Vai al contenuto
Melius Club

mom

Una domanda agli esperti di grattacieli

Messaggi raccomandati

analogico_09

Il chi cel'hapiùlunghismo , a pari merito con il celodurismo, viene da molto lontano nella storia..., basti pensare alla torre di Babele, o al Colosso di Rodi... financo, antropomorfizzando l'architettura, al Polifemo... :)


 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

Comunque quei legograttacieli confermano la loro natura di soprammobili anzi di abat-jour del gigante grissino.. 🙂

non dimentichiamo che pure il grattacielo Pirelli di Milano di gio ponti e nervi ( il più famoso dei grattacieli italiani e per molti decenni la più alta costruzione del mondo con struttura in cemento armato) fu battezzato da un famoso critico senza tropi riguardi.. come „mobile bar ingigantito“...

evidentemente la stessa critica ufficiale fa fatica oppure meglio ha faticato a lungo per trovare un giusto inquadramento di questi nuovi protagonisti dello spazio urbano, specie nel contesto della complessità del tessuto storico e urbano italiano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

Prendendo la palla al balzo.. quest‘anno ricorre il centenario dalla nascita del grande Paul Rudolph, padre del brutalismo americano.

non tutti sanno che nel 88 fu finalmente terminata lo costruzione del suo Bond Building a Hongkong, uno dei tre celebrati grattacieli ( assieme a quello di Pei e quello di Foster ) preparati dalle grandi banche americane per il previsto cambio di proprietà da Inghilterra a Cina, che rincorreva proprio in quegli anni. Oggi tre grattacieli quasi spariscono nelle selva dei nuovi, ma nondimeno possiamo definirli straordinariamente interessanti dal punto vista compositive e progettuale, soprattutto per l‘afflato costruttivista e muscolare, oggi praticamente scomparso.. a favori di lucide e amateriche scocche vetrose.

( vediamo di aggiungere alcune immagini più avanti, ora non funziona 😞  )

https://en.m.wikipedia.org/wiki/Lippo_Centre_(Hong_Kong)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Ecco il Lippo Centre!  :) 

EE602A06-9F93-4507-B374-8A2F4ECF6EDC.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Le parti basse affiancate pare manchino di aria e luce...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

Per la moderazione tecnica...

Non riesco a caricare foto decenti.

Inutile un tread come questo, dedicato alle arti visive, con tali limitazioni.

Fate qualcosa :-I

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Pasquale SantoiemmaGiacoia
40 minuti fa, alexis ha scritto:

Non riesco a caricare foto decenti.


Controlla il "peso" delle immagini che desideri far "salire".

L'ascensore virtuale per far salire le immagini ai piani, sino a questo piano,

ha - dovrebbe avere - un limitatore, se il carico è in sovrapeso le funi (wireless) non partono,

e l'ascensore si blocca per sicurezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

mi accetta immagini solo da 0,1... ora leggo in basso 0,06 MB.!!

così non va, rinuncio.

inutile tenere in vita un tread, per altri versi interessantissimo, con queste limitazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

È stata trovata una soluzione che permetta di postare le foto? E se, nell’attesa ci trasferissimo nella sezione fotografia? Che ne dice il @K-Tribes Team ?   :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
K-Tribes Team
Il 6/1/2019 Alle 12:41, alexis ha scritto:

mi accetta immagini solo da 0,1... ora leggo in basso 0,06 MB.!!


Il problema è che hai esaurito lo spazio disponibile ai membri... se tu fossi un blogger o un segnalatore avresti spazio illimitato ☺️

(sì, è una proposta)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
K-Tribes Team
8 minuti fa, mom ha scritto:

È stata trovata una soluzione che permetta di postare le foto?


Alexis ha esaurito il suo spazio disponibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

@K-Tribes Team E quindi come si potrebbe fare per continuare questo thread così interessante? :) Si potrebbe spostarlo altrove come per il blog, per esempio? Sarebbe davvero un peccato lasciarlo morire così! 👃

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

@alexis Come ti avevo già scritto, penso che quella del blog sia la soluzione ottimale ...magari, vista la vastità degli argomenti,  potresti dividere il compito con @Aletto.Devi solo deciderti e consultarti con lui..  Grazie!  :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

Comunico che il K Tribes Team mi ha generosamente accordato un po' di benzina virtuale..

potrò tornare a postare immagini.. 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

@alexis EVVIVA !  Grazie Grande @K-Tribes Team! !  😍

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
K-Tribes Team

@mom non c'è di che 🙂 In effetti @alexis è diventato curatore della Rassegna e in quanto tale viene "pagato" con un allargamento dei diritti, uno dei quali è lo spazio disponibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
K-Tribes Team

Mozione d'ordine 🙂 adesso che c'è una sezione specifica, non fate un unico thread omnicomprensivo sull'architettura ma aprite più topic, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

Vedo che funziona, ottimo.

parlavamo dei grattacieli di Paul Rudolph a HK.. 

Architetture affatto banali, con forte enfasi costruttivista, tipica del Maestro americano.

92706B22-A51C-47D3-A5DA-A327E9EB97DF.jpeg

45EA46D1-8C12-47AD-9F48-DC1E23C70C78.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

... sempre a Hong Kong uno dei più belli e significativi skyscraper di sempre..

il HSBC Building di Norman Foster, con il suo famoso eso-scheletro portante, tutto in acciaio forgiato.

Di straordinaria bellezza, pari solo alla sua complessità costruttiva, ha la peculiarità di avere piani sostanzialmente liberi da strutture portanti, con pochissimi pilastri interni, e vaste aree a pianta libera come sospese e flottanti sulla grande cavità interna.

All'esterno un grande specchio orientabile, a orientamento solare automatico, doveva portare luce diurna nella sua grande spazio interno, ma alla fine è stato oscurato per l'eccessiva quantità di calore generato.

Oggi sembra un nanerottolo nella selva dei grattacieli di HK, ma, visitato di persona poco tempo fa.. la sua bellezza traspare in ogni particolare, e lo spazio cavo all'interno toglie letteralmente il fiato, anche per la complessa compenetrazione tra struttura e spazio, luce e proporzioni.

Grandissimo esempio di Architettura, priva di qualsiasi sovrastruttura ideologica o formale, declinazione estrema del linguaggio moderno declinato in chiave funzionalista e a forte matrice tecnologica.

La struttura, rigorosa ma estetizzata, è qui promossa a matrice compositiva plasmando, in una sintesi a parer mio mirabile, facciate e spazi interni, inserendosi per giunta a perfezione nella convulsa e instabile scenografia di Hong Kong.

immagine.thumb.png.8a3c5d1fdad621c7951fa67acff4ef69.png

immagine.thumb.png.3a420adac98d82fd1d77030a15497a96.pngimmagine.png.5580be3f342cce0faf36f0ed169f2ca4.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ivory

Conosco bene l' HSBC building frequentando Hong Kong da più di 30 anni. Quando ho avuto occasione di visitarlo, mi ha colpito l'unicità dell'ariosità e trasparenza dei piani e la luminosità naturale grazie al grande atrio centrale.

@alexis Una curiosità, ricordo di aver sentito che è costruito in maniera tale da poter essere smontato e rimontato altrove. Non so se vero o leggenda..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

Non so quanto corrisponda a realtà. Di sicuro la struttura portante, non solo è in vista, ma addirittura la Calligrafia primaria di questo progetto ( che cade nello stesso filone ideologico del Centre Pompidou di Parigi), ed é realizzata con enormi tronconi di  ghisa/acciaio, fusi e forgiati fuori opera, infine assemblati a secco in cantiere, tant‘è che si leggono benissimo le fughe di giunzione. Altro aspetto molto importante e evidente più agli addetti, che non al pubblico normale è la evidente snellezza dei pilastri centrali, che in questo caso sono dei tiranti, che lavorano in trazione e non in compressione, agganciati alla grande trave reticolare esposta in facciata.

Quei tiranti che portanno il peso degli impalcati, sono così snelli per il semplice motivo che l‘acciaio lavora al suo meglio in trazione, e permette l‘eccezionale sensazione di libertà visiva e ariosità dei grandi uffici open space, come sospesi, fluttuanti nel vuoto

Insomma... come soleva ripetere il grande Mies van der Rohe.. la Costruzione é la Madrelingua dell‘Architettura... e qui ne abbiamo un fulgido esempio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
my2cents
Il 11/1/2019 Alle 20:05, ivory ha scritto:

Conosco bene l' HSBC building frequentando Hong Kong da più di 30 anni. Quando ho avuto occasione di visitarlo, mi ha colpito l'unicità dell'ariosità e trasparenza dei piani e la luminosità naturale grazie al grande atrio centrale.

@alexis Una curiosità, ricordo di aver sentito che è costruito in maniera tale da poter essere smontato e rimontato altrove. Non so se vero o leggenda.

Non è leggenda, è chiaroveggenza. La fine del gratta-cielismo è già in nuce nella sua stessa realizzazione/progettazione. A breve i gratta-cieli, come i pesci di migliaia di anni fa metterenno le "zampe" e saranno loro, ed intere città a camminare ed "evolversi". Vuoi mettere l'emozione di affacciarsi la mattina dalla finestra della nostra "caverna" e vedere Dubai che  che cammina all'orizzonte. La saluteremo entusiasti con i fazzoletti dalla finestra 😄

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Già nel 2005:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

.. sarà più facile far volare gli asini che insegnare a camminare alle città..

Archigram ci rimanda ai bei tempi delle avaguardie anni '80.. Utopie dal greco u - topos.. luoghi che non esistono in nessun luogo.. 🙂

invece prevedo un bel futuro nei grattacieli eco-sostenibili di ultima generazione, capaci di produrre energia in virtù della loro grande esposizione solare..

e anche in quelli completamente trasformati in tronchetti della felicità anti co2,  alla guisa dei boschi verticali milanesi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
my2cents

Esistono nell'immaginario, pertanto esistono, perché anche l'immaginario è un luogo...

Io prevedo il ritorno della vera-architettura eco-sostenibile...direi quasi a Km 0 (oggi va tanto di moda)...fatta di argilla, legno pietra e calce...poca Co2 da contro-bilanciare, architetture sostenibili perché passano dai figli a nipoti e così via...(cosa oggi impensabile, per gli stessi grattacieli, che sono logisticamente in-sostenibili nei costi di gestione e manutenzione)

...chissà se prevarrà una evoluzione sempre lineare dell'architettura o ci sarà un ritorno "ciclico" del fare e pensare architettura e del vivere... Utopie?

...per quanto riguarda il Milano...città a me vicina... piuttosto che il giardino "verticale" c'è da rimanere ancora incantati di qualche "orto" cortilizio, dell'architettura pietrosa e "mattonica" che fu... che tutto sommato mi sembrano nella loro "carne" molto più "eco" dei gratta-cieli, tronchetti assai infelici da vivere 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb
Il 4/1/2019 Alle 19:18, alexis ha scritto:

Franceso Borromini

doveroso aggiungere la costruzione geometrica...ché nulla nasce dal nulla ( e poi i simbolismi...)

Schermata+06-2456100+alle+10.01.01.png

il problema quando si citano i Borromini, ma anche i Wright, i LeCorbusier, i Mies  van der Rohe, è che spesso si è cercato di emularli senza essere loro, e senza l'umiltà di comprendere di non essere loro...e qui sono nati tanti mostri dell'architettura contemporanea...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb
Il 10/1/2019 Alle 18:28, alexis ha scritto:

HSBC Building di Norman Foster,

il problema con quel foster (e ricordo anche il progetto della nuova sede della BBC) è che l'edificio diventa autoreferenziale per chi lo frequenta: non esiste più in gran parte il mondo esterno e la città è dentro (e lui fece riferimento ai vicoli della vecchia HK come ispirazione per lo spirito architettonico interno...vicoli necessariamente claustrofobici)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alexis

in verità.. nella lunga storia dell'architettura.. ci si è sempre nutriti delle conquiste dei predecessori.. un lungo nastro di innovazioni e regressioni.. una specie di spirale vichiana, senza soluzioni di continuità, ma con rimandi continui al passato prossimo o remoto.. la storia umana gli eventi la società i materiali le ideologie le tecnologie le simbologie.. i linguaggi cambiano in continuazione..  e con essi cambia l'Architettura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    293.319
    Discussioni Totali
    6.306.664
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy