Vai al contenuto
Melius Club

ulmerino

Restauro B&W 801 prima serie

Messaggi raccomandati

tapesrc

Ormai il surplus è diventato un leitmotiv di quasi tutti i negozi "fisici" nostrani ( un esempio su tutti a mio pare è l'offerta fatta dal Tempio Esoterico ... 😳 ), peccato che per le piccole realtà ( non certo per un distributore come quello da te citato ) divengano, alla lunga, un "peso" rilevante, che che decreta, alle volte, la chiusura 😥

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

Dipende tutto da come vanno gli affari...Quello che diro' e' un mio pensiero personale, senza polemica...credo che chi dia indietro un apparecchio tipo finali Mbl, Reference della Audio Research e roba che sull'usato vale dai 4mila ai dieci mila euro, lo faccia perche' acquista un prodotto che ha un prezzo di listino dalle 35mila alle 50mila euro ed oltre...e vi assicuro che e' un attimo ad arrivare a quelle cifre...praticamente l'usato e' gratis, se spendo 50mila euro e do' indietro un apparecchio che mi viene valutato 3mila, mi viene praticato uno sconto minore sul prezzo di listino ed ecco che l'usato non va a gravare sul bilancio del negozio...e comunque probabilmente ti fruttera' altri soldi perche' e' facile che venga venduto ad un audiofilo che non puo' permettersi cifre a 5 zeri, ma a 4 si...ovviamente parliamo di cifre importanti e il modo di fare di Audioplus mi trova pienamente d'accordo e credo che paghi...non e' mia intenzione fare pubblicita' a nessuno anche perche' non ne ha bisogno, ma Emanuele ha la distribuzione e/o la vendita di alcuni dei marchi piu' in voga e costosi del panorama mondiale. Il Clearaudio Statement da 110mila euro l'ho visto ed ascoltato da lui, ed era gia'venduto, gli Absolare, i Soulution, le Marteen anche di fascia alta e tutto il resto del Ben di Dio che e' stipato in quel negozietto. Il settore dei BENI di LUSSO raramente conosce la crisi, la Ferrari, la Rolex e tutti i brand di altissimo livello e costo, hanno un mercato tutto loro che e' stabile se non in crescita.e Audioplus l'ha capito, specializzandosi principalmente in oggetti audio di lusso...peccato che io non possa comprarci quasi nulla...🙄

I rari apparecchi "economici" presenti in negozio, sono una fetta irrilevante di tutto "il bollito"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aquila
Il 28/1/2019 Alle 18:21, ulmerino ha scritto:

anche sulla serie 3 si nota la depressione tra 200 e 300 hz...

Ulmerino, complimenti per il lavoro fatto!

Per quanto riguarda il buco nella risposta a 200-300 Hz, credo che  Dufay, dal contesto del post #139, si riferisse solo e soltanto ad una 801 terza serie e non anche alla prima.

Il 27/1/2019 Alle 12:10, dufay ha scritto:

anni fa feci un "intervento" su una 801 terza serie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

@aquila dici???

image016.jpg

bwll801fig04.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

la prima immagine e' l'articolo storico di Suono sulla prima serie delle 801, si legge a fatica, ma la risposta in frequenza presenta comunque un avvallamento nell'intorno della zona 300/350 HZ, e anche nella seconda immagine, la serie 2matrix mostra la stessa depressione...la cosa e' voluta dai progettisti b&w, sia sulla sospensione pneumatica (dove comunque la risposta mi sembra piu' regolare...), sia sulle bass-reflex.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aquila
5 ore fa, ulmerino ha scritto:

articolo storico di Suono sulla prima serie delle 801, si legge a fatica, ma la risposta in frequenza presenta comunque un avvallamento nell'intorno della zona 300/350 HZ

Ulmerino, volevo soltanto far notare che nel suo post Dufay  si riferiva solo ad una 801 terza serie e le misure (e il suono) differiscono da una serie all'altra.

Tuttavia, per ragioni di correttezza storica, dalla misura della risposta in frequenza dell'articolo di Suono eseguito nel Novembre 1983 dall'ing. Egidio Mancianti , non vi è alcuna depressione a 200-300 Hz. Infatti egli stesso dichiara, nel commento alle misure, che la "curva della risposta (in frequenza) possiede una sorprendente linearità (+/-2dB da 50 a 15.000 Hz)."

Dalla stessa immagine della risposta in frequenza con in ascissa le frequenze (visibili), la depressione/avvallamento da te citato si troverebbe comunque a 600 Hz e non  300/350 Hz (o 200-300 Hz come da te scritto nei post precedenti).

La serie 2 Matrix mostra misure diverse.

.

.

B&W_801_page1_image2.jpg

.

.

B&W_801_page1_image3.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

@aquila si, ma il succo del discorso non cambia. le variazioni delle risposte in frequenza dalla linearita', spesso sono volute dai progettisti stessi per caratterizzare o rendere piu' ambientabili o per esigenze particolari determinati diffusori, Franco diceva a ragione, che le depressioni o gli avvallamenti della risposta in frequenza si possono spianare...io ho preferito lasciare tutto cosi' come e' per non modificare sostanzialmemnte la timbrica del diffusore, anche perche' non e' mio e non so' dove andra' posizionato...in questi casi meglio preservare e ammodernare dove serve (condensatori, morsetti di ingresso ecc...). Quella depressione credo che sia spostata rispetto alle serie matrix in reflex per via del caricamento e della diversa filtratura...anche il decadimento alle frequenze piu' basse e' diverso...comunque, la depressione verso i 500hz della 801 prima serie e' udibile per posizionamenti lontano dalle pareti, si mitiga un po' accostandola al fondo, io comunque la trovo piacevole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aquila

@ulmerino Sono perfettamente d'accordo con te nel non modificare i diffusori storici, soprattutto quando non si hanno le stesse conoscenze e competenze di ingegneri elettroacustici che hanno fatto la storia dell'alta fedeltà.

E ancor di più,  quando si ha a che fare con i diffusori di punta di case storiche. 

Tuttavia dalla prova di Suono emerge chiaramente che la 801 prima serie aveva misure di risposta in frequenza  molto regolari (ieri come oggi) . 

Le 801 successive erano, a mio avviso, casse molto differenti (a parte la forma estetica) e non solo per il differente caricamento del woofer, del crossover etc., ma soprattutto per il loro suono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aquila

@ulmerino

PS ho visto che hai eliminato il condensatore in serie al woofer. Non ho potuto esaminare il crossover delle 801, e francamente non so se le sue funzioni fossero solo ed esclusivamente quelle di protezione, ma ti consiglio comunque di leggere il link che ti ho inviato in privato.

In generale gli ingegneri elettroacustici di un certo calibro non fanno nulla, ma proprio nulla, a caso e quello che i non addetti ai lavori (o quelli che comunque non hanno il loro stesso grado di conoscenza) potrebbero interpretare come un "errore"  o una "svista" o "cose di altri tempi", potrebbe in realtà essere il frutto di precise scelte progettuali mirate ad ottenere una data risposta in frequenza, un dato comportamento e in definitiva un dato suono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

E' vero, ma i danni che fa quel condensatore sul woofer sono infinitamente maggiori dei pochissimi pregi che la sua presenza comporta...ascoltare per credere😉

ricordo che l'influenza che quel condensatore ha in banda udibile, interessa frequenze molto basse, ma sporca e rende lenta e gommosa TUTTA l'emissione del woofer.

famigerato condensatore elettrolitico da 1000microfarad posto in serie al segnale, messo li in funzione di filtro subsonico, oggi sinceramente inutile, che condiziona l'emissione in gamma bassa, rendendola qualitativamente melmosa e non all'altezza dello status del diffusore.

Questo l'ho scritto io nel primo post di questo thread, SO' che quel condensatore fa da filtro subsonico, SO' che quel condensatore condiziona la gamma bassa, anche a livello timbrico. L'ideale sarebbe sostituirlo con un bel 1000 micro in poliestere magari con tensione di 250v...il costo e' mooolto alto e il gioco non vale la candela. Poi ognuno fa come vuole. Come ho gia' detto, non devo dimostrare nulla, i diffusori parlano per me, ma rispetto chi la pensa diversamente, ci mancherebbe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aquila

Come ti ho scritto anche in privato quel condensatore potrebbe (dico potrebbe) avere un ruolo preciso e voluto nello smorzamento e nell'andamento della risposta in frequenza in gamma bassa.

Che poi piaccia di più il suono senza condensatore (probabilmente anche a me 😀), questo è un altro paio di maniche: "de gustibus non est disputandum". 😀

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

"de gustibus non est disputandum".

Esatto. quindi se una persona quel condensatore ce lo vuole, basta rimontarlo tra il filtro e il woofer. Due saldature e il gioco e' fatto. Niente di trascendentale. e ci teniamo quel bel woofer che parte oggi e si ferma dopodomani...😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

Qualcuno mi ha fatto notare che il condensatore da 1000 cerca di far arrivare il wofer un po' piu' in basso di qualche db, ma caratterizza la risposta alle frequenze immediatamente superiori. Al di sotto della zona influenzata dal condensatore da 1000 micro c'e' la caduta a 18db/oct dovuta all'effetto filtrante passa-alto (12 il decadimento naturale della sospensione pneumatica e 6 del condensatore).Inoltre un condensatore di quella capacita' rende il diffusore piu' ostico da pilotare oltre, con la sua scarsa qualita', rende lenta e gommosa tutta la gamma del woofer, poiche' e' in serie al positivo, all'uscita del filtro passa basso e prima del woofer. Sinceramente per avere qualche db in piu' in una ristrettissima gamma di frequenze (poi pero' si ha una caduta ripida...)si hanno problemi di pilotaggio e uno scadimento della qualita' del basso non da poco, che non si vede dai grafici ma si sente all'ascolto.

Spero di aver fugato ogni dubbio.

20190209_102035_resized_1.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela

@SonusMaker Interessante. Pur senza farne una regola generale,anche a casa mia con diffusori Vintage (Snell Type A prima serie con xover aggiornato Aurion) nonostante un basso desideroso di grande energia tutti gli ampli controreazionati che ho provato(Audia,,ML,moduli Hypex)suonavano in basso (e non solo) peggio del mio finale Am Audio con basso fattore di smorzamento. Anche io mi ero fatto una idea simile ma non suffragata dalle esperienze di altri...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Sandroliga

Buongiorno a tutti al di là di aspetti meramenti tecnici,che lascio ai numerosi tecnici presenti nel forum,il condensatore in questione è stato “gettato violentamente” del mago Ulmerino per permettermi di poter riascoltare le mie amate 801.Infatti solo oggi dopo un po’ di tempo,ho ricollegato gli splenditi Swiss Physics alle “ostiche” 801 1 serie abharizzate da Ulmerino e devo dire che sembrano cinguettare tanto sono diventate dolci e setose con un basso morbido ed articolato.Mi sembrano anche più efficienti forse complice la brillantezza del medio alto prima imprigionato nella “cattiva” protezione Apoc tolta dal Mago.Devono rifare un buon rodaggio ma ora i Clash sono meno graffianti di prima e Paul Simonon con il suo basso mi stupisce per la  presenza mentre Joe Strummer esce dolce nonostante il suo grido di rivolta.Ulmerino ha fatto il miracolo ma sono veramente felice ,attraverso Melius, di aver conosciuto una bella persona come Ulmerino così preparato e appassionato che mi sta rifacendomi “salire la scimmia” nel mondo hifi.Grazie ancora a tutti per lo spazio...

a dopo le foto del risultato finale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

@Sandroliga ti ringrazio per le belle parole, ma non sono ne' un tecnico, ne tantomeno un mago, ci mancherebbe😂, sono solo un appassionato che ha delle basi di elettronica che gli permettono di fare dei semplici interventi, ovviamente provati sul campo sui miei oggetti, per poi magari aiutare qualche altro appassionato che pur apprezzando quello che ha, sente che le potenzialita' del prodotto possano essere ben maggiori. Lo faccio solo per altruismo e perche' sono innamorato della musica e dell'hifi con i suoi oggetti, e far felice una persona, mi da' soddisfazione. il bello e' che lo faccio solo per passione, lo ribadisco, e non mi piace stare in mezzo a polemiche o a discussioni che parlano di aria fritta. Colgo anche l'occasione per dire che non faro' piu' interventi sui diffusori di nessuno che non conosco gia', proprio per evitare "discussioni" che sono sorte in questo periodo. Ovviamente sono desideroso di imparare sempre cose nuove da chi ne sa piu' di me, e qualche consiglio continuero' a darlo se mi viene chiesto, ovviamente in PM.

Ringrazio Sandro, che, per chi non lo conoscesse, e' una persona veramente per bene, simpatico e pacato, in due volte che ci siamo visti, abbiamo parlato come due vecchi amici, e questa e' la cosa piu' gratificante. Grazie davvero per averti conosciuto e per avermi affidato le tue 801.

Posto qualche foto delle B&W operative nel suo stupendo impianto...😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ulmerino

IMG-20190211-WA0023.jpg

IMG-20190211-WA0024.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
andpi65
6 ore fa, ulmerino ha scritto:

Colgo anche l'occasione per dire che non faro' piu' interventi sui diffusori di nessuno che non conosco gia', proprio per evitare "discussioni" che sono sorte in questo periodo

Non sò cosa sia successo ma io  ti percepisco ( mi appari, non conoscendoci di persona) come una persona trasparente ed appassionata, oltre che competente.

( miei 2 cents )

P.S. : Ti confesso che mi piacerebbe leggere   altri tuoi 3ad come questo per capirci un  qualcosa in più anche io .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
diego_g

@andpi65 +1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    292.585
    Discussioni Totali
    6.277.260
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy