Vai al contenuto
Melius Club

mom

politica ed economia Parigi richiama l’ambasciatore a Roma

Messaggi raccomandati

gemoi

@GianGastone si riappacificheranno, uniti nella lotta, saccheggiando un Apple store. Intanto Moavero cerca di metterci una pezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

L' inizio della fine di questo governo, il test abruzzese e' il primo spartiacque in attesa delle europee.

Non ci voleva Luttwak per prevederlo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Intanto, anche grazie al Grand débat che Macron sta conducendo attraverso la Francia, il suo indice di gradimento pare sia in netta risalita: dal punto più basso raggiunto in dicembre ( 23%) ora pare essere passato, in febbraio, al 34%. Ciò che i francesi gli riconoscono soprattutto è l’aver saputo difendere  gli interessi del Paese all’estero ma resta forte il problema delle proteste dei gilets jaunes.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb
1 ora fa, mom ha scritto:

ma resta forte il problema delle proteste dei gilets jaunes

quando un anno e mezzo fa ho attraversato la francia da ventimiglia fino a bordeaux, erano più di 10 anni che non ci andavo, dopo averci passato più di dieci vacanze. certo non è viverci, ma l'ho girata un po' tutta

la francia dalla fine degli anni 80 fino ai primi del nuovo millennio aveva sempre avuto un certo equilibrio, almeno alla vista di un turista, tra cose pubbliche e private, manutenzione, cura, non c'era troppa differenza se non, forse, una nota di abbandono per gli immobili privati vista in un rapido salto in lorena

l'ultima volta invece, a partire da aix en provence fino a girare per molta aquitania, è apparso chiaro il declino della cosa privata, soprattutto in confronto a quella pubblica: non c'era più l'equilibrio che si notava una volta, e quando non c'è equilibrio, vuol dire che i problemi ci sono (e nonostante tutto...il commento di una commessa nella contrastata cittadina di libourne fu - non a noi ma ad un altro francese - bella l'italia, ma gli stipendi sono veramente bassi...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

@gpb non hai idea di quanti francesi, pensionati o disoccupati,  svernino ormai nelle mobilhomes, residenze che, in tempi migliori, utilizzavano solo  in estate, per risparmiare le spese delle abitazioni usuali, soprattutto se singole. Mi ricordano quegli americani, pensionati, che vivono rintanati nei camper bomboloni di acciaio, in pieno deserto in Arizona o vicino all’oceano, per gran parte dell’anno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
4 minuti fa, mom ha scritto:

 non hai idea di quanti francesi, pensionati o disoccupati,  svernino ormai nelle mobilhomes, residenze che, in tempi migliori, utilizzavano solo  in estate, per risparmiare le spese delle abitazioni usuali, soprattutto se singole. Mi ricordano quegli americani, pensionati, che vivono rintanati nei camper bomboloni di acciaio, in pieno deserto in Arizona o vicino all’oceano, per gran parte dell’anno.

Con un po' di pazienza ne avremo anche noi da esibire, saluteremo il risultato festanti. Si chiamano riforme strutturali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

basta che alzano ancora un po' le aliquote imu come hanno scritto qui così poi siamo a posto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb
18 minuti fa, mom ha scritto:

nei camper bomboloni di acciaio,

quelle roulotte a bombolone di acciaio mi sa che ci sono solo nei film...non mi ricordo la marca ma costano un occhio della testa...

comunque, quando il pubblico sta meglio (e spesso molto meglio in francia) del privato c'è un bel problema di tassazione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

@gpb ho scattato parecchie foto personalmente di quei bomboloni...Non ho tempo adesso se no te le cercherei, comunque, credimi, sono davvero tante!  :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
21 minuti fa, nullo ha scritto:

Con un po' di pazienza ne avremo anche noi da esibire, saluteremo il risultato festanti. Si chiamano riforme strutturali.

È bello vedere che non perdi mai il tuo naturale ottimismo. :D 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

@mom allora mantengono la quotazione per modernariato :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin
1 hour ago, gpb said:

non mi ricordo la marca ma costano un occhio della testa...

Airstream. Sono rivestite di alluminio lucido. 

La "piccola" a 4 posti - 16' viene via con 50k$
 

La "classica" 5 posti - 30' viene solo 150k$

Questa è alla portata di molti qui dentro,   mentre il modello base sarebbe schifato: Il rischio è quello di apparire "geometri" nella migliore delle ipotesi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
2 ore fa, gpb ha scritto:

on mi ricordo la marca

Airstream mi ha preceduto Martin. SI tratta comunque di una delle icone USA più riconoscibili

 image.png.65f2290d8b1ce12b51f05d8315102fe1.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

non mi ricordavo male dei prezzi...

comunque costa più di tante case dell'america non cittadina...

non è una airstream ma...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Non intendevo parlare della vita dei pensionati americani che esulano dal tema. Il loro modo di vivere è diverso da quello francese, semplicemente il vivere nelle mobilhomes mi ha ricordato i camper americani. Le motivazioni filosofiche possono essere anche molto diverse. Rispondevo a @gpb commentando, a proposito, la trascuratezza di alcune proprietà francesi.  :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
appecundria
3 ore fa, nullo ha scritto:

Si chiamano riforme strutturali.

No, si chiama decrescita felice. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

Anche per chi abita vista Colosseo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Re_Frain

sto per andare in ambasciata, ce devo mette una pezza io? Ce parlo io?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

Faje na' flesshata...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Re_Frain

Non ciò trovato nessuno!:0

2019-02-11_21_56_57.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Hélas !  Si son portati via pure le poltrone? ? ?  🤔 😂   (scusa la pessima foto!)

IMG-20181006-WA0002.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin

Tutti quegli arazzi sono per l'acustica ? 

🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

Gliel'ho chiesto. Mi hanno detto che sono arazzi loro. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nullo
6 ore fa, appecundria ha scritto:

No, si chiama decrescita felice. 

Quella franzosa? No, crescita muffa a debito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Re_Frain

@mom erano davanti al camino 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Martin
47 minutes ago, dufay said:

Mi hanno detto che sono arazzi loro. 

.. e scusatemi il francese...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

Due notizie di oggi fanno pensare ad un prossimo ritorno... :) 

La telefonata diplomatica riappacificante tra i due Capi di Stato:

dalla stampa francese:

“Macron et Mattarella « réaffirment l’importance » de la relation entre la France et l’Italie

Cet échange est un signe d’apaisement, alors que la France a rappelé jeudi son ambassadeur à Rome...

https://www.lemonde.fr/international/article/2019/02/12/macron-et-mattarella-reaffirment-l-importance-de-la-relation-entre-la-france-et-l-italie_5422668_3210.html

.

e anche questa disponibilità a trattare sull’estradizione dei latitanti fa ben sperare...magistrati italiani e francesi si riuniranno mercoledì e giovedì per esaminare  17 casi di latitanti politici:

“Négociations sur le sort des brigadistes italiens réfugiés en France “.

Dalla stampa francese:

http://www.leparisien.fr/faits-divers/negociations-sur-le-sort-des-brigadistes-italiens-refugies-en-france-12-02-2019-8010528.php

Domattina vedremo i commenti sui giornali italiani. :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

https://www.huffingtonpost.it/2019/02/14/con-noi-i-paramilitari-pronti-a-far-cadere-il-governo-cosi-christophe-chalencon-il-gilet-giallo-incontrato-da-di-maio-e-di-battista_a_23669890/

"Con noi i paramilitari pronti a far cadere il Governo". Così Christophe Chalençon, il gilet giallo incontrato da Di Maio e Di Battista

In un fuori onda dell'intervista realizzata da Piazzapulita Chalencon minaccia: "Siamo sull'orlo della guerra civile"

4b8864f0-308e-11e9-957f-35331e284980

Christophe Chalençon è uno dei leader dei gilet gialli. Incontrato da Di Maio e Di Battista in Francia, quando le due anime del Movimento 5 stelle andarono a portare il proprio sostegno al movimento francese, Intervistato da Piazzapulita minaccia, in un fuori onda, una vera e propria guerra civile. "Abbiamo dei paramilitari pronti a intervenire perché anche loro vogliono far cadere il Governo. Oggi è tutto calmo ma siamo sull'orlo della guerra civile. Quindi si trovino delle soluzioni politiche molto rapidamente, perché dietro ci sono delle persone pronte a intervenire da ovunque. Delle persone che si sono ritirate dall'esercito e che sono contro il potere".

Non è la prima volta che Chalencon si lascia andare a questi commenti. Come riporta la trasmissione di La7 In un video su Facebook apparso a dicembre Chalencon evocava un golpe militare per far dimettere Macron con queste parole: "Faccio appello ancora una volta a Macron. O, se Macron non vorrà piegarsi, ai militari. Oggi tocca ai militari entrare in gioco per permettere la messa in pratica di un Governo di transizione che preparerà il terreno a nuove elezioni e all'instaurazione di una vera democrazia. Questa è la sola cosa che il popolo di Francia chiede".

Di seguito il testo integrale dell'intervista di Piazzapulita e del fuori-onda

Christophe: Oggi in Francia è difficile assumere operai, costano troppo. Quindi ci aiutiamo a vicenda. Anche io ho un'officina, ma è ferma da tre mesi, da quando è cominciato il movimento dei gilet gialli.

Christophe: Sono io che ho organizzato tutto in questa zona! facevo riunioni ovunque. Siamo arrivati a fare 47 blocchi stradali, qui nella Vaucluse. Vedi le persone che sono al potere hanno sempre vissuto nelle grandi metropoli, non conoscono la vita delle nostre campagne. Ma siamo in molti a vivere così! E se loro continuano a voler centralizzare tutto, qui finiremo per morire. La Francia è un bel paese, come l'Italia, ma serve rimetterle sulla retta via.

Alessandra: Rincontrerete i cinque stelle?

Christophe: Sì, è previsto un altro incontro. Dovremmo venire noi a Roma

Alessandra: Quindi, alleati? È certo?

Christophe: Sì, assolutamente.

Christophe: è bravo lui!

[indicando Di Battista]

Christophe: è un po' come me! ci siamo guardati...e anche se io non parlo italiano... ci siamo capiti al volo.

Alessandra: Ma com'è andata di preciso? Vi hanno chiamati, senza dire niente al governo francese, e sono venuti da voi?

Christophe: Esatto, E' questo il bello. Anzi, è straordinario. Il vicepremier del governo italiano che viene in Francia, a Montargis, e nessuno sapeva niente. Ha preso l'aereo ma non si è fermato a Parigi, il cuore del potere. Perché è venuto qui da noi. Abbiamo passato due ore insieme, ed eravamo d'accordo su tutto! Dopo la riunione abbiamo fatto le foto...ma quando le abbiamo pubblicate: allarme rosso! 

Alessandra: be' è un importante incidente diplomatico.

Christophe: ha fatto saltare tutti gli equilibri! E penso che quello che ha fatto segnerà la storia della Francia. Ci ha dato un riconoscimento internazionale...e ora altri ci stanno contattando...ha aperto una breccia... e ha fatto tremare Macron. 

Alessandra: è per questo che il governo francese ha detto: è una grave ingerenza.

Christophe: Da quando sono cominciate le proteste abbiamo avuto undici morti e dozzine di feriti. Tre mesi di conflitti come non ne abbiamo mai visti...quindi dell'ingerenza a Macron, io me ne fotto. Oggi è necessario che i popoli europei si rendano conto che la nostra lotta continuerà. E Macron? Cosa fa? non ci risponde politicamente ma con la forza! Quindi arriveremo al limite della guerra civile. 

Alessandra: Cosa pensa dell'attacco al ministero dei gilet gialli?

Christophe: Era un assalto! un normale assalto.

Alessandra: Ma non è normale...

Christophe: perché non è normale? Certo che è normale. La gente ha sempre più paura di scendere in piazza. E quindi secondo te chi rimane a manifestare? Rimangono i più duri!... e i più duri ne hanno abbastanza di farsi sparare come a dei conigli. Quindi, si dicono, allora anche noi possiamo imbracciare le armi. 

FUORI ONDA

C: Io so che rischio molto. Posso prendermi una pallottola in testa in qualsiasi momento. Ma me ne fotto. Resto fermo nelle mie convinzioni. Perché se mi ficcano una pallottola nella testa il popolo...Macron finirebbe sotto la ghigliottina. Siamo arrivati a un tale livello di scontro, oggi, che se mi colpiscono cade anche Macron. Perché il popolo irrompe nell'Eliseo e distrugge tutto. Lui, sua moglie e tutta la cricca. Siamo in tanti così. Ne colpisci uno... abbiamo delle persone, dei paramilitari, pronti a intervenire perché anche loro vogliono far cadere il governo. Oggi è tutto calmo ma siamo sull'orlo della guerra civile. Quindi si trovino delle soluzioni politiche molto rapidamente, perché dietro ci sono delle persone pronte a intervenire da ovunque.

A: Veramente? Dei militari? 

C: Sì, dei paramilitari. Delle persone che si sono ritirate dall'esercito e che sono contro il potere. 

A: e tu sai questo? Che sono pronti a intervenire? 

C: certo che lo so. 

A: è inquietante. 

C: Sì che è inquietante ma voi non vi rendete conto. Macron ha paura. Per questo ti dico che ha paura. Molta paura.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    292.591
    Discussioni Totali
    6.277.422
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy