lufranz

cronaca e costume Aiutatemi a spiegare all'hacker...

Messaggi raccomandati

lufranz

Sono due giorni che arriva in numerose varianti sempre la stessa mail: in data tot ho messo un virus nel tuo router e nel tuo computer, ti ho fregato tutti i dati, ho fatto un video con la tua webcam mentre guardi i filmini zozzoni e se non paghi entro 24 ore manderò tutto questo a bla bla bla… e ti farò esplodere il PC in mille pezzi mentre il gatto si metterà ad abbaiare alla luna.

Purtroppo a questi simpatici mattacchioni è impossibile rispondere.

Per favore, qualcuno sa come posso spiegare a questi onorevoli signori hackers che io, la webcam, NON CE L'HO... 😂🤣😜? ! ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giocec

Prepara i sacchi di sabbia intorno al pc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Ma i sacchi di sabbia non andavano vicino alla finestra ?

Anche questo dovrei spiegare all'hacker.

E se il gatto abbaia che si fa ? 😜

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giocec

Lo si fa vedere da un veterinario bravo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
landrupp

Se hai un filtro antispam prova a impostare un parametro che l'individui e li cestini direttamente in automatico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano

@lufranz fagli un bonifico e glielo scrivi nella causale 

A parte gli scherzi è bene non aprire mail di sconosciuti...ci sono in giro un sacco di virus che bloccano il computer 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

La semplice apertura di una mail in formato testo non può bloccare nulla. L'apertura di un allegato può essere molto pericolosa.

Quando ho voglia di aprirne qualcuno così per vedere a che livello di cretinaggine arriva 'sta gente, lo faccio dentro una macchina virtuale isolata che dopo viene eliminata.

Ma... mi date risposte serie ?????? !!!! ?????  non sono mica ammesse in una discussione che parte già da un delirio…

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
7 minuti fa, lufranz ha scritto:

La semplice apertura di una mail in formato testo non può bloccare nulla. L'apertura di un allegato può essere molto pericolosa

È già da un po' che non è più così 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
azn131

@lufranz vai dalla postale. Segnala quanto accaduto in modo tale da risalire alla provenienza del messaggio tramite numero IP e comportati di conseguenza.

Se necessario scattano denunce altrimenti potrebbe essere semplicemente mail spam. In ogni caso ti consiglio di scaricare un programma chiamato Malwarebytes dal sito ufficiale (mi raccomando, evitate softonic e simili) e fai una scansione. Scansione anche per quanto riguarda eventuali AdWare (diciamo dei virus, pubblicità fastidiose che si aprono sempre) e così via.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cano
1 minuto fa, azn131 ha scritto:

vai dalla postale. Segnala quanto accaduto in modo tale da risalire alla provenienza del messaggio tramite numero IP e comportati di conseguenza

Si perde solo del tempo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bost
11 minuti fa, lufranz ha scritto:

lo faccio dentro una macchina virtuale isolata che dopo viene eliminata.

@lufranz puoi spiegare meglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Schelefetris

@lufranz ne parlammo qualche settimana fa :D   l'ideale sarebbe mandargli una clip molto hard di un uomo con 6-7 bonazze spacciandolo per una propria performance scrivendogli, tu non hai nulla di me, il virus è una cavolata, però mi sei simpatico e ti do io del materiale. mandalo pure a tutti, la mia reputazione avrà un'impennata! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Xabaras
2 ore fa, bost ha scritto:

lo faccio dentro una macchina virtuale isolata che dopo viene eliminata.

Hyper-v o virtualbox?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
4 ore fa, Schelefetris ha scritto:

ne parlammo qualche settimana fa :D   l'ideale sarebbe mandargli una clip molto hard di un uomo con 6-7 bonazze spacciandolo per una propria performance scrivendogli, tu non hai nulla di me, il virus è una cavolata, però mi sei simpatico e ti do io del materiale. mandalo pure a tutti, la mia reputazione avrà un'impennata! :D

Ho letto di uno che gli ha risposto "manda pure a chi vuoi, sono un esibizionista".

Il problema è che non si può rispondere, l'indirizzo di origine è taroccato o è uguale a quello di destinazione. Penso che sia inutile anche cercare di individuare l'IP, sarà abbastanza furbo da fare un giretto di proxy.

2 ore fa, Xabaras ha scritto:

Hyper-v o virtualbox?

VMware player.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
4 ore fa, bost ha scritto:

puoi spiegare meglio?

Spiego: per fare cose potenzialmente pericolose si crea una macchina virtuale, poi ci si copiano i files a rischio e la si disconnette dalla rete virtuale che la unisce all'host. Una volta chiuse anche eventuali condivisioni di cartelle o volumi, a quel punto è isolata, come se fosse un PC fisico appoggiato sul tavolo. Ci puoi pastrocchiare in sicurezza qualsiasi cosa, compreso far partire un virus e vedere cosa fa.

Una volta finito di giocare, chiudi la VM e cancelli il disco virtuale eliminando ogni e qualsiasi traccia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
4 ore fa, Cano ha scritto:

È già da un po' che non è più così 

Se è puro testo ASCII è ancora e sarà sempre così. Il testo semplice non può essere eseguito in un visualizzatore, viene mostrato così come è senza alcuna altra operazione.

Se invece fosse una mail in formato HTML potrebbe anche "fare qualcosa" (se ad esempio c'è nascosta una macro in JScript).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
JohnLee

Io quando ho riceuto quella mail qualche mese fa ho postato questo su facebook

"OK, sono diventato importante.
Ho ricevuto la email che pare sia mandata per ricattare i VIP, dove mi informano che hanno hackerato il mio PC, preso controllo della telecamera e, se non gli mando $ 4000 in bitcoin, sono pronti a mandare a tutti i miei contatti il filmato di me che guarda i porno su internet.
Sono offesissimo, conosco della gente a cui sono stati chiesti 5000-7000 dollari e più.
Ora, non è concepibile che questa gente sia più ricca di me o che abbia fatto cose su internet più vergognose di quelle che ho fatto io.
A parte questa legittima incazzatura, li ho pregati di diffondere al più presto le clip integrali: alla mia età avere la prova che guardo ancora i porno sul web non può che aumentare alla grande il mio prestigio personale sia al bar che presso la popolazione femminile."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bost

@lufranz mm, per me , arabo. Grazie comunque 🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
8 ore fa, JohnLee ha scritto:

se non gli mando $ 4000 in bitcoin,

Ora sì che sono offeso, a me hanno chiesto la miserabile somma di 275 euro !

La prossima volta che l'hacker mi scrive, cestino la sua mail senza neppure leggerla così impara a fare richieste congrue 😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
1 ora fa, bost ha scritto:

mm, per me , arabo

Ci sono dei software che simulano un PC in tutto e per tutto, al punto che ha un suo "disco rigido" (un file nel disco vero del PC ospite) e ci devi installare un sistema operativo che può anche essere diverso da quello che c'è nel PC vero. Una volta installata e configurata, questa macchina virtuale si comporta in tutto e per tutto (diciamo al 99%, l'1% che resta riguarda l'interazione con l'hardware) come se fosse un computer separato e connesso tramite rete al sistema ospite. Puoi crearne anche più di uno, se hai RAM fisica a sufficienza per farli girare, e appariranno ognuno nella sua finestra come se fossero normali applicazioni.

Se disconnetti la rete virtuale isoli questa macchina simulata dal mondo reale, a quel punto qualsiasi cosa succeda al suo interno non può uscire e fare danni.

Qui si vede una macchina virtuale con Windows 10 che "vive" all'interno di un ambiente Linux

vmware-Linux-Win10.png

Ovviamente si può scegliere cosa e come condividere tra mondo reale e virtuale: dischi, periferiche USB, etc... persino il copia-e-incolla (copio da un documento aperto nella macchina reale e incollo in un altro aperto nella virtuale) e il trascinamento di files per la copia.

SE la VM si ingrippa o si infesta con qualche virus, è sufficiente cancellare tutti i suoi files e ripartire con una nuova (o con la copia di quella originale, che una volta creata si può mettere da parte per usarla a piacimento, anche in più istanze diverse e su computer diversi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bambulotto

Mi sembra molto più semplice installare Comodo Firewall ed aprire o eseguire file sospetti in Comodo container...tasto destro e via! 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Un firewall non ti mette al riparo da un eseguibile che razzola sul tuo disco e - ad esempio - ti cancella o crittografa files.

Una macchina virtuale sì.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bambulotto

Il container è come una macchina virtuale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bost

@lufranz ok, capito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tomminno

Comunque aggiornatevi, le macchine virtuali sono vecchie. Installatevi Docker for Windows e scaricatevi un'immagine col vostro browser preferito.

Ogni volta che lo avviate partite da 0 e ciao ciao problemi di qualsiasi tipo.

Dovete accedere all'home banking? Avviate un container, fate quello che dovete fare e chiudete.

Volete andare in giro ed evitare noiose pubblicità che appaiono in ogni dove? I container sono la soluzione. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Non sono la soluzione per tutte le applicazioni. Ad esempio se devo sviluppare un'applicazione Client-Server la simulazione non è realistica, perché i container condividono il kernel e le risorse HW con l'OS ospite. Inoltre non posso far girare OS diversi sulla stessa macchina.

https://neeners.neen.it/metodi-di-virtualizzazione-a-confronto-container-vs-virtual-machine/

Ho dato a un cliente i sorgenti di un lavoro su una macchina virtuale, configurata con tutto l'ambiente di sviluppo pronto per la compilazione. Se ha bisogno di fare una modifica al programma avvia la macchina virtuale, apre l'IDE con il progetto già pronto sul disco virtuale, modifica, compila e copia sulla macchina fisica semplicemente trascinando il nuovo file. Salva e chiude. Il tutto indifferentemente su macchine Windows o Linux, visto che in azienda usa entrambe.

Questo con un container non avrei potuto farlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
11 ore fa, bambulotto ha scritto:

Il container è come una macchina virtuale…

Come si diceva, non esattamente al 100%.

Mentre una macchina virtuale astrae l’hardware, i container limitano il loro livello di astrazione al solo sistema operativo. Con i container, ogni utente oltre a condividere lo stesso sistema operativo, condivide il kernel, la connessione di rete e i file di base del sistema.

(dal link postato nel messaggio precedente)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tomminno
33 minuti fa, lufranz ha scritto:

Ad esempio se devo sviluppare un'applicazione Client-Server la simulazione non è realistica, perché i container condividono il kernel e le risorse HW con l'OS ospite.

Ad oggi tutte le tecnologie di sviluppo web sono multipiattaforma (anche .Net) le fai girare in un container simulando facilmente pure un'architettura con bilanciatore tramite docker compose, cosa che con le macchine virtuali sarebbe molto complicato.

Perché invece la macchina virtuale non condivide l'hw della macchina???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tomminno
45 minuti fa, lufranz ha scritto:

Questo con un container non avrei potuto farlo

Avresti potuto fare di meglio. I container garantiscono un maggiore controllo e replicabilità sul sistema. Un sistema operativo (qualunque esso sia) a forza di metterci le mani diventa uno snow flake un sistema unico ed irreplicabile. Il container è immutabile, garanzia di replicabilità dei risultati.

Poi pessima pratica quella di modificare i sorgenti senza averne un controllo di versione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Il cliente ha avuto esattamente quello che ha chiesto. I sorgenti sono suoi per accordo e li gestisce come meglio crede, anche se qualcuno lo ritiene pessima pratica.

Giusto ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    290.560
    Discussioni Totali
    6.202.269
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us