Jump to content
Melius Club

oscilloscopio

Le canzoni italiane degli anni '30 e '40

Recommended Posts

oscilloscopio

Datemi del matto, ma ascolto anche queste cose (rigorosamente su 78 giri 😁). Non sò può interessare a qualcuno, ma provo a postare qualche brano...

Della prossima ci sono versioni incise meglio, ma questa è la prima edizione

Un altro grande degli anni'40

Ovviamente "fra le righe" una bella presa per il sedere al regime...

Un altro grande dell'epoca...Ernesto Bonino...

Share this post


Link to post
Share on other sites
siebrand

Se ti piace il genere...

Ho un bellissino disco, molto piacevole,

Etichetta VelutLuna, si chiama "mille lire al mese" credo.

Ora sono fuori, ma il cd è molto valido (non cantanti originali ma reinterpretazioni...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@siebrand Ciao Sie, in realtà questi brani li ho tutti su supporto originale a 78 giri (di canzoni italane ho circa 800/1000 dischi quindi 1600/2000 canzoni) comunque i lavori di Velut Luna, sono ben fatti darò un'occhiata al sito

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09
1 ora fa, oscilloscopio ha scritto:

(di canzoni italane ho circa 800/1000 dischi quindi 1600/2000 canzoni)

Ma hai di tutto e di più, Tito, sei un grande collezionista e quel che è bello è che li ascolti.., ascolti la musica non fai solo "museo"... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@analogico_09 Ciao Peppe e Buon anno, in realtà ci sono collezionisti che hanno molta roba più di me, come sai è da più di vent'anni che mi interesso ai 78 giri e fino a qualche anno fà roba valida se ne trovava.  Poi ascoltare quella musica, (a volte anche con il grammofono) crea un'atmosfera che a me piace molto, infine oggettivamente, i cantanti erano bravi e molte canzoni si riallacciano allo swing che sai apprezzo molto. L'unico problema è maneggiare quegli shellac che pesano una tombola e se finiscono per terra vanno in mille pezzi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09

@oscilloscopio Buon anno anche a te, Tito, a tutti.

D'accordo, molte canzoni "leggere" sono ancora valide.., il tempo a volte si deposita sulle cose senza fare danni.., anzi crea come una pellicola protettiva... ;) 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp
4 ore fa, oscilloscopio ha scritto:

Ovviamente "fra le righe" una bella presa per il sedere al regime

Cioè?

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@landrupp Pare che il Pippo della canzone, fosse in realtà riferito a Starace noto gerarca fascista (se non addirittura a Mussolini in persona)...

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09
24 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

molte canzoni si riallacciano allo swing

Bellissima questa... romantico-swing...
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09

Prese in giro al "regime" a tempo di swing.., jazz.., tanto odiato dal Duce che ebbe un figlio jazzista... se lo avesse saputo ... :D
 


Questa è post guerra.., ma è sempre satira contro il potere...
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@analogico_09 Quella di De Sica non la conoscevo...molto bella..."Papaveri e papere" e "Maramao perché sei morto" ho i dischi...Il Trio Lescano ha avuto parecchi problemi con il regime (oltre che per le canzoni "spinte" perché mi pare la mamma fosse di origine ebrea), tant'è che han dovute nascondersi in montagna dopo la promulgazione delle leggi razziali, per evitare la cattura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09

Anche Bombolo era ritenuta offensiva e riferita al peso e all'altezza fisica di un gerarca fascista...
 


 

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09
7 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

Quella di De Sica non la conoscevo...molto bella..."Papaveri e papere" e "Maramao perché sei morto" ho i dischi...Il Trio Lescano ha avuto parecchi problemi con il regime (oltre che per le canzoni "spinte" perché mi pare la mamma fosse di origine ebrea), tant'è che han dovute nascondersi in montagna dopo la promulgazione delle leggi razziali, per evitare la cattura.


Vero.., che cojotes!...


Anche questa era carina...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Frovalta

@oscilloscopio Personalmente apprezzo molto i brani "non sense" degli anni trenta: brani la cui superficie brillante ed apparentemente innocua nascondeva critiche, neppure tanto velate, al regime fascista: più in generale, questi pezzi rivelavano la voglia di evasione da un regime opprimente e soffocante, che ovviamente non gradiva queste canzonature. 

In particolare mi piacciono i brani di Rodolfo De Angelis, musicista che ad un certo punto della sua carriera fu costretto ad interrompere le proprie esibizioni in quanto fisicamente minacciato dagli squadristi, limitandosi all'attività di autore.

Ovviamente queste produzioni "di fronda" al regime erano censuratissime dall'EIAR, raramente eseguite dal vivo: eppure i relativi 78 giri registravano ottime vendite...

punto saluto, Frovalta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09

@Frovalta Vero.., si chiamavano canzoni di "fronda".., avversate dai paranoici di regime...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
analogico_09

@oscilloscopio

Tito, questo è raro?

MILLE%202.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
landrupp

@oscilloscopio 

Penso allora sia Starace, "l'utile cretino" che si inventava le più strambe facezie nei suoi "fogli d'ordine" per celebrare il regime e il duce

Share this post


Link to post
Share on other sites
medusa

Swing!

un sorriso

enzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Frovalta In effetti canzoncine all'apparenza "stupide" celavano doppi sensi e frecciate al regime che comunque la popolazione ben intuiva (in maniera diversa ma con lo stesso metodo utilizzato da Verdi all'epoca dell'occupazione austro ungarica)

8 ore fa, analogico_09 ha scritto:

Tito, questo è raro?

E' una canzone che ha avuto un grande successo, ne hanno stampati parecchi, una copia ce l'ho, ma oggi và molto a fortuna trovare quelle canzoni, anche perché nei mercatini sempre meno gente porta i 78 giri, per via del peso e della fragilità, inoltre le canzoni più famose sono le prime a sparire, comunque con voglia e costanza non è escluso si possa trovare.

@landrupp Molto probabile...

@medusa Altro bravo interprete dell'epoca...😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Anche questa "fra le righe" si pensa fosse rivolta al duce...

Mentre in risposta alle sanzioni imposte all'Italia da Francia ed Inghilterra, Rodolfo De Angelis rispose con questa...😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
rock56
13 ore fa, analogico_09 ha scritto:

stessa giostrina,

...che ricordi! Pure io l'avevo!

"Balocchi e profumi" l'avevo cantata da Tajoli sempre in 78gg (odeon label colore blu) nel retro c'era "fili d'oro".

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@rock56 Anche Tajoli era un famoso interprete anche se più che negli anni 30/40 è stato celebre negli anni '50 (personalmente non mi faceva impazzire ma si tratta comunque di un bravo cantante)

Carlo Buti è stato un altro bravo interprete dell'epoca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gabrilupo

Anch'io ho il disco Velut Luna. Mi sembra un lavoro di recupero molto ben fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pasquale SantoiemmaGiacoia

c'era anche lo swing...

o come chiamavano in quel tempo il ritmo sincopato...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Pasquale SantoiemmaGiacoia E' uno dei motivi per cui mi piacciono molte canzoni dell'epoca...😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pasquale SantoiemmaGiacoia

e le marcette del legionario... mamma ho combattuto in africa orientale...
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@Pasquale SantoiemmaGiacoia La propaganda di regime utilizzava molto la musica ed i testi goliardici, per esaltare la nazione all'eroismo ed alla guerra, valendosi a volte anche di grandi interpreti (ho in collezione una versione di "Giovinezza" e de "Inno a Roma" cantata addirittura da Beniamino Gigli con il coro della Scala)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pasquale SantoiemmaGiacoia

@oscilloscopio  certo, concordo!


Tuttavia questa versione napoletana  di "Selassiè" cantata dal grande Pasquariello ha un chè di presa per i fondelli

non solo di Selassiè... 😎
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293987
    Total Topics
    6391028
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy