E88CC

Ma se in fase di mastering usano apparechi e cavi normali, come fa l'hi-end a migliorare un segnale?

Messaggi raccomandati

ClasseA
18 minuti fa, E88CC ha scritto:

Quindi se usassi in fase di riproduzione gli stessi apparecchi/cavi usati al momento del recording/mastering sarei gia al massimo della qualità possibile, visto che nulla si crea se non c'è in origine...

Ma davvero credi in questa cosa? C'è un grave errore di logica alla base. Noi non sappiamo quanto abbiano impoverito il messaggio i cavi dal microfono alla console ... Noi consumatori finali abbiamo una registrazione che non conosciamo se non quando viene riprodotta. È la qualità in sede di riproduzione che ci informa della bontà dell'impianto, cavi compresi!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

quindi mi vorresti dire che chi crea la musica che ascoltiamo lavora alla cieca, anzi, alla sorda?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ClasseA

@ST1971 

Dici a me?

Se dici a me, ti rispondo che non ho mai scritto una cosa del genere. La memoria di ciò che avviene in studio al massimo ce l'ha chi ci ha lavorato. Conoscenza che si perde... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

@Brandx arte mi sembra esagerato. Ci sono tanti tecnici Rai vecchia scuola che sono in grado di fare eccellenti riprese. Ma non sono artisti, hanno fatto solo dei corsi professionali...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

@captainsensible alla luce di questa tua affermazione potresti dirmi cosa e' arte per te? 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

@ST1971 arte è forse fare bene il proprio lavoro ?

Si questa potrebbe essere arte...ma io che faccio il mio lavoro non mi considero un artista...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

ok, ma non hai risposto alla mia domanda. Cosa e' l'arte per te? 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

@ST1971 l'arte per me ? è tutto quello che viene fatto "ad arte".

Se vuoi ti spiego meglio.

Registrare un brano per me non è uguale a scattare una foto, dipingere un quadro, o fare una scultura, perché registrare un disco per me è "tecnica" ovvero l'uso di strumenti per addivenire ad un risultato, a differenza di chi dipinge un quadro, che coinvolge l'interiorità del pittore o una sua visione intimistica.

Che poi un pittore anch'esso faccia uso della tecnica, scegliendo il tipo di tempera o il pennello o la tela, questo è un altro discorso.

Tuttu questo approccio "romantico" nel registrare un brano, personalmente non ce lo vedo.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

quindi neanche il montaggio di un film o le riprese delle scene di detto film per te sono arte?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

@ST1971 cosa c'entra il film adesso.

Qui si parla di ripresa ad alta fedeltà di una orchestra...voglio ascoltare un violino che suona da violino, un piano che suona da piano, non un violino che suona da synth con il flanger attaccato...

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fabbe

La domanda iniziale è giusta è ha un senso logico alla quale forse non abbiamo dato risposta. Perché usare cavi che costano n volte di più di quelli utilizzati da Fone' per esempio. Perché acquistare un convertitore che costa n volete di più di quello utilizzato da RR?  Non c'é per me una risposta scientifica. Lo facciamo secondo me per diversi motivi, possono essere motivi emotivi ci fa sentire più appagati,  può essere che cerchiamo di modificare il suono in base al nostro gusto, marketing. Può essere come dicono gli americani circa efficacia dell'olio di serpente (ironia). Ma obiettivamente se usassimo almeno  lo standard utilizzato da chi registra i nostri dischi, e a volte si spende di meno,  non perdiamo nulla in qualità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Brandx

@captainsensible 

non sono d'accordo, se tu spendi tanti soldi per l'high end, vuol dire che apprezzi non solo l'artista ma anche tutto ciò che è stato fatto per rendere al meglio la registrazione, vedi "Pink Floyd" (i primi che mi vengono in mente). Ecco appunto la registrazione a regola d'arte, puoi chiamarla tecnica, ma a mio avviso in questo caso i tecnici sono anch'essi degli artisti nè più nè meno.    

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mattia.ds

I cavi hi end sono una bufala, non lo avete ancora capito ? 😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

@captainsensible se senti un violino che suona da violino e' perche' il tecnico audio ha fatto un lavoro a regola d'arte, quindi e' arte pure quella

a meno che tu non consideri quello che si occupa del mastering un semplice impiegato che applica le tabelline punto e basta.

Arte e' tutto cio' che deriva dalla creativita' e la libera espressione di un individuo secondo me, anche un piatto realizzato in cucina e' arte e si, pure una registrazione particolarmente accurata 🙂

Cosa c'entra un film? mi sono semplicemente legato al tuo discorso, se non consideri arte la fase di missaggio di un brano allora neanche la fase di editing di un film lo e', sono entrambe figlie della stessa corrente 😉

P.S. non so che lavoro tu faccia, ma io, dato che lavoro nel campo dello spettacolo mi considero ed a buon diritto un artista 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

@ST1971 l'ho detto prima, se arte è far bene il proprio mestiere, allora è tutto arte, anche il mio lavoro, che secondo il concetto di "arte" classico, di artistico non ha nulla...

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

@Brandx ok, visto che citi i Pink Floyd, leggiti l'intervista ad Alan Parsons, che quei dischi li ha registrati.

Ho postato il link qualche post fa.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

il tuo lavoro implica creativita'? allora si, e' arte 😉

Io mi reputo un artista non perche' faccio bene il mio lavoro, ma perche' per fare il mio lavoro devo creare concetti e messaggi con immagini e suoni, ergo sono un artista delle arti audio/visive 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E88CC

@fabbe 

Hai centrato il senso della mia domanda

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

@fabbe mi autoquoto solo per dire che hai espresso ne' piu' ne' meno il pensiero che condivido 🙂

"posso dire una bestialita'? Se tu usassi le stesse componenti elettroniche usate per monitorare il mastering di un determinato brano ascolteresti ne' piu' ne' meno quello che ha "combinato" l'ingegnere del suono, usando componenti casalinghe non facciamo altro che ascoltare una piu' o meno libera interpretazione di quello che e' il lavoro originario. In parole povere nel primo caso ascolti  "as is" nel secondo ascolti con le orecchie e gli strumenti di chi ha realizzato i diffusori, gli ampli, i dac e via discorrendo. E' questo il motivo per cui l'audiofilo medio e' alla costante ricerca del suo personalissimo shangri-la, perche' ascoltiamo sempre e comunque con le "orecchie" degli altri e non con le nostre 

concetto molto semplificato e "brutalizzato", ma penso si sia compreso il mio pensiero"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Brandx
19 minuti fa, captainsensible ha scritto:

visto che citi i Pink Floyd, leggiti l'intervista ad Alan Parsons, che quei dischi li ha registrati.

ALAN PARSONS: RECORDING VOCALS, PART 2

The Art & Science of Sound Recording.... se vuoi ti posto il link.

image.png.4a9033c1fa962fd494c0fa7caf3459ef.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

@ST1971 be', sei un creativo (allora anche io lo sono nel mio mestiere), perché con l'audio ed il video veicoli un messaggio o una tua visione del messaggio.

L'alta fedeltà però come tale dovrebbe essere alta fedeltà, non alta creatività.

Cioè se io in studio utilizzo che ne so un harmonizer o qualcosa di simile per impostare una voce, io non veicolo la fedeltà alla voce, ma veicolo la mia visione della voce.

Questa non è alta fedeltà, secondo me.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Brandx

The Art & Science of Sound Recording...😎

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

@Brandx inutile che mi fai vedere il banco Neve 8088 e le 802, guarda che ste cose non mi impressionano da anni...se vuoi ti dico pure come funziona quel banco, la tensione di lavoro delle strip ecc.

Ciao

PS, più che altro la Science of recording...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

@captainsensible gia' e per ottenere la vera alta' fedelta ci vuole un lavoro fatto a "regola d'arte", sempre li' si torna, che ci piaccia o no anche la capacita' tecnica e' arte in quanto espressivita', applicazione di cio' che conosciamo e sappiamo fare 🙂

Disquisire su cosa sia l'arte e su cosa si possa conquistare il diritto di fregiarsi della definizione di opera d'arte e' sempre molto pericoloso, complesso e spinoso 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E88CC

Si chiama Hi-Fi, alta fedeltá...ma fedelta a che cosa? 

Fedeltá al suono delli strumento originale o fedeltá al master realizzato in studio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fabbe

@E88CC Chiaramente fedeltà al master, se poi il tecnico è stato bravo anche allo strumento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
E88CC

@fabbe 

Dici?

Io di solito quando registro uno strumento, produco il suono, lo registro e il risultato della registrazione deve essere il piu possibile fedele al suono originale.

Ho scritto il piu possibile perche per quanto fedele nessun impianto è in grado di riprodurre il suono di uno strumento suonato dal vivo e su questo credo che siamo tutti d'accordo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

@E88CC be' in teoria dovrebbe essere tutto collegato, fedelta' a cio' che si sente nella realta' perseguito in primis dallo studio di registrazione e conseguentemente dal nostro impianto 🙂

faccio un esempio "video". ogni oggetto atto a riprodurre immagini presente in casa mia e' stato tarato, calibrato a puntino con software, pattern e sonda in modo da essere perfettamente corrispondente alle specifiche rec709 e bt.2020, in questo modo sono certo che se c'e' qualcosa di strano nella colorimetria (e non solo) di cio' che guardo non dipende da un problema della mia catena, ma da un difetto o da una scelta ben precisa del direttore della fotografia (che a hollywood comanda e conta anche piu' del regista, ne sa qualcosa il povero woody allen quando si e' scontrato con storaro 🙂 ) in fase di creazione del film. Ecco, lo stesso dovrebbe accadere con i nostri impianti e con gli studi di registrazione. Se gli oggetti atti a registrazione, mixing e riproduzione fossero strumentalmente neutri, senza interpretazioni e coloriture saremmo sicuri che cio' che stiamo ascoltando e' frutto solo ed esclusivamente di cio' che e' stato suonato, cantato, registrato e mixato e niente piu' 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Brandx
46 minuti fa, captainsensible ha scritto:

PS, più che altro la Science of recording...

non per fare polemica, ma  "Art & Science of Sound Recording"  è il libro scritto da Alan Parson

image.png.a160a08397b3d6c20bc2faa0e641dcb7.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fabbe

Parlando di master, ho appena ricevuto l'ultimo disco di Jacintha in SACD. Registrazione da 110 e lode.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Questa discussione è chiusa.

  • Statistiche forum

    290.403
    Discussioni Totali
    6.195.323
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us