Jump to content
Melius Club

magicaroma

Secondo me la vera partita si gioca con il volume

Recommended Posts

Redcor
11 minuti fa, Sfabr64 ha scritto:

Mi capita spesso di ascoltare le Kiso, nella configurazione migliore, presso un negozio romano, ebbene, debbo riconoscere che con Spectral, almeno al mio orecchio, non si sposano. Un po' meglio con Boulder, meglio ancora con Viva Audio, ma il massimo almeno là lo hanno dato con Naim serie 500, fantastiche... 

A me non son proprio piaciute in effetti...poi non so, magari con altri abbinamenti... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sfabr64

@Redcor effettivamente non piacciono a tutti, inizialmente ero perplesso, poi l'ultimo ascolto pilotate dagli Inglesi... bellissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Redcor

@magicaroma Sulle Kiso, per me potrebbero pure regalarle ma proprio non son i miei diffusori...

Sul discorso abbinamenti quindi, alla fine mi state dando ragione, non è solo una questione di spesa, perché uno si compra un amplificatore e lo paga fior di migliaia di euro poi compra un paio di diffusori di costo simile e magari porta a casa tutto, e...si spara.

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

@Redcor 

1 ora fa, Redcor ha scritto:

Guarda per quel che posso avere capito nella mia breve esperienza, nulla suona male o bene, il limite è dato da quel che ci piace o meno. Io onestamente non so se possono suonare in modo che possano piacermi o meno ste due skatolette...con quell'abbinata le ho trovate fastidiose..Poi non so, a me proprio non piace la "voce" di quelle scatolette li...quindi, credo che se anche avessero avuto a monte un ampli di portata inferiore, non avrei cambiato di molto il giudizio...

In realtà io penso che molto fanno gli abbinamenti, più o meno adeguati e validi, ma sul fatto che nulla suona bene o male, non mi trova totalmente in accordo, ci sono oggetti che suonano con dei fondamentali di buon livello, altri che invece prestano il fianco a parecchie critiche, sia per ciò che riguarda le elettroniche, e di più nel caso dei diffusori, poi però, come sempre, la tara va fatta con molti aspetti, tra cui le preferenze personali, il sistema nel suo insieme, l 'ambiente di ascolto, e altro ancora. 

Nello specifico, credo che le Kiso, essendo un progetto particolare, quasi uno strumento musicale, abbia necessità di partner selezionati sotto alcuni parametri sonici e che non possano essere interfacciate solo sulla base del costo o del blasone delle amplificazioni . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Redcor

@Sfabr64 Io però se devo essere sincero,  per la cifra che costano, comprerei comunque altro... Ma io parlo per me...

Share this post


Link to post
Share on other sites
magicaroma

@Redcor vabbè, ma è ovvio! Nessuno prende l’annuario (a proposito esce ancora?) vede i prezzi e compra

Share this post


Link to post
Share on other sites
Redcor

@meridian Dove non mi trovi d'accordo è paragonare un diffusore audio, ad uno strumento musicale. La differenza è sostanziale, uno riproduce l'altro produce. Adesso so di dire qualcosa che agli audiofili non piace, ma io purtroppo non sono uno che vive di "mitismo o di idealismi" Secondo me spesso dli amanti dell'audio danno troppa importanza ad un argomento che al di la delle misure o delle manifatture, che sono un dato oggettivo, ha il problema di doversi confrontare con il gusto, che purtroppo trascende tutto. Alla fine quindi tutto suona...il come è soggettivo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Redcor
2 minuti fa, magicaroma ha scritto:

vabbè, ma è ovvio! Nessuno prende l’annuario (a proposito esce ancora?) vede i prezzi e compra

Non saprei, io mi sono fermato a quello del 2007 come annuario...poi... 🙂 Però io di finti "guru" che "più costa più sento meglio"...ne ho sentiti...e non pochi... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Redcor

@Sfabr64 Poi aggiungo che dipende sempre da quel che uno cerca... Ad esempio io avessi lo spazio, mi comprerei due zingali Home monitor 112 usate... per svariati motivi che partono dal suono, per avvivare all'aspetto che mi infonde un senso di "matericità" che mi piace da matti... Ma allo stesso tempo mi terrei anche le mie Guarneri...per l'eleganza che hanno sia estetica che sonica... Insomma, non son mai contento...ahahahahahahahahaha

Share this post


Link to post
Share on other sites
ago
Il 14/4/2019 Alle 09:07, magicaroma ha scritto:

ricostruzione spaziale nelle due dimensioni

Ne abbiamo persa una? 😇

Saluti

Luigi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sfabr64
5 minuti fa, Redcor ha scritto:

mi terrei anche le mie Guarneri..

...strette direi

Share this post


Link to post
Share on other sites
magicaroma

@ago appunto, a basso volume la profondità già difficile da percepire di suo, si può solo immaginare 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sfabr64
1 minuto fa, magicaroma ha scritto:

la profondità già difficile da percepire di suo,

...è la prima cosa che cerco, insieme al timbro...🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
magicaroma

@Redcor concordo, ma io diffido anche degli altri guru “ce stanno a fregà, puoi sentire benissimo se non meglio ad un decimo del costo”

Share this post


Link to post
Share on other sites
51111

Ottime registrazioni con impianti ottimizzati vanno bene a basso volume... danno il meglio a volume sostenuto sempre che si eviti il clipping. Contro... pessime incisioni meglio ascoltarle sul telefonino, se ci sono troppi bassi non li riproduce, se non ci sono fa lo stesso.😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
Redcor
22 minuti fa, Sfabr64 ha scritto:

.strette direi

Fin tanto che non trovo nulla che mi appaghi sicuramente. Ero andato a sentire, sia le Memento, che le Evolution, mi mancano le Tradition...in entrambi i casi comunque, a parte la fattura, che nelle Homage secondo me è decisamente più "Sonus" vista la quantità di essenze lignee usate, per no parlare dei trasduttori che sono dei veri e propri fuoriclasse...ma al di la, nella mia sala hanno bassi da vendere, speso li sento arrivare fin dal divano nel quale son seduto...ed ho dei testimoni!!!  Per non parlare dell'intelligibilità e del magico equilibrio che regalano, almeno per le mie orecchie... Le Memento e le Evolution, per quanto ottimi diffusori, per me non riescono a ricreare quell'emotività che invece percepisco con le Homage... Poi può essere vero tutto ed il contrario di tutto...ma fin tanto che ho queste percezioni...non cambio... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Redcor
20 minuti fa, magicaroma ha scritto:

concordo, ma io diffido anche degli altri guru “ce stanno a fregà, puoi sentire benissimo se non meglio ad un decimo del costo”

Io sono del parere che spesso ci si lascia influenzare. A volte per la voglia solo di cambiare qualcosa, ci si frega con le proprie mani... Ed è sicuro, che si possa godere di ottime emozioni date da catene audio...non dico da Trony, ma dal costo per così dire umano...se si fanno i debiti accorgimenti...un buon risultato soddisfacente secondo me lo si ottiene...

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

@Redcor 

2 ore fa, Redcor ha scritto:

Dove non mi trovi d'accordo è paragonare un diffusore audio, ad uno strumento musicale. La differenza è sostanziale, uno riproduce l'altro produce

Ciao , in realtà non lo dico io, ma il costruttore, le Kiso sono studiate e prodotte con listelli di legno particolarmente trattati e scelti per avere una specie di cassa armonica con il corpo del diffusore stesso, quindi una sorta di accordatura che ne determina, insieme ad altri accorgimenti, compresi gli stand, e ovviamente ai trasduttori, il risultato finale. 

http://www.kisoacoustic.com/hb_x1.html

http://www.kisoacoustic.com/the_inside.html

Diciamo una sorta di estremizzazione di alcuni concetti di cabinet che risuona o che ha le pareti che non sono rigide ma studiate per partecipare alla qualità sonica finale di tutto il diffusore . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Vmorrison
17 minuti fa, meridian ha scritto:

Diciamo una sorta di estremizzazione di alcuni concetti di cabinet che risuona o che ha le pareti che non sono rigide ma studiate per partecipare alla qualità sonica finale di tutto il diffusore . . 

Diciamo il contrario di quello che dovrebbe fare un diffusore. 

E la colpa dovrebbe essere della mancanza di sinergia con gli spectral?

Salute

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
5 ore fa, GianGastone ha scritto:

Ma nemmeno la banalita' travestita da minimalismo risolve la questione

concordo

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

@Vmorrison 

8 minuti fa, Vmorrison ha scritto:
28 minuti fa, meridian ha scritto:

Diciamo una sorta di estremizzazione di alcuni concetti di cabinet che risuona o che ha le pareti che non sono rigide ma studiate per partecipare alla qualità sonica finale di tutto il diffusore . . 

Diciamo il contrario di quello che dovrebbe fare un diffusore. 

E la colpa dovrebbe essere della mancanza di sinergia con gli spectral?

Salute

Infatti, mi sono chiesto anche io che tipologia di amplificazioni dovrebbe fare bene, ma non ho elementi concreti, però si stanno valutando dei diffusori parecchio particolari, quindi non è sicuramente facile raggiungere un buon interfacciamento. 

Non sarei così lapidario, se il progetto è valido e ha un senso, non credo sia da considerarsi con una connotazione totalmente negativa, certo che siamo in una nicchia molto particolare, sia come prodotto, che come filosofia e quindi anche come approccio alla ricerca di partners adeguati, e al suono che ne deriva . . .

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
pepe57

 Takemine inizialmente progettò queste:

:)

Onkyo-D-TK10.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
4 ore fa, Paolo Eugeni ha scritto:

Lo pensavo anch'io, frutto di ascolti di impianti non ben messi a punto (tra cui metto assolutamente anche il mio)...poi complici le critiche di un amico conosciuto qui sul forum, puntiglioso come pochi nel senso buono del termine, mi sono messo al lavoro. 

Risultato: impianto stravolto,tutti gli aspetti che mi piacevano immutati ma scena finalmente come si deve (larghezza, altezza e profondità), posizioni stabili degli esecutori, "sparizione" dei tromboni  e in un ampio range il volume altera molto poco dimensione e direi per nulla la posizione degli strumenti, ma ne aumenta appunto solo il volume. Ovviamente al livello giusto è tutto maggiormente realistico!

My 2 cent da possessore di impianto alta efficienza/alta potenza.

a dimostrazione che l'avanzamento del fronte sonoro con tutte le conseguenze negative su ogni aspetto della riproduzione, collasso del soundstage  incluso, non è fisiologico, non è inevitabile, non è causato da saturazione dell'ambiente, non è causato dal clipping dell'amplificatore, e non è causato da una limitata tenuta in potenza  del diffusore.

Probabilmente quello che hai ottenuto attraverso un'ottimizzazione spinta probabilmente in modalità  empirica, , non avrà prodotto particolari variazioni strumentali , ed in caso contrario  quasi sicuramente  non tali da poterle plausibilmente   correlare con quanto poi percepito. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Redcor
42 minuti fa, meridian ha scritto:

Ciao , in realtà non lo dico io, ma il costruttore

Immaginavo fossero parole del costruttore e, ad essere sinceri, di quel che dice a me interessa decisamente nulla, anche perché mi piacerebbe che mi dimostrasse, visto il prezzo richiesto, quanto più efficace è la sua tecnica costruttiva in termini sonori udibili, rispetto ad altri diffusori. In sintesi si paga una teoria, un concetto. Io non sono disposto, ben vengano quelli che lo fanno comunque. Quando io le ho sentite, mi spiace ma non sono proprio riuscito a gridare..."Al miracolo"...Ho sentito decisamente mini diffusori suonare in modo molto più piacevole e di conseguenza coinvolgente, poi non so fosse a causa dello Spectral, quel che so, è che quella accoppiata mi ha lasciato del tutto indifferente. Tieni presente che, con una coppia pre e finale Spectral ho sentito suonare le Guarneri Homage, e quella abbinata al contrario di quella con le Kiso, mi lasciò davvero esterrefatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

@Redcor 

16 minuti fa, Redcor ha scritto:

Immaginavo fossero parole del costruttore e, ad essere sinceri, di quel che dice a me interessa decisamente nulla, anche perché mi piacerebbe che mi dimostrasse, visto il prezzo richiesto, quanto più efficace è la sua tecnica costruttiva in termini sonori udibili, rispetto ad altri diffusori. In sintesi si paga una teoria, un concetto.

Sono molto in sintonia con quanto scrivi, diciamo che, per molti versi, si paga un progetto e una filosofia che vanno poi sposati con tutta la catena, cosa che io non concepirei, anche perché ho 4 coppie di diffusori e tutti devono giocare nella stessa squadra . . . 

Ho ascoltato le Kiso solo una volta, e non mi sono dispiaciute, beninteso per quello che possono fare e quindi anche il tipo di musica che gli si dà in pasto orienta molto le scelte . Sul piatto della bilancia va poi messo il prezzo da pagare per due scatoline che pesano 5 kili circa e i loro stand,  e che possono offrire una tipologia di suono molto orientata all' acustico e di impatto comunque limitato, diciamo una scelta da purista estremo o quasi . . . !! 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

Le Kiso?

Meritano un ragionamento un pochino lungo per il fuffismo tecnico (ridicolo) con con sono presentate.

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone
9 ore fa, ClasseA ha scritto:

Non so cosa tu abbia ascoltato, ma sono i sistemini economici che di solito iniziano a strillare alzando il volume. Mai successo con un McIntosh

E per forza, mediamente piantati come paracarri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ClasseA

Direi trattarsi di calma olimpica

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxnalesso
16 ore fa, ClasseA ha scritto:

ma sono i sistemini economici che di solito iniziano a strillare alzando il volume.

I luoghi comuni si sprecano...  ma una domanda,  sincera:  quanti impianti hai ascolato in vita tua?

Io ti assicuro che,  tra amici e negozi,  ho sentito spesso suonare bene dei sistemi economici... il parametro "costo" NON E' quello che determina la qualità finale del risultato.

Ciao,

Max

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    292440
    Total Topics
    6324164
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy