Jimmyhaflinger

audio vintage da chiesa

Messaggi raccomandati

Martin

La chiesa dove ho chierichettato da piccolo (sviluppando l'immunità) aveva un mitico PHILIPS EL6425, 70W ricavati da un push-pull parallelo di EL36. Dalle aperture si intravedeva il lucore di quelle strane fiale di vetro con un cappello in testa,  e d'inverno il parroco vi metteva sopra  guanti e berretto a scaldare mentre diceva messa... 

Philips+EL6425+angle+start.JPGPhilips+EL6425+top+start.JPG

L'ampli iniziò il servizio negli anni '60 proveniente da una parrocchia più ricca che lo dismetteva, ed ha continuato sino agli anni '90 senza che vi sia memoria del minimo disservizio. 

In origine alimentava due casse men che artigianali messe in serie, in chiesa era un rimbombo intollerabile, nelle prime file assordavano e dietro non capivano nulla. 

Qualdo il prete fece rifare la diffusione la ditta, davvero competente, posò venti tra colonne e colonnine che avevano 4 oppure 8 altoparlanti. Lavorarono una settimana piena orientando con cura ogni diffusore, e riuscirono ad ottenere risultati eccellenti, con prevalenza del campo diretto e uniformità di livello per tutto l'auditorio. Infine sostituirono il Philips con un RCF a stato solido ma - e qui viene il bello - dopo il tour-de-force pasquale il prete fu scontento della qualità della voce e chiese di rimettere il vecchio ampli (probabilmente il nuovo ampli non andava bene a scaldare guanti e berretto) 

Lo so perché nel frattempo mi ero malato di audiophilia saldatoria autocostruttiva,  ed avevo addocchiato il Philips...

Guardate com'era dentro questo gioiellino: A questi Revox je spicciava casa ppe':davero...

Ah, il guscio esterno che vedete era un monoblocco pressofuso di alluminio !!!

philips_mischpult_6425_gesamt.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Martin Molto bello, vedere certe realizzazioni degli anni '50 e '60 è una vera goduria...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE

@Martin   interessante quanto hai spiegato un Melius per te.

OT Ho un'amico che negli anni 90 faceva il proiezionista in uno dei cinema della mia città e che ogni tanto andavo a trovare la sera sul posto per fare una chiacchierata di hi-fi ma non si è mai interessato nel spiegarmi a fondo tutto l'ambaradan audio e video utilizzato nella sala, probabilmente perché importava poco anche a lui; infatti ha mantenuto quel posto di lavoro per un paio di anni poi si è licenziato giustificandosi che c'era da stare troppo tempo con le mani in mano a non fare una fava e non faceva per lui un posto di lavoro così annoiante.

Pensare a quanta gente avrebbe fatto la fila per prendersi uno stipendio fisso lavorando il minimo sindacale.  :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin

I proiezionisti avevano molto tempo per leggere, se il titolare lo permetteva riparavano qualche radio o televisore o sistemavano ruote a raggi di bicicletta. Certo, in molti locali la cabina di proiezione era davvero opprimente. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paolo 62

L'arrivo del Dolby Stereo deve aver fatto cambiare parecchi impianti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

Tra le tante cose che mi sono state discaricate c'è anche proprio un proiettore 16mm "Magis" con amplificatore valvolare, purtroppo è in cattive condizioni meccaniche con tracce di ruggine sulle guide, pinch roller ammaccato, cinghia andata, lampada bruciata e quel che è peggio è che mancano i braccetti portabobine

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

Ho 32 di questi deliziosi biconi philips dei primi anni 70 in 4 colonne da 8, sono indeciso se lasciarli nelle colonne e restaurarle cambiando le tele sporche e stracciate o se farci una coppia di casse con 16 coni ciascuna che dite?

(Pardon per la foto tagliata, ho il telefono che da i numeri)

20181223_013024.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Jimmyhaflinger Forse se li monti in cassa acustica, guadagni qualcosa sulle basse frequenze

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

@oscilloscopio il problema è che le colonne sono studiate per ottimizzare le interazioni tra i coni posizionandoli a distanze calcolate, se faccio una cassa con 16 coni disposti a quadrato non sono sicuro che finisca per suonare bene per le interazioni imprevedibili tra le emissioni dei coni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Jimmyhaflinger Forse più che a quadrato andrebbero fatte tipo le Bose 901

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

Vero... ma la realizzazione si complica molto... boh vedrò 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bazza

@Jimmyhaflinger Perché non provi a fare un gran dipolo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin
On 12/24/2018 at 2:45 AM, Paolo 62 said:

L'arrivo del Dolby Stereo deve aver fatto cambiare parecchi impianti

È così

Il primo sistema dolby con matrice analogica era veramente fornito solo ai "Selected Theater". Richiedevano prestazioni acustiche precise della sala già a monte dei trattamenti che prescrivevano. Le sale dovevano avere un numero minimo di posti, e almeno il 96% di questi doveva rientrare nella "finestra" prescritta per le caratteristiche acustiche. Come conseguenza una delle sale allora prescelte tra quelle che frequentavo ha dovuto eliminare 200 posti sui 950 che aveva. 

TUTTO doveva essere "cerificato" Dolby, dalla testa audio del proiettore, ai rack di amplificazione, agli altoparlanti, passando per i cavi. (Oltre alle ragioni tecniche, vi era anche una buona dose di magna-magna) 

Curiosità: Inizialmente Dolby non vendeva le apparecchiature, le "concedeva", I rack in cabina erano sigillati ed intoccabili, il cassetto con la "matrice" era praticamente blindato, la parte conrattuale era severissima per quanto riguarda manomissioni e alterazioni delle apparecchiature, le proiezioni autorizzate a fregiarsi del marchio dovevano (in teoria) sempre rispettare i livelli tarati con la "coda" iniziale del film.  (Tuttavia il gestore chiedeva spesso di alzare gli effetti posteriori per compiacere il pubblico di bocca buona e giustificare il biglietto maggiorato) 

Uno degli effetti fu che, ad esempio con "Staying Alive" (che rimase in cartellone dieci settimane), quando partiva "Far from Over" buona parte del pubblico si metteva a ballare...

🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin
On 12/24/2018 at 5:58 PM, Jimmyhaflinger said:

Ho 32 di questi deliziosi biconi philips dei primi anni 70 

Approssima un sistema omnidirezionale con due casse da 8 altoparlanti, tre in linea sul pannello frontale e uno per ciascuna delle altre superfici. poi ripartisci in due gruppi: Uno pannello frontale + superiore, e l'altro con gli altri 4 ap. 

A seconda della disponibilità dell'ampli, giochi con serie.parallelo per dargli in pasto un impedenza digeribile. Poi ti divertirai ad attenuare resistivamente o filtrare i vari rami per avere il miglior effetto in ambiente...
 

(...come vorrei avere il tempo per giocare un po' con queste cose...) 

🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paolo 62

Altoparlanti del genere dovrebbero andar bene per l' Home Theatre.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

@Martin secondo me queste tipo dolby ecc cose sono state la morte del cinema... perfetti per gli action movie dozzinali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

@Martin il problema è che nella mia piccola saletta di 3.80x3.80 mt non ho posto per diffusori che devono stare staccati dai muri... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

@Paolo 62 solo che detesto l'home theatre... saranno 10 anni che non guardo un film in casa 😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paolo 62

Dipende dall'uso che se ne fa del Dolby Stereo nel cinema.Ascoltando una colonna sonora di film Dolby Stereo la prima cosa che si nota è un netto miglioramento in termini di fedeltà: timbro delle voci finalmente naturale, niente fruscio e distorsione. Gli effetti i registi possono usarli solo quando serve o non usarli affatto se non necessari. Magari quegli altoparlanti vanno bene per farci delle cassettine tipo impianto di filodiffusione da supermarket o casse a colonna più grandi per impianti voce ecc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

A me invece piace molto l'audio low fi dei vecchi film con le giuntine che facevano gli schiocchi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

Comunque quei biconi philips sono decisamente sprecati per riprodurre solo parlato, sono veri fullrange musicali

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Jimmyhaflinger O.T. Hai poi combinato qualcosa con quelle Audiola che ti ho mandato? fine O.T.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

@oscilloscopio si ci ho messo un woofer di ricambio al posto di quello bruciato e le uso per sentire la radio giu al maneggio 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@Jimmyhaflinger Ottimo...se questa primavera riesco a venire a Marzaglia vedo se riesco a recuperarti qualcosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bazza

@Jimmyhaflinger Ed il mio cassettofono Hitachi, sei riuscito a sfruttarlo ??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

@Bazza quello devo ancora rimetterlo a posto, lo ho messo in attesa perché quello che sembrava un semplice potenziometro kaputt in realtà sembra un guasto elettronico e mi ci devo mettere con calma e col banco sgombro 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
AL78

visto che questa discussione è diventata "affari di famiglia" come sta il mio philips bobine? 😄

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

Mi sa che andando avanti ve la porterò io la roba a marzaglia... in mezzo a questi carichi capita spesso materiale hifi 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

@AL78 il 3558? Riparato e funzionante gia da tempo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.593
    Discussioni Totali
    6.237.404
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us