bluesman74

Sulla presunta usura e delicatezza dei CD

Messaggi raccomandati

speaktome74

@Armando Sanna

Stento a credere che questo tipo di kit può funzionare.

Anni fa mi era stato suggerito più o meno di fare la stessa cosa con un metodo più artigianale:

senza usare cartina abrasiva e al posto della crema miracolosa un dentifricio con microgranuli del quale però non ricordo la marca, diluito con acqua.

Non successe nulla di migliorativo se non che la superficie si rigò ancora di più. 

Non contendo e recidivo adottati altro suggerimento del guru dei poveri: vai con il CIF… e spugnetta per piatti...

Un disastro 😱 ! Dischetto rigato e pronto per il cassonetto 😩

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Hoya

Credo che vista la superficie tirata a lucido del cd non esista nessun prodotto che faccia miracoli...l'unica cosa che si possa fare senza recare danni visto che l'ho anche provata è stato un poco (ma poco) di sapone neutro e acqua per togliere eventuali impronte e asciugato poi con un panno di microfibra come quello per occhiali (niente carta)...il resto secondo me può solo rigare o danneggiare la delicata superficie lucida del dischetto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
speaktome74

@rock56 Stessa cosa con i primi Telarc

Caspita mi crolla un mito! Cd Telarc made in USA e Japan?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giemme
12 ore fa, Ossido ha scritto:

Chi si ricorda di questo prodotto magico ?

Effettivamente il miglioramento era percepibilissimo, rendeva il suono più cristallino.

Certo. Toglieva anche la raucedine e puliva l'argenteria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ossido

È vero si utilizzava anche per quello, me ne ero dimenticato, grazie per avermelo ricordato. 😂😂😂

Ossido

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giemme
Il 9/1/2019 Alle 23:24, bluesman74 ha scritto:

Quali le vostre esperienze? Usate accortezze paranoiche simil vinile oppure ve ne fregate? 

Ho messo un link alla prova distruttiva che ho effettuato qualche settimana fa; difficile ridurre un CD in quel modo, eppure funziona ancora e senza errori.

Preferisco in ogni caso, per i dischi che lascio in auto, utilizzare delle copie, perché spesso riesco a farli finire o sotto i piedi o sotto i sedili. Gli errori si correggono, ma non è bello vedere un disco rovinato. 

Ogni tanto, se voglio portarmi un po' di dischi in viaggio, li riverso su una penna USB in formato mp3 col bitrate massimo, perché viaggiando è abbastanza improbabile distinguere l'mp3 dall'originale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
speaktome74

Ma il Finyl non è più in commercio? Non lo trovo da nessuna parte sul web.

Ormai prodotto vintage! 🤑

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audiofan.

Qualche sedicente "esperto" consiglia di usare sulla superficie riflettente dei cd molto rovinati il noto lubrificante WD40. Pare (io non l'ho sperimentato) faccia miracoli.

Sul tubo ci sono diversi video. Boh...

Da parte mia posso dire, su un campione di diverse migliaia di cd originali (il primo acquistato alla vigilia di Natale del 1983), che quelli non funzionanti sono al momento solo una decina di titoli e tutti stampati negli anni '90.

Non ho mai eseguito alcuna pulizia chimica sui miei cd, solo molta attenzione al maneggiamento degli stessi (solo per i bordi) e alla loro conservazione (in custodia originale all'interno di un mobile chiuso a polvere e luce).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giemme
2 minuti fa, audiofan. ha scritto:

Qualche sedicente "esperto" consiglia di usare sulla superficie riflettente dei cd molto rovinati il noto lubrificante WD40.

Non fa niente; ungeà solo tutto quello con cui verrà a contatto e che poi creerà una bellissima poltigia fangosa.

So che le mie prove non se le fila mai nessuno, ma se tu provassi a  guardare solo due messaggi sopra, vedresti di cosa è capace la correzione degli errori prevista una quarantina d'anni fa dai creatori del CD. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giemme
1 ora fa, speaktome74 ha scritto:

Ma il Finyl non è più in commercio?

Correva voce che i produttori fossero in galera. Quel liquido poteva anche essere usato per scopi bellici, visto che spruzzato da aerei e droni poteva controllare le menti e far avvizzire l'insalata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Armando Sanna

@speaktome74 

io ho salvato Abraxas SACD e  un album degli Underworld dal titolo lungo e tutto attaccato ...

Non erano conciati male ma il CD si bloccava in una traccia intermedia e mi  mandava in errore il lettore .

Li ho recuperati ma non ne ho mai fatto un uso intensivo di questo prodotto , gli altri CD magari erano sporchi e in alcuni casi li ho lavati con acqua tiepida e sapone neutro  , asciugati con panno in cotone e non ho avuto poi problemi nei riascolti successivi.

La cosa  che non comprendo e che avendo con tutti la medesima attenzione ( nasco analogista) alcuni si sporchino e sono delicati più degli altri , diciamo un 10% al massimo .

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
speaktome74

@Giemme 

🙄

fa cadere anche i capelli?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giemme
6 minuti fa, speaktome74 ha scritto:

fa cadere anche i capelli?

Al contrario, dicono che li facesse  ricrescere. Rosa shocking.

In più provocava flatulenze a grappolo, non consentite dalla convenzione di Ginevra.

Forse siamo OT

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ossido

Certo che a Giemme il Finyl deve essere andato proprio di traverso !!!

Però complimenti per la simpatica fantasia e mi chiedo chi sta andando fuori OT.

Ossido

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giemme
1 ora fa, Ossido ha scritto:

mi chiedo chi sta andando fuori OT.

Conosco il colpevole. Pardon, sono allergico ai liquidi magici. Smetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ossido

@Giemme non volevo arrivare a questo, assolutamente,  ma la frase "poteva essere urlato anche per scopi bellici" mi è piaciuta tantissimo mi devo complimentare ancora per la fantasia.

Buona serata

Ossido

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.592
    Discussioni Totali
    6.237.316
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us