steg

Rispolverare impianto vintage

Messaggi raccomandati

steg

Ciao a tutti, come ho già detto nella mia presentazione sono un (ormai neanche tanto) giovincello con la passione della musica, e avrei bisogno dei vostri consigli, commenti ed opinioni per rispolverare un impianto hi-fi un po' vintage che ho "ereditato" da mio padre e che dopo tanti anni ho deciso di rimettere in funzione, visto che purtroppo di queste cose me ne intendo veramente poco, e mio padre è venuto a mancare qualche anno fa. L'idea di rispolverare l'impianto mi è venuta per diversi motivi, ma principalmente punto a fare una digitalizzazione dei vinili che ho in casa e di altri che adoro e su cui sono riuscito a mettere le mani di recente (Deja vù-CSNY, per esempio) grazie al rispolvero di soffitte di alcuni amici. Ma non voglio dilungarmi più del dovuto (ci sarà tempo) :)

 

L'impianto credo sia stato assemblato tra l'85 e l'87 e consiste di:

Amplificatore: Onkyo A-8027

Giradischi: Yamaha P-07

Testina montata: Yamaha CG-7700

Altre testine: Audio-Technica AT 3200 XE ed Audio-Technica AT 3200 XE II

Casse: Canton Karat 100
Ci sono anche lettore CD, tuner e tape, a cui non sono interessato più di tanto, ma al momento non sono a casa e ricordo solo le marche, rispettivamente Marantz, Pioneer e Aiwa, direi. I modelli ve li posso comunicare nel we.

 

L'impianto, alle mie orecchie (lontane dal definirsi audiofile) suona ancora molto bene e non noto grosse distorsioni. Però, visto il lavoro che mi accingo a fare, volevo cercare di capire cosa si può fare per cercare di far rendere al massimo questi giocattolini. Prima di tutto volevo capire come si piazzano, a livello di qualità, i vari componenti, visto che non ne ho proprio idea. In più magari, vorrei capire se fosse necessaria una qualche "pulizia" interna. Negli anni posso comunque garantire che tutta l'apparecchiatura è stata tenuta ed utilizzata in maniera quasi maniacale (ricordo di aver avuto il permesso di mettere su un LP solo nell'adolescenza 😁) .

Per quanto riguarda il giradischi, l'ho tarato "alla vecchia maniera" come mi era stato insegnato. Da quanto ho letto in rete oggi esiste qualche strumento in piu per tararlo meglio (es. bilancine per misurare il peso e vinili per la taratura). Le due testine che ho trovato nel cassetto mi sembrano nuove, credo pressochè inutilizzate perché non credo l'ampli supporti le MC. Però, anche qui volevo capire come posso osservare se ci sono difetti di funzionamento o manutenzioni da fare.

 

Per quanto riguarda la digitalizzazione, avevo pensato di acquistare un audient id14, che mi sembra piuttosto buono e utilizzare l'uscita tape rec dell'ampli. Ma prima volevo sistemare un po' il tutto.

Visto che potreste chiedermelo, l'idea è quella di risistemare l'impianto, ma nulla mi impedisce di comprare qualche nuovo pezzo all'occorrenza e un po' alla volta (la borsa di dottorandi è quella che è, ahimè), per cui anche suggerimenti di acquisto sono bene accetti, anche se l'idea di impianto vintage è sempre affascinante, visto che fra l'altro è piu vecchio di me :D

Possiedo anche tutti i manuali originali nel caso ce ne possa essere bisogno.

Bene...al momento credo di aver detto tutto...spero di non avervi annoiato troppo! Aspetto con ansia i vostri commenti e i vostri consigli!

P.S. Se c'è qualcuno nei dintorni con cui scambiare quattro chiacchere volentieri, io al momento risiedo a Ferrara ma mi trovo a bazzicare anche in provincia di Ravenna (l'impianto si trova la)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Premesso che non conosco gli apparecchi citati, di solito le prime cose da fare quando si ha tra le mani un sistema vintage (grosso modo funzionante) sono:

- Amplificatore: pulizia interna con aria compressa (un lavoro più approfondito richiede un po' di pratica), spruzzatina di disossidante su potenziometri e commutatori, controllo dei connettori RCA posteriori e pulizia, controllo molle dei connettori delle casse ed eventuale sostituzione dei medesimi se fossero mal messi. Se sei attrezzato, verifica ed eventuale regolazione della corrente di riposo dei finali.

- Giradischi: pulizia, lubrificazione, controllo velocità (stroboscopio) ed eventuale aggiustamento.

- Casse: se hanno la sospensione dei woofer in gomma di solito non hanno bisogno di nulla, se in foam probabilmente sarà disintegrata e dovranno essere ribordati i woofer.

- Testine: oltre all'usura della puntina, verifica stato della sospensione. Talvolta la sospensione si "ammoscia" e la testina va a toccare sul disco anche col peso di lettura corretto. In tal caso va cambiato tutto il gruppo dello stilo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@steg Ciao e benvenuto, mi pare che inizi con un setup di tutto rispetto...L'ampli Onkyo è un 'ottima macchina (stò utilizzando in questi giorni su un impianto un A-7022 che suona divinamente). I diffusori Canton Karat 100 sono buoni diffusori che tra l'altro vedo bene accoppiati all'ampli. Il gira e le testine mi fanno storcere un po' il naso. Il giradischi non lo conosco, ma mi dà l'impressione di un plasticone anni '80 non un granchè e le testine non conosco la CG 7700 Yamaha ma conosco bene le A.T. 3200 (ne ho una) ed è la testina che mi piace di meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Cassette deck: probabilmente è quello più bisognoso di cure. Pulizia, cambio cinghie e idler, lubrificazione della meccanica, verifica stato dei pinch roller ed eventuale sostituzione, allineamento testine, taratura dell'elettronica.

Lettore CD: se funziona può essere necessario cambiare la cinghia di apertura del cassetto (se c'è) e pulire l'interno, eventualmente lubrificare il meccanismo del pickup. Se non funziona ed è un apparecchio privo di particolare valore, meglio cercarne un altro.

Tuner: se funziona si può lasciare come sta, visto l'uso limitato che se ne può fare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@steg Le A.T. 3200 sono testine MC ma ad alta uscita, quindi vanno collegate all'ingresso phono MM dell'ampli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
diego_g

@steg Ciao, hai MP.

Un saluto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bazza

@steg Ha senso digitalizzare i vinili ?

Con i vari servizi di streaming fai prima ad ascoltarli li e usare i dischi in modo appropriato quando sei a casa in tutto relax.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

Grazie infinite a tutti per le risposte, proprio quello che cercavo! Gentilissimi davvero...

@lufranz Sicuramente l'ampli avrà bisogno di una pulizia interna con aria compressa. La sospensione del piatto, a memoria, mi sembra ancora in buono stato ma nel we verifico. L'usura della puntina come la posso osservare? La velocità del piatto la volevo in effetti verificare con lo strobo. In linea di massima, con un test veramente poco affidabile (app RPM su cell), la velocità sembrava comunque non troppo fuori dai parametri (33,4 RPM), ma ripeto il test sicuramente non era affidabile. Per quanto riguarda il cassette deck, credo non mi metterò neanche dietro a operazioni di pulizia, piu che altro vista la mancanza di materiale in buono stato.

@oscilloscopio La tua impressione è corretta. Quando l'ho rimesso in piedi qualche mese fa ho avuto la stessa impressione di "mancanza di solidità", anche se il suono non mi sembra male. Valuterò un suo eventuale rimpiazzamento in futuro. Per quanto riguarda le testine, credo che la yamaha fosse quella già montata al momento dell'acquisto, e non avendone mai sentite suonare altre con questo impianto, non so neanche dirti l'effettiva qualità. A ripensarci, credo che mio padre lasciò volutamente le AT3200 nel cassetto (penso perché non gradisse il suono), ma a guardarle da fuori sembrano veramente nuove. Probabilmente al momento dell'acquisto del gira, i soldi iniziavano a scarseggiare hahah :D

In realtà devo ammettere che ho anche un certo timore a cambiare la testina da solo, visto che è un lavoro che non ho mai fatto e mi sembra piuttosto delicato (pare mie?)

@Bazza Bella domanda, anche io ci ho pensato a lungo. Sicuramente nessuna digitalizzazione potrà mai sostituire il "rito di ascolto" (e la qualità) di un vinile, non c'è dubbio. In realtà, come dicevo, io sono fuori casa ormai da diverso tempo per cui mi risulta difficile ascoltare musica di una certa qualità sonora con il suddetto impianto. L'anno scorso mi sono comprato un DAC della Korg e, nonostante non mi consideri audiofilo e già con cuffie di medio-basso livello (AKG K240, che verranno presto sostituite), ho avuto modo di apprezzare la differenza tra la qualità di servizi "mainstream" (spotify o youtube, ad esempio) e un audio anche "solo" in qualità CD (16/44.1). In più, da buon ingegnere, tutto ciò che è tecnologico attira la mia attenzione e curiosità, per cui vedila un po' come deformazione professionale...in realtà mi diverto un mondo :D

Scherzi a parte, spero anche, in questo modo, di preservare la qualità del piccolo archivio che ho a casa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@steg Cambiare una testina, non è un'impresa impossibile...bisogna procurarsi una dima (che si può scaricare anche gratis dal web) e magari una bilancina (vanno bene anche quelle da gioielleria che si trovano ad una decina di euro). Poi è una questione di attenzione e delicatezza. Per quanto riguarda la cuffia dipende da che K240 hai...Io ho una 240 sextett del 1975 che suona molto più correttamente di altre due Sennheiser più recenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

diciamo che sei partito bene, l'ampli è le case sono oggetti validi, se fuzionano e non fanno rumori strani non mi preoccuperei, non ho la sindrome della casalinga. montare la testina non è impresa impossibile, potresti intanto scaricarti il manuale da www.vinylengine.com è gratis devi solo registrarti ma non rischi spam così leggi cosa fare. io monterei una delle testine nuove che hai nel cassetto. magari se ci dici di dove sei si trova una anima pia vicino a te che in cambiodi un bichire di vino ti da una mano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

@oscilloscopio Le K240 me le sono regalate qualche compleanno fa, quindi sono piuttosto recenti. Devo dire che da quel momento mi si è aperto il mondo "cuffie", soprattutto visto che ora sto in appartamento

@cactus_atomo Grazie per la risposta! In effetti, come dicevo, sono più pare mie che problemi veri (anche perché prima o poi dovrò imparare). L'impianto si trova nel comune di Alfonsine (RA), ma come dicevo ora abito in pianta stabile a Ferrara. Mi basterebbero anche solo un paio di chiacchere, ovviamente davanti a un buon bicchiere di birra (offerto s'intende) :) Se qualcuno si trova nei paraggi e ne ha voglia, molto volentieri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

Riciao a tutti!

Purtroppo ho avuto una settimana difficile a lavoro, e solo stamattina sono riuscito ad avere un po' di tempo da dedicare all'impianto (prima di essere interrotto da problematiche di natura "familiare" che mi hanno tolto dal mood🤣). Spero di riuscire a fare qualche altra prova nel pomeriggio o domani.

Fortunatamente il giradischi sembra funzionare ancora abbastanza bene. Il meccanismo di cueing sembrava non funzionare più, ma dopo un periodo di "riscaldamento" e dopo un paio di tentativi è tornato a funzionare (non che mi interessasse piu di tanto in realtà, però...). Probabilmente gli ingranaggi interni sono un po' sporchi. Insomma, dopo una prima fase di movimenti robotici, tutto mi è sembrato un po' piu fluido.

Ho fatto qualche prova, con le mie (poco buone) orecchie e utilizzando le cuffie,  su un album che conosco abbastanza bene, seguiti dall'ascolto del corrispettivo CD, (Aqualung - Jethro Tull) e ne sono rimasto abbastanza contento. Le tracce suonano bene e non sembra vi siano artifizi dovuti a una errata velocità di riproduzione. L'unica nota "stonata", ma mi riservo il diritto di effettuare altre prove, è che mi è sembrato di sentire una "scarsa profondità" di alcuni suoni, in particolare nei solo delle chitarre acustiche. Insomma, quella sorta di profondità del suono che si può percepire in una canzone acustica, come mother goose (spero di essermi spiegato, purtroppo non conosco il termine tecnico :)). Però ripeto, forse è solo una mia impressione. La prossima prova la volevo fare con un LP di musica classica, ma serve la giusta atmosfera in casa per farlo heheh.

Insomma, sono molto contento del risultato, visto il tempo che è passato dall'ultima volta che è stato riprodotto un vinile! Fra l'altro ho anche avuto modo di apprezzare un altro fenomeno che non avevo mai notato, cioè la produzione dei suoni direttamente dalla puntina. In settimana poi dovrebbe anche arrivarmi la bilancina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@steg La mancanza di "profondità del suono" potrebbe anche essere imputabile alle condizioni della puntina.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

@oscilloscopio Penso tu abbia pienamente ragione. Ho fatto un altra prova ieri e le mie impressioni sono state confermate. Il prossimo passo è comprare una nuova testina (temo che quelle nel cassetto siano già state usate)! :)

Ho comunque avuto modo di vedere (o meglio, sentire) che l'ampli tende a mettere in evidenza le basse frequenze. Anche se potrei essere polarizzato io, poichè negli ultimi tempi tendo ad ascoltare musica da FLAC/CD con il DAC della Korg, per cui potrebbe essere il viceversa (?).

Purtroppo ho anche notato che il canale sinistro dell'ampli soffre di una lieve perdita (si sente qualcosa anche quando il volume è a 0). Al prossimo giro tenterò di capire se è un problema del pre ampli o dello stadio di potenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@steg Occhio che anche io quando ascolto file FLAC ho i bassi più evidenti. Comunque se vuoi una testina che "apra" un po' il suono, orientati su una Audio Technica. Per il problema che lamenti, credo sia imputabile al pre, se il volume è a "0" e passa segnale, non dipende dal finale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

@oscilloscopio Grazie mille per il consiglio sulla testina, in settimana ci darò sicuramente una occhiata!

Per quanto riguarda il problemino, mi auguro sia un problema di bilanciamento e spero non influisca sul resto. In realtà me ne sono accorto casualmente, avendo indossato le cuffie con il volume a 0, anche perché la perdita è veramente molto bassa.

Grazie ancora per la tua disponibilità :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@steg Prego ci mancherebbe...Se è un problema di bilanciamento te ne accorgi ruotando il potenziometro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

@oscilloscopio Purtroppo temo sia proprio una perdita (magari vista l'eta dei condensatori e dei vari componenti), puntando il balance tutto sul canale destro, rimane comunque una flebile traccia sul sinistro (il destro rimane muto in ogni caso).

Per quanto riguarda la testina, ho messo gli occhi (come da te consigliato) sulla audio technica VM520EB. Visti i commenti che ho trovato in giro sembra quello che sto cercando in termini di qualità/prezzo. Secondo te può avere senso prenderla direttamente con la conchiglia? O potrebbero esserci problemi per quanto riguarda l'attacco al braccio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@steg Non puoi utilizzare un attacco "standard" sul tuo braccio che ha una shell dedicata, quindi è inutile prenderla con la conchiglia. La testina è la versione recente della A.T. 100 che già era una testina di qualità, quindi credo che la scelta sia ottima.

In merito al problema sull'ampli ti converrà quando possibile, fargli dare una controllata da un tecnico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

@oscilloscopio Purtroppo ho ancora bisogno del tuo (vostro) aiuto! 😪

Spinto dai vostri incoraggiamenti e spinto dal voler vincere i miei timori, ho comprato la VM 520. E' arrivata ieri e oggi ho deciso di prendermi la mattina per montarla. Fortunatamente una delle due AT che erano nel cassetto disponeva di una conchiglia per il braccio del mio giradischi, così ho deciso di lasciare intaccata quella già montata e lavorare sulla conchiglia di riserva.

Purtroppo mi sono accorto che l'attacco per il fissaggio della testina è un po' fuori stadard e consiste in un archetto montato sopra la conchiglia (https://imgur.com/a/1g2EjO5). Questo ha come conseguenza il fatto che la vite non è sufficientemente lunga per arrivare al fissaggio con il dado sulla testina https://imgur.com/a/P9E1njC

La precedente testina (AT3200) non ha questo problema perché ha dei fori fissati più in alto rispetto alla VM520 https://imgur.com/a/H7o3iIq

Si può risolvere questo problema o devo rispedire la testina? Avevo pensato di procurarmi una coppia di viti più lunga ma non so se è la soluzione piu adatta. Voi cosa suggerite?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

ho una ssctoletta piena di viti di varie lunghezze  di vari passi,,non esiste una lunghezza universale. alcune testine  i possono montare  solo inserendo la vite dal basso,altre solo dall'alto,altre i entrambi  modi e anche le conchiglia a standard eia di standar hanno solo l'attacco al braccio. e stavi a roma ti davo io delle viti,in genee le trovi nei negozi di modellismo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ediate

@steg Procurati delle viti di varia lunghezza, non è un delitto montarne di più lunghe. Mi pare che abbiano un passo standard, ma portandone una come campione o in un ferramenta ben fornito o in un negozio di modellismo ne troverai quante ne vuoi... 👍

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

@cactus_atomo @ediate 

Grazie ragazzi...gentilissimi come al solito! Mi ero un attimo preoccupato, ma pago un po' lo scotto della inesperienza... :)

Ora mi procuro le viti e finisco il lavoro! Spero di darvi buone news a breve

Nel frattempo mi sono arrivate bilancina (con cui sono rimasto incredibilmente sorpreso della precisione del sistema di settaggio della forza d'appoggio del giradischi. Settato a 2g, la bilancina misura 1,98!) e disco strobo con cui ho potuto osservare una leggera deviazione della velocità (la striscia si muove appena appena in avanti). Ma nel frattempo sistemiamo una cosa alla volta!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ediate

@steg Grazie a te per "i ragazzi"... 😂 (io sono del 57).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
oscilloscopio

@steg Quando prendi le viti per la testina, assicurati che siano amagnetiche (acciaio)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
steg

@ediate hahahah... be' la cosa più importante è sentirsi giovani :)

Mannaggia. Purtroppo per questo weekend sono riuscito a procurarmi solo una coppia di viti in ferro da un negozio di modellistica, quindi decisamente non amagnetiche. In settimana provvederò ad andare in una ferramenta piu fornita! Alla prossima puntata :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mchiorri

@ediate vecchio!!😂

mi freghi di un anno...ma ti raggiungerò!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.593
    Discussioni Totali
    6.237.410
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us