Ultima Legione @

Grande TIDAL!! - Master MQA per tutti i cell Android

Messaggi raccomandati

Skipperone

@Cagliostro 

scusa ma stiamo parlando di un file FLAC codificato HiRes PCM 24/192 su chiavetta USB collega direttamente all'ingresso USB ( appunto) di un sistema audio integrato ( di fabbrica) da autovettura. Un DAC che gestisce PCM 24/192 non mi sembra una tecnologia così innovativa tutto sommato al giorno d'oggi. 

Quindi delle due l'una: o il DAC legge "nativo" 24/192  oppure il SW di gestione del sistema ricampiona 24/96 o anche 16/44, chi lo sa ?  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bargeld

Ciao, sulla scia delle prove di @Ultima Legione @, ho fatto delle prove anch'io con il mio smartphone (un Samsung s7) collegandolo in usb a un dac NON mqa (Denafrips), e adoperando la app nativa di Tidal con abbonamento Hifi.

Preciso che sinora ho ascoltato Tidal attraverso Chromecast Audio collegata al dac via ottico, e con tale configurazione le spie del dac mi danno risoluzione 16/44 (con ottima resa). L'ascolto viene effettuato dai diffusori e non in cuffia. 

Arrivo al punto. Collegato in usb al dac, vado col play sullo smartphone (app tidal, ripeto). Con file mqa il dac mi segnala risoluzione 24/192. L'ascolto è LIEVEMENTE più raffinato che con chromecast in ottico. Provo a far partire un pezzo NON mqa. La risoluzione segnalata dal dac è uguale a prima, l'ascolto è davvero davvero identico (provato con diversi generi, jazz in primis). Vi dirò di più. La risoluzione resta la medesima anche con tidal premium, quindi non hifi, di un mio amico (quello da 10 euro al mese per intenderci) e anche la resa all'ascolto è ancora una volta identica sia allo stesso pezzo mqa, sia al pezzo hifi non mqa. 

Per incrociare i dati, ho provato anche i medesimi pezzi con un account Spotify premium, la risoluzione segnalata è sempre 24/192, ma la resa all'ascolto è peggiore in maniera assai evidente. 

Il mio dubbio è che il mio dac faccia un upscale automatico, ma questo per me non è importante. 

Le conclusioni sono le seguenti, per ricapitolare. 

Tidal da smartphone con usb: mqa Vs hifi Vs premium differenze non percepibili. 

Tidal da smartphone via USB Vs tidal via chromecast audio: differenze minime ma percepibili a favore dell'usb. 

Tidal Vs Spotify premium via USB: differenze enormemente percepibili a favore di Tidal. 

Un dato importante: il mio s7 (Android 8.0) ha veicolato il suono al dac via USB senza problemi. Alla prova con un galaxy a5 (android 7.0), la connessione si è rivelata muta, non veicolando alcun suono. Non so se questo dipenda dalla versione di Android o da qualche impostazione interna. 

Spero di essere stato utile! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro
16 minuti fa, Skipperone ha scritto:

parlando di un file FLAC codificato HiRes PCM 24/192 su chiavetta USB collega direttamente all'ingresso USB ( appunto) di un sistema audio integrato ( di fabbrica) da autovettura. Un DAC che gestisce PCM 24/192 non mi sembra una tecnologia così innovativa tutto sommato al giorno d'oggi.

Ah, ok, adesso ho capito 😁 sei un ottimista/positivista, di quelli che credono che, siccome un dac 24/192 “non mi sembra una tecnologia così innovativa”, allora le Case automobilistiche te lo infileranno sicuramente nella dotazione del veicolo.

Temo di doverti disilludere: le Case automobilistiche configurano gli ingressi USB dei loro veicoli in genere per la gestione di schifosissimi MP3 a 320kbs, e raramente per quella di file WAV 16/44.

Figuriamoci quindi se gli passa solo per l’anticamera del cervello che tu possa cercare di far suonare dei files a 24 bit, a prescindere dalla loro frequenza di campionamento 9_9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cagliostro
21 minuti fa, bargeld ha scritto:

Spero di essere stato utile! 

Si, grazie.

Solo è strana questa cosa che il tuo dac segnali in ingresso sempre i 24/192, circostanza che ovviamente è impossibile.

Basta solo il fatto che li segnali anche con Spotify, per far venire meno qualsiasi attendibilità oggettiva.

Resta la tua percezione, che prendiamo per validissima me che è ovviamente soggettiva.

Personalmente mi aspettavo che qualcuno riuscisse, una buona volta, a fare una verifica strumentale, per dirci che tipo di segnale arriva al dac.

Basterebbe solo collegare uno smartphone Android ad un dac capace di segnalare i bit e le frequenze in ingresso, mica roba da Cape Canaveral.

Siamo già a pagina 7 di questo thread, e ancora niente.

Mi viene da ridere al pensiero che su questo stesso forum c’è gente che, quando gli interessa, è capace tranquillamente di fare il pelo e contropelo a qualsiasi file digitale, postando pure gli spettrogrammi delle misure, con tanto di grafici 🙄

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.711
    Discussioni Totali
    6.242.533
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us