Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
OLIVER10

sport Mountain E-biking

Recommended Posts

OLIVER10

In parallelo al TD Mountain biking aprirei discussioni su questo mondo che mi attizza non poco...

A volte rubo la e-bike alla signora e scorrazzo tra le colline toscane.

Salire non a 10km/h ma a 20-22 da una discreta soddisfazione...e alla fine le calorie bruciate sono le stesse con più adrenalina.

e intanto ho messo gli occhi su una Cube Stereo con batteria da 500 integrata...anche bella da vedere

che ne pensate ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
zucchetti

Sono mezzi per diversamente abili.

Mia opinione , non prendete-ve-la.

😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
°Guru°

Un mio conoscente l'ha presa e ne è entusiasta, dice che ha riscoperto il piacere della mountain bike e si diverte come un ragazzino, pur essendo sessantenne. Pure lui dice che alla fine fai un buon allenamento, perché ti permette di divertirti per più tempo rispetto a quanto reggeresti con la tua sola forza. Promossa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Anche il mio capo, ciclista accanito (siamo a rischio coppa Cobram) ha provato la E-mtb della moglie e sta meditando di prendersene una. 

Sapete se ci sono modelli col recupero di energia in frenata/discesa ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
kauko

recupero per chi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
OLIVER10
1 ora fa, Martin ha scritto:

modelli col recupero di energia in frenata/discesa

mi ero informato ma non ho trovato niente

girovagando per qualche forum di appassionati scopro che c'è chi si porta qualche kilo di seconda batteria nello zaino per avere piu autonomia

anche se una 500 se usata bene in percorsi misti permette 70/80 km e 3/4 ore buone di uscita se non di piu

per me è sufficiente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Quest' estate ero a lavorare in zone dolomitiche, il ristorante che frequentavo aveva le prese di ricarica per le Emtb ed erano quasi sempre tutte occupate; le Emtb anno avuto un grande successo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
OLIVER10

ero a canazei...solo ebike

ma la filosofia è una sola...moltissime persone non potrebbero raggiungere certi passi con una muscolare, quindi se vuoi vedere certi spettacoli o usi la macchina o la moto o l'ebike...

Accade purtoppo a tutti che parlando di ebike scatta il sorrisetto come per dire...che polli che siete, non siete veri ciclisti...poi però la si prova e si cambia idea.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
1 minute ago, OLIVER10 said:

poi però la si prova e si cambia idea.

Confermo,  il ciclista che dicevo fa entrambe le cose: Allenamento spartano con la muscolare, tabella, dieta, rullo, etc.  e poi si gode il paesaggio con la Emtb, assieme a moglie e figlia. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
kaos73

Qui in TAA la E-bike sta diventando (o lo diventerà) un problema in quanto non esiste un'adeguata regolamentazione della circolazione e della percorribilità di sentieri e mulattiere. O meglio, se fino a qualche anno fa era fatto divieto ai cicli percorrere "sentieri" più stretti della lunghezza del mezzo stesso, salvo apposita identificazione da parte dei singoli comuni di "ciclovie", ora in Trentino è tutto percorribile salvo opposta e puntuale previsione da parte dell'ente comunale. Norma quanto mai stupida.

Ma se fino ad un paio di anni fa vi era comunque una selezione naturale determinata dal tracciato, ora con l'E-bike questa discriminante non vi è più. Il buon senso men che meno.

Aggiungiamo poi che in estate le are sciistiche sono spesso attrezzate per il trasporto delle bici...

Insomma sono in aumento vertiginoso gli incidenti che vedono coinvolti bici elettriche, spesso a danno di semplici escursionisti.

 Per non parlare dei problemi ambientali legati all'usura della coltre vegetale, erosione dei sentieri e del loro mantenimento e ripristino.

Fra l'altro si presenteranno prestissimo (probabilmente già in atto) grossi problemi di responsibilità legale ed assicurativi in caso di sinistro che coinvolga o no terze persone.

Certo, molto meglio un esercito di E-bikers in processione sui passi dolomitici piuttosto che l'attuale invasione d'inquinanti motociclisti.

Però necessità urgentemente una regolamentazione opportuna, onde evitare l'ennesima attrazione e svilimento del territorio montano dolomitico.Come sempre, temo che dove non arrivi il buon senso (o dove non si vuole che arrivi in nome del dio denaro), ci si dovrà arrivare per altri motivi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
2 ore fa, Martin ha scritto:

Sapete se ci sono modelli col recupero di energia in frenata/discesa

non che io sappia e realizzarla in modo chge recuperi bene ma non blocchi la ruota su terreni scivolosi e senza aggiungere elettrinnica e peso non e' molto semplice.

Va anche detto che l'energia recuperabile e' limitata e che le autonomie di oggi sono gia' sufficienti.

.

Il miglior motore su piazza? Nidec/Copal

Pochi lo conoscono,  ma e' un portento

95Nm (alla misura i campioni superano facilmente i 100)

Assistenza che varia con l'inclinazione, e unico, parti da fermo su una salita in piedi(non devi far fare una rotazione alla ruota basta che spingi convintamente sul pedale)

Una bomba

48 Volts, efficienza eccezionale (con una 400 watt ha una autonomia paragonabile a un motore "di quelli belli"  da 36 volts con batteria da 500 watt)

Share this post


Link to post
Share on other sites
OLIVER10

una volta erano anche brutte...ora quasi non si distinguono...

0-9529d663-844-CUBE-STEREO-HYBRID-120-PRO-500-2019.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
audio2

se ti piace e pensi che tu ti possa divertire, se te la prendi fai bene anzi benissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
rebeccariccobon

Una nuova pratica e un ottimo mezzo naturalmente, non ci piove.
Ma le problematiche ben sottolineate da@kaos73 sono reali.
"Ma se fino ad un paio di anni fa vi era comunque una selezione naturale determinata dal tracciato, ora con l'E-bike questa discriminante non vi è più"
...questo pure uno dei punti determinanti.
Riki

Share this post


Link to post
Share on other sites
adriatico

mah... io non ne capisco la necessità del motore. Vado in bici perché mi piace far fatica altrimenti comprerei una moto. 

Però tutti ne parlano bene... non so. Dovrei provarla ma temo mi prenda la facilità e la pigrizia...

Share this post


Link to post
Share on other sites
pink

@adriatico anche io la pensavo così, ma da quando ho smesso di fare gran fondo  di mtb e essendo meno allenato di alcuni anni fa, con la e bike riesco a fare Giri impegnativi con il giusto sforzo e comunque non è vero che non si fa fatica, se ne fa solo un po’ meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
rebeccariccobon

La fatica è soprattutto di diversa qualità piuttosto che quantità (fondamentalmente regimi cardiaci più, o meno "aerobici"), se utilizzata con metodo, chiaro.
Riki

Share this post


Link to post
Share on other sites
ferrocsm

Ecco ci mancavano anche le biciclette elettriche a rompere i cabasisi agli automobilisti, vada per le città di pianura tipo Parma Reggio o Modena dove vedi schiere di pensionati che intasano le strade: ora anche in montagna sostenuti dall'ausilio di una batteria ce li dobbiamo sopportare? Le strade sono strette e piene di curve, sorpassare un settantenne che arranca significa dover invadere la corsia opposta con tutti i rischi che ne conseguono. Ci mancava poi giusto Di Maio e Salvini che con il nuovo codice della strada permetteranno alle biciclette in città di andare contromano, nessuno che pensa ai poveri automobilisti che andandosi a comprare l'auto pensavano anche di essersi comprati anche la strada e che ora se la vedono scippata.😀  

Share this post


Link to post
Share on other sites
kaos73

Personalmente non l'ho mai provata ed al momento non ne sento l'esigenza, né fisica, né psicologica.

Trovo comunque che il "concetto" di base abbia delle potenzialità enormi. Mi riferisco alla possibilità a persone in là con gli anni o con limitazioni fisiche (scusate la pessima locuzione) di fare un'attività moderata e comunque salutare.

La possibilità di lasciare a casa l'auto per recarsi sul luogo di lavoro, senza necessariamente doversi cambiare ogni volta d'abito...

Più difficile capire la "necessità" da parte di persone, nonostante tutto in buona/discreta forma, nel voler percorrere tracciati e pendenze che comunque avrebbero più senso fatti a piedi che su due ruote.

E' uno scenario che spero venga presto normato, perché la sviluppo tecnologico progredisce molto più velocemente di quello "muscolare" (molti e-bikers dotati di doppia batteria, come già detto) e c'è il rischio concreto che si passi da una pedalata assistita ad una circolazione prettamente a motore; per molti territori costituirebbe un deturpamento intollerabile e non auspicabile.

Temo che se mai una spinta ci sarà in tal senso, essa deriverà dall'esigenza di colmare un vuoto "assicurativo", piuttosto che da una sensibilità rispetto a tematiche di salvaguardia ambientale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
12 minuti fa, kaos73 ha scritto:

si passi da una pedalata assistita ad una circolazione prettamente a motore

la cosa è espressamente vietata dal Codice per cui parliamo di un abuso che non può giustificare l'aggiunta di obblighi o di limitazioni per le e-bike in regola.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge
Il ‎31‎/‎01‎/‎2019 Alle 11:30, °Guru° ha scritto:

pur essendo sessantenne

Incrociane uno di quelli giusti con gli scarponi o le pelli di foca o in bici o a correre e vedrai quanto piangi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
eccheqqua

Piú comprensibile l'ausilio per chi non ce la fa più o ha problemi fisici. Meno per chi invece la usa per andare dove con la "muscolare" non ci arrivi. 

Io sono dell'avviso che non tutti debbano poter andare dappertutto. Questo vale in generale, non solo per e-bike.

Quindi per me no ad elicotteri che ti portano a fare eliski, jeep che ti portano in rifugio a mangiarti lo speck, no a eleganti signore con tacco 12 che mangiano ostriche a 3000 mt, ecc.

Lo so sono un talebano 😎

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow
2 minuti fa, eccheqqua ha scritto:

Quindi per me no ad elicotteri che ti portano a fare eliski, no a eleganti signore con tacco 12 che mangiano ostriche a 3000 mt, ecc.

tu senza aereo o transatlantico riesci ad arrivare a New York? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
eccheqqua

@wow il problema é che non riesco ad arrivarci a nuoto. Perdonami, non mi sembra un paragone calzante. La questione fu pure sollevata da Messner, contrario al turismo di massa sull'Himalaya e al massiccio uso di sherpa per trasportare il necessario. Io ho una visione della montagna piú puristica, legata allo sforzo necessario per arrivarci senza ausilii e scorciatoie. Naturalmente non serve dire che non deve essere condivisa, ognuno faccia quel che crede.

Share this post


Link to post
Share on other sites
wow

c'è una concezione "darwinista" dell'andare in bicicletta. Ciclismo è anche turismo, se a parità di sforzo muscolare riesco ad allargare i miei orizzonti, magari a raggiungere quella meta in montagna che altrimenti mi verrebbe preclusa perché ho quasi sessant'anni e un po' di panza che problema c'è? Perché immetto un qualcosa che mi facilita nella esplorazione dei miei limiti e bla bla bla? Ma che me ne frega! L'età in cui controlliamo quanto ce l'abbiamo lungo l'ho superata da tempo...

Anche la bici muscolare è una "macchina" che migliora il rendimento del tuo sforzo muscolare. E allora che facciamo? Camminiamo o corriamo solo a piedi, facciamo moto a nuoto rigorosamente senza pinne o arriviamo in cima facendo scaletta con gli sci?

Per carità, poi la ebike non ce l'ho ancora in programma, e quando supero i miei 300 400 mt di dislivello con il cuore che mi arriva in gola sono soddisfatto.

Ma lo sarei ugualmente se arrivassi a mille (con il cuore in gola e lo stesso sforzo) ma con un panorama differente...

Share this post


Link to post
Share on other sites
eccheqqua

Caro wow, mi sa che stiamo dicendo la stessa cosa: d'accordissimo con quel che dici, nulla in contrario.

Ma far andare una bici dove nessuno su una bici diciamo "normale" arriva, perché la pendenza é troppo esagerata, quello mi sembra eccessivo.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
kaos73

@wow Certo, il problema si sposta su quelle aree o meglio vie,(o sentieri) che precluse alla circolazione della bici "muscolari" per oggettivi ostacoli fisici, (altimetria, pendenza, fondo naturale) diventa in qualche modo accessibile all'e-bike, oppure ad una bici di downhill previa risalita in cabinovia o funivia appositamente attrezzata. Su tali "vie" spesso oggetto di vuoto normativo vi era fino a pochi anni fa comunque una sorta di ombrello protettivo determinato dalla selezione naturale che in molti casi ora non vi è più. La promiscuità su mulattiere e sentieri fra escursionisti e ciclisti non è così auspicabile per ovvi fattori di rischio oltre che per oneri di manutenzione che si accrescono enormemente. 

Volendo esaminare la questione anche solo dal punto di vista prettamente turistico, non sempre 1+1 fa 2. Se anche una località fosse strutturalmente e normativamente attrezzata per accogliere escursionisti e biker non è detto che i numeri poi vadano a sommarsi. Nel lungo periodo i primi probabilmente tenderebbero a spostarsi in zone più "tranquille" o protette. E' un po' il dibattito che fa da contorno al tema "Dolomiti patrimonio dell'Unesco" che vede molti soggetti economici fare il diavolo a quattro per la paura di perdere il bombardino del motociclista panzone (uno ogni 200 km e 6 passi), non accorgendosi che le "vacche grasse" sono scappate da decenni, per impoverimento e svilimento progressivo dell'offerta turistica... Che poi, di base, è l'AMBIENTE.

Share this post


Link to post
Share on other sites
OLIVER10

questa estate mia moglie non sarebbe mai arrivata in cima al passo fedaia senza e-bike...io ero con la muscolare

detto questo passati i 50 se si riesce ad allenarsi stando il eno possibile fuori soglia non è male.

a parità di calorie consumate con una e-bike faccio piu km e vado in posti che non potevo vedere...

l'altro giorno su salite che solitamente si fanno a 10-12km/h sono salito a 20-22 con enorme soddisfazione e fatica.

Dipende da come si usa...se si pensa di avere un motorino col gas forse non si è capita la filosofia...

16 ore fa, pink ha scritto:

Io ho questa è mi diverto parecchio, l’anno scorso in 4 mesi ho fatto circa 2000 km: https://www.cube.eu/it/2018/e-bikes/mountainbike/fullsuspension/stereo/cube-stereo-hybrid-140-tm-500-275-blacknorange-2018/

la sto puntando, soprattutto la 120

che mi dici ???

🙂

che prezzo hai spuntato ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
pink

@OLIVER10 costava 4700, l’ho pagata 4500 euro compreso di attacchi per le scarpe, borraccia e porta bici da pavimento 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    292479
    Total Topics
    6326030
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy