Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
mom

buona tavola La mozzarella Brexit che sogna di spodestare quella nostrana!

Recommended Posts

mom

Sono curiosa di sentire la risposta che darà il nostro amico buongustaio  @appecundria a questa notizia!

Prodotta sulle verdeggianti colline dell’ Hampshire, numerose bufale sono pronte per la mungitura nella fattoria di Laverstoke park. Il loro latte, ricco di proteine e calcio viene trasformato in giornata in grosse palle bianche pronte per la degustazione, la sera stessa.

Jody Scheckter, 69  ans, vecchio campione di Formula 1, convertitosi all’agricoltura e all’allevamento bio, ne prende una , la apre mostrandone il cuore ricco di latte. A chi gli domanda qual è la differenza tra le sue e la mozzarella verace italiana, risponde con orgoglio malizioso: “ Le nostre sono migliori!” Sono dieci anni che ci lavora con determinazione e oggi produce 150 tonnellate di mozzarella di bufala bio nella sua fattoria di 1000 ettari. Qui, le bufale sono molto coccolate, pascolano liberamente in prati appositamente coltivati con 31 tipi di erbe e trifoglio diversi. In inverno vengono poi ricoverate in confortevoli stalle dove viene loro praticato anche un massaggio con una gigantesca spazzola rotante.

Molti altri tipi di formaggio sono stati prodotti con il loro latte, dal brie, al bleu al cheddar ma, vista la enorme richiesta di mozzarella, si sono specializzati in questa produzione. All’inizio l’introduzione di questo tipo di formaggio fresco è stato un po’ difficile perché gli inglesi preferiscono solitamente quelli stagionati ma ora che l’hanno conosciuta e apprezzata, pare ne vadano pazzi.

A quanto racconta M. Jody, molte catene di ristorazione si servono ormai da lui e, all’uscita dall’ UE, prevede una notevole ulteriore espansione  considerato che sono tante quelle aziende alimentari che l’hanno già contattato... Per lui la Brexit è una manna!  

http://www.francesoir.fr/actualites-economie-finances/la-mozzarella-made-britain-reve-de-detroner-sa-cousine-italienne

.

:) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
spersanti276

Potrebbe essere migliore, perché no?

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
4 minuti fa, spersanti276 ha scritto:

perché no?

Perché no.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

@spersanti276 Potremmo chiederne un assaggio...  😀

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino

migliore peggiore e' soggettivo

il punto potrebbe essere uguale o differente

ma differente da cosa? Quale e' il produttore di riferimento della mozzarella di bufala campana? I

Io mangio mozzarelle di bufala "cremasche" che sono molto buone.

Migliori di quelle campane?

be' si mangiate in Lombardia si perche' in Lombardia una mozzarella di bufala campana ci arriva solo se viene refrigerata e la refrigerazione alle mozzarelle a mio parere gli stronca il gusto (anche se le lasci ritornare a temperatura ambiente)

..

Probabilmente la stessa cosa in UK: migliore di una bufala campana che si e' fatta 3 gg in un camion frigo.

Problema: come fare a confrontare due prodotti che dopo refrigerazione perdono una bella fetta delle loro caratteristiche organolettiche?

Soluzione pratica: se sei in campania mangi mozzarelle campane, in inghilterra quelle inglesi e ia crema quelle cremasche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria

@mom il mondo è pieno di buoni formaggi e questo potrebbe essere l'ennesimo. D'altra parte ci sono anche il parmesan tedesco, lo chardonai cileno, il prosciutto parmha indiano e gli americani sono convinti di aver inventato la pizza.

Ognuno ovviamente vanta di essere come l'originale se non migliore.

Nella fattispecie, il tipo di alimentazione somministrato alle povere bestie esclude categoricamente la possibilità che il prodotto possa neppure lontanamente insidiare l'originale.

Certo, come dice Stefanino, piuttosto che niente è meglio piuttosto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionzi

Propongo di non importare più i grandi prodotti alimentari inglesi.

Tra questi spiccano gli After Eight, che produrremo autarchicamente con il nome "dopo le ventuno della pendola", tenendo conto dell'italico fuso orario.

Li faremo con cioccolato rigorosamente bianco e nduja all'interno, che non si veda troppo il rosso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Una assaggio in doppio cieco metterebbe la pietra tombale sulla questione:  Qual'e'  il formaggio preferito ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
3 minuti fa, Martin ha scritto:

Una assaggio in doppio cieco 

troppo distanti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

Si fa in campo neutro, commissione di assaggiatori del melius club: Jody Scheckter porta la sua mozzarella, il consorzio di tutela porta quella italiana, e si emette il verdetto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
6 minuti fa, Gionzi ha scritto:

Li faremo con cioccolato rigorosamente bianco e nduja all'interno

Gli after eight fanno schifo.

Adesso, Martin ha scritto:

Si fa in campo neutro,

troppo distanti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
Just now, stefanino said:

troppo distanti

Per la stessa ragione non avrebbe alcun senso esportare la mozzarella italiana dop allora...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panurge

E' la mozzarella che non ha senso, sto latte raggrumato.

(comitato no mozz, due zeta)

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino

la mozzarella (in generale) perde parecchio con refrogerazione e trasèorto

questo non significa che sia una schifezza e non trovi estimatori

ma noi stiamo parlando di confrontare due prodotti dove il trasporto ha un suo peso

Bisogna  fare un doppio cieco tre volte

Mozza fresca con mozza refrigerata in italia

mozza fresca con mozza refrigerata in UK

quindi confronto mozze refrigerate (dove vuoi )

Troppo complicato

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
5 minuti fa, Panurge ha scritto:

sto latte raggrumato

addirittura!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lorenzo67

@Panurge C'è un tempo per la mozzarella ed un tempo per la Fontina. Echecavolo!

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino

abusano di bagna cauda e si strinano le papille

Share this post


Link to post
Share on other sites
bungalow bill

Potrebbe essere meglio di quella nostrana .

Share this post


Link to post
Share on other sites
jani

Anche dalle mie parti c'è uno spacciatore di prodotti da allevamento di bufale, è roba buona 😉 e le mozzarelle assolutamente non refrigerate: http://www.cavallerizza.com/

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

Si potrebbe istituire una delegazione che vada in visita deguststiva in GB e in seguito ospite di @appecundria!  😋

( o viceversa! Io mi offro volontaria e garantisco imparzialità essendo a metà strada! 😜 )

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
35 minutes ago, jani said:

Anche dalle mie parti c'è uno spacciatore di prodotti da allevamento di bufale

L'ho provata.  Buona, ma quello che mi ha soddisfatto di più è stato una sorta di formaggio stravecchio a pasta cotta da latte di bufala.  Delizioso ! (ed era pure in offerta) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ferrocsm

Sta a vedere che noi oltre il danno di non raccattare nulla dagli inglesi in uscita dall'Europa dato che i nostri governanti litigano un giorno si e l'altro pure con gli altri partner europei, sconteremo anche la beffa di subire la concorrenza degli inglesi già sull'uscio e con le valigie in mano sui nostri prodotti alimentari.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
max 67
2 ore fa, mom ha scritto:

“ Le nostre sono migliori!

E io allora, in fiducia, mi accontento di quelle peggio

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin

@mom +1 per la delegazione di assaggio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
medusa

Quando stavo nel Maryland (quasi trent'anni fa) c'era, in un paesino con il nome di un comico (Chevy Chase) un tipo italiano che faceva una mozzarella di bufala. Sarà stata la nostalgia di casa, ma era buonissima: nella comunità degli italiani don Gaetano era una celebrità assoluta.

un sorriso

enzo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
melos62

Non bastano i buoni pascoli, il massaggio  e la fuffa. Bisogna saper lavorare il latte, esiste una tradizione e una cultura.  Gli anglosassoni trattano gli alimenti  come i muratori trattano il cemento e la breccia , sono rozzi e sgraziati,  riescono a rovinare anche le uova sode.

Comumque se capiterà proveremo le perfide albioniche 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Martin
12 minutes ago, medusa said:

in un paesino con il nome di un comico (Chevy Chase) un tipo italiano che faceva una mozzarella di bufala.

Chewy-Cheese sarebbe un nome da depositare per una gomma da masticare al gusto di crosta di parmigiano, per fare sfracelli sul mercato americano...

😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
2 ore fa, stefanino ha scritto:

Mozza fresca con mozza refrigerata in italia

mozza fresca con mozza refrigerata in UK

Mozzarella fresca fatta da mastro campano con latte campano trasportato congelato ovunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stefanino
17 minuti fa, melos62 ha scritto:

Gli anglosassoni trattano gli alimenti  come i muratori trattano il cemento e la breccia , sono rozzi e sgraziati,  riescono a rovinare anche le uova sode

che la massaia britannica non sia una chef nata concordo, che in generale in UK si mangi male però e' un luogo comune

Se proprio dovessi fare la classifica delle peggiori cucine a mio parere ila germania del nord e' messa molto bene (ovvero male)

Sulle cucine sopravvalutate metterei quella francese

la sua brutta copia (la cucina belga) se la batte con quella tedesca (pur essendo molto diversa)

se poi vuoi morire di fame raccmando la norvegia

aringhe, aringhe aringhe, renna poi aringhje aringhe aringhe e per dessert aringhe. La monotonia totale

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    292479
    Total Topics
    6326015
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy