di tanto non vorrei esprimermi, essendo "di parte", anche se lavoro in reparto che tutto fa, meno la tecnica termoidraulica.

Dico questo... 

Voi mettereste un frigorifero, a ferragosto, in mezzo a un campo, sotto il sole?

Mi immagino la risposta.

Altrettanto si può dire della caldaia sul balcone...

Spero non serva nemmeno spiegarvi il perché... vi arriverebbe chiunque...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

L'accumulo va bene, ma, ovviamente, costa, e non è economico riscaldare un boiler grande per tutta la giornata.

Certo... il confort è molto ma c'è sempre l'altra faccia della medaglia. 

Una buona caldaia condens. con una BUONA pompa e il gioco è fatto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
claudiofera

Sul balcone ce l'aggio trovata,Pasquà..cazzarola,ma comunque  è troppo sperare di potersi una doccia in modo normale?..ps: caro Sie,ma la letterina all'olandese che sai la scriviamo?..thanks

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    289.701
    Discussioni Totali
    6.171.095
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us