Vai al contenuto
Melius Club

andrea7617

Utilizzo equalizzatore grafico

Messaggi raccomandati

andrea7617

@mozi Si, sacrosanto dello che dici. Alla fine si ottiene il medesimo risultato. L'ampli meno potente è il clone dell'Aleph ma anche lui viaggia sempre al minimo.

Il dbx231 allora è ok (150€ nuovo e trovato 120€ usato😂). In alternativa pensavo al Behringer Ultracurve 2496 ma è già più complesso e non mi andrebbe di usare alla fine il suo dac.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozi

@andrea7617  Ciao, trovo sensato non impazzire per posizionare i diffusori. Solitamente però il problema è l'opposto. Troppi bassi, magari con code e rimbombi, ed allora occorre distanziare i diffusori dal muro  ... ritrovandoseli in mezzo ai piedi.

Nel tuo caso una semplice prova, se fattibile, di avvicinare i diffusori alla parete posteriore potrebbe anche risolvere gran parte dei problemi. Restituendoti un basso più pieno ed un medio più "colorato" dalla vicinanza della parete stessa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magoturi

@andrea7617 concordo pienamente,  andrei sul dbx nuovo a 150 euro,  in merito all' uso dell'equalizzatore diciamo che non c'è una regola, bisogna regolarlo a proprio piacimento ma evitando tassativamente ogni forma di dannosa distorsione. 

SALVO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andrea7617

@magoturi prima di tutto vorrei fare un'analisi della mia stanza, con microfono, per capire cosa succede nel punto d'ascolto. Poi linearizzare con l'equalizzatore e se non mi basta dare un boost alle basse. Sai bene di cosa sono capaci le RF, possono darmi TUTTI i bassi che voglio. Le ho sentite a volume da paura con Another brick in the wall e sono da infarto...punch che sfonda lo sterno!!! Ma non ascolto praticamente mai così però mi hanno fatto vedere cosa riescono a fare...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andrea7617

@mozi sono già  quasi contro la libreria di fondo...😣

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andrea7617

@buranide Hai notato un qualche degrado del suono con l'inserimento del dbx 231?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxnalesso
Il 12/1/2019 Alle 07:51, Bizio ha scritto:

mettiti a cercare con pazienza un eq nel vintage. Si trovano belle macchine Technics, Jvc, Yamaha a prezzi che valgono una prova

Me ne sono appena comprato uno anch'io:  voglio divertirmi un po' ... 😋

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
buranide

@andrea7617 nessun degrado

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
long playing

@maxnalesso Dimenticati i migliori , gli Outline

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andrea7617

@buranide Forse il vero degrado è stato da quando non li ho più utilizzati...perché chiaramente non li facevano più!!!!!😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andrea7617

Allora, da una settimana ho inserito nel mio impianto un Outline EP15  da 15 bande per canale. Ai tempi era un prodotto di alto livello pro.

A me non pare che alteri in qualche modo UDIBILE il risultato. Mettendolo in flat, usando il tasto bypass o spegnendolo non si nota alcuna differenza. 

L'equalizzatore andrà contro i principi audiofili (gli audiofili equalizzano con molta difficoltà con i prodotti del file tuning...) ma ha aggiunto un gran piacere nell'ascolto.

In base alle casse ho usato curve differenti in ogni caso aumentando di circa 3db i bassi.

Ero demoralizzato per le Klipsch RF5 che ad alti volumi ti affettano letteralmente le orecchie, sembra che dal tweeter escano delle lame...

Infatti ieri le avevo messe su qualche mercatino anche perché ingombrano se le uso poco, non riesco a ritirarle bene... Oggi però ho provato a collegarle all'Unico 100 e a darle birra attenuando pesantemente gli alti con una curva che inizia a calare da 1 kHz e arriva a -12 db a 16 kHz. In pratica ho attenuato pesantemente il tweeter. Così, una prova veloce. E ci siamo, e si che ci siamo!!! Messi i Megadeth che in flat suonano da pena...e invece così con i bassi a +3db e la pesante attenuazione sul tweeter  sono attivato a veder segnato sul display dell'Unison 4.5 poi, per decenza non ho più alzato. Spettacolo...

Il tweeter che prima ti violentava le orecchie ora sta buono!!! Chiaro che gli alti ci sono ancora!!!

E'un'oscenità questa manipolazione del suono? Pazienza, il risultato è notevole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ettore Achilleo
22 minuti fa, andrea7617 ha scritto:

attenuando pesantemente gli alti con una curva che inizia a calare da 1 kHz e arriva a -12 db a 16 kHz.

MincKya 😯

Il concetto di "curva fisiologica" l'hai preso davvero sul serio 😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andrea7617

@Ettore Achilleo Il mio fine tuning per le Klipsch RF! Si ma quello che ho sentito è stato formidabile!!!!!! Veramente martellato dalla musica senza orecchie sanguinanti...Poi avevo paura di rompere i woofer. Vabbè ci sono i ricambi 😂

E in quanti le hanno cestinate perché non riuscivano a domarle per qualche motivo...

Vado subito a levare gli annunci di vendita delle RF...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
long playing

@andrea7617 Concordo perfettamente. Ottimi gli Outline , io da decenni...ho un PA 1004 , che per la verita' e' collegato pronto in caso di necessita'. Fatto anche io tante vokte le prove in flat " inserito/bypass "  senza avvertire nessuna alterazione udibile. Sono solo pero' perplesso sul perche' le Klipsch debbano " letteralmente affettare le orecchie ad alti volumi " , come hai detto , tanto da richiedere quella pesante attenuazione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andrea7617

@long playing 

41 minuti fa, long playing ha scritto:

Sono solo pero' perplesso sul perche' le Klipsch debbano

Non lo fanno con tutte le registrazioni. Con le "buone" tipo jazz o che diciamo che vanno bene. Ma ad esempio con il metal la resa non va se vi vuole spingere con il volume. Magari con un ampli a valvole potrebbe migliorare questo aspetto. In ogni caso -12 db sono un enormità d'attenuazione e gli alti c'erano eccome ma non fastidiosi...Nemmeno con i controlli di tono si arriva a tanto...ora ho il controllo della situazione come era anni fa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
long playing

@andrea7617 

1 ora fa, andrea7617 ha scritto:

. In ogni caso -12 db sono un enormità d'attenuazione e gli alti c'erano eccome ma non fastidiosi.

Appunto...con ben " 12 " db di attenuazione gli c'erano " eccome "...Questo vuol dire una consistentissima esaltazione in gamma medioalta delle Klipsch

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxnalesso

Confermo!  A casa mia ho inserito un vecchio Technics SH 8055,  12 bande per canale.

Nella modalità "bypass" vi assicuro che NON si percepisce la sua presenza,  poi mi sono messo "ad orecchio" con un disco test bello zeppo di frequenze,  a valutare dove esaltare o attenuare per ottenere un volume sonoro abbastanza omogeneo a tutte le frequenze.

Ho così creato una curva che mi ha particolamente soddisfatto,  fatta in questo modo:

+5db a 25 hz

+4db a 40 hz

+3db a 63 hz

-1db a 1khz

-2db a 2khz

+1db a 8khz

+2db a 16khz

be',  che dire:  certi dischi li ascolto meglio che in flat,  alla faccia del "purismo hiend..."

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
extermination
8 ore fa, maxnalesso ha scritto:

che dire:  certi dischi li ascolto meglio che in flat,  alla faccia del "purismo 

Non c'e nulla di scandaloso perché alla fin fine " uno" deve fare i conti ( come minimo):

Con la risposta delle  "orecchie" del Master/Mixing Engineer...e del suo sistema di Monitoring...( e anche delle sue bizzarrie)con la risposta del proprio sistema elettroacustico..con la risposta del sistema acustico ( stanza) ...con la risposta delle proprie orecchie ...!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxnalesso

@extermination Infatti

Oltretutto,  considera che ho fatto la regolazione ad orecchio (ma ci sarebbe anche la presa MIC da utilizzare... vedrò di organizzarmi) e che il prodotto non è certamente roba di alto livello,  oltretutto puro analogico...

Immagino cosa si possa fare con un moderno equalizzatore digitale di tipo professionale ...

Io ci ho speso 100 euro e sono felice come un bambino con i cioccolatini ... 😋

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maxnalesso

ps:  non per essere polemico,  ma mi sa che qualcuno spende fior di soldi per equalizzare con i cavi esoterici ... 🤫

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
extermination

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bizio
9 ore fa, maxnalesso ha scritto:

Ho così creato una curva che mi ha particolamente soddisfatto fatta in questo modo:

+5db a 25 hz

+4db a 40 hz

+3db a 63 hz

-1db a 1khz

-2db a 2khz

+1db a 8khz

+2db a 16khz

be',  che dire:  certi dischi li ascolto meglio che in flat,  alla faccia del "purismo hiend..."

Ciao Max, in pratica hai modellato il tuo "loudness" personalizzato. Ovviamente meno invasivo e molto più raffinato dell'omonimo tastino che pompa +8db a 100Hz e +6db a 10Khz... Più o meno una costante, tranne che per il sempre troppo sottovalutato loudness variabile Yamaha, che è un controllo pensato ed applicato splendidamente.

Non faccio fatica a credere che ora ascolti con maggiore soddisfazione certe incisioni. Hai scelto di dire basta alla sofferenza delle orecchie, da sacrificare sull'altare del purismo. Bravo 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

@andrea7617 Eh, ma agli audiofili urta il principio dell’utilizzo dei controlli di tono, figuriamoci un equalizzatore. Piuttosto di un suo utilizzo, rivoluzionano l’intera stanza spendendo ulteriori migliaia di euro per “agevolare” il lavoro del veneratissimo e costosissimo ampli hi-end. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
51111

Ecco cosa si può ottenere con un eq dbx 2231

EQ dbx2231 flat e eq.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
captainsensible

Con il digitale, poi è una pacchia !

Santo DSP

CS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

@Bizio Un amplificatore, per quanto eccellente, non può sconfiggere i problemi ambientali. E le nostre stanze non sono camere anecoiche. Piaccia o no, le varianti ambientali sono milioni, e la sola idea di compensare rivedendo un salotto in termini di compensazione con i più svariati stratagemmi (senza poi rinunciare alla vivibilitá) mi pare esagerato. Non per dire, ma alla McIntosh sono matti allora, visto che dotano di equalizzatore incorporato parecchio loro hardware...giusto per fare un esempio su prodotti di sangue blu...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

@andrea7617 Scommetto che prima dell’arrivo dell’equalizzatore le tue Klipsch iniziavano fortemente a starti sul popò... 😊

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bizio

@dadox Mi sa che hai sbagliato interlocutore, da quello che ho scritto penso si capisca che sono d'accordo con te 🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

@maxnalesso La classica V. Come ovvio. 🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dadox

@Bizio Mica ti ho contraddetto🤔 Anzi...visto che ho scritto dopo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    292.591
    Discussioni Totali
    6.277.421
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy