zalter

cronaca e costume Gilet gialli. Protesta contro caro benzina in Francia

Messaggi raccomandati

wow
5 minuti fa, Lorenzo67 ha scritto:

ma siccome ti do lezioni di democrazia

questo non si autocertifica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Lorenzo67
Adesso, wow ha scritto:

Lorenzo, è da sei mesi che stanno andando avanti (e indietro) a str****ate. 

Quanto ci è costato? 

Ma guarda che la penso allo stesso modo. Sbagli bersaglio

Adesso, wow ha scritto:

questo non si autocertifica

L'hai detto tu, ti vengo dietro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
11 minuti fa, Lorenzo67 ha scritto:

Ma guarda che la penso allo stesso modo. Sbagli bersaglio

2 ore fa, Lorenzo67 ha scritto:
2 ore fa, nullo ha scritto:

hai uno strano senso della democrazia, tu come altri qui dentro

Per certuni democrazia è tale solo se vince la loro parte politica.

Altrimenti è populismo, fascismo, razzismo, xenofobia, cancro, invasione delle cavallette, coccodrilli bianchi delle fogne di New York, ecc ...

mi riferivo a questo, ma va bene, ho capito male io.

Oggi ti ho messo anche un melius :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
1 minuto fa, Lorenzo67 ha scritto:

Ma guarda che la penso allo stesso modo. Sbagli bersaglio

Hai voglia a spiegarlo...

confondere i piani della discussione e farne un calderone è il succo. Come tirar fuori idoli inesistenti e governi ondivaghi.

oppure fare riferimenti ad improbabili uguaglianze sul piano economico, il massimo presentare come un fine utile  le disuguaglianze sul peso del voto ed essere contemporaneamente paladini della costituzione più bella del mondo e di conseguenza intangibile.

provare a spiegare che è ovvio non potersi muovere contro la maggioranza delle persone a prescindere dalle supposte o realistiche ragioni di ognuna delle parti e cosa troppo normale quanto impossibile da porre in essere, vieni etichettato subito come cretino, analfabeta funzionale, adepto di una qualche setta religiosa e ti si attribuiscono chissà quali radici di pensiero politico.

lo chiamo furore ideologico e mancato ascolto, due elementi base per il dialogo.

il risultato?

Dilettanti allo sbaraglio... ottima scelta sia tattica che di campo. Le èlite politiche evaporate e all'angolo sono evidentemente il movente per prodursi inutili ma soddisfacenti recriminazioni che fanno sentire orgogliosi delle proprie scelte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Lorenzo67

Uno di questi giorni mi toccherà fare coming out e dire per chi ho votato, ma non sono certo che sarebbe sufficiente 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
1 minuto fa, Lorenzo67 ha scritto:

Uno di questi giorni mi toccherà fare coming out e dire per chi ho votato, ma non sono certo che sarebbe sufficiente 🙂

Non può bastare, devi essere allineato su tutti gli assi ed usare uno specifico vocabolario, avere inoltre la giusta faccia e la sfumatura bassa, quelli con la zazzera negli anni ''70 oggi hanno l'abito grigio e picchiano duro sugli ultimi della classe cui prima passavano il compito.

Ai tempi parlavano di salari sempre troppo bassi, pensioni e scala mobile, di sei politico, insomma populisti della prima ora che non si riconoscono più nelle foto in bianco e nero.

film già visti e rivisti...

Il che non dice nulla sui gilet gialli e su cosa succederà sabato complici anche gli studenti ora schierati con loro, ovvero, sarà bastata la retromarcia di Macron e Philippe, o una volta acceso il fuoco la contestazione andrà avanti e il movimento diverrà un partito dal peso rilevante alla prossime elezioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow

mon dieu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Savgal

Rispondo alla questione della destra sociale, storicamente è stata il rifugio della piccola borghesia che teme la proletarizzazione e che vorrebbe per questa ragione cristallizzare le gararchie sociali.

Rimane aperta la questione fondamentale a cui mai si risponde, come si costruisce e si legittima la gerarchia sociale? La destra conservatrice sostiene che debba essere il mercato, la sinistra rivoluzionaria afferma che non vi sarà più nessuna gerarchia sociale, la sinistra ritiene che ciò che più si avvicina all'uguaglianza è la massima mobilità sociale e che quindi si devono offrire a tutti le massime opportunità possibili e che quindi sarà poi il mercato a stabilirla. Dalla destra sociale non è pervenuta alcuna risposta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
15 minuti fa, Savgal ha scritto:

destra sociale non è pervenuta alcuna risposta.

Perché è fuori dai giochi per qualsiasi osservatore ad occhi aperti.

non ha i numeri

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Lorenzo67
1 ora fa, Savgal ha scritto:

Rispondo alla questione della destra sociale, storicamente è stata il rifugio della piccola borghesia che teme la proletarizzazione e che vorrebbe per questa ragione cristallizzare le gararchie sociali.

Questa è una sciocchezza, dovresti informarti meglio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico
2 ore fa, Lorenzo67 ha scritto:

@wow Si sono accorti che è una str****ata, hanno già fatto marcia indietro

son sei mesi che vanno avanti a tornare indietro dopo str****ate... siamo già sui 4 o 5 miliardi di "bolletta".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
2 ore fa, stefanino ha scritto:

peccato che invece la realta' produttiva italiana sia fatta da PMI, che gli investimenti e le riforme per attrarre qualche colosso non siano stati fatti (esempio tempi giustizia vìcivile umani) raccomandando a chiuque di starsene lontano dall'italia, che nessuna delle norme messe in cantiere abbia snellito la burocrazia favorendo la crescita della dimensione delle aziende o aa nascita di nuove imprese e che, dulcis in fundo, non si siano fatti scappare l'occasione per fare un po' di condoni chiamandoli "disclosure".

Stefanino sono decenni che ad ogni Governo il mantra sono le riforme e regolarmente qualcuno ogni volta si mette di traverso, le uniche riforme che abbiamo fatto sono merito dell’Europa che le ha imposte, il nostro tessuto è composto in prevalenza da piccole e medie imprese e da partite iva perché non si è mai voluti andare oltre, le riforme non le abbiamo mai fatte, per gli investimenti vale quanto detto per le riforme, la sostanza è che in Italia nessuno investe e se può, anche chi già c’è delocalizza e sinceramente non mi sento di dargli torto.

Alla fine come vedi nei fatti siamo d’accordo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico
2 ore fa, Savgal ha scritto:

la sinistra ritiene che ciò che più si avvicina all'uguaglianza è la massima mobilità sociale e che quindi si devono offrire a tutti le massime opportunità possibili e che quindi sarà poi il mercato a stabilirla.

La sinistra dice sta cosaaaaaa?!? 

ma de ché, ma 'ndo? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
3 ore fa, Lorenzo67 ha scritto:

E quindi non è stata la sinistra, in accordo coi sindacati, a stabilire il limite dei 15 dipendenti, oltre il quale il datore di lavoro si trova praticamente ammanettato?

Ecco cos'ha impedito alle aziende italiane di crescere. I salti mortali che fanno le imprese per tenere i dipendenti sotto quel limite.

Lorenzo il limite di 15 dipendenti è un problema per il piccolo artigiano o per la piccola azienda, una multinazionale o una grande azienda il problema non se lo pone neppure.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico
8 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

se può, anche chi già c’è delocalizza e sinceramente non mi sento di dargli torto.

dargli torto? ma gli faccio un applauso di 90 minuti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
Adesso, adriatico ha scritto:

dargli torto? ma gli faccio un applauso di 90 minuti.

Paolo sempre esagerato. :D 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
newton

Comunque mentre di là fanno una mezza rivoluzione per l'aumento delle accise di qua avere un governo che ha vinto promettendo di toglierle e poi non le toglie;

le aumenta il Liguria visto che già subiscono un danno enorme e ora si inventa una tassa uguale a quella che ha suscitato rivolta...non è fantastico?

Renzi al confronto è un apprendista...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
newton

Comunque la Castelli ha dichiarato che la tassa ci sarà perché è nel contratto quindi credo che non se ne farà di niente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
3 ore fa, nullo ha scritto:

provare a spiegare che è ovvio non potersi muovere contro la maggioranza delle persone a prescindere dalle supposte o realistiche ragioni di ognuna delle parti e cosa troppo normale quanto impossibile da porre in essere, vieni etichettato subito come cretino, analfabeta funzionale, adepto di una qualche setta religiosa e ti si attribuiscono chissà quali radici di pensiero politico.

Ma al di là delle contorsioni lessicali, delle negazioni delle negazioni delle negazioni a cascata, ma pensi davvero che il governo assennato e responsabile sia quello che si muove sui desiderata di una (presunta) maggioranza facendo andare a rotoli un Paese? A casa mia si chiama populismo, anche se il termine provoca l'orticaria ai populisti. Ma non è un dogma né tantomeno democrazia. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino
3 ore fa, nullo ha scritto:

non ha i numeri

se si considera la lega di destra direi cheb la questione fiscale per le microimprese, la (speriamo prossima) revisione fiscale per il lavoro dipendente e al questione eta' pensionabile mi ricordano parecchio la destra sociale.

La destra non-sociale (quella che un tempo era rappresentata dal Partito Liberale) e' quella che e' scomparsa...mi sbaglio e' quella che ha inquinato la sinistra stirica.

Oggi abbiamo partiti sedicenti di sinsitra che leccano il deretano alla finanza e alla grande industria con i risultati che vediamo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico
25 minuti fa, stefanino ha scritto:

Oggi abbiamo partiti sedicenti di sinsitra che leccano il deretano alla finanza e alla grande industria con i risultati che vediamo.

la finanza ti pianta le natiche sulla faccia e se vuoi lecchi altrimenti stai così, con la faccia in posizione.

vale per tutti i fenomeni che credono di poter fare quel che gli pare solo perché hanno il voto di una banale tornata elettorale.

il popolo lo si lascia sfogare poi lo si fa rivotare finché indovina la risposta. La risposta giusta la scrive chi tiene i cordoni della borsa. È così sin dai tempi di Roma Imperiale per chi ha studiato la Storia. I cordoni della borsa li tiene LA FINANZA. Altrimenti si chiamerebbe LA POLISPORTIVA o LA CONFRATERNITA DEL BACCALA' ...

Solo il comununismo è riuscito a farne a meno per una 70ina d'anni per poi morire di fame e rientrare nei ranghi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
1 ora fa, adriatico ha scritto:

Il popolo lo si lascia sfogare poi lo si fa rivotare fincindovina la risposta.

Ma questo è assennato, l'unica misura possibile.... e prevenire pessime derive è opportuno, perché i costi poi sono alti per tutti.

il contrario non è nel novero delle possibilità in democrazia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino
1 ora fa, adriatico ha scritto:

vale per tutti i fenomeni che credono di poter fare quel che gli pare solo perché hanno il voto di una banale tornata elettorale

quello che intendevo sono operazioni abbastanza singolari come prestare (saranno rientrati?) 4 miliardi a MPS per parare il deretano a chi l'ha amministrata ad minchiam

ma ci metteri anche i 4 miliardi sganciati pronta cassa su un contratto (successivamente dichiarato non legittimo) a Morgan Stanley dal sciur Monti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
2 ore fa, stefanino ha scritto:

se si considera la lega di destra direi cheb la questione fiscale per le microimprese, la (speriamo prossima) revisione fiscale per il lavoro dipendente e al questione eta' pensionabile mi ricordano parecchio la destra sociale.

La destra non-sociale (quella che un tempo era rappresentata dal Partito Liberale) e' quella che e' scomparsa...mi sbaglio e' quella che ha inquinato la sinistra stirica.

Oggi abbiamo partiti sedicenti di sinsitra che leccano il deretano alla finanza e alla grande industria con i risultati che vediamo.

Inquadrare il momento coi vecchi schemi mi pare una forzatura.

il movimento francese, fortemente trasversale,  ha in sé i germi di un nuovo partito, il rischio di sfondare porte aperte è altissimo coi classici partiti alle corde e un Macron praticamente già evaporato.

questi se solo si rendono conto di quanta forza abbiano fanno strike, comprendere come i politicanti di mestiere non abbiano colto il livello debordante del malcontento legato ai continui stress è per me impossibile. Continuare a cannibalizzare larghi strati della società per mantenere in piedi il castello di carte non è in questo momento sostenibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
2 ore fa, wow ha scritto:

se il termine provoca l'orticaria ai populisti.

Come già detto nessuno fu più populista della sinistra nel dopoguerra, ma non hanno scherzato neanche quelli della DC, come Berlusconi, Lega ed altri, non ultimo Renzi.

tutto è populismo se visto con gli occhi di chi non è d'accordo ed ha altri interessi.

ma stiamo parlando della Francia, lo vorrei ricordare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino
30 minuti fa, nullo ha scritto:

Inquadrare il momento coi vecchi schemi mi pare una forzatura.

non inquadro trovo similitudini.

rientrando nella discussione originaria (giubetti gialli incazzati come bestie) quello che si conferma (e la storia italiana insegna) e' che i presidenti/premier  tirati fuoiri dal cilindro che hanno come unica forza il coalizzare forze eterogenee contro qualchge cosa o  qualcuno (nel caso di specie la Le Pen) durano poco e fanno gazzate 

Credo che le europee confermeranno la pochezza del fare coalizioni contro e anche una certo fastidio dei francesi per un presidente che fa il vassallo di krante cermania

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
5 ore fa, wow ha scritto:

Ma al di là delle contorsioni lessicali, delle negazioni delle negazioni delle negazioni a cascata, ma pensi davvero che il governo assennato e responsabile sia quello che si muove sui desiderata di una (presunta) maggioranza facendo andare a rotoli un Paese?

La sinistra intera presenta una mozione di censura contro Macron ed il suo governo. Dissennati.

per il resto... sottolineo i poliziotti stessi...

<<Nonostante la correzione di rotta dell'Eliseo, però, tutto sembra convergere ineluttabilmente verso un altro sabato di guerra a Parigi. A stringere il cerchio intorno ad un Emmanuel Macron che in sole tre settimane ha visto precipitare nel caos il suo mandato presidenziale, c'è anche il contagio della rivolta: studenti, camionisti, agricoltori, autisti di ambulanze, ora anche i poliziotti stessi. Tutti sembrano voler fiancheggiare o sfruttare la scia dei gilet gialli, anche se il sostegno dell'opinione pubblica alla protesta è calato ed è ora fra il 60 e il 70% contro l'84% della settimana scorsa.>>

da Huffington post

o Formiche .net

o tutto quello che si vuole

ansa.it parla di golpe da fonti vicine al governo

mi sembra assennato e responsabile condurre il paese nel baratro della guerra civile? Pare che io debba rispondere di sì per il pensiero dominante qui

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo

Pronto  Pierre de Villier

ex capo di stato maggiore per sostituire il capo del governo, si comincia a temere il peggio e l'arrocco è una conseguenza... con logiche conseguenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Oggi la popolarità di Macron è scesa sotto il 20%. Che fareste al suo posto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    290.587
    Discussioni Totali
    6.203.123
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us