Jump to content
Melius Club

andrea7617

Magneplanar - consiglio se si può fare

Recommended Posts

Simo

@ST1971 sentite, non so che modello fossero, a degustazioni musicali pilotate da Hegel 160.

Mi sono sembrate più asciutte in generale rispetto ad magneplanar.

Andrebbero paragonate nella stessa situazione per farsi un idea precisa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo
43 minuti fa, andrea7617 ha scritto:

Quello che chiedo a tutti i possessori di questi diffusori è capire se possono essere adatti anche per musica rock.

Non sono un esperto in Maggies,  ma penso proprio di no.

Certo,  poi dipende da come pensi di ascoltare il rock perche',  a leggere i tuoi commenti, mi sembra di capire che hai abitudini di ascolto molto "tranquille",  non certo "rockettare"..

E allora qualunque cassa,  pilotata da qualunque amplificatore,  suona qualunque genere 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabel
45 minuti fa, andrea7617 ha scritto:

Quello che chiedo a tutti i possessori di questi diffusori è capire se possono essere adatti anche per musica rock.

Ribadisco, per quella che é la mia esperienza personale, la musica rock non é proprio il "pezzo forte" delle Maggies, anche se mi hanno sorpreso più di una volta per la loro capacità di riprodurre questo genere musicale (anche con i Led Zeppelin ad esempio), specialmente il basso. Il meglio però lo danno con la musica NON amplificata. Questo, lo arciribadisco, per quello che é la mia esperienza personale. Poi se vuoi, sentiamoci pure in privato. ;) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

Come dicevo ascolto praticamente di tutto ma principalmente musica amplificata. I volumi d'ascolto, per questioni familiari e non di vicinato, sono bassi ed ascolto principalmente di sera cercando di rilassarmi. Ma nulla toglie che ogni tanto il volume riesce a salire.

Ho avuto Klipsch, che dicono vada a nozze con il rock e metal ma nulla per me è stato così fastidioso con questo genere di musica. Strabilianti le RF5 con il jazz mentre (per la mia esperienza) pessime le Heresy.

Ora Magneplanar è opposto di Klipsch ed allora potrebbero anche andare bene. Cerco un suono "grande" e cristallino,  voci belle ma senza rinunciare alla corposità anche a basso volume (soprattutto quello!!!).

P.S. sono riuscito ad assecondare il fattore waf...fondamentale...

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabel

Le Maggies hanno un suono "veloce": essendo il pannello molto leggero e sottile, ha dei tempi di "reazione" (transienti) molto rapidi negli attacchi e nei rilasci. Il pianoforte é fantastico, ma in genere tutti gli strumenti acustici sono resi alla perfezione. Poi il grande vantaggio (a mio avviso) é rappresentato proprio dal "sistema" di diffusione: qui si ascolta una superficie, non un punto (idealmente, ovvio). Insomma, é un modo di ascoltare diverso: può piacere o meno. Personalmente difficilmente tornerei a dei diffusori dinamici. Al limite vorrei provare le Maggies più grandi! :D 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Umby1

Se ascolti rock prova con le martin logan.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
2 ore fa, andrea7617 ha scritto:

Quello che chiedo a tutti i possessori di questi diffusori è capire se possono essere adatti anche per musica rock.

Guarda,  secondo me no,  ma dipende come ascolti il rock... se passi a casa mia,  possiamo verificarlo insieme.

Ma azzardo un paragone:  hai in mente i giganteschi monitor JbL che si usano nei luna park?  Ecco,  quel tipo di "impatto" non potrai mai averlo con le Magneplanar,  e io,  se fossi un appassionato di rock (e magari anche metal) prenderei un bel monitor amplificato della Neumann o della Atc,  impressionanti in tal senso ...

Ciao,

Max

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@maxnalesso tanto per rendere l'idea...il rock lo ascolto con soddisfazione con le mie Chario Cygnus - 87 db, 4 ohm con minimo di 2,6 ohm a 80 hz, che non reggono nemmeno tutta la potenza dell'Aleph. Hanno bassi a sufficienza così come il punch. Non penso che le Magneplanar siano inferiori come impatto... Poi ti mando mp! Grazie ancora per la disponibilità!

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio_caponetto

@andrea7617 io ho posseduto per circa 15 anni delle Magneplanar SMG. Poi volevo cambiare, per migliorare sensibilmente la performance dovevo mettermi in casa dei pannelli molto più grandi, e allora sono passato a un diffusore dinamico.

non esistono diffusori “per” un tipo di musica, dipende da quello che si cerca. Le Magneplanar sono ottime nella riproduzione delle medie,  sono trasparenti, creano una scena ariosa e profonda se ben sistemate. Non sono in grado di restituire il punch, come viene giustamente detto, e anche qui.

Ma tu dici di ascoltare il rock a basso volume (e a basso volume tanto punch è comunque difficile da ottenere) e allora ti dico che uno dei punti di forza delle Magneplanar è secondo me proprio  la capacità di restituire un equilibrio timbrico, dettaglio, trasparenza e scena anche a bassissimo volume.

richiedono almeno 80 cm/1 mt di vuoto dietro, ma tu dici di poterlo avere (d’altra parte si possono spostare facilmente).

Per tirargli fuori bassi credibili hanno bisogno di molta potenza. I 40 watt dell’Aleph sono pochini per me, meglio usare l’Unico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Umby1

I pannelli sono completamente diversi da una cassa dinamica,se non sono governate a dovere suoneranno moscie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ossido

@andrea7617  [ Come dicevo ascolto praticamente di tutto ma principalmente musica amplificata. I volumi d'ascolto, per questioni familiari e non di vicinato, sono bassi ed ascolto principalmente di sera cercando di rilassarmi. Ma nulla toglie che ogni tanto il volume riesce a salire. ]

Più o meno rispetti quello che è il mio stile di ascolto, anche per me il volume non è importante, ma per come è la mia abitazione potrei arrivare tranquillamente alla 12^ resistenza del volume, inoltre ritengo e nessuno me ne voglia, che non ci sono diffusori in grado di replicare quello che è l'evento dal vivo della musica amplificata.

Detto questo rock non rock, elettronica, jazz, cantautori e non , classica e sinfonica (sulle voci per me sono insuperabili) io trovo questi diffusori come un antibiotico "a tutto spettro" e come per tutte le tipologie ci sono pregi e difetti (per me più pregi). Nessuno però si è ricordato di dire che sono diffusori che non affaticano assolutamente mai e con una riproduzione oleografica di tutto rispetto.

Andrea7617 E' importante che tu possa ascoltarli con attenzione e con brani che conosci al volume tipico dei tuoi ascolti concentrandoti solo sul l'evento musicale e sulle sensazioni che questo ti dà, la prova del nove prima di un eventuale acquisto la devi fare con la tua amplificazione che ritengo valida per ambedue le tipologie di finali.

Questo è il mio ultimo intervento, ora mi taccio,  non vorrei sollevare polemiche con le mie è solo mie considerazioni.

Ossido

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabel

Mi sembra che, chi più chi meno, stiamo dicendo tutti quanti le stesse cose, segnale evidente che le (molte) qualità e i (pochi) difetti di questi diffusori sono ben conosciuti e condivisi da tutti gli utenti-utilizzatori. Vale la regola generale: bisogna provare i componenti, per quanto possibile, in condizioni controllate. Da parte mia non posso che rinnovare pubblicamente quanto detto in privato a @andrea7617, e cioè che se vuole venire ad ascoltare la mia coppia é sempre il benvenuto. Mi rendo conto che la distanza (circa 3 ore di viaggio) non aiuta di certo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
eduardo
2 ore fa, andrea7617 ha scritto:

.il rock lo ascolto con soddisfazione con le mie Chario Cygnus - 87 db, 4 ohm con minimo di 2,6 ohm a 80 hz, che non reggono nemmeno tutta la potenza dell'Aleph. Hanno bassi a sufficienza così come il punch.

Non per polemica,  ma solo per darti una mano a schiarirti le idee:   le tue Chario non vanno in crisi con i 40  watt dell'Aleph.    E' esattamente il contrario;  e'  l'Aleph che non ce la fa.

Se pensi di gestire le Maggies con l'Aleph per ascoltare rock,  sono certo che vai incontro ad una cocente delusione.

Ma mi sembra evidente che l'esperienza la vuoi fare comunque.  👍   

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@eduardo in ogni caso l'ampli principale per le Magneplanar sarebbe Unico 100. Poi sarei anche contento se Aleph, a volume che ascolto io, le facesse suonare bene.

Per quanto riguarda Chario/Aleph non è l'ampli che va in crisi. È che a un certo punto non ho più il coraggio di alzare il volume perché è già troppo forte. So bene quando il Rotel (60 w su 8 ohm e circa 90 su 4) andava in crisi, tra l'altro volumi più bassi... suono duro, impastamento generale...e ampli che andava in protezione.

Come dicevi te, anche considerando i prezzi di questi diffusori sull'usato, l'esperienza può essere interessante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
diego_g
6 ore fa, andrea7617 ha scritto:

Quello che chiedo a tutti i possessori di questi diffusori è capire se possono essere adatti anche per musica rock.

Non sono i più adatti, se vuoi "sbomballarti" di pressione acustica e bassi viscerali: queste cose non le avrai e quindi rischi una delusione.

Ad ascolti a medio-bassi volumi, quindi se vogliamo una trascrizione ridimensionata del rock, possono invece offrirti una riproduzione molto interessante, meno coinvolgente, ma in grado di offrirti una chiara lettura della struttura del brano, grazie alla loro velocità ed articolazione.

Secondo me, uno dei vantaggi delle valvole (a patto di scegliere ampli potenti) con le Maggies è proprio quello di offrire un po' di  "ciccia" in più con la musica rock...

Diciamo che fino ai Led Zeppelin e simili ti puoi ancora divertire, e parecchio, con l'approccio di cui sopra: se invece il tuo universo musicale si muove su coordinate metal, lascerei perdere...

Share this post


Link to post
Share on other sites
gigi60

Mio impianto del 1982

IMF RSPM IV sui bassi e Magneplanar MG2 sui medioalti,in alternativa a medioalti RTR elettrostatici e supertweeter a nastro Accent

Non era niente male

IMG_6351.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

Faccio una domanda che può sembrare stupida: per pulire le tele dalla polvere si può usare l'aspiratore con delicatezza e potenza al minimo? Oppure come si puliscono?

Li chiedo perché ho letto le modalità di trasporto...ed il tweet deve essere fermato con un nastro magnetico

Share this post


Link to post
Share on other sites
antonio_caponetto

Evita paranoie. La polvere che normalmente c'è in una casa non crea alcun problema Le tele non sono di un materiale particolarmente assorbente. In tanti anni mai dovuto usare l'aspirapolvere: basta uno straccetto morbido o un piumino, passato delicatamente ogni tanto.

Sul trasporto non so cosa hai letto. Le ho spostate tante volte, nel loro imballaggio di cartone. BAsta non saltarci di sopra proprio nel mezzo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
9 ore fa, andrea7617 ha scritto:

Li chiedo perché ho letto le modalità di trasporto...ed il tweet deve essere fermato con un nastro magnetico

Questo vale solo per alcuni modelli con il tweeter a nastro ,  tipo le Mg3.3,  che ho avuto per un certo periodo.

Le 1.7 e le più piccole Mg12 non hanno questa necessità. 

Per quanto riguarda la polvere,  io non le ho MAI spolverate,  perché semplicemente non si accumula in verticale ...

Ciao,

Max

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@Simo non so che modello fossero perche' non ero presente alla manifestazione, ma il suono delle auge e' tutt'altro che asciutto, se mi riuscisse di descriverlo in pochi aggettivi direi veloce, preciso, emozionante, profondo, trasparente. Di contro l'ultima esperienza avuta da un amico con le magneplanar mi ha restituito un suono gradevole si, ma per i miei gusti leggermente lento e un po' "adiposo", non so se si capisce quel che intendo. Non saprei dire se fosse responsabilita' dell'ambiente, delle elettroniche, delle magnepan stesse o di tutti e tre i fattori, ma ripensando all'ascolto delle idillia a casa mia, messe in condizioni di esprimersi al meglio, se volessi farmi un impianto con dei planari non starei proprio a pormi il problema, tuscanini tutta la vita ed oltre!

Per il discorso dei bassi le auge hanno bisogno di tantissima corrente e se gli si da la pappa giusta puoi chiudere gli occhi ed in mezzo secondo dimenticarti che stai ascoltando un planare 🙂

Personalmente reputo un errore pretendere di amplificare dei planari con ampli a valvole da pochi watt, soprattutto le tuscanini. Sono diffusori che per loro natura hanno bisogno di amplificazioni parecchio potenti e parecchio raffinate, altrimenti se ne ascolta il 10% di cio' che potrebbero regalare. Se fossi possessore di un diffusore planare di qualsiasi marca, anche se appassionato di valvole, una prova con un ss davvero buono la farei e non scommetterei tutto quello che ho sulle valvole 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@maxnalesso ciao Max, vedo che sei anche tu di Varese ... e  mi piacerebbe ascoltare le tue Maggie, se non ti disturba... sentiamoci in privato.

Roberto

Share this post


Link to post
Share on other sites
saltato
2 ore fa, ST1971 ha scritto:

leggermente lento e un po' "adiposo"

hai presente quando sei in una salita bella ripida,e guidi una macchina con pochi cavalli ...

ecco lo stessa cosa.

l'ampli era scarso di cavalli,e la salita era ripida(magneplanar)

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@saltato la penso come te, ma non e' mia abitudine esprimere giudizi non conoscendo bene elettroniche, diffusori ed ambiente. Ribadisco che secondo me amplificare planari con pochi watt e' come pretendere di correre in pista con una ferrari senza ruote, ma e' anche vero che gusti, credenze, convinzioni e background sono talmente personali che non posso spingermi tanto in la' con le mie opinioni 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
andrea7617

@diego_g ciao, leggendo altro 3d ho letto che conosci un riparatore, non professionista ma appassionato, che sistema le Maggies alla grande ed è del varesotto. Se mi puoi dare il suo contatto con mp...

Share this post


Link to post
Share on other sites
gioangler

Delle elettroniche messe in campo quelle più caratterizzanti sono i diffusori e Magneplanar non è assente da avere un carattere del tutto personale. A differenza di altri diffusori richiede buone doti di corrente per potersi esprimere al meglio (dipende dai modelli + o meno esigenti … ma sono solo più), un ottimo posizionamento che non debba vedere troppi compromessi, e in mancanza di questi 2 requisiti il suggerimento è stare alla larga. I paragoni con la musica riprodotta dal vivo (come ho letto in precedenza) non li farei … men che meno con le Magneplanar, ricordando che anche in questo caso (come a casa) l’impatto di un evento musicale dal vivo si percepisce soprattutto dalla lontananza/vicinanza del punto di ascolto e dall’ambiente in cui suonano, dimensioni e forma. Anche con Magnepan siamo sull’assoluto My-Fi anzi con consapevolezza e accettazione che la parte bassa e grave è un compromesso…… Ben vengano le alchimie perfette e ben riuscite ma non le metterei in cattedra. E’ un diffusore di rilievo assoluto per la riproduzione dell’ampiezza di scena.       

Share this post


Link to post
Share on other sites
pino

Gusti a parte trovo che le Maggies gradiscono i finali a basso smorzamento,e bassa controreazione (a valvole meglio se potenti )in basso i pannelli sono molto veloci,ma tendono ad asciugare molto il suono.

L'immagine e l'amalgama sonoro delle Magneplanar non è confrontabile con diffusori tradizionali,per l'impatto è necessario alzare molto il volume,ed e eventualmente aggiungere un piccolo e veloce sub amplificato,tagliato molto in basso,giusto per rifinire l'estremo basso.

Il Messia di Händel ascoltato con le Maggies...esperienza mistica.

20150114_205124.jpg

20181224_141350-2-1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
saltato

@pino ci deve essere una bella differenza si scena,tra i due impianti,e vedo un super tweeter aggiuntivo

la scena delle klipsch corn  ,se possiamo chiamarla scena...è veramente brutta!

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

se posso dire la mia valuta attentamente i pro ed i contro. il suono delle magneplanar può farti innamorare o lo puoi rifiutare in toto. un vantaggio importante è la capacità di suonare bene anche a basse spl, lo svantaggio principale è la gamma bassa nella musica amplifcata, altro punto critico il posizionamento in ambiente, poichè emettono nelle due direzioni devi trovare il giusto bilanciamento anteriore posteriore. in compenso hanno il vantaggio di essere un carico facile, 4 ohm puramente resistivo, il mio suggerimento è di andare ad ascoltarle con un buon numero di cd della tua musica preferita, e di farlo al volume al quale ascolti a casa. nel tuo caso dire di andare sulle 1.7

ps un mio amico è stato sempre ad un passo dal prenderle, ma quando poi le provava con i suoi cd rock, cambiava regolarmente idea. ma non tutti abbiamo le stesse esigenze, ascoltale senza fretta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pino

@saltato Come scritto nel post 57,l'immagine nei planari è la caratteristica che li contraddistingue.

L'impatto emotivo caratterizza le Klipsch.

Se avessi una sala dedicata sufficientemente grande,le terrei collegate entrambe,e a seconda dell'umore....

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293848
    Total Topics
    6383535
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy