Jump to content
Melius Club

andrea7617

Magneplanar - consiglio se si può fare

Recommended Posts

stel1963
24 minuti fa, maxnalesso ha scritto:

e 1.6 sono più difficili da gestire timbricamente,  le 1.7 sono decisamente più equilibrate.

Che differenze cibsono tra le 1.7 e 1.6?   Delle 1.7 parlano tutti benissimo, ma sono rimasto indietro alle sga sgc etc con un breve ascolto di 1.5 che non mi ha convinto

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettro

@saltato tua opinione. Non considerando le rotazioni di fase, l'efficienza, la natura del carico (resistivo,capacitivo,induttivo) quel grafico dice poco sulle ML. Ad ogni modo siamo OT, il tema del post è un altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
saltato

@Elettro è cosa nota a tutti,della impedenza delle logan e delle maggie

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

Facciamo chiarezza.

Le Martin Logan Magneplanar non sono diffusori facili da pilotare, ma per motivi diversi: le prime sono efficienti, ma hanno un modulo di impedenza variabile (scende anche a 2 ohm) che le rende difficili da pilotare per amplificatori che non riescono a gestire carichi di questo tipo. Le Maggie, necessitano watt, perché poco efficienti, ma hanno un’impedenza nominale di 4 ohm costante (carico resistivo) che un buon ampli dimensionato può gestire tranquillamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pino

@ElettroPer tenere venti anni un diffusore occorre un requisito indispensabile.

Il diffusore deve essere affidabile.

Il concetto puó essere esteso a tutti i componenti audio.

Se pensi che molti audiofili acquistano oggi componenti ( anche molto costosi ) costruiti negli anni 70...

In particolare  un famoso marchio statunitense divide gli audiofili per via del suono o dell'estetica,le quotazioni restano comunque alte per via dell'accurato livello costruttivo  ma soprattutto per la grande affidabilità.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabel
1 minuto fa, pino ha scritto:

un famoso marchio statunitense divide gli audiofili per via del suono o dell'estetica,le quotazioni restano comunque alte per via dell'accurato livello costruttivo  ma soprattutto per la grande affidabilità

McIntosh!

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617
21 minuti fa, iBan69 ha scritto:

Maggie, necessitano watt, perché poco efficienti, ma hanno un’impedenza nominale di 4 ohm costante (carico resistivo) che un buon ampli dimensionato può gestire tranquillamente.

Per questo penso che per volumi contenuti Aleph 30 andrà bene. È ottimizzato per i 4 ohm

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettro

@pino Mi riferivo al continuo cambio , a volte compulsivo,  che molti hanno. Da qui la battuta che facevo circa la permanenza di un componente per 20 anni in casa.

Ricordo che anni addietro, proprio Moroni (su queste pagine) disse che una coppia di ML aerius , pilotate da un Musical Fidelity X150 faceva camminare nella stanza quei diffusori. Vero. Avete provato quell'ampli (formato microbo) con una coppia di MG12? Io si, risultato deludente (e figuriamoci le 1.7...).

In sostanza dico, avendone avuti molti di planari (comprese le 1.7), che mi è stato sempre più difficile far suonare bene una coppia di MG che una di ML. Una cosa è dire, un altra è fare. Nella pratica questo è avvenuto. Che devo dirvi, sarà che gli ampli finali che uso io non sono congeniali (Levinson, Threshold, AR, PS Audio) alle MG.

Share this post


Link to post
Share on other sites
lazio

ciao andrea,ho posseduto parecchi anni fa le mg3a,nonostante avessi una stanza piccola ed accostato nella parete-20-30cm, ti posso garantire che suonavano benissimo con profondità della scena e ricca di bassi,però le pilotavo con un krell ksa50,quando le vendetti il nuovo acquirente non credeva che in quella situazione potesse suonare così bene,quando le portò via mi telefonò due giorni dopo dicendo che non suonavano bene come a casa mia ...poi alla fine scoprimmo che era tutto un problema di amplificazione...spero di averti datto un buon consiglio ,ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
stel1963
11 ore fa, Elettro ha scritto:

Umby1 Qui chi tiene una coppia di diffusori per 20 anni sarà uno 0,1% degli utenti del forum 😀

@Elettro   IO! E secondo me tantissimi altri del forum.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
14 ore fa, stel1963 ha scritto:

Che differenze cibsono tra le 1.7 e 1.6?

Premettiamo che a livello costruttivo c'è una differenza FONDAMENTALE:  le 1.6 sono un 2 vie,  le 1.7 sono un 3 vie.

Detto questo,  penso che la differenza che io ho percepito sia proprio dovuta a questo fatto, nel senso che:

 - a livello di gamma bassa e medio bassa sono sostanzialmente equivalenti

 - a livello di gamma medio alta e soprattutto alta, le 1.6 tendono ad assumere un carattere "simil nastro",  che le rende più "pungenti" (non mi viene altro termine...) e quindi difficili da gestire,  sia in termini di amplificazione (diventano quasi inascoltabili con ampli troppo ludici e aperti) sia in termini di qualità delle incisioni (se una incisione è sbilanciata verso il medio alto, la 1.6 te la sbatte in faccia senza pietà)..

Quello che invece la Magneplanar è riuscita a fare con le 1.7 (ripeto,  probabilmente anche per il fatto che sono un 3 vie) è stato trovare un giusto equilibrio tra il medio basso e la gamma alta,  ora davvero equivalenti come qualità, e quindi più "accomodanti" rispetto al modello precedente;  a mio modo di vedere sono anche  più musicali e possono essere fatte suonare con un range molto più ampio di amplificazioni,  fermo restando che la potenza è condizione sine qua non:  a casa mia,  i pur ottimi 60 watt dello splendido Audio Research Classic 60 non bastavano e... per questo motivo ho dovuto rinunciarvi (grande amplificatore,  accipicchia!).

Ora le mie si stanno "accontentando",  dopo varie peripezie,  di un vetusto quanto indistruttibile Mitsubishi DA-A10dc,  che timbricamente è davvero una delizia,  ma nononostante i suoi 120 watt sento che ogni tanto servirebbe più birra...  work in progress 😋

Share this post


Link to post
Share on other sites
SuonoDivino

@stel1963 Non solo ho le CLS da 25 anni, ma le terrò ancora altrettanti. bisogna vedere piuttosto se campo io ancora 25 anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabel
4 ore fa, maxnalesso ha scritto:

Ora le mie si stanno "accontentando",  dopo varie peripezie,  di un vetusto quanto indistruttibile Mitsubishi DA-A10dc,  che timbricamente è davvero una delizia,  ma nononostante i suoi 120 watt sento che ogni tanto servirebbe più birra...  work in progress

Confermo! Io alla fine ho rinunciato ai 100W del mio ARC VS-110 perché avevo l'impressione che, nei pieni orchestrali (tipo "Sagra della Primavera"), a livello di impatto mi mancasse qualcosa, e non sto parlando del colpo al diaframma che so benissimo che le Maggies non lo possiedono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Umby1

Comunque era scritto chi tiene una martin Logan per 20 anni senza cambiare pannello,e non chi tiene una cassa per 20 anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pino

Foto tratta da Stereoplay numero 92  Novembre 1981.

Il dato che ritengo particolarente importante è la distorsione a bassa frequenza.

Piú bassa negli ESL .

Negli Isodinamici aumenta col diminuire della superfice emissiva.

20190414_112122.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
SuonoDivino

@antonio_caponetto 

On 4/13/2019 at 1:02 PM, antonio_caponetto said:

A me le Martin Logan non sono mai piaciute. Le ho provate a casa mia, anche a confronto diretto con le MAgneplanr SMG e ho sempre notato una mancanza di coerenza tra speaker dinamico e pannello. Non so quindi quanto "durino" i pannelli dele ML. 

Le vere Martin Logan sono quelle con il pannello full range. E li problemi di incoerenza non esistono nemmeno cercandoli col lanternino.

Le altre sono surrogati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@SuonoDivino Le conosco e ascolto da 25 anni e vi assicuro che i problemi  di “ incoerenza” esistevano in alcuni loro modelli,  ma sono stati ormai superati. 

Le Martin Logan, sono sempre inserite, nelle recensioni/graduatorie, di tutte le riviste specialistiche mondiali, tra i (10?) migliori diffusori di fascia alta, puro non costando le cifre assurde che raggiungono altri diffusori. E sono proprio i modelli “Surrogati”, ad aver fatto la fortuna di questa azienda. Possono non piacere ... come qualunque altro diffusore, ma non si può non riconoscerne le loro eccezionali caratteristiche e suono.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01

Non so se lo avete già letto ma, zitta zitta, Magnepan ha presentato all'Axpona un suo prototipo di amplificatore, assieme alle nuove LRS.

(foto di Jonathan Vimont)

57077611_10155883223115810_4529924577144340480_n.thumb.jpg.49e71bcf28cbd308a20bba37e472f53b.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
saltato

chi lo costruisce il finale?

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@bibo01 bello è bello ... ma, sarà anche ottimizzato per far suonare le Maggie? 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
3 hours ago, iBan69 said:

bello è bello ... ma, sarà anche ottimizzato per far suonare le Maggie?

Mi stupirebbe il contrario! Le caratteristiche non sono state dichiarate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
paolosances

Ai tempi ,anche Bose commercializzo'pre e finale per accoppiarli alle 901.

Erano il pre 4401 ed il finale 1801 da 250 watt per canale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
13 hours ago, bibo01 said:

Non so se lo avete già letto ma, zitta zitta, Magnepan ha presentato all'Axpona un suo prototipo di amplificatore, assieme alle nuove LRS.

(foto di Jonathan Vimont)

57077611_10155883223115810_4529924577144340480_n.thumb.jpg.49e71bcf28cbd308a20bba37e472f53b.jpg

Qualche info dalla fonte: ha 300W su 4 OHm

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@bibo01 era ironico ... ovviamente! 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
bibo01
10 minutes ago, iBan69 said:

 era ironico ... ovviamente! 😉

Sì, avevo visto lo smiley :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

Oggi ho finalmente ascoltato alla veloce delle 1.6 ma è stato sufficiente. Poi vi racconto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

Allora:

Provate con questa traklist:

Rush - Natural Science - La villa strangiato

Morcheeba - Howling

Black Sabbath - Black Sabbath

Rage Against the Machine - Bullet in the head

Alice In Chains - Would (Unplugged)

A Perfect circle - The package

Pilotate da un ampli in classe A da 30 w

Morale:

- Ottime con il rock

- I bassi ci sono eccome

- Il punch fisico c'è

- La scena è grande

- A volume basso il suono è davvero completo

- Le voci sono bellissime

- Andavano anche con solo 30w e senza tirare l'ampli per il collo

- Dopo abbiamo ascoltato delle Proac (non so cosa, D15) ma quello non è il mio genere

- cavolo se sono grandi...ci credo che non tutti se le vogliono cacciare in casa...io dovrei farcela!!!

Morale della favola

Mi piacciono

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@andrea7617 bene...a questo punto dovresti cercare di ascoltarle a casa tua anche se immagino sia un po' complicato 

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@Cano si, a meno che non hai un amico che, fidandosi te le presta. Io non ce l'ho 😞

Devo "rischiare" e comprarmene una coppia...non ho fretta comunque perché sono preso nel finire i miei pre e finale "Pass".

Comunque le 1.6 erano messe in un ambiente molto più piccolo del mio e andavano molto bene. Magari possono fare tanto di più ma quello che facevano era ottimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293258
    Total Topics
    6359279
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy