maxxx

Cavi bilanciati per diffusori attivi

Messaggi raccomandati

lello64
2 ore fa, meridian ha scritto:

Nel Pro, i cavi servono a collegare strumenti di lavoro, che con la riproduzione audio hanno poco a che fare,



si... effettivamente è un ambito in cui giocano... a collegare i loro bussolotti... per avere i riferimenti che consentono di creare i dischi che poi tu ti compri... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@lello64 Appunto e quindi ?? Due realtà e necessità molto diverse, cavi lunghi magari 10 metri, e comunque non è detto che entrino direttamente nella presa ed elaborazione del segnale audio . . . 

saluti , Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane

@apprendista Spero che tu non ti stia riferendo a me, in quanto se mai ho ecceduto, è sempre stato dopo aver subito innumerevoli attacchi.

Saluti

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane
2 ore fa, Nejiro ha scritto:

come si fa poi a dire che un cavo pro non è di qualità?

Quando ne troverò uno che suona bene, sarò il primo a dire che è di qualità.

per me qualità vuol dire suono, non se e fucsia o nero, se è grosso o se e magro, se è in pelle umana o In vetro resina.

poi io sono certo che se tu hai provato cavi in impianti con DRC, io sono il primo a dirti lascia stare, soldi buttati.

per quanta riguarda la serietà delle aziende, per me è serio tutto ciò che è fatto onestamente, pro o non pro. Non ho mai detto che una azienda PRO, non sia seria, anzi. L’azienda PRO, persegue un fine, quella hiend ne persegue un altro. Lo studio di registrazione ha un fine, l’ascolto in casa, un altro. Me lo immagino proprio uno studio a stendere bobine di cavi MIT 😂.

Io se devo valutare un oggetto, qualunque esso sia, non guardò il prezzo. Il prezzo lo guardò nel momento in cui me lo devo comprare per capire se me lo posso permettere.

Tu la puoi vedere in maniera opposta. Per me non è un problema. Diventa un problema nel momento in cui dici che io sbaglio usando i toni del cazzeggio e della perculanza. Tu esponi il tuo punto di vista, io espongo il mio punto di vista. Questo è un forum.

tu parti dal presupposto che se non usi DRC, sei giurassico. Ma tu sei sicuro che io non sia laureato in ingegneria elettronica, che non abbia dato Teoria dei Segnali ? Secondo te, quale è il motivo per cui io dovrei dire che DRC mi fa cagare se veramente non lo pensassi ? Quale sarebbe il motivo per dire che un cavo “serio” è meglio di uno pro, se non lo pensassi ?

La mia esperienza mi dice questo, i miei studi non escludono che ciò sia vero, quindi per me e così. Liberissimo di pensarla diversamente. Sono uno di quelli che ancora pensa che diversità = ricchezza, pensa che scemo!

Saluti

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lello64
1 ora fa, meridian ha scritto:

Appunto e quindi ?? Due realtà e necessità molto diverse, cavi lunghi magari 10 metri, e comunque non è detto che entrino direttamente nella presa ed elaborazione del segnale audio . . . 


perché nel mondo pro si fanno solo riprese?

i monitor come li collegano?

e quindi... riassumendo... abbiamo gente che collega in modo raffazzonato i propri riferimenti per tirare fuori un mix e un master e tu, su quel materiale così prodotto, con i tuoi cavi ci tiri fuori tutto il microdettaglio e il nero infrastrumentale che questi nemmeno si immaginano...  incredibile...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@lello64 

20 minuti fa, lello64 ha scritto:

e quindi... riassumendo... abbiamo gente che collega in modo raffazzonato i propri riferimenti per tirare fuori un mix e un master e tu, su quel materiale così prodotto, con i tuoi cavi ci tiri fuori tutto il microdettaglio e il nero infrastrumentale che questi nemmeno si immaginano...  incredibile...

Dove ho scritto , in modo raffazzonato ???  Se leggi prima di partire in quarta , sarebbe molto meglio . . . Ho parlato di cavi con differenti usi e ho anche detto che chi li deve valutare, deve farlo nel suo sistema, provando e confrontando, dove ho condannato senza riserve i cavi pro, o sei anche qui , a fare polemiche come di là ?? 

Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lello64
2 minuti fa, meridian ha scritto:

Dove ho scritto , in modo raffazzonato ???



è vero, mi pare che tu li abbia definiti grezzotti o qualcosa di simile

il discorso non cambia comunque di una virgola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane
27 minuti fa, lello64 ha scritto:

i monitor come li collegano?

Perché il tecnico del suono ascolta per il piacere di sentire musica ? No perché mi sembrava fosse un lavoro ! Sbaglio ? Oppure anche tu sei del filone “chi sa fare, sa capire” ?

Saluti

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lello64
1 minuto fa, rpezzane ha scritto:

Perché il tecnico del suono ascolta per il piacere di sentire musica ? No perché mi sembrava fosse un lavoro ! Sbaglio ? Oppure anche tu sei del filone “chi sa fare, sa capire” ?


se ha piacere o meno a sentire la musica dipende... di certo si mette nelle migliori condizioni possibili per creare quello che tu ti compri... e poi si... tenderei a dare più retta ad un professionista del suono rispetto ad un audiofilo generico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane

@lello64 io che invece sono un audiofilo generico tendo più a dare retta alle mie orecchie che ad un professionista della registrazione audio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@lello64 

14 minuti fa, lello64 ha scritto:

è vero, mi pare che tu li abbia definiti grezzotti o qualcosa di simile

il discorso non cambia comunque di una virgola

Ho definito un po' grezzotto il suono di una coppia di cavi pro da pochi € prestatomi da un amico che voleva un parere, non posso ?? E in cosa il discorso non cambia di una virgola ?? Se ti rileggi le mie risposte, non ho dato giudizi sommari, ho suggerito di ascoltare e confrontare . . .

I cavi Weiss, che sono marchiati Chiron cables, sono già meglio , ma non li regalano e quindi diventano prodotti che si confrontano con altri cavi, anche non Pro . . . 

Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lello64
2 minuti fa, rpezzane ha scritto:

che ad un professionista della registrazione audio


sarebbe professionista del mix e del mastering... in molte realtà potrebbero essere figure che non coincidono con chi fa le riprese

comunque va bene, hai diritto a pensarla come ti pare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lello64
Adesso, meridian ha scritto:

Ho definito un po' grezzotto il suono di una coppia di cavi pro da pochi € prestatomi da un amico che voleva un parere, non posso ?? 


tu puoi dire quello che ti pare, così come io posso contestarlo

siamo qui per questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@lello64 

1 minuto fa, lello64 ha scritto:

tu puoi dire quello che ti pare, così come io posso contestarlo

Cosa dovresti contestare, se non conosci neppure il prodotto, visto che non l ' ho citato ?? O hai facoltà paranormali ? 

In realtà credo tu sia qui per altro, ma stavolta mi muovo diversamente . . .

Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lello64
1 minuto fa, meridian ha scritto:

Cosa dovresti contestare, se non conosci neppure il prodotto



un cavo è un cavo... ci vuole solo talento per farlo funzionare male... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@lello64 

2 minuti fa, lello64 ha scritto:

un cavo è un cavo...

Giusto , un cavo è un cavo , come un ampli è un ampli, un DAc è un DAc, una cassa è una cassa, e infatti in casa abbiamo tutti lo stesso identico impianto . . .

Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lello64
Adesso, meridian ha scritto:

Giusto , un cavo è un cavo , come un ampli è un ampli, un DAc è un DAc, una cassa è una cassa, e infatti in casa abbiamo tutti lo stesso identico impianto . . .



mmmhhh... insomma... ampli e casse fanno una differenza abissale... e il dac anche a seconda di cosa ci sia di contorno e da come è alimentato

sono solo i cavi a non contare

assieme a tanta altra robina da non citata... si intende...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian

@lello64 

5 minuti fa, lello64 ha scritto:
8 minuti fa, meridian ha scritto:

Giusto , un cavo è un cavo , come un ampli è un ampli, un DAc è un DAc, una cassa è una cassa, e infatti in casa abbiamo tutti lo stesso identico impianto . . .



mmmhhh... insomma... ampli e casse fanno una differenza abissale... e il dac anche a seconda di cosa ci sia di contorno e da come è alimentato

sono solo i cavi a non contare

assieme a tanta altra robina da non citata... si intende...

be' , almeno dovresti scrivere secondo me o per le mie esperienze, io ho altri punti di vista, e lo stesso sarà per altri mille interpellati, come è normale che sia in un mondo di my fi . . . 

Dario 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lello64
Adesso, meridian ha scritto:

be' , almeno dovresti scrivere secondo me o per le mie esperienze, io ho altri punti di vista, e lo stesso sarà per altri mille interpellati, come è normale che sia in un mondo di my fi . . . 

si certo... ti metto un bel IMHO e siamo tutti contenti

però... però... questi mille interpellati quando me lo dimostrano in cieco? eh eh ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31canzoni

Brutta roba avere fedi da difendere e diffondere in un forum di hifi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bluenote

Fino a qualche anno fa avevo il top Faber, White Gold, poi ho scoperto Reference, azienda che opera nel settore pro (cabla gli impianti di Umbria Jazz, non pizza e fichi) ed ho venduto tutta la roba audiofila fighettosa che avevo, compresi pitoni e quant'altro.

Una coppia di cavi bilanciati Reference con connettori Neutrik mi pare venga sui 50-60€.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane

la chiamavi

5 ore fa, bluenote ha scritto:

audiofila fighettosa

anche quando la comprasti o solo ora che l'hai venduta ?

Saluti

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
apprendista
7 ore fa, bluenote ha scritto:

Una coppia di cavi bilanciati Reference con connettori Neutrik mi pare venga sui 50-60€.

Io ho preso quelli "S", stanno 67 euro la coppia da 3 mt, 80 euro da 5 mt.

E come ho già detto, rappresentano "l'hi-end dei cavi" professionali (per dire cheil modello non "S"o  un Klotz, per sparare il primo marchio che mi viene in mente, vanno lo stesso bene e costano meno).

Anche io prendendo i reference mi sono liberato di tutta quella roba fighettosa e inutile (inutile già quando la avevo io, inutile adesso, IMHO).

Peccato per il nome...è troppo "audiofilo"...😂  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane
1 ora fa, apprendista ha scritto:

Io ho preso quelli "S", stanno 67 euro la coppia da 3 mt

Sono comunque 62 euro in più rispetto al ferramenta sotto casa. Come mai hai fatto questo acquisto ? Gli elettroni si offendevano se prendevi il cavo da 5 euro ?

perché hai speso 10 volte di più ? Tanto il rame è rame !

Grazie

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
apprendista

Perché mi furono raccomandati da diversi operatori del settore, che non li vendono ma li usano sistematicamente in studio e li ritengono i migliori sulla piazza.

Non fu facile passare dai "magici" van den hul lunghi 85 cm da 300 euro, a questa robaccia pro...avevo necessità di sentirmi a posto con la coscienza, chiesi consigli e scelsi un prodotto probabilmente anche superfluo per le mie necessità.

In ogni caso avendo ancora elettroniche in esubero, giradischi ecc.ecc., coi monitor uso senza problemi anche cavetteria proel, cordial, mogami ecc.ecc. che costa pochi euro.

Conservo ancora un ottimo sommercable biwiring laddove dovessi riattivare i diffusori passivi (per dire che a casa sono passati transparent, mit, hi diamond, e tutta quella roba gonza).

Ero un gonzo? Si, lo ero...forse lo sono ancora ma almeno non ho più traffichini, venditori e ciarlatani intorno, e non svuoto più il portafogli...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ago

@bluenote Se sono quelli citati da @apprendistane apprezzo fortemente la filosofia costruttiva, ne ho anche ascoltato la buona resa sonora con diffusori attivi. Per questo mi sono permesso di suggerirli a chi ha posto il quesito per quello specifico collegamento.  Qualità al prezzo giusto è un must. E apprezzo anche l'attenzione della casa alla importanza dei cavi come dichiarano sulla prima pagina del loro sito.

" D'altronde ormai tutti (o quasi) sanno che i cavi fanno la differenza nel suono e che il segnale perso in una catena audio non è più recuperabile ." 

http://www.referencelaboratory.com/web/index.php?mod=read&view=cd&id=Ultimo-Cavo_it〈=it

Ed analizzano così il mercato nel quale vanno a posizionarsi. 

" Reference Laboratory ha infatti compiuto un'operazione senza precedenti: offrire al mercato "mid-low budget" (purtroppo da sempre abituato all'utilizzo di cavi di scarsissima qualità e "nemici" del suono) un prodotto 100% Made in Italy, uno standard decisamente superiore alla media, allo scopo di aprire le porte dell'hi-end anche a coloro che finora non hanno ancora voluto o potuto investire in un cablaggio di qualità e sperimentarne gli indiscutibili vantaggi in termini sia di affidabilità, sia (aspetto centrale che muove l'intera ricerca e la produzione tutta italiana di Reference®) di prestazioni sonore."

Quindi un ottimo prodotto attento alle esigenze dell'audiofilo di tutte le razze ( più o meno fighetto non ha  importanza ) che vanta migliori caratteristiche sonore rispetto a cavi che costano meno o di pari prezzo. 

Salutoni🧦 ...la Befana si avvicina...

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
apprendista

Quoto l'intervento dell'amico Luigi, sempre molto obiettivo.

Capisco fino ad un certo punto la suscettibilità di alcuni, ma al di là di qualche mia uscita folkloristica non c'è mai un intento denigratorio (mi do del gonzo ogni giorno per il tempo perso appresso a queste diavolerie).

Quei cavi (che a mio avviso comunque costano troppo pensando alla media dei costi nel settore) sono un garanzia in termini di prestazioni e sono comunque lontani dagli eccessi esoterici di certa hiend, artigianale o industriale che sia.

Qualcuno dirà che si fida solo delle proprie orecchie..anche io mi fido delle mie orecchie, ma mi piace avere una base oggettiva sulla quale muovermi, quando è possibile.

Chiaramente quando si parla di cavi esoterici dal costo stratosferico non posso non pensare a pozioni magiche e suggestione, almeno stando a quella che è stata la MIA esperienza (mi sembra superfluo doverlo ripetere ogni volta, ma lo faccio ugualmente).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ago

Ecco la pagina citata 

Screenshot_20190103-120908_resized.thumb.jpg.42bfd345c3ad8c85b7221c6557becb38.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rpezzane
48 minuti fa, apprendista ha scritto:

Perché mi furono raccomandati da diversi operatori del settore, che non li vendono ma li usano sistematicamente in studio e li ritengono i migliori sulla piazza.

Non fu facile passare dai "magici" van den hul lunghi 85 cm da 300 euro, a questa robaccia pro...avevo necessità di sentirmi a posto con la coscienza, chiesi consigli e scelsi un prodotto probabilmente anche superfluo per le mie necessità.

Non ho ancora capito. Ci riprovo. Se il rame è rame e i cavi sono tutti uguali, 5 euro = 70 euro = 1000 euro.

Se viceversa 70 è meglio di 5, potrebbe anche essere che 1000 è meglio di 70. No ?

Comunque se ti può consolare, io di magico nei Van Den Hul non trovo proprio nulla.

Saluti

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
apprendista
31 minuti fa, rpezzane ha scritto:

potrebbe anche essere che 1000 è meglio di 70. No ?

No...perché a mio avviso oltre una certa soglia di prezzo (calcolando materiali più o meno costosi, ricarico) non c'è motivo di andare.

La presunta ricerca e sviluppo tanto decantata dai marchi esoterici a mio avviso non esiste...non a caso gli audiofili dicono che "i cavi vanno provati", vale a dire che il risultato non è mai scontato e quindi l'equazione costo superiore/prestazione superiore non è dimostrata.

Ribadisco (quante volte lo avrò ripetuto?) che i cavi non sono tutti uguali, se un cavo è in rame e un altro in argento, la differenza si sente; se un cavo di potenza ha una sezione piuttosto che un'altra..questo può fare differenza.

Quello che contesto al mondo hi-end è il fatto di aver costruito fantasie cavofile, laddove si giustificano ricavi esagerati con ricerca e sviluppo che non esiste, e con impiego di materiali asseritamente pregiati spesso inutili (quando ci sono).

Vogliamo fare un esempio di speculazione eccessiva? Posso farlo senza beccarmi qualche querela? (in caso contrario poi mi trovate un collega che mi difenda pro bono 😂)...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.592
    Discussioni Totali
    6.237.314
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us