Jump to content
Melius Club

densenpf

De Andre' Remastered Archivio del Suono cd

Recommended Posts

densenpf
8 ore fa, djansia ha scritto:

Nell'operazione Battisti di SDS, a parte forse un "rinforzino" in basso nell'equalizzazione, in alcuni album l'intervento è più evidente

L' operazione Battisti, era piu' evidente, in quanto il catalogo ufficiale era fermo agli anni 80, e sappiamo tutti per quale motivo.

Quindi i miglioramenti rispetto a quei dischi sono  piu' evidenti.

Faber e' stato piu' sfruttato nel corso dei decenni , qui la forbice e' piu' stretta, Ma Anime Salve mi sento di consigliarlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

ho comprato quasi tutti i cd di Battisti, e come ho detto più volte , è stato fatto un ottimo lavoro, anche se non ho paragoni con le prime e successive  stampe.

come dice @densenpf  giustamente, per De Andrè è tutto molto diverso, ma se non avessi  tutte le prime versioni , probabilmente  non sarei stato così drastico , e parlo SOLO  dei due citati...

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf
Il 3/2/2019 Alle 11:13, djansia ha scritto:

Creuza l'ho in "versione Pagani" che però l'ha remixato e ha dato (a mio giudizio) un calore in basso forse (ma dico forse) eccessivo, nel senso che se si prediligono gli strumenti che occupano quelle frequenze (basso, tamburi e via discorrendo, senza dimenticare la voce di De Andrè) allora si gode. POi, rispetto alla prima stampa CD che presi decenni fa siamo su livelli altissimi.

Il nuovo Crueza l'ho confrontato in un paio di brani con la de-masterizzazione fatta da Baglio su Ostinata e Contraria.

Sono entrambi molto ma molto vicini, con un medio basso piu' presente sul 2018 ( quando si sente la gola di Faber per esempio)  ed un paio di db piu' dinamico.

Eccellente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia

Ma che cacchio è 'sta demasterizzazione?

@densenpf Ha mai ascoltato la versione di Pagani di Creuza?

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

@djansia pare che con demasterizzazione sia stato inteso il processo di togliere tutte le "aggiunte o modifiche " fatte negli anni dallo scempio delle rimasterizzazioni , mi ricordo che su queste pagine diversi anni fa Lincetto spiegò in modo esauriente il processo. 

Personalmente penso che se è possibile attingere ai master analogici originali, non ci sia bisogno di demasterizzazioni , probabilmente non sono riusciti ad utilizzare i nastri originali o perché persi o in parte rovinati, non saprei.

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia
17 ore fa, densenpf ha scritto:

Sono entrambi molto ma molto vicini, con un medio basso piu' presente sul 2018

Scusa, trovi questo Archivio del Suono più presente in medio basso rispetto alla Pagani? Se ho capito bene, il contrario di quello che invece sostengo io. Il Pagani per me è molto più "caloroso" e in alcuni aspetti proprio diverso. La tastiera in Creuza, ad esempio, in questa nuova versione è molto più presente e udibile, nella Pagani quasi nascosta. Insomma, non  definirei i due lavori "molto, ma molto vicini" ... infatti taluni hanno fatto le pulci al Pagani e praticamente massacrato di critiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf
7 ore fa, djansia ha scritto:

Ma che cacchio è 'sta demasterizzazione?

IMG_20190207_164044.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf
5 ore fa, djansia ha scritto:

Scusa, trovi questo Archivio del Suono più presente in medio basso rispetto alla Pagani?

No, Andrea, ho scritto che ho confrontato i brani su Ostinata e Contraria con il nuovo mini Lp 2018

La pagani 2014 non l'ho mai ascoltata.🙂

E comunque quell album e' talmente registrato bene, che qualsiasi edizione e' buona...quindi i brani della de-maserizzazione e quello nuovo lo metto sullo stesso piano.

Con l'ultima versione un filo di corpo in piu'  come scritto nel post 33

Share this post


Link to post
Share on other sites
djansia

Vabbè, "demasterizzato" ... partono dai master originali e rimasterizzano (comunque) in DSD con gli interventi che ritengono più opportuni ma riprendendo tutto dal principio.
Non è che recuperano voce, toni, il rumore di fondo e via dicendo, "demasterizzando" dei master che ormai non li hanno più ... ok, mi sono capito da solo ma mi sembra un termine un poco strano e affatto chiaro.

28 minuti fa, densenpf ha scritto:

ho scritto che ho confrontato i brani su Ostinata e Contraria con il nuovo mini Lp 2018

Avevo capito male.

29 minuti fa, densenpf ha scritto:

E comunque quell album e' talmente registrato bene, che qualsiasi edizione e' buona

Pienamente d'accordo. Ripeto, certi suoi album suonavano già bene in cassetta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore
49 minuti fa, djansia ha scritto:

Vabbè, "demasterizzato" ... partono dai master originali e rimasterizzano (comunque) in DSD con gli interventi che ritengono più opportuni ma riprendendo tutto dal principio.
Non è che recuperano voce, toni, il rumore di fondo e via dicendo, "demasterizzando" dei master che ormai non li hanno più ... ok, mi sono capito da solo ma mi sembra un termine un poco strano e affatto chiaro.

no no no hai capito benissimo 🤣🤣🤣 ,comunque hanno fatto un buon lavoro , ma se ascolti le prime stampe , al di là che ti piacciono più o meno, lo capisci da solo se hanno hanno usato una riduzione del rumore o meno...

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldofive

Acquistato ieri Anime Salve. Ascoltato a confronto con lo stesso cd master 2002 devo dire che i miglioramenti sono evidenti. Suona più musicale e con meno durezza digitale. Più calore (mediobasso più in evidenza e piatti della batteria molto più presenti ma allo stesso tempo molto dolci).

Un altra differenza la noto nella maggiore chiarezza della voce. Sembra che ci sia più profondità, tutte le parole sono più chiare. In definitiva credo proprio che valga la pena acquistarlo. Ho notato questi miglioramenti con il mio sistema ieri a casa, ma, cosa del tutto inaspettata anche oggi in mobilità con il Fiio X5 III e cuffie Bose quiet confort35 .Il prossimo che comprerò sarà Creuza de Ma sperando che anche quello suoni meglio dell'edizione 2002.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Direzione Ostinata e Contraria per molti è il non plus ultra, per me rispetto agli originali, parlo dei vinili, è molto pompata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldofive

Dimenticavo una cosa... ma il fatto che queste nuove edizioni in cd siano di colore nero (parlo della parte leggibile del cd) e non nel solito argento, non è che influisca sulla qualità del suono????

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf
2 ore fa, aldofive ha scritto:

Il prossimo che comprerò sarà Creuza de Ma sperando che anche quello suoni meglio dell'edizione 2002.  

stai tranquillo.👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

@aldofive si, penso che influiscono positivamente. Il confronto con i remaster 2002 non fa molto testo, erano oscene. 

@contemax è pompata e in qualche modo simile a queste ristampe 

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldofive

Alla fine, dopo aver riscontrato che anche Creuza De Ma suona meglio, li ho acquistati tutti in blocco on line dalla Feltrinelli a soli 12,50 € l'uno, anzichè 17.90 € o 19,00 € come si trovano nei negozi.

Suonano meglio in tutto ma la cosa più rilevante è che nel confronto effettuato quando metto il vinyl replica cd le orecchie si rilassano, si avverte meno fastidio e fatica di ascolto. Penso che questo aspetto sia di per se già rilevante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    292529
    Total Topics
    6328071
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy