papàpaolo

viaggi e turismo Venezia

Messaggi raccomandati

papàpaolo

Buongiorno, non ci sono mai stato, e una richiesta di mio figlio, 12 anni, consigli generali per un weekend relativamente a basso costo, ergo non farmi spellare...

Siamo in 4, partenza da Roma in treno

In realtà ho 2 coupon da utilizzare, magari poi vi faccio sapere gli alberghi possibili...

Intanto vi chiedo consigli sul resto: cosa vedere, dove sgranocchiare qualcosa, come muoversi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gionzi

Ca' Pesaro, museo di arte moderna.

Poi perdetevi tra le calli, girate per i campi. Quasi ogni scorcio è carino per fermarsi e guardarlo.

Se passate da Ca Macana, Dorsoduro, 3172, trovate maschere molto belle: quelle della tradizione, quelle di Eyes Wide Shut (le hanno fatte loro) e anche qualcosa di più moderno.

Un giro in piazza San Marco, comunque, va fatto.

Per mangiare è un disastro. Ai quattro feri, in campo san Barnaba, si mangiava benino senza impegnare la giacca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
liboize

In due giorni a mio parere una visita almeno alle isole principali , Murano , Burano e Torcello , mi sembra d'obbligo .

A volte , se non andavo a Venezia per un motivo particolare : una mostra a palazzo Grassi per esempio , io andavo direttamente alle isole , specialmente Torcello , che per me ha una magia del tutto speciale , anche se non c'è "quasi" niente .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

due giorni...puoi solo farti un giro lasciandoti portare dalla città, essendo sicuro che non avrai visto il 90% di quello che valeva la pena...ovviamente non puoi mancare le mete principali

in questo periodo, immancabile l'alba da piazza s. marco e la riva degli schiavoni

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
buranide

@papàpaolo per dormire consiglio il Foscarini o villa stucky a Mogliano Veneto, attaccati alla stazione FS dove hai treni che in 20m ti portano a piazzale Roma... per mangiare senza essere spennati osteria Ca D'oro alla Vedova...

Poi la sera a mogliano pizzeria da Pino in piazza o  osteria Tanta Roba in via roma vicino stazione fs... (se sei in macchina posso darti un altro paio di riferimenti in zona)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LaVoceElettrica

Per mangiare bene e comodo, puoi andare da Stefano, alla trattoria La Rivetta, Salizada San Provolo 4623. In pratica dietro la Basilica di San Marco.

L'ingresso è strettissimo, limitato da un ponte, e spesso c'è coda anche fuori. Inutile prenotare. Ci vanno i gondolieri e anche i turisti che hanno capito.

Personale gentilissimo, così come il titolare; nell'attesa in coda, fatti servire un po' di "rabosetto", per ingannare il tempo.

Se vuoi spendere veramente poco o vuoi fare una bella merenda senza problemi di orario, tra l'Accademia e la Libreria della Toletta (in pratica, lasci alle spalle l'ingresso dell'Accademia e vai a sx) c'è un posto dove fanno tramezzini di tutti i tipi a prezzi abbordabilissimi. Sembra banale suggerire dei tramezzini, ma Venezia ne rivendica la paternità, per cui il motivo c'è.

Altro posto è di fronte allo squero di San Trovaso (cantiere di gondole), sempre in zona Accademia, l'insegna dice Cantine del Vino, già "Schiavi". Lì ci sono i "cichéti", che non sono, come si potrebbe pensare, dei superalcolici, ma dei favolosi bocconcini con di tutto e di più, a tua scelta. Vini a volontà. Però si mangia in piedi, fortuna che fuori c'è un bel muretto dove ci si può arrangiare.

Molto stuzzicante anche il "Gam Gam" nel ghetto ebraico. Però ricorda che da venerdì sera a sabato pomeriggio è schiuso (Shabat oblige).

/////////

Riguardo al giro in città, direi che, essendo la prima volta, sia inutile disperdersi fra le isole. In città di cose da vedere ce n'è una valanga.

Piccolo suggerimento: appena arrivato, comprati una piantina della città. Le calli di Venezia sono strane, ti sembra di andare dritto e, invece, poco a poco capisci che hai cambiato direzione perché dritte non sono. E spesso ti trovi con il percorso che si interrompe davanti a un canale e... non c'è il ponte per attraversarlo.

Gondole: il giro turistico per i rii costa quel che costa; però se solo vuoi toglierti il gusto di dire "ci sono andato", lungo il Canale Grande ci sono alcuni "traghetti" (sono segnati sulla cartina) che fanno la spola fra le due sponde. Costano pochi euro e ti sei tolto la soddisfazione.

Il biglietto per i vaporetti costa un occhio per i turisti, però ci sono dei biglietti a fasce orarie che possono avere la loro convenienza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

alla libreria della toletta si trovano anche belle occasioni di acquisto...e lì accanto ci dovrebbe essere un negozio che vende begli specchi curvi... ;)

la zona di s. trovaso va anche percorsa per il posto in sé

volendo una pizza si può provare a campo s. margherita (ma non è napoletana...), che va visto anche quello, oltretutto a due passi dai frari

non so come sia combinato ora il bancogiro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KIKO

Come ti  è stato  giustamente già suggerito, in due giorni lascerei perdere le isole per la prossima volta. Assolutamente da non perdere la visita al palazzo ducale da fare il secondo giorno. Prima devi "entrare in partita" facendo rigorosamente a piedi dalla stazione a piazza S.Marco e poi tornare facendo il ponte dell'accademia perdendoti naturalmente, ma vedrai che ogni angolo avrà un fascino particolare. Buon divertimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
papàpaolo

Ma grazie a tutti! Vi ho letto molto volentieri...e spero ci sia ancora qualche intervento

@buranide

Pensavo per convenienza e praticità di andare in treno...cosa ne pensi/pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gionzi

Tieni presente che Venezia si gira a piedi; andare per canali con i trasporti pubblici, se non sei veneziano, costa uno spatasso.

Quindi munitevi di scarpe comode e morbide, perché è tutta pietra. Dura.

Il treno va benissimo, perché posto per la machina non ghe n'è, se vuoi risparmiare ti porti dietro le bottigliette vuote d'acqua che riempi alle fontanelle, che ora funzionano e sono gratis.

Altra cosa gratis a Venezia è l'aria, poi basta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LaVoceElettrica
2 ore fa, KIKO ha scritto:

Assolutamente da non perdere la visita al palazzo ducale da fare il secondo giorno

Di visite al Palazzo Ducale c'è quella standard ma pure quella che comprende le soffitte e la torre dell'orologio. Consiglierei la seconda, permette di vedere la struttura del palazzo (travi uguali a quelle usate dall'Arsenale per gli alberi delle navi militari del tempo che fu, soffitto sospeso alle stesse ecc.) così come il funzionamento dell'orologio con le sue variazioni per le ricorrenze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31canzoni

Una cosa da non mancare nel giro è il museo Guggenheim: straordinaria oasi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

comunque se hai un figlio di 12 anni un giro a murano nelle fabbrica del vetro può anche essere interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
papàpaolo

@audio2 figlio di 12 e figlia di 16

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Concordo con chi ha detto di camminare e basta dando un’occhiata veloce a tutto per essere un weekend di soli due gg. e la prima volta: quindi i must, rialto, san marco, palazzo ducale, l’accademia.

Fuori dal flusso pedonale istradato ci sono alcuni “campi” incantevoli: santa marina, santo stefano, campo sant’angelo ed altri sulla cartina sara’ agevole trovarli.

un percorso lungo il canal grande col traghetto pubblico, per quanto relativamente costoso, e’ di grandissima suggestione specie se si capita in una bella giornata.

per mangiare a poco puntare sulle “cicchetterie” dove si fanno ottimi assaggi a prezzi contenuti. Io vado spesso al cicheto a calle della misericordia frequentato da soli veneziani-vicino la stazione di santa lucia, traversa di cannaregio- dove mi trovo bene. La domenica pero’ e’ chiuso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Uno spettacolo unico è quello di godersi l’alba e il sole che sorge tra la bruma. La levataccia vale la pena. Ti auguro tempo bello. Un luogo ideale, per nulla affollato a quell’ora, è a Murano. Poi con i figli un giro alle vetrerie e, dalla seconda parte della mattinata hai tutto il tempo per camminare, anche a naso in su, tra le calli e le piazzette che riservano sempre qualche bella sorpresa. Il bello di Venezia è, a mio avviso, scoprirla da soli. Poi ci sono i luoghi comuni ma prima dovete entrare in  parte e in spirito. Si tratta di una città quasi mistica ma prima di apprezzarla bisogna spogliarsi degli abiti turistici classici altrimenti diventa una città bella e originale, affollata, cara e basta.  :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
papàpaolo
20 minuti fa, mom ha scritto:

prima di apprezzarla bisogna spogliarsi degli abiti turistici classici

Dio me ne scampi...🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Adesso e’ un ottimo momento per visitarla, pochi lanzichenecchi fino a Carnevale che peraltro e’ bellissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

431E9F8B-0D6D-435A-B00E-B07043CFEF65.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

A carnevale i veneziani se possono scappano...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Ultimamente il carnevale di Venezia è molto cambiato, però! Fino a una decina di anni fa era elegante e veramente spettacolare. Ora troppa folla con maschere scadenti o kitsch, tanti controlli, meno allegria e entusiasmo. Peccato! Speriamo in un ritorno alla magia di una volta...  :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

Eppure anche oggi ci sono lungo i percorsi meno battuti maschere spettacolari (credo anzi sono certo anche di Veneziani). Poi la Fenice ha in programma cose bellissime e in tono con l’atmosfera, l’anno scorso la Vedova Allegra con la regia di Michieletto...

un bellini da Cipriani e una cena nell’incanto di Campo Sant’Angelo o Santo Stefano luoghi dove le masse non vanno.

La sera le presenze si ultradimezzano.

112E8BB7-3F22-4B4A-943A-419328A702F2.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gionzi
15 ore fa, 31canzoni ha scritto:

Una cosa da non mancare nel giro è il museo Guggenheim: straordinaria oasi.

Vero. Appena entri hai un Picasso dipinto appena prima degli eventi che faranno mutare la visione del mondo all'artista (i fatti di Spagna, che poi gli faranno dipingere Guernica): sereno e disteso.

Trovi anche una tela della serie L'empire des lumières di Magritte, cose di Brancusi e tanto altro.

La collezione di Peggy Guggenheim ha al proprio interno perle meravigliose; acquista il catalogo, poi, per ricordartene: giusto il ricordo, perché le foto sono pessime, ma ne vale la pena.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

@mozarteum Per quanto mi riguarda ti do ragione solo in parte. Abbiamo amici farmacisti veneziani che purtroppo condividono la mia impressione. È vero che qua e là, in qualche calle un po’ discosta, si vedono delle bellissime maschere di veneziani doc ma invece di suscitare allegria mi appaiono come foto malinconiche di un tempo e una spensieratezza che non c’è più. La città appare mangiata dalla folla e lo straboccare di botteghe che vendono ormai soprattutto cineserie sono un segno dei tempi così come i fast food con pile enormi di panini a prezzi inadeguati. 

Ho ricordi bellissimi di serate trascorse al Lido e al Casinò nel magnifico palazzo Vendramin dopo cene superbe, di aperitivi eleganti e non, di mostre in palazzi stupendi e unici, ma sono stati tutti momenti speciali, personali e, forse, irripetibili però la quotidianità e la normalità è altrettanto significativa, particolare e importante: è vero che, dopo cena la folla si rarefà ma è anche vero che, oggi, è sempre più difficile trovare quell’atmosfera che rendeva le notti magiche e un po’ misteriose.

Anni fa, per motivi di lavoro, ho vissuto per sei mesi a Chioggia: arrivare con il vaporetto a Venezia all’alba, confusa nella nebbia, era uno spettacolo impagabile così come camminare attraverso le calli mentre la città si svegliava e risuonavano le voci dei veneziani veraci. Forse è proprio per questo motivo e questi ricordi che oggi, arrivando in treno a Venezia la vedo diversa e più silente. Mi auguro che, per gli altri, non sia così.  :) 

I Musei e le mostre temporanee site sempre in palazzi magnifici e unici al mondo, sono e restano, da sempre, dei gioielli meritevoli di visite fatte, però, con cura e calma. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum
17 minuti fa, mom ha scritto:

Ho ricordi bellissimi di serate trascorse al Lido e al Casinò nel magnifico palazzo Vendramin

Hai conosciuto Wagner allora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

@mozarteum Purtroppo nè lui nè Thomas Mann...sono un pelo più giovane... 😋

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
liboize

@mozarteum Io invece ho visto Stravinskij ...a San Michele .😎

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc

Nella stagione invernale e fuori dal casino del carnevale, Venezia dá il meglio. Se non ci sei mai stato non ha senso consigliare se non le cose principali come San Marco palazzo ducale , la chiesa della Salute ed il giro a piedi. Per mangiare non saprei che consigliare, di solito si mangia male pagando assai. Cerca comunque di alloggiare lì perché la sera la folla si dimezza 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

Un' aggiunta o!tre all'alba da s.marco prendere il vaporetto e andare a s.giorgio (palladio...mica pizza e fichi...) e poi sul campanile (controllare gli orari)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin

Se capita di andare a cicchetti al botegon (cantina dei vini ex schiavo) , pochi passi in più e sull'altra riva si vede lo squero de San Trovaso, la sala parto delle gondole, un cantiere che è rimasto uguale a se stesso per secoli. Se si è fortunati, si riesce a vedere qualche lavorazione particolare. (non credo facciano visitare l'interno purtroppo) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    291.711
    Discussioni Totali
    6.242.540
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us