Vai al contenuto
Melius Club

mom

politica ed economia Parigi richiama l’ambasciatore a Roma

Messaggi raccomandati

mom
2 minuti fa, audio2 ha scritto:

macron è ora che vada

affanculo pure lui.

Che c’entra Macron? Datti una calmata che questa volta non solo Macron non entra nella questione ma è  l’ingerenza dei 5* che è sbagliatissima!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

ingerenza de che ? dima può anche starmi sulle balle, ma è andato da uomo libero in francia ad incontrare chi gli pare, a piede libero pure loro.

cos'è vi fa schifo pure questo ? bravi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

Che è vice primo ministro

Come se il primo ministro francese dell'epoca fosse venuto ad incontrare i black block dopo Genova per cercare un'alleanza politica 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mom

@audio2 Non sono andati come privati cittadini, purtroppo! Ti invito ancora a darti una calmata e anche ad informarti possibilmente non su piattaforme varie. Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

gpb, il vice ne pagherà eventualmente le conseguenze politiche perché magari crede di raccattare voti invece probabilmente la cosa gli si ritorcerà contro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

chi dovrebbe dare una calmata è macron quando parla di populismo: "Macron ha attaccato indirettamente il governo italiano parlando di «lebbra» populista in Europa "

tanti saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
peuceta

E' comunque evidente il nervosismo di tutti i figuri che hanno fino ad oggi tenuto le redini di questa parvenza di europa!!!

Sicuramente Di Maio ha sbagliato a rendere pubblica questa possibile unione elettorale in vista delle prossime elezioni, se fosse stato più discreto ed avesse dato mandato a qualcun'altro di trattare nessuno, credo, avrebbe potuto avere niente da dire.

Perciò come dicevo prima il nervosismo in tutti quelli che sono attualmente in carica per il probabile ed auspicato cambio in seno alla politica di questo carrozzone che chiamano europa (assomiglia molto ai carrozzoni creati dalla DC durante la prima repubblica) è comprensibile.

Come pure sembra comprensibile la frenesia dei nuovi che pensano di avvicendarli.

Però forse è il caso di attendere notizie certe circa gli argomenti che hanno motivato il governo francese (messo male pure lui e per colpe tutte interne) a richiamare il loro ambasciatore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
2 ore fa, Pasquale SantoiemmaGiacoia ha scritto:

Conte

Conte chi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow

I Gilet gialli sono un movimento sovversivo che qualche settimana fa minacciava colpi di stato e la destituzione di un governo politico democraticamente eletto... E come se a suo tempo Mitterand si fosse messo a fare le camarille con i fantomatici anarcoinsurrezionalisti. Tra qualche tempo ci schiferanno anche i regimi del patto di Visiegrad. Smettetela di difendere questo deficiente a tutti i costi... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

moavero chi?

.

via ... di maio è indifendibile ed ha scritto altre minchiate sul suo profilo facebook: diobbono sei vicepresidente del consiglio della repubblica italiana, stai calmo e fermo se non sei capace. dibba ormai è chiaro che sia un debosciato.

.

comunque anche i francesi non hanno certo seguito il protocollo, avrebbero dovuto prima sentire il nostro ministro degli esteri. non lo hanno fatto, credo, segno evidente che o sono cialtroni in diplomazia (non credo) oppure ne hanno veramente le palle piene di questo governo e non lo 'riconoscono' come autorevole. 

.

salvini si prenderà un altra fetta di 5S e via così in scioltezza verso l'oblio di sti incapaci. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow

Il guajo e che diMajo (sono un poeta) si sta consegnando a Salvini e sta rianimando Berlusca... 

1 minuto fa, radioelasais ha scritto:

dibba ormai è chiaro che sia un debosciato

dibba è rimasto con la botta... chissà cosa non si è fumato in centroamerica...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2
3 minuti fa, wow ha scritto:

I Gilet gialli sono un movimento sovversivo

e allora se sono terroristi che li arrestino. altrimenti fino ad allora sono ciance.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow
Adesso, audio2 ha scritto:

e allora se sono terroristi che li arrestino. altrimenti fino ad allora sono ciance.

infatti molti di quelli che hanno messo a ferro e fuoco Parigi li hanno arrestati...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2
3 minuti fa, radioelasais ha scritto:

oppure ne hanno veramente le palle piene di questo governo e non lo 'riconoscono' come autorevole. 

oppure finalmente questi quattro " scappati di casa" come li chiamano qui stanno cominciando a puntare

i piedi su tante cose, vedi per esempio la storia di stx. sembra che l' italia vi faccia schifo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wow

Ma che devono puntare che questi non sanno trovarsi neanche i c. nei pantaloni... (semicit. un melius a chi indovina)

.

L’ITALIA CHE FA PAURA

Francesco Manacorda

Italia contro il resto del mondo è una partita che ormai non si gioca solo in politica estera, ma anche nel campo dell’economia. E il resto del mondo, come ha spiegato ieri con chiarezza il Fondo monetario internazionale, ci teme.

Non per la nostra potenza — come forse farebbe piacere credere al governo — ma, al contrario, per la forza travolgente della nostra debolezza. Quando il Fondo scrive che un eventuale contagio dei rischi italiani sarebbe «globale e significativo » non fa che dare corpo a un timore che da mesi agita gli investitori a ogni latitudine: se i nostri titoli di Stato, che oggi sono solo un gradino sopra il livello dei junk bond, dovessero fare anche quell’ultimo e fatale passo verso il basso, gli effetti sarebbero purtroppo prevedibili. Molti di quelli che hanno in mano i nostri Btp si troverebbero costretti a venderli, spesso per regole che non gli permettono di investire in titoli troppo rischiosi e — teme il Fondo — si potrebbe innescare una "fuga dal rischio" che colpirebbe altri Paesi con alto debito. La risposta di Di Maio e Salvini a questi e altri rilievi del Fmi — ad esempio su reddito di cittadinanza e " quota 100" — è stata ovviamente sprezzante.

Nella guerra del governo alla realtà e a chiunque gliela ricordi, ieri è diventata protagonista suo malgrado anche la Commissione europea: oggi Bruxelles renderà ufficiale una previsione di crescita nel 2019 che per l’Italia è solo dello 0,2%, ossia esattamente un quinto di quell’ 1% che ancora troneggia nei documenti ufficiali, a partire dalla legge di bilancio. Anche qui repliche sarcastiche di esponenti del governo su una Ue che non azzecca mai una previsione e sfoggio di ottimismo d’ordinanza.

Eppure le cifre della Commissione non sono che la naturale conseguenza di quel calo del Pil (-0,2%) certificato dall’Istat — e non da oscuri poteri stranieri — nell’ultimo trimestre del 2018. Quel calo è ancora ben presente nei primi mesi dell’anno in corso, come dimostrano l’assenza di investimenti e i primi segnali che anche i consumi stanno cedendo. L’eventuale recupero del Pil nella seconda metà del 2019, in cui spera il governo, difficilmente consentirebbe un tasso complessivo di crescita superiore a quello ipotizzato da Bruxelles.

A spingere la recessione potrebbe essere anche direttamente l’azione di governo: se i 780 euro promessi dai grillini a molti di coloro che sono senza lavoro potrebbero anche avere un effetto positivo sulla domanda interna — più soldi in circolazione, dunque più consumi — "quota 100" voluta dalla Lega è invece in questa fase dell’economia una misura sicuramente recessiva. I neopensionati, che vanno prima a riposo ma con assegni più bassi di quelli che avrebbero avuto qualche anno dopo, tenderanno a spendere di meno. E in quanto al tanto sbandierato " effetto sostituzione", che dovrebbe mettere al posto di ogni pensionato uno o addirittura più neoassunti, basta chiedere a qualsiasi imprenditore se oggi, mentre la recessione in Italia è certificata, abbia intenzione di prendere nuovi lavoratori. Difficilmente la sua risposta sarà positiva.

Così a sostenere la teoria del governo che al posto di ogni pensionato arriveranno tre giovani restano solo le dichiarazioni di quel pugno di grandi aziende partecipate dallo Stato che il 10 ottobre scorso furono convocate a Palazzo Chigi per un imbarazzante spot collettivo. Dei posti promessi in quell’occasione non se n’è visto ancora uno, ma forse qualche amministratore delegato è riuscito in quel modo a salvare il suo posto.

Lo scontro del governo non è solo fuori dai confini italiani. All’armata dei "disfattisti", poco convinti della strada presa, appartengono anche molti industriali, che magari hanno anche votato con convinzione la nuova maggioranza. Da Washington alla Brianza, da Bruxelles alla Puglia, avranno tutti torto? Dalla partita contro il resto del mondo al finire assediati dalla realtà nel fortino delle ideologie il passo è davvero breve

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
LaVoceElettrica
4 ore fa, stefanino ha scritto:

fanno di oggi 8 febbraio una giornata da dimenticare

Giusto! Anche perché oggi è il 7.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

@audio2 I piedi vanno puntati nella maniera giusta non alla pene di segugio. la storia di STX non mi pare che c'entri molto con dee majo e dibba... anzi forse manco sanno cosa sia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

va bene, avete ragione voi allora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais

ragione su cosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

stx non c'entra niente con dima che pur nella sua limitatezza è ministro dello sviluppo economico ?

( e qualcuno che gli spiega le cose li dentro c'è sicuramente )

l' acquisto da parte di Fincantieri è stato ricorsato da francia e germania, le stesse che si sono stracciate 

le vesti perché la fusione Alstom Siemens è stata stoppata sempre dalla ue, senza ricorsi contro dell' italia

però.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

guardatevi anche la storia di telecom, di vivendi e della proprietà delle infrastrutture di trasmissione, e poi ci si chiede perché la banda larga non va avanti, tra tutti gli altri mille problemi connessi ed impliciti, ovvi meno ovvi e non ovvi.

meno male che poi ci hanno messo una pezza tra cdp ed elliott, pezza che speriamo non sia peggio del buco, ma sempre meglio dei francesi, almeno ora è una public company. che i finanziari mi smentiscano pure, non sono così aggiornato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth
10 minuti fa, audio2 ha scritto:

dima può anche starmi sulle balle, ma è andato da uomo libero in francia ad incontrare chi gli pare

insomma, un ministro che va ad incontrare un tizio del genere che invoca l'intervento dell'esercito per rovesciare il governo... forse non ti rendi conto di cosa significhi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth

è incredibile che qualcuno faccia queste arrampicate sugli specchi per difendere un comportamento del genere...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

no, cosa significa ? che si vuole far cambiare qualcosa ? 

facciamo che resta tutto come prima ? con gentiloni che striscia ?

mal che vada non cambia niente, tranqui che il petardo non te lo tirano in testa, e casomai l' aveva già prenotato savgal per la storia della xylella.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
briandinazareth

ripeto, come si può difendere un ministro della repubblica che va in francia ad incontrare un tizio palesemente eversivo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audio2

non lo so, che si difenda pure da solo, che i mezzi non gli mancano di certo.

io tra differenti figli di putt, scelgo sempre quello nostro ( cit. )

voi però potete sempre farvi annettere dalla francia, val d' aosta compresa mi raccomando, novara esclusa,

( o era il vco ? ) che avvedutamente hanno/avevano già fatto richiesta di adesione alla lombardia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko

Sentite telese ora su la7...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
radioelasais
37 minuti fa, audio2 ha scritto:

stx non c'entra niente con dima

.

29 minuti fa, audio2 ha scritto:

la storia di telecom, di vivendi e della proprietà delle infrastrutture di trasmissione

.

la storia di STX è di novembre e cioè prima di questi ultimi fatti e telecom e co ancora più vecchia. se la classe dirigente italiana (tra imprenditori e politici) è incapace non è colpa dei francesi che ne approfittano ma dei nostri. e questi al governo stanno solo peggiorando la situazione. nello specifico se abbiamo un problema per STX ne parli con Macron od il tuo omologo ministro non con i gilet gialli, ed infatti dee majo li ha incontrati per ben altri motivi. non ci vada con la fascia da ministro della repubblica italiana però. 

.

poi ciò detto, come lo giudichi un capo di partito che perde 10% di consenso in 6 mesi? e come giudichi un ministro dello sviluppo economico che si presenta con 0.2% di crescita bel lontano dagli stati vicini e accumulando debiti su debiti? e come giudichi un parlamentare che porta nei posti vicini amici ed amici di amici con nessuna competenza specifica? e come lo giudichi un politico che ha una macchina di fake news e puttanate come ufficio stampa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone
8 minuti fa, kauko ha scritto:

Sentite telese ora su la7...

Che dice Telesette?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    292.591
    Discussioni Totali
    6.277.422
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy