Jump to content
Melius Club

dufay

Le Ariosto... Sistemi di altoparlanti furiosi.

Recommended Posts

dufay

Autocostruzione di un certo livello... 

IMG_20181201_182609.jpg

IMG_20181201_182600.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

IMG_20181201_182618.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

IMG_20181201_114243.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
marcopollo

Acc Dufay, ma cosa hai combinato ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

Qua si va avanti... 

Semplificazione concettuale delle megareference con qualche variazione. 

Doppio woofer faital pro in serie da 10 pollici in un mobile da 70 chili per appena 47 litri lordi interni. Frequenze da 50 a 200 hz. 

Doppio mid scan speak illuminator inserito in un cilindro di alluminio da 20 cm di diametro e spesso 2 cm. Frequenze da 200 a 2200.

Tweeter scan speak revelator doppio magnete anche lui inserito in un cilindro ma non di alluminio. Da 2200 in su. 

Mid e tweeter sono poi appesi tramite enormi o ring di gomma alla struttura di ferro che scarica a terra. 

La differenza tra prototipo fatto con mdf da 19 mm per i woofer e 25 mm per i medi è incredibile... 

Ovviamente sub a parte. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
homesick

Ciao Franco , quindi queste sono fatte e finite e non prevedono un sub a parte?

Share this post


Link to post
Share on other sites
sm63

Molto molto belle ...complimenti per la forma e rifiniture ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
pro

Bell'oggetto. Complimenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
sm63

Chi  ha disegnato il supporto sa il fatto suo ...complimenti anche per questo ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
joe845

Un po' tamarre.ma belle 😉

G

Share this post


Link to post
Share on other sites
camaro71

Il Ludovico si sta ribaltando nella tomba :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
camaro71

Al confronto le avalon tesseract sono meno inquietanti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

Ci vuole un sub anche per queste. 

Il segreto per avere alta sensibilità (94 dB in questo caso che non sono pochi) e dimensioni ridotte e facilità di pilotaggio è avere le basse frequenze sotto i 70/50 hz a parte. 

Grazie per i complimenti. 

Io ho fatto il progetto generale scegliendo gli altoparlanti, i volumi interni e gli accordi, le misure geometriche e il filtro ma il mobile e la struttura l'ha fatta il proprietario Albero Reali con l'aiuto di un altro amico Simone Saraceni entrambi de Roma. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
newton

...alla fine come vanno questi scanspeak rispetto ai dynaudio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
leosam

Complimenti a Franco e ai progettisti della struttura ,se suonano per come sono costruite...!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

Suonano suonano... 

Gli scan illuminator sono ottimi e si possono incrociare bassi I Dynaudio no. 

Quindi con questi è possibile fare un tre vie (più sub) alla mia maniera cioè con altoparlanti pro grossi a fare i bassi. 

Con i mid esotar ci vuole una via in più. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99

@dufay 

9 ore fa, dufay ha scritto:

Tweeter scan speak revelator doppio magnete anche lui inserito in un cilindro ma non di alluminio

Passano gli anni, ma si rafforza in me la convinzione che il tweeter più equilibrato mai costruito  è  lo scanspeak revelator classic. Tutti gli altri,per eccellere in alcuni parametri, ne peggiorano poi altri. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

No. Il migliore è di gran lunga l'esotar 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
orsa99

@dufay perché poi l'1 e non il 2? Perché l'1 scende di più e si può incrociare meglio senza midrange?

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

Ho fatto il confronto con una coppia di tweeter delle Evidence con misure e tutto li ho resi equivalenti come risposta. 

Più aereo l'evidence più corposo l'esotar 1.

Troppa aria, preferisco la ciccia. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Telstar2

Lo sai che mi aspettavo una configurazione di questo tipo del mobile dopo aver visto il work in progress prima dell'estate? ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
indifd

@dufay

Complimenti sinceri Franco, le "cose" più interessanti sul fronte diffusori da un po' di tempo per me le sto vedendo a Tresigallo, complimenti anche a chi ha costruito l'hardware di supporto e i moduli dei mid/tweeter.

Se non sono indiscreto per il sub che scelte sono state fatte?

Quando descrivi facilità di pilotaggio e 94 dB di sensibilità definisci un diffusore "pilotabile" da un finale valvolare con una potenza anche media o medio/bassa?

On 12/2/2018 at 10:05 AM, dufay said:

La differenza tra prototipo fatto con mdf da 19 mm per i woofer e 25 mm per i medi è incredibile... 

Se ho compreso bene stai dicendo che a parità di trasduttori e filtri la resa in un "mobile tradizionale" in mdf rispetto alla resa con i supporti visibili in foto è molto alta?

In quali parametri?

Ferdinando

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

Ciao Ferdinando il sub il proprietario già ce l'ha ed ha due woofer da 30 cm in cassa chiusa per canale. 

I woofer da 10 pollici sono in serie quindi di facilissimo pilotaggio I medi invece in parallelo per arrivare alla sensibilità con un minimo in gamma media poco sopra i 3 ohm. 

Il mobile super con tutta la struttura diminuisce il mascheramento, il basso addirittura sembra suonare più piano tanta è la maggiore pulizia, si può ascoltare senza fatica a volumi molto più alti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo

@dufay Mi piace il tw sospeso su elastici, mi piace il medio...sospeso su elastici...chissà da chi hai preso questi concetti...😀

Mi piacciono meno quei woofer sul pavimento...avrei preferito un woofer in meno e un medio in meno...poi magari avrei spostato il woofer più in alto...magari in cassa chiusa...😀

Però vedi che migliorano le realizzazioni!

Forse la strada è di qualcosa di più semplice rispetto a quello che ho ascoltato io...il Mega Refernce.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

Il matto a molle è matto ma certe cose funzionano a prescindere dalle condizioni psichiatriche. 

E ovviamente ci sarà pure una coppia di sub woofer in cassa chiusa stavolta. 

Queste sono finite proprio a Roma, appena mi arriva la roba per il crossover lo costruiro' e saranno ascoltabili colà. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
camaro71
39 minuti fa, Arnaldo ha scritto:

Forse la strada è di qualcosa di più semplice rispetto a quello che ho ascoltato io...il Mega Refernce.

Piu semplice certo. le megareference sono un esercizio di altissimo livello e complicazione :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo
1 ora fa, dufay ha scritto:

Queste sono finite proprio a Roma, appena mi arriva la roba per il crossover lo costruiro' e saranno ascoltabili colà. 

bene!

vedi che tanto matto non è...basta prendere ciò che c'è di buono...dalle persone.

😉

...vedrai che poi arriverai anche a cercare di annullare il più possibile le riflessioni...della stanza...piano piano..un passo alla volta...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo
1 ora fa, camaro71 ha scritto:

le megareference sono un esercizio

l'esercizio...diventa fine a se stesso...poi io preferisco altri esercizi!😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
dufay

Fine a se stesso un par di ciufoli scusa Arnaldo eh... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Arnaldo
17 ore fa, dufay ha scritto:

Fine a se stesso un par di ciufoli scusa Arnaldo eh... 

Sta ancora li da te e mò è pure smontato...😉

Domanda...seria...

Cosa sceglieresti per un 3 vie?

Unico vincolo... Woofer da 25cm cassa chiusa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293987
    Total Topics
    6391032
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy