Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
appecundria

politica ed economia Braccio di ferro sulla TAV

Recommended Posts

audio2

si infatti andava benissimo per quasi tutti, tranne che per i costi. venivano fuori circa 30 km di tunnel.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
5 ore fa, maverick ha scritto:

E fra 20 anni chissà come sarà l'economia, i traffici, la tecnologia ... e lo stato delle finanze italiane.

Un giorno, Konosuke Matsushita (mitico fondatore della Panasonic) disse al giardiniere: pianta un albero qui perché qui voglio l'ombra. E il giardiniere: maestro, ma ci vorranno 20 anni! E Matsushita: ma allora piantalo subito!

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

Colpo di scena! Toninelli, in preda al delirio di onnipotenza, invia la sua relazione direttamente alla Francia e alla commissione europea. Nussun altro l'ha vista, né Conte né Di Maio né Salvini, i ministri degli esteri e dei rapporti con la UE manco esistono più. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gemoi

@appecundria un sovranista europeista.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65

Incredibile, questi sono fuori di testa.

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Tav-il-ministero-dei-Trasporti-consegna-alla-Francia-analisi-costi-benefici-Salvini-oscuro-69776a55-82b5-4081-83f5-b07ec879201b.html

Tav, ministero Trasporti consegna alla Francia analisi costi-benefici. Salvini all'oscuro

"Io non ho l'esame costi-benefici della Tav, ma pare che ce l'abbiano a Parigi. Questo è abbastanza bizzarro...", dice Salvini. Di Maio: "Stia tranquillo, neanche io ho letto l'analisi". Toninelli: "Prima a Ue, poi ai vicepremier"

06 febbraio 2019

Divisioni nel governo

Restano le divisioni nella maggioranza sulla questione Tav Torino-Lione. E continua il confronto a colpi di dichiarazioni a distanza tra i due vicepremier sulla questione.
 
Il ministero dei Trasporti ha consegnato all'ambasciatore di Francia in Italia l'analisi costi-benefici, ma Salvini dice di non saperne nulla.  "Io, da vicepresidente del Consiglio che rappresenta gli italiani non ho l'esame costi-benefici della Tav, ma pare che ce l'abbiano a Parigi. Questo è abbastanza bizzarro...": lo ha sottolineato Matteo Salvini, a margine di un'iniziativa a Terni, dopo che il ministero delle Infrastrutture ha inviato alla France la relazione sui costi-benefici sulla Tav.

Ma arriva la replica di Luigi Di Maio: "Salvini stia tranquillo, neanche io l'ho letta l'analisi costi-benefici. Però, io quando mi sveglio penso al fatto che da Roma a Pescara ci vogliono 7 ore in treno, non mi sveglio pensando a un buco per collegare Torino-Lione. Non mi sveglio pensando a come collegare meglio italiani francesi, ma a come collegare meglio italiani e italiani", afferma il vicepremier pentastellato soffermandosi sul dossier Tav nel corso della conferenza stampa alla Camera sul RestituionDay.

Toninelli: prima alla Francia e a Ue, poi ai vicepremier
"Abbiamo dato la relazione prima alla Francia perché si tratta di un trattato internazionale. Oggi la consegniamo alla Commissione europea e poi la darò a Di Maio e Salvini.  Matteo (Salvini, ndr) deve avere ancora un po' di pazienza, quando sarà il momento gliela porterò io personalmente in busta chiusa".

Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, rispondendo ai cronisti sulla relazione costi/benefici sulla Tav a margine del Restituiton day in piazza del Parlamento.

Commissione Ue riceve testo in serata
La Commissione Ue "ha ricevuto l'analisi costi-benefici" sulla Tav da parte dell'Italia e "ora la analizzerà". Lo conferma all'Ansa il portavoce della commissaria Ue ai trasporti Violeta Bulc. Per ora Bruxelles non fa "nessun commento" ulteriore sul suo contenuto.

Tajani: Lega parla ma poi decide il M5S
Sulla Tav la Lega è a favore "ma decidono i 5 stelle", sul Venezuela la Lega è contro Maduro ma decidono i 5 stelle. "Se su ogni cosa decidono i 5 stella allora la Lega è ininfluente, per questo chiediamo un governo di centrodestra". Lo ribadisce il vice presidente di Forza Italia, Antonio Tajani, in conferenza stampa. Sulla Tav insiste: "Va fatta, sarebbe irresponsabile non farla".

L'annuncio del ministero dei Trasporti
"Il Mit ha condiviso con il Governo francese, nella persona dell'ambasciatore di Francia in Italia, Christian Masset, l'analisi costi-benefici sul progetto Tav Torino-Lione, come concordato dai Ministri Borne e Toninelli, prima della sua validazione e pubblicazione da parte del Governo italiano. È il punto di partenza di un'interlocuzione tra i due esecutivi. A breve sarà fissato un incontro bilaterale", annunciava ieri il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Salvini: querelo chi parla di scambi di voto giunta-Tav
"Il prossimo che ne parla lo querelo": Matteo Salvini ha risposto così a una domanda su possibili scambi con il M5S tra il voto sull'autorizzazione a procedere e il via libera alla Tav. "Perché non sta né in cielo né in terra" ha aggiunto a margine di un'iniziativa a Terni. "Magari quella era la vecchia politica" ha sottolineato Salvini. "Io sono assolutamente sereno e tranquillo - ha proseguito - ho fatto e farò il ministro dell'interno per difendere la sicurezza del Paese".  "La Tav come altre opere - ha detto ancora Salvini - secondo me servono. Non siamo al mercatino dove io ti do questo e mi dai quello. Come con le figurine Panini - ha concluso il ministro - mi dai Altobelli e ti do Beccalossi...". 

Rixi (Lega): "Non ho visto il documento"
"Io personalmente questo documento non l'ho visto e non mi offendo perché non ho la delega alla Tav. Non posso però escludere che Salvini o Giorgetti l'abbiano visto. In ogni caso, la vedo positivamente: nel contratto di governo c'è scritto che le decisioni devono essere condivise. Certo, a livello metodologico, gli amici grillini si sono presi una bella responsabilità. È in ballo l'interesse nazionale... Ma non mi esprimo finché non leggo il documento. Magari è l'analisi migliore del mondo, magari a noi sono sfuggiti dettagli importanti. Aspettiamo e vedremo". Così ha il viceministro alle Infrastrutture, Edoardo Rixi (Lega) in un'intervista al quotidiano 'La Stampa' in merito alla condivisione del documento sull'analisi costi-benefici sul progetto Tav Torino-Lione da parte del Mit.  

"Stavolta la dichiarazione prefigura un bel regalo", ha aggiunto l'esponente leghista, per "le penali che rischiamo di dover dare alla Francia". "Ai miei occhi sarebbe una follia, con questa penuria di investimenti, anche solo il rischio di dover dare soldi agli altri", ha concluso Rixi. 

Bernini (FI): dossier M5S dichiarazione di guerra contro la Lega
"La consegna dell'analisi costi-benefici alla Francia senza nemmeno avvertire l'alleato di governo rappresenta di fatto la dichiarazione finale di guerra alla Tav, ma anche alla Lega". Lo afferma Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"Col passo compiuto dal ministro Toninelli si è infatti messo in moto l'iter per disdire un trattato europeo che l'Italia si era impegnata a portare avanti e che rischia di costare miliardi di euro allo Stato. Uno strappo diplomatico e politico che in un Paese serio dovrebbe avere conseguenze immediate sulla vita del governo. Se la Lega continuerà a temporeggiare - conclude - si renderà dunque corresponsabile di questo gravissimo danno alla credibilità dell'Italia". 

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Salvini chi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino

guardiamo agli effetti

Toninelli passa da pirla

Di Majo idem con patate

Conte da uno che non se lo fila neanche il gatto

.

Immaginare come sia andata non e' complicatissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
radioelasais

allora, decideranno? già si legge che lo studio costi-benefici sia stato massaggiato per dare un risultato pendente verso i costi. che poi, al di là del mero ritorno economico, una caxxo di decisione politica sulla utilità e sulla strategia per le infrastrutture di questo paese la si può anche prendere

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio
Just now, radioelasais said:

allora, decideranno?

esprimete i Vostri pareri, una volta letti sul melius club poi il governo esprimerà il suo parere definitivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

Chissà se i cugini hanno passato l'incartamento a l ' école polytechnique per una pettinatina cartesiana.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

La TAV si fara'. Le "categorie produttive" hanno gia' le bave appaltatorie alla bocca ed e' impossibile opporsi a una decina di milardi di ordini di cui hanno gia' sentito l'odore. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

Se la lega pensa che farla eroderà ulteriormente il voto 5s la faranno a costo di usare un black & decker

Share this post


Link to post
Share on other sites
radioelasais

per me si farà. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ferrocsm
54 minuti fa, Panurge ha scritto:

Se la lega pensa che farla eroderà ulteriormente il voto 5s la faranno a costo di usare un black & decker

😀 Tocca ridere per non piangere! E in questo ci sta tutta la pochezza dei nostri esponenti politici, sono al governo insieme e lottano tra di loro per riuscire a fregarsi un voto, niente comunque che non si sia già visto, ne vuoi qualche esempio? Fassina chi, lo stai sereno rivolto a Letta, Bertinotti e i suoi due cappelli, uno da governo e l'altro da opposizione, Fini alleato di Berlusconi che per dire la sua avrebbe dovuto rinunciare alla carica di presidente della camera, Bossi e il Berlusconi mafioso, non parliamo poi andando ancora più a ritroso di socialisti e democristiani e addirittura democristiani contro democristiani. Quindi e mi ripeto, nulla di nuovo o che non si sia già visto Panurge.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo67

Una domanda: da quando l'analisi costi/benefici interessa le grandi opere pubbliche?

Più che altro, perché se i benefici fossero chiaramente superiori ai costi, si potrebbero lasciare ai privati.

O no?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aletto

Dopo i risultati abruzzesi probabilmente il m5s alzerà ancora di più le barricate su promesse e parola data in campagna elettorale e farà di tutto per affossare il progetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
radioelasais
35 minuti fa, Lorenzo67 ha scritto:

Una domanda: da quando l'analisi costi/benefici interessa le grandi opere pubbliche?

Boh? A questo punto chiederei anche l’analisi costi benefici per il reddito di cittadinanza e l’obbligo vaccinale.

.

sara’ un modo per non decidere?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

Io, per non saper né leggere e né scrivere metterei anche un po' di tritolo alla bocca degli altri tunnel alpini e li chiuderei tutti...così non ci si sbaglia di sicuro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo67
2 minuti fa, radioelasais ha scritto:

sara’ un modo per non decidere?

Hanno stupidamente promesso di non farla in campagna elettorale, ora cercano di attaccarsi a qualcosa per mantenere

Share this post


Link to post
Share on other sites
radioelasais

e si attaccano al tritolo. vedrai ... si alla TAV poi votano si al processo di salvini, salta il banco e scendono al fisiologico 15%. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Savgal

Ho dato una rapida occhiata all'analisi costi-benefici pubblicata. Mi pare che siano stati computati i pedaggi autostradali e le accise per il carburante non percepiti (pag. 58 e seguenti). Se quanto ho capito corrisponde la vero siamo tra la cattiva fede e la follia, si fa un'opera per evitare l'uso di auto e autocarri, in ragione dell'inquinamento, e poi si calcolano i  mancati introiti in accise e e pedaggi autostradali.

http://download.repubblica.it/pdf/2019/politica/analisicostibeneficitav.pdf?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P1-S1.8-L

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo67
1 minuto fa, Savgal ha scritto:

si fa un'opera per evitare l'uso di auto e autocarri, in ragione dell'inquinamento, e poi si calcolano i  mancati introiti in accise e e pedaggi.

Sa tanto di pagliacciata, in effetti. Non che mi aspettassi gran cosa, peraltro

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

E' stata fatta da Lombardi Politicamente Orientati. Il calo del consumo di gomme e relativi danni economici per i produttori  l'hanno calcolato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

E la prossima chiusura del traforo del monte Bianco ( durata prevista (!) almeno un anno e mezzo)? Dove e a che costo passeranno i numerosi TIR? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

L' analisi costi benefici mostra innanzitutto che le relazioni "massaggiate" e per bene erano le due precedenti. Gli incrementi reali del traffico sono stati circa la meta' delle piu' rosee previsioni. Per quanto riguarda il computo del mancato gettito per le accise carburanti, perche' non e' corretto computarlo?  Nella vosta azienda, accettereste una relazione che trascurasse un aspetto del genere ? 

Questo per quanto riguarda il dato tecnico.  Ovviamente decidere che i vantaggi ambientali compenseranno le perdite e' una decisione politica legittima.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

@mom Quando e' prevista la chiusura del tunnel del M.B. ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

@Martin Entro il 2019.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
2 minutes ago, mom said:

Entro il 2019.

 Allora la questione TAV e' assolutamente trascurabile: Entro il 2019 non sarebbe possibile far passare nemmeno un carrello di servizio anche impegnando tutte le mestranze del mondo 24/365 e cominciando a bucare in questo istante. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    292479
    Total Topics
    6326022
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy