briandinazareth

politica ed economia Sempre più difficili le surroghe dei mutui

Messaggi raccomandati

briandinazareth

a prescindere dalla cosa in se, questo mostra quanto siamo sempre più arroccati sulle rendite di posizione.

la gioia di Salvatore Lombardo, presidente dei notai italiani, che tra applausi scrocianti, al congresso nazionale del 6 novembre ha detto: “Sono diminuite, consentitemelo di dirlo, fortunatamente le surroghe (perché noi abbiamo fatto una battaglia su questo), in quanto le surroghe agevolavano il singolo ma non agevolavano l’economia. È il nuovo mutuo che agevola l’economia. Il nuovo mutuo che mette in giro nuove risorse, fa fare nuove attività. Le surroghe sostituiscono a un singolo creditore un tasso inferiore a un tasso superiore … Ecco perché sono contento di questo”. E poco importa che il beneficio al singolo consumatore possa tradursi in maggiori consumi o in una più equa redistribuzione del reddito.

https://it.businessinsider.com/mutui-surroghe-addio-il-governo-sta-con-le-banche-e-i-notai/?fbclid=IwAR3AiroxSat2C9oV2kg2wh0NEk0FaNpHPt-eywQ5KFBe6o6Y5656FoOMZbQ&ref=fbpr

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

Categoria disprezzabile...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

secondo me ha ragione. Non ho mai capito perché esista la surroga. Uno fa un contratto, si sbaglia, non gli piace più e la legge gli consente di romperlo allegramente... bah

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro

Mi sembra il classico articolo scritto per fare presa sulle “casalinghe di Voghera”, con le quali ottieni audience e facile risultato sparando a zero sui fantomatici poteri forti, e ancora più facilmente sugli odiati notai (o tassisti, o farmacisti, o banche e assicurazioni).

Nel caso di specie, la notizia ha l’aria di essere del tutto infondata, nonché decisamente insensata: la portabilità del mutuo non é solo un importante diritto dei consumatori, ma anche un segmento di attività notarile pari a quasi il 10% del fatturato dei notai italiani.

Le uniche beneficiarie di un azzeramento della portabilità del mutuo, pertanto, sarebbero le banche, non certo gli organi notarili che vedrebbero sparire il connesso gettito tributario e contributivo.

Non è quindi verosimile che gli organi rappresentativi del notariato vogliano contribuire all’eliminazione di un segmento di attività professionale che, oltre a rappresentare un vantaggio per i consumatori, rende pure bene economicamente.

E, piccolo particolare di non secondaria importanza: le surroghe ai notai,  PER LEGGE, le devono pagare le banche, non i consumatori, sui quali è invece TASSATIVAMENTE vietato caricare il pur minimo onere economico connesso ad una operazione di surroga.

Lo dico quindi più semplicemente: l’articolo linkato dice una marea di cazzate.

Ma tanto ci sarà sempre qualcuno che ci casca 🙄

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Nel merito concordo con adriatico. Il mutuo e’ un contratto e dovrebbe essere immodificabile se non per mutuo 😂consenso fra i due stipulanti. Non ho in simpatia le banche ma non si puo’ immaginare una risoluzione ex lege di un contratto senza intaccare i principi fondamentali del diritto privato.

ammesso che esista ancora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
piergiorgio
3 hours ago, adriatico said:

secondo me ha ragione. Non ho mai capito perché esista la surroga. Uno fa un contratto, si sbaglia, non gli piace più e la legge gli consente di romperlo allegramente... bah

Hai ragione...io ho firmato un contratto per il quale avrei dovuto lavorare 35 anni... Ora sono arrivato a 39 e me ne mancano ancora 4... ma non credo di aver sbagliato e chiesto di lavorare di più, il contratto non l'ho rotto io...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
5 ore fa, mozarteum ha scritto:

Nel merito concordo con adriatico. Il mutuo e’ un contratto e dovrebbe essere immodificabile se non per mutuo 😂consenso fra i due stipulanti. Non ho in simpatia le banche ma non si puo’ immaginare una risoluzione ex lege di un contratto senza intaccare i principi fondamentali del diritto privato.

ammesso che esista ancora

In linea di principio sono d’accordo con te e con Adriatico, l’idea che un mutuo possa essere rinegoziato continuamente ha poco senso, se scelgo il tasso variabile con i tassi di interesse ai minimi e rinegozio il mutuo a tasso fisso non appena i suddetti tassi ricominciano a salire per poi rinegoziarlo nuovamente non appena calano per ritornare al variabile che senso avrebbe la scelta di interesse fisso o variabile? Un solo dubbio, come si può far coesistere l’idea di rispettare il contratto sottoscritto a prescindere dal livello dei tassi con il principio di sopraggiunta eccessiva onerosità per poter rinegoziare un contratto di cui parlasti relativamente a situazioni diverse da queste? Tutto questo sempre che sia possibile applicarlo anche nel caso di un mutuo ipotecario di un privato ovviamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
8 ore fa, Cagliostro ha scritto:

Non è quindi verosimile che gli organi rappresentativi del notariato vogliano contribuire all’eliminazione di un segmento di attività professionale che, oltre a rappresentare un vantaggio per i consumatori, rende pure bene economicamente.

però riportano le parole di salvatore lombardo, il presidente dei notai italiani.

8 ore fa, mozarteum ha scritto:

Il mutuo e’ un contratto e dovrebbe essere immodificabile se non per mutuo 😂consenso fra i due stipulanti.

non cambi il contratto, estingui il debito e fai un nuovo contratto con un altro soggetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro
1 minuto fa, briandinazareth ha scritto:

però riportano le parole di salvatore lombardo, il presidente dei notai italiani.

8 ore fa, mozarteum ha scritto:
 

Capirai! 

Perche sarebbe la prima volta che le parole di qualcuno vengono riportate travisate o alterate dalla stampa, vero? 😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
51 minuti fa, Cagliostro ha scritto:

Per Vostra conoscenza 🙂

Grazie del chiarimento, solo una precisazione, nei fatti surroga e rinegoziazione sono due situazioni completamente slegate?

Io al tempo ho effettuato una surroga del muto, credo sia il termine corretto, accollandomi la totalità del mutuo quando mi divisi dalla mia ex compagna e nell'occasione rinegoziai le condizioni dello spread con l’Istituto di Credito.

Oggi proprio a causa delle norme che escludono penali da parte delle banche, credo sia la Bersani la legge che lo ha imposto, è possibile minacciando una “surroga” con un altro istituto convincere una delle due parti alla rinegoziazione del contratto, quindi pur essendo di fatto due realtà completamente diverse dal punto di vista legislativo non sono, nei fatti, completamente indipendenti nell’applicazione pratica, mi sbaglio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
Adesso, Cagliostro ha scritto:

Capirai! 

Perche sarebbe la prima volta che le parole di qualcuno vengono riportate travisate o alterate dalla stampa, vero? 

no, certo,  ma questo sembra un virgolettato molto chiaro e definitivo, qui più che travisare dovrebbe essere un'invenzione totale.

comunque:

https://www.linkiesta.it/it/article/2018/12/03/addio-alla-portabilita-dei-mutui-un-regalo-da-un-miliardo-alle-banche-/40328/

e qui c'è l'intero intervento riportato parola per parola:

https://www.asnnip.it/archivio/53-congresso-nazionale-del-notariato-intervento-del-presidente-del-consiglio-nazionale-del-notariato.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro
11 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

qui c'è l'intero intervento riportato parola per parola:

Mah... sembra lo abbia veramente detto... anche se francamente mi suona nuova, perché le surroghe non ci hanno mai dato nessun problema (ed, anzi, è molto divertente lucrare sulle spalle delle banche che si scannano l’una con l’altra; io la vivo come una sorta di giustizia distributiva 😎).

Comunque è un affermazione che non ha nessun senso.

Non mi rimane che pensare che sia una sua affermazione personale, e che avesse bevuto 😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
2 minuti fa, Cagliostro ha scritto:

Mah... sembra lo abbia veramente detto... anche se francamente mi suona nuova, perché le surroghe non ci hanno mai dato nessun problema (ed, anzi, è molto divertente lucrare sulle spalle delle banche che si scannano l’una con l’altra; io la vivo come una sorta di giustizia distributiva 😎).

😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico
2 ore fa, Cagliostro ha scritto:

togliere per legge le penali di estinzione anticipata che tutte le banche prevedevano nei loro contratti (ma è successa la stessa cosa con i conti correnti, i contratti di telefonia, etc...)

senza panegirici inutili e risaputi questo è il quid.

Si fa un contratto della durata X e con le condizioni Y e Z  e lo stato, per legge, consente ad uno dei soggetti di romperlo unilateralmente senza penali a risarcimento di chi subisce la rottura del contratto. Che poi ci sia un'altro soggetto che subentra a condizioni diverse è una questione successiva e conseguente. La banca può unilateralmente rompere un contratto di mutuo ventennale e chiedere la restituzione del residuo dopo dieci anni (esempio)? No che non può. È una delle tante situazioni di estrema asimmetria che toglie responsabilizzazione al cittadino e mette sulle spalle del sistema bancario un sacco di costi che poi qualcuno deve pagare in altro modo.

Già... ma in un paese ormai fascio-socialista cosa interessa la libera contrattazione tra le parti... bah

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

@piergiorgio 

Solo nella tua testa hai firmato un simile contratto. 

Non c'è nessun contratto tra te e lo stato sull'età pensionabile. È come dire che alla nascita hai firmato un contratto per avere sanità, istruzione e durata di vita di 83 anni... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro

@adriatico 

E tutta roba che si è inventata Bersani.

E sono pure meccanismi che trovano ormai consolidata applicazione in tutti i “contratti per i consumatori”, mica solo nei mutui.

Il Bersani, non era stato dichiarato eroe nazionale, nonché paladino dei consumatori, solo per questo? 😜

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

Da me no di certo. Io sono per la libertà contrattuale assoluta.

Quello che concordi, sottoscrivi e quello che sottoscrivi rispetti. Se non sai cosa stati firmando non firmare sennò ti prendi la responsabilità. 

Salvo nei casi di monopoli naturali (energia, telefonia etc) e nei casi di mercato distorto da oligopoli indotti dallo stato stesso (vedi taxisti dove anche Bersani fallì)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
°Guru°
1 ora fa, adriatico ha scritto:

Solo nella tua testa hai firmato un simile contratto. 

E allora i contratti con gli italiani? 😲

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2
12 ore fa, Cagliostro ha scritto:

e ancora più facilmente sugli odiati notai (o tassisti, o farmacisti, o banche e assicurazioni).

però dovresti anche chiederti come mai i sopra citati aggiungendo naturalmente gli immancabili geometri e commercialisti

sono così poco simpatici alla stragrande maggioranza della popolazione. avvocati e giornalisti solo un gradino sotto al podio.

e prima che qualcuno mi anticipi: colpa del pd.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

no è colpa del numero chiuso e dell'obbligo di andarci per legge...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
adriatico

@°Guru° 

se li scrivono, se li leggono e si l firmano i politicanti 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

Povere banche...poveri notai...

Pensate che a me una banca straniera ha dimezzato lo spread con una telefonata, senza surroghe e notai...

Difficile vivere la concorrenza quando per decenni si è lavorato in monopolio e cartello...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Se non e’ zuppa e’ panbagnato. Se il vecchio contratto prevede penali e costi per l’estinzione anticipata del

mutuo e queste penali e costi vengono ex lege cancellati o addossati ad altri soggetti non e’ una invasione dell’autonomia contrattuale? Io l’ho chiamata risoluzione ex lege pensando al modello della risoluzione per eccessiva onerosita’ sopravvenuta (che ha altri presupposti). Se lo vogliamo chiamare recesso contra contractum va bene lo stesso.

la sostanza e’ che vi e’ un intervento dirigistico sull’autonomia dei privati. 

Il nuovo contratto e’ il “modo”, lo strumento attraverso cui si perfeziona l’operazione economica in due atti. Voi lo considerate in modo avulso. Ma il primo atto e cioe’ il recesso a condizioni diverse da quelle pattuite e’ invasione di campo altro che.

poi che oggi il diritto privato classico sia assediato da miniordinamenti speciali non lo dico io. Lo dice da 40 anni gente molto piu’ prestigiosa (Irti ad esempio, l’eta’ della decodificazione).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro

Ma non siete mai contenti.

Prima levate ovazioni per anni a Bersani, e poi vi lagnate della demolizione del principio pacta sunt servanda.

Decidetevi 😁

E non fatemi fare quello che difende Bersani, ché mi viene l’orticaria 😜

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro
2 ore fa, audio2 ha scritto:

però dovresti anche chiederti come mai i sopra citati aggiungendo naturalmente gli immancabili geometri e commercialisti

sono così poco simpatici alla stragrande maggioranza della popolazione. avvocati e giornalisti solo un gradino sotto al podio.

Perché non si può essere simpatici a tutti.

Semplice, no? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Io non difendo Bersani ma siccome parlavi di cavoli a merenda e allo scritto di cassazionista di civile ho preso nove volevo puntualizzare😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro

Ma quanto sei suscettibile! 😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

😎Ma figurati ho fatto l’universita’ a cuneo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.613
    Discussioni Totali
    6.238.241
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us