Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
daniele_g

Auto di italiani con targa estera: finalmente !

Recommended Posts

stefanino
11 ore fa, criMan ha scritto:

Sgravi per le partite Iva per neutralizzare l'aumento dei costi.

la questione accise e' complicata

aumento le accise per fare in modo di oremiar chi consuma di meno Ottimo

ma lo stato guadagna circa 1 euro oer litroi bruciato quindi non ha interesse a una diminutzione dei consumi che l'aumento delle eìaccise potrebbe comportare (e non compensare)

.

il secondo punto critico e' quelo legati alla necessita' di dare degli sgravi a chi ha una flotta ad esempio. Difficile non immaginare che il gap di prezz effettivo che si viene a creare non possa alimentare in chi abita vicino ai confini della regione la voglia di fare carburante oltre confine"

.

tutto questo confermando che da una situazione di questo tipo personalmente avrei grabde vantaggio avendo una auto che paga parecchio di bollo e facendo con qquella vettura pochi chilometri.

Ma dato che quei soldi vanno direttamente al sistema sanitario regionale e offrendomi lo stesso un servizio piu' che adeguato l'idea di fare esperimenti in questo senso non mi convince.

Inoltre e' anche giusto che il cittadino abbia un riscontro diretto di quanto costa la regione oagando annualmente il suo bravo carissimo bollo e mensilmente vedendosi scalare i quattrini della addizionale regionale.

.

Comunque cncordo che una semplificazione del sistema fiscale andrebbe fatta. Io sarei dell'idea di abolire il bollo auto del tutto e aumentare l'aliquota della addizionale regionale andando a ripristinare il criterio della proporzionalita' che deve esistere tra tassazione e reddito cosa che il bollo auto non realizza (non esiste un legame diretto tra potenza veicolo e reddito cdi chi acquista la vettura, si puo' immaginare che piu' cavalli = piu' euro)

Ovviamente questo però ha un altro aaspetto da valutare ovvero che si andrebbe a premiare ulteriormente chi cerca di sfuggire dal fisco.

Insomma la cosa e' abbastanza complicata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino

@daniele_g 

le regole sono semplici: si applicano i criteri del paese dove e' stata data la multa

gli unici dati unificati sono

i tempi in cui la PPAA deve notificare

i tempi in cui il cittadino europeo puo' contestare il verbale

Il reciproco riconoscimento delle sanzioni pecuniarie tra stati membri esiste e l'italia l'ha recepito dal 2016

(sarebbe curioso che i fosse una norma per mandare multe all'estero e non la norma per la riscossione  e infatti non e' così)

quindi le autorita' locali (dove il tizio risiede) si attivano (meglio dire si dovrebbero attivare) in caso di mancato pagamento esattamente come farebbe nel caso di una multa elevata da un organo nazionale

Quello che risulta complesso da gestire e' la questione punti patente 

.

Sul bloccare le auto straniere con sanzioni non pagate questo avviene da piu' tempo.

Due anni fa c'era un furbetto dell'autovelox con targa bulgara che scorrazzava nella zona tra brescia e verona

Capito tramite i velox e i tutor quali fossero i suoi tragitti ricorrenti l'hanno cuccato con comodo al casello

Pero' e' da considerare che la maggior parte delle multe elevate a veicoli stranieri sono elevate allo stesso veicolo in un periodo limitato di tempo il che fa ipotizzare si tratti di vacanzieri o comunque di persone con una presenza occasuonale.

.

Io credo che all'alba del 2019 le EU invece che normare la misura delle vongole dovrebbbe fare una cosa semplice semplice ovvero un CDS europeo con sanzioni e sistema di riscossione unificato europeo, ma sembra che la EU sia veramente piu' interessaa alle telline , vongole e peoci vari.

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g
2 ore fa, stefanino ha scritto:

Io credo che all'alba del 2019 le EU invece che normare la misura delle vongole dovrebbbe fare una cosa semplice semplice ovvero un CDS europeo con sanzioni e sistema di riscossione unificato europeo, ma sembra che la EU sia veramente piu' interessaa alle telline , vongole e peoci vari.

premesso che in generale ho anch'io questa impressione, mi era parso di capire (ma solo da articoli di giornale, senza una conoscenza diretta della cosa) che in pratica ci fossero delle 'gabole' -perdona il termine tecnico :) - per cui un italiano, residente in Italia, ma con auto con targa estera, fosse di fatto non punibile per contravvenzioni al CdS, pur potendogli notificare la multa, anche quando fosse stato colto sul fatto.

per questo avevo accolto molto positivamente questa che mi pareva una novità mirata a risolvere il problema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
13 minuti fa, daniele_g ha scritto:

un italiano, residente in Italia, ma con auto con targa estera, fosse di fatto non punibile per contravvenzioni al CdS,

allora la multa la puoi notificare al proprietario del veicolo (esempio NLT estera) la quale la gira secca a chi ha noleggiato l'auto.

Non esiste che una societa' di NLT o Leasing che non ti giri la multa e il come pagarla, non esiste che se non paghi al primo sollecito non paghino loro addebitandoti (come da contratto) il costo della multa oltre che quello del disturbo. 

Auto leasing /NLT estera che non paga le multe e' una balla colossale, alra cosa e' che molte amministrazioni italiane non riescano a trasnettee la multa nei termini e quindi non la mandino proprio.

;Ma il problema non e' ne ìdelle societa' NLT ne dei loro clienti

Sbaglio?

Altra cosa e' l'auto non NLT e non Leasing che guidi in Italia con targa estera. Li semplicemente devi reimmatricolarla italiana entro un certo termine altrimenti son dolori

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

se è come dici, sicuramente no. mi rifacevo, come già scritto, a quanto letto sui giornali in più d'una occasione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino

parla con chi ha un'auto NLT con targa estera, vale 1000 articoli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
regioweb

un mio vicino di casa nullafacente - polacco ma residente in Italia da tempo - un paio d’anni fa ha reimmatricolato la sua auto - una bmw 530d - con targhe polacche in modo da non dover pagare il bollo, discretamente caro su un auto da oltre 200 cavalli, e per avere agevolazioni - a suo dire - anche sull’assicurazione...

adesso é incazzato come un puma... 😎

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
1 hour ago, stefanino said:

Auto leasing /NLT estera che non paga le multe e' una balla colossale,

 Un agente di una NLT  estera che aveva visitato l'azienda da cui dipendo elencava tra i "plus" proprio l'irreperibilità alla notifica delle infrazioni. C'erano diverse possibilità per quanto riguarda il paese di immatricolazione delle auto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
4 minuti fa, Martin ha scritto:

elencava tra i "plus" proprio l'irreperibilità alla notifica delle infrazioni.

dipende solo dal fatto che le notifiche non vengono eseguite nei tempi previsti non dal fatto che essendo auto estera i dati non siano reperibili

l'anagrafe veicoli comunitaria esite da mo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
1 minute ago, stefanino said:

dipende solo dal fatto che le notifiche non vengono eseguite nei tempi previsti non dal fatto che essendo auto estera i dati non siano reperibili

 Quello che volevo evidenziare  è che, di fatto, detta irreperibilità c'è e  viene in alcuni casi presentata come ciliegina sulla torta. 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
10 minuti fa, Martin ha scritto:

detta irreperibilità c'è

ta set dur 'mel fer!

non c'e alcuna irreperibilita' 

 alcune amministrazioni sono lente e la multa non arriva nei termini

ne parlerei all'imperfetto dato che la  norma in vigore prevede la notifica entro 360 giorni (quindi ci sono ampi margini anche per amministrazioni particolarmente lente)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Non è una irreperibilità "tecnica", è una irreperibilità "di fatto". La pigrizia di notifica italiana ovviamente contribiuisce bene al risultato.  Anche i tempi di notifica nazionali sono ridicolmente lunghi: Quanto ci vuole dalla lettura del tutor alla visura pra e alla partenza della notifica ? Mesi ? Ma questi lavorano ancora con la penna d'oca ed i messi a cavallo col salvacondotto ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino

ma oggi con la notifica entr 360 giorni la vedo dura

altra cosa e' che la societa' leasing o NLT o noleggio ha un referente che e' responsabile di eventuali infrazioni (esempio il legale rappresentante della societa' o il privato che ha noleggiato) per cui non hanno molti scrupoli a mandare l'informazione alla autorità locali perche' provvedano a mandare la multa direttamente (e li partono anche i punti patente o i 300 e passa euro di sanzione aggiuntiva)

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb
Il 10/1/2019 Alle 14:27, stefanino ha scritto:

notifica all'estero

a me è arrivata una multa dalla francia di 47 euro per qualche km di eccesso di velocità, credo nel giro di un paio di mesi

pagata facilmente sul loro sito in italiano con carta di credito

Share this post


Link to post
Share on other sites
fabiosky65

@Martin esattamente cosi!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ivo Perelman
Il 10/1/2019 Alle 13:37, criMan ha scritto:

I veri elusori sono gli italiani con macchine da 50 100 mila euri e rigorosa targa extera. 

Vanno a fare il pieno ai rifornimenti italiani e pagano più iva degli altri perché quelle auto consumano di più. Se lo possono fare, perché sono politici di professione, liberi professionisti, dirigono un'impresa con sede all'estero o altro, saranno affari loro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
criMan

Mah , sono d'accordo in parte.

Se vai per Roma centro ti puoi imbattere in tanti macchinoni guidati da italiani con targa straniera. Ne vedo qualcuna anche da me senza sforzarmi troppo.

E non sono certo professionisti che girano per l'Europa tutto l'anno.

A Roma centro si vedono a volte anche le targhe diplomatiche (ambasciate..).

Comunque , se e' permesso ed e' nello spirito della UE che se ne approfitti tutti. Soprattutto macchine con bolli pesanti.

Quando saranno troppi , magicamente , apparira' il codicillo di legge.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
Il 12/1/2019 Alle 16:09, criMan ha scritto:

per Roma centro ti puoi imbattere in tanti macchinoni guidati da italiani con targa straniera

se vai in un centro direzionale di auto targa straniera ne trovi parecchie

spesso sono aziende multinazionali che prendono in locazione (leasing o nlt) le auto dal migliore offerente

Se questo offerente non ha sede in Italia l'auto non puo' avere targa italiana ma l'uso in Italia e' legittimo 

Anche un identificativo di "chi guida" oltre che essere complicato da gestire nella pratica e' evidentemente discriminatorio dato che le auto targa italiana non hanno questo obbligo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    293978
    Total Topics
    6390514
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy