mom

salute benessere Una abitazione confortevole (appartamento, villetta, casa)

Messaggi raccomandati

mom

Ultimamente si è trattato di cucine, piani cottura, lava/asciugatrici, illuminazione, servizi igienici eccetera. Recentemente ho visto un film di produzione italiana in cui si indugiava compiaciuti sull’arredamento moderno - elegante ma in un certo senso prepotente, di un appartamento. Personalmente io, in un ambiente così non riuscirei a vivere. Anche molte altre scenografie, in contesti diversi,  presentano arredamenti progettati  da noti architetti, dotati di quadri di valore o anche solo copie: tutti però appaiono asettici e dominatori,  magari perfetti nei loro accostamenti, ordinati e splendenti come negli spot pubblicitari ma privi di quella personalizzazione che si confà a chi la abita e mostra quel particolare intimo del carattere e dell’idea di confort  del proprietario.  Per fare un esempio, l’appartamento di Poirot era un perfetto esempio esplicativo della mania per l’essenziale e il geometrico ma, al contempo, riusciva ad esternare il  concetto di calore e di casa vissuta  che offriva il massimo confort al padrone di casa e ai suoi ospiti.

Ora, senza cadere in stucchevoli commenti relativi ai tinelli e senza giocare alla solita misurazione di chi c’è l’ha più lungo, la domanda è: che cosa si intende oggi per casa confortevole che risponda ai bisogni quotidiani di tutta la famiglia? Siete soddisfatti del vostro spazio?  Io penso che il confort non sia tanto determinato dai mq: molte superfici infatti possono solo aumentare il caos ( penso a certe tavernette o mansarde in cui si finisce per stipare di tutto) ma dallo sfruttamento intelligente dello spazio disponibile e dal gusto personale, moderno o d’antiquariato. In ogni casa normale, poi , di solito ci sono oggetti ritenuti brutti o kitch ma ai quali, per un motivo o un altro, restiamo affezionati e non vogliamo disfarcene: questo più che un difetto rappresenta la nostra personalità e, a mio avviso, è giusto mantenerlo: quando torno da un viaggio a me piace molto guardarmi attorno,  ritrovare le mie cose, osservarle, toccarle mi da piacere e sicurezza, conta il significato, del tutto indipendentemente dal loro pregio :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferrocsm

Sai qual è la prima cosa che io anteporrei a tutto il resto mom indipendentemente dalle dimensioni della casa? Io mi concentrerei sull'esposizione solare per determinare quali siano le stanze più buie e quelle invece con più luce e da lì poi passerei alla scelta dell'arredamento, vestire di scuro un ambiente già di per se buio mi pare un assurdo, diverso se invece l'ambiente è luminoso, a me piacciono molto gli arredamenti con tonalità pastello, chiare, bianco o panna perché mi danno la sensazione di donare più calore, luce e ampiezza. Certo il mantenerlo pulito e lindo costa più fatica ma ne vale la pena, almeno per come la vedo io. Sulla scelta dell'arredamento e su quale stile ho idea che lì si entrerebbe troppo sul soggettivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Otto von Ubert Steiner
22 minuti fa, mom ha scritto:

riusciva ad esternare il  concetto di calore e di casa vissuta  

Concetto scomparso dalle riviste di settore e dalle pubblicità: immagini votate alla bellezza fine a se stessa, della fotografia prima di tutto. E dentro di me penso: bell'ambiente... bella casa, bel divano, peccato che nella realtà sia invivibile. Lasciando il marketing e scendendo in campo sul discorso case (mia o altrui) ho maturato un approccio olistico che valuta razionalmente spazi, disposizioni, arredi, panorama, praticità, irraggiamento, ecc. concludendo poi solo con sensazioni e sentimento: ci sto bene o non vedo l'ora di uscire?  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

avete fatto caso come nelle case pubblicate di alto arredamento ci siano pochi libri?

A me basta questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ryo
1 ora fa, mom ha scritto:

che cosa si intende oggi per casa confortevole che risponda ai bisogni quotidiani di tutta la famiglia? Siete soddisfatti del vostro spazio?

Per come la vedo io, casa confortevole significa rifuggire da qualsiasi regola o schema predeterminato lasciando che la casa trovi da sola il suo ordine, o il suo disordine. Quanto all'arredamento, prediligo funzionalità ed essenzialità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Io ho  rinunciato ad avere tanto spazio interno a vantaggio di quello esterno: esposizione, giardino, panorama a perdita d’occhio, grande terrazza e ben quattro posti auto privati, molto apprezzati dagli amici. :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
15 ore fa, mozarteum ha scritto:

avete fatto caso come nelle case pubblicate di alto arredamento ci siano pochi libri?

e neppure un disco o un sistema decente per ascoltare la musica, banditi poi strumenti musicali e qualunque cosa che faccia "disordine"...
 

15 ore fa, mozarteum ha scritto:

Fondamentale e' avere un bagno proprio

vivendo in 2 sicuramente, così come uno spazio di decompressione per potersi isolare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
15 ore fa, mozarteum ha scritto:

avete fatto caso come nelle case pubblicate di alto arredamento ci siano pochi libri?

Credo sia perché c’è sempre un intento pubblicitario, si devono vedere i mobili e ne mettono pochi anche sulle librerie, questo sono moderne, ti piacciono?

graduate.jpg

arclickdesign-libreria-piano-design-riva

arclickdesign-libreria-piano-design-riva

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Otto von Ubert Steiner
16 ore fa, mozarteum ha scritto:

nelle case pubblicate di alto arredamento ci siano pochi libri?

E soprattutto che nelle riviste hifi e arredamento tutte le elettroniche funzionano senza cavi di alimentazione/segnale e i diffusori non hanno mai i cavi di potenza?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Robbie

Confesso di essere un po' fissato con tutto ciò che proviene dalla mano di Dieter Rams, ma uno degli aspetti che ho più apprezzato del brand Vitsoe (nato sulle sue creazioni) è proprio quello di utilizzare come dimostrazione degli ambienti "veri".

E cosa c'è di più vero delle case dei clienti?

https://www.vitsoe.com/eu/606/gallery
 

C'è anche la sezione dedicata all'audio e ai dischi! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

In sostanza, io credo che la nostra abitazione deve essere di nostro gradimento/ confort e a questo è lei che si deve adattare, non siamo noi a doverci adeguare ad arredamenti standard e martellanti proposti dagli influencer. La casa cresce progressivamente con noi, lentamente e secondo la necessità e situazione  del momento. Ogni anno però arriva sempre qualche novità ( acquisti, eredità, accumuli vari). Il difficile è imparare  a  non immagazzinare finendo per dover rinunciare ad alcuni nostri spazi sacri per lasciare il posto ai nuovi arrivati, 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

@mom chi compra mobili moderni di design, al pari di chi opta per mobilio d’eopca o  dell’Ikea, credo lo faccia sempre in base al proprio gusto per ottenere il massimo comfort, fa eccezione solo chi si fa arredare casa da un arredatore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin

Mi piacerebbe abitare una casa dalle stanze vaste e col minimo arredamento possibile. Mi piace lo spazio in quanto tale. Purtroppo  una delle mie varie personalità tende all'accumulo di puttanate di ogni ordine e grado, e in realtà vivo in una casa con tante piccole stanze nata dall'unione di due appartamenti,   stanze che sarebbero "crammed with everything"  senza l'intervento costante di madame e del suo approccio bulldozer alle pulizie e al riordino...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferrocsm
17 ore fa, Ryo ha scritto:

Per come la vedo io, casa confortevole significa rifuggire da qualsiasi regola o schema predeterminato lasciando che la casa trovi da sola il suo ordine

Che la casa trovi da sola il suo ordine mi pare un poco forte come affermazione, non so se seguite la trasmissione l'eredita trasmessa dalla Rai, durante uno spot pubblicitario c'è Insinna che pubblicizza una polizza assicurativa delle poste inerente la casa e termina dicendo di assicurare la nostra casa perché è lei stessa a chiedercelo. Ma abbiamo perso il senso della misura?  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
17 ore fa, mozarteum ha scritto:

avete fatto caso come nelle case pubblicate di alto arredamento ci siano pochi libri?

E nessun impianto hi-fi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
17 ore fa, Ryo ha scritto:

rifuggire da qualsiasi regola o schema predeterminato lasciando che la casa trovi da sola il suo ordine

La mia sta ancora cercando senza successo. Col disordine che c'è, vai a capire dove ha messo il suo ordine...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

la casa confortevole?

per quanto mi riguarda deve essere piena di cose della vita... magari pure cose senza valore, ma che fanno parte della vita vissuta, che sia in coppia, in famiglia, o da soli.

Per esempio, oltre i classici sovramobili (mia moglie colleziona teiere e statuette di bambi/porcellana),

vanno benissimo anche "quel sasso della forma particolare" trovato in una spiaggia al mare 35 anni fa... o quel pezzo di legno vecchio trovato nel bosco in NL, 45 anni addietro ecc...

Mobili di legno, preferibilmente...  divani comodi... quadri che piacciono a chi li guarda poi tutti i giorni, anche quelli comprati al mercatino della domenica.

Naturale... le foto dei nipotini...

Ovviamente.. la libreria non può mancare... (mia moglie ama leggere... la libreria è piena di libri... ho provato a regalarle un "kindle" ma proprio non ce la fa... un bel libro, una bella rivista, è impagabile).

Sul tavolino, in salotto, ci sono sempre delle riviste sue, oltre che mie...

le sue trattano di arredamento, case in campagna, fiori e piante. Le mie sono quelle riviste di Stereo, HifI, Dischi ecc. Ogni tanto qualcosa che parli di automobili, ma poche volte.

Il bello è che entrambi parliamo anche qualche lingua straniera e quindi le riviste sono quasi sempre multilingue...

La cosa più bella, però, a casa mia, sono le pareti con le mensole... lì sopra ci stanno migliaia e migliaia di CD.

fanno bene alle orecchie e fanno benissimo anche all'occhio...

Un bel tappetto per terra (anche se, per ragioni pratiche, da un po' l'ho messo via...


Bell'argomento, MT... BRAVA 😘

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Schelefetris

nella vita quotidiana conta molto per me con chi si interagisce quindi concordo con moz sul vicinato, concordo pure con mom sugli spazi, pure noi prediligiamo gli esterni.

per quanto concerne l'arredamento pur apprezzando alcune cose moderne si preferisce un gusto più "rustico/country" personalizzato. Mai camere arredate come in un catalogo ma pezzi uniti tra loro nel tempo, quando capita di trovarli e che, come per gli amici, ci colpiscono per qualche motivo. Fondamentali le pareti dove i quadri e le librerie non devono mancare come la musica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Un punto fermo e imprescindibile: ALLA LARGA DALLA SEMPLICE IDEA DI CONDOMINIO e relativi amministratori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ryo
1 ora fa, lufranz ha scritto:
18 ore fa, Ryo ha scritto:

rifuggire da qualsiasi regola o schema predeterminato lasciando che la casa trovi da sola il suo ordine

Mostra altro  

La mia sta ancora cercando senza successo. Col disordine che c'è, vai a capire dove ha messo il suo ordine...

Se ti ci ritrovi senza grossi problemi, vuol dire che quello è il suo ordine😉 Ho un amico la cui casa è una via di mezzo tra un suq e un bric-à-brac ma riesce a trovare qualsiasi cosa in un secondo. Io non ci vivrei manco se me pagassero ma è divertente nel suo caos totale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ryo
1 ora fa, ferrocsm ha scritto:
18 ore fa, Ryo ha scritto:

Per come la vedo io, casa confortevole significa rifuggire da qualsiasi regola o schema predeterminato lasciando che la casa trovi da sola il suo ordine

Che la casa trovi da sola il suo ordine mi pare un poco forte come affermazione, non so se seguite la trasmissione l'eredita trasmessa dalla Rai, durante uno spot pubblicitario c'è Insinna che pubblicizza una polizza assicurativa delle poste inerente la casa e termina dicendo di assicurare la nostra casa perché è lei stessa a chiedercelo. Ma abbiamo perso il senso della misura? 

Non prendere alla lettera quel ho scritto, è solo un'immagine che agisce per suggestione e non per presa logica diretta.

Intendevo dire che non mi sforzo di tenere in ordine o in disordine, in questo senso la casa trova il suo ordine o il suo disordine. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Schelefetris

restando sul tema, sono convinto che sbaglia chi modifica le abitazioni prima di andarci a vivere. prima di capire cosa fare occorre vivere le case almeno 6 mesi se non un anno.

certo fare dei lavori dopo aver iniziato a vivere la casa non è confortevole ma i vantaggi secondo me superano gli svantaggi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ryo
3 ore fa, briandinazareth ha scritto:

così come uno spazio di decompressione per potersi isolare...

Nella mia saletta di meditazione non può entrare nessuno tranne il mio alter-ego femminile che ha una seconda chiave 😉😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferrocsm
11 minuti fa, Ryo ha scritto:

Non prendere alla lettera quel ho scritto

Più che prendere alla lettera ciò che hai scritto Ryo io intendevo riflettere su come intendono abbindolarci con la pubblicità, le enormi sparate dette cercandoci di prenderci dal lato dei sentimenti, il bimbo che ci chiede espressamente quella merendina o quel paio di scarpe, il cane con gli occhi pietosi che ci chiede quei croccantini e fino a qui ci potrebbe anche stare, ma la casa che supplica di essere assicurata alle poste mi pare una cavolata. Che poi magari se lo facessi notare o a Insinna o alle poste potrebbero rispondere come anche tu hai fatto di non prendere tutto alla lettera.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ryo
1 minuto fa, ferrocsm ha scritto:

Più che prendere alla lettera ciò che hai scritto Ryo io intendevo riflettere su come intendono abbindolarci con la pubblicità, le enormi sparate dette cercandoci di prenderci dal lato dei sentimenti, il bimbo che ci chiede espressamente quella merendina o quel paio di scarpe, il cane con gli occhi pietosi che ci chiede quei croccantini e fino a qui ci potrebbe anche stare, ma la casa che supplica di essere assicurata alle poste mi pare una cavolata.  

La pubblicità è per gli idioti inconsapevoli i cui meccanismi di funzionamento psicologico sono ben conosciuti dai pubblicitari i quali fanno a gara per renderci sempre più dipendenti da bisogni indotti ad hoc.

Qualunque essere umano che miri a essere anche solo un po' meno robot eterodiretto dovrebbe evitare di vedere qualunque pubblicità in modo da tarpare le ali ai novelli stregoni del marketing e salvaguardare il proprio intelletto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
34 minuti fa, Ryo ha scritto:

La pubblicità è per gli idioti inconsapevoli i cui meccanismi di funzionamento psicologico sono ben conosciuti dai pubblicitari i quali fanno a gara per renderci sempre più dipendenti da bisogni indotti ad hoc.

secondo me questo è un terribile errore di valutazione a meno di pensare che siamo tutti idioti (cosa che per un certo verso è vera, e nel marketing e l'economia pure misurabile).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Mo non esageriamo. Ha ragione Costanzo sono consigli per gli acquisti. Per me la pubblicita’ e’ informativa utile su cio’ che il mercato propone, mai subita alcuna sudditanza.

Poi sta a noi decidere se gettare il tempo nel cesso del lavoro (straordinari, maggior lavoro autonomo) valga l’ultimo  iphone o il divano di cassino: in economia si chiama penosita’ marginale del lavoro. 

Secondo me e’ una delle cause importanti della crisi attuale. Avendo tutti tazze bicchieri tappeti e smartphone con spotify ecc. Airbnb ecc. la domanda chi me lo fa fare ricorre ogni mezz’ora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Analisi impeccabile, moz.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

A meno che uno non sia milanese, protestante, o si reputi immortale, beninteso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    289.819
    Discussioni Totali
    6.174.925
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us