Jump to content
Melius Club

maurodg65

cronaca e costume Briatore: Nathan Falco lo istruisco io, no all’Università.

Recommended Posts

maurodg65

Senza parole.

https://www.huffingtonpost.it/2019/01/09/flavio-briatore-mio-figlio-non-fara-luniversita-non-ne-vedo-ragione-saro-io-a-formarlo_a_23637936/

"Mio figlio non farà l'università: non ne vedo ragione. Sarò io a formarlo"

L'imprenditore ha spiegato ad Oggi i suoi progetti perNathan Falco, di 8 anni: "Non mi serve un laureato, ma uno che porti avanti quello che ho costruito"

Huffington Post

dd487f00-13f2-11e9-bfa7-565577e840e2

NurPhoto via Getty Images

Flavio Briatore ha deciso: suo figlio Nathan Falco non andrà all'università. L'imprenditore ha raccontato al settimanale Oggi i progetti per il futuro del figlio, che adesso ha 8 anni. "Falco sa che a 14 andrà in collegio in Svizzera a fare il liceo. Poi dopo il diploma verrà a lavorare con me".

Per Briatore Nathan Falco non ha bisogno dell'università, perché ripercorrerà le orme del padre nel mondo imprenditoriale. "Se volesse fare l'università? Non ne vedo la ragione: sarò io a formarlo". È una questione di passioni, di motivazioni che ti spingono a fare quello che farai: "Se uno ha una vocazione deve essere libero di assecondarla".

Una questione di passione, certo. Ma ci vuole anche la mentalità per dirigere "l'impero": "A me non serve un laureato, mi serve uno che porti avanti quello che ho costruito: se mi serve un commercialista o un avvocato lo chiamo e gli pago la parcella". Nathan è ancora piccolo, ma Briatore lo sta preparando psicologicamente a quello che dovrà affrontare. "Sa che avrà una responsabilità anche lui. Io lo sto crescendo mostrandogli l'importanza di un buon team. Se lavori bene, vieni pagato molto bene, se non lo fai sei fuori. È meritocrazia e nulla di più...". Il supporto della famiglia non manca, nonostante Briatore si sia separato dalla madre, la modella Elisabetta Gregoraci: "Siamo due bravi genitori, focalizzati entrambi su nostro figlio. Restiamo una famiglia e Falco cresce sereno e amato".

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

A me è stato antipatico da sempre ed ho goduto quando è stato allontanato da F1

Che poi da uomo qualunque sia riuscito a costruire un piccolo impero è altra cosa 

Dimostra che istruzione e cultura servono a poco o nulla nella vita se vuoi fare l'imprenditore.

Anzi sono spesso d'impiccio.

Mi ricorda molto Moggi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionzi

Sta convogliando i suoi sogni e le sue aspettative in un contenitore che potrebbe rivelarsi inadatto, perché con altre aspirazioni.

In questo modo lo sta forzando  a essere una copia di suo padre: c'è la possibilità che verso i quarant'anni suo figlio decida di togliersi la vita, oppure intorno ai venticinque molli tutto.

Il fatto che lo voglia istruire lui è indice di un'istruzione parziale dello stesso Briatore, che non si rende conto di quanto serva avere cultura della vita per la vita e non per la carriera o per i soldi.

In fondo è un povero.

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

immagino che savgal stia godendo come un riccio..😂

ho messo pure una faccina per sicurezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

A San Giacomo di Roburent, provincia di Cuneo, dove vive la sua famiglia di origine, gente semplice e dignitosa, un fratello Maestro di sci, quando si sente parlare di lui da giovane, allora soprannominato “ Tribula” per le tribolazioni e i dispiaceri che dava alla famiglia, i commenti sono decisamente poco lusinghieri: si parla di quando frequentava come gigolò i casinò delle costa, corteggiando signore ricche e sfiorite che oltre a mantenerlo lo introducevano in determinati ambienti dell’alta società, di quando trafficava di armi anche con clan marsigliesi, di due bombe che gli hanno fatto esplodere davanti a casa, di debiti insoluti e saldati, con sacrifici, dalla famiglia e di tante altre cose poco edificanti. Dei suoi successi molti preferiscono tacere.

L’arroganza lo ha sempre contraddistinto.

Ora, se ritiene di essere in grado di formare suo figlio c’è almeno da sperare che gli eviti certe iniziazioni...e che  il figlio abbia imparato a imparare prima dei suoi insegnamenti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Gionzi, mi fa piacere che tu ti godi là vita senza il bisogno di soldi.

Immagino che se tu trovi un biglietto vincente della lotteria da 50 ! milioni lo butti via.

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Mom, descrivi una vita veramente avventurosa, capisco che per i benpensanti sia deplorevole.

Share this post


Link to post
Share on other sites
imoi san

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
giocec

Con tutta la pappa pronta che si ritrova, che se ne fa dell'università.

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Esatto

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65
1 minuto fa, giocec ha scritto:

Con tutta la pappa pronta che si ritrova, che se ne fa dell'università.

Proprio perché c’è della pappa pronta (...per quanto benestante sia non credo che il patrimonio di Briatore sia paragonabile a quella delle grandi famiglie del capitalismo italiano, ma poi che fa Briatore nella vita? ) serve una istruzione universitaria e, perché no, un master post laurea e tutto nelle più prestigiose università, se quella strada l’hanno seguita gli eredi di casa Agnelli, tanto per citare qualcuno a caso, non vedo come una affermazione simile a quella di Briatore possa non far sorridere tutti incondizionatamete.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionzi
15 minuti fa, contemax ha scritto:

Gionzi, mi fa piacere che tu ti godi là vita senza il bisogno di soldi.

Immagino che se tu trovi un biglietto vincente della lotteria da 50 ! milioni lo butti via.

Non butterei via un biglietto da 5 euro.

Rinunciare alla cultura perché si hanno i soldi, però, è buttare via il biglietto vincente della lotteria della vita.

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Ti assicuro che se i 50 milioni li usi della cultura non sai che farci, anzi potrebbe esserti di impaccio.

Se poi li usi per costrutti un museo ed una biblioteca, io dico che non servivano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
3 ore fa, maurodg65 ha scritto:

figlio, che adesso ha 8 anni

Ma povero cucciolo, sta messo come il figlio di Di Battista, lasciateli crescere in pace.

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow

se è deciso che Briatorino deve seguire le orme paterne è senza dubbio meglio che venga istruito dal padre all'Università della Vita...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

È già tanto se lo vede al diploma.

Share this post


Link to post
Share on other sites
adriatico

Briatore ha quasi 69 anni. Il figlio è verso i 9

Ai 20 del secondo corrisponderanno gli 80 del primo.

Mah...

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow

@adriatico gli farà prendere una laurea in rincoglionimento...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
1 hour ago, audio2 said:

stia godendo come un riccio..

 Tecnicamente Briatore è pure Geometra. A godere saranno in parecchi qui dentro...

😏

Share this post


Link to post
Share on other sites
Simo

Grande Manolo!

La prima che dice che mi piace.

Con le possibilità del babbo avrà sicuramente possibilità di accedere a ben altre formazioni di quelle ufficiali.

Però bisognerebbe vedere e rispettare l'orientamento del falchetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Simo

@Panurge mister Microsoft ha rubato più di Briatore e tutti i suoi compari .

Non esiste miliardario onesto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci
2 ore fa, contemax ha scritto:

Ti assicuro che se i 50 milioni li usi della cultura non sai che farci, anzi potrebbe esserti di impaccio.


Non capisco perché si debba ritenere che la cultura e la ricchezza siano alternative fra di loro, come se i ricchi dovessero essere giocoforza ignoranti; la Storia è invece piena di esempi di mecenatismo, da Mecenate stesso ai Medici ai banchieri olandesi del XVI e XVII secolo, ai Rotschild, ai Guggenheim e via discorrendo. 

Conosco diverse persone, beate loro, molto benestanti già di nascita, che han fatto ottimi studi e posseggono una vasta cultura che non gli è assolutamente d'impaccio per godersi ciò che una buona cultura può offrire. Una, ad esempio, appassionata fra le altre cose di di arte, ha la più grossa collezione privata dei quadri di un importante pittore del '700 italiano.


E sono anche bravissime persone, perché l'altro luogo comune vuole che i ricchi, oltre che ignoranti, siano anche umanamente squallidi, cosa che non è più vera di quanto non lo sia per il resto dell'umanità.


 

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2
2 ore fa, contemax ha scritto:

capisco che per i benpensanti sia deplorevole.

a dire il vero non solo per i benpensanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci
3 ore fa, Gionzi ha scritto:

In questo modo lo sta forzando  a essere una copia di suo padre: c'è la possibilità che verso i quarant'anni suo figlio decida di togliersi la vita, oppure intorno ai venticinque molli tutto.


Mi viene in mente lo sventurato Edoardo Agnelli (che comunque, come tutti gli Agnelli, era uno che aveva fatto ottimi studi).


Quello che non mi piace in questa storia, infatti, non sono le esternazioni o il poco rispetto per l'istruzione del padre, che sono un problema suo, ma la pressione esercitata sul bambino.


Quando leggo frasi come "Sa che avrà una responsabilità anche lui. Io lo sto crescendo mostrandogli l'importanza di un buon team. Se lavori bene, vieni pagato molto bene, se non lo fai sei fuori. È meritocrazia e nulla di più..." riferite a un bambino di otto anni, mi si accappona la pelle.


Il problema a mio avviso è questo, non "università sì / università no".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabio Cottatellucci
1 ora fa, wow ha scritto:

se è deciso che Briatorino deve seguire le orme paterne è senza dubbio meglio che venga istruito dal padre all'Università della Vita...

Il punto è che se deve ereditare un complesso di attività basate sulla gestione delle relazioni e dei team, il discorso del padre non è sbagliato.

E attenzione, costui ha detto che il figlio non andrà all'università, non ha mica detto che rimarrà semi analfabeta; le superiori le farà. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
crosby

volendo potrebbe anche ricevere lezioni privatamente non necessariamente in aula. In ogni caso sarà anche una scelta che dovrà coinvolgere il figlio. Magari vuole fare il pittore e non il maneger

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
59 minuti fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

Non capisco perché si debba ritenere che la cultura e la ricchezza

il vituperato Soros ha una cultura eccellente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Otto von Ubert Steiner

Briatore è un grande, e può permettersi di fare questa considerazione. Se anche il pargolo sarà dell’idea, non vedo controindicazioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293862
    Total Topics
    6384359
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy