Jump to content
Melius Club

polos

thorens td 125 mk ii

Recommended Posts

stel1963
8 ore fa, ciccio61 ha scritto:

Io ho fatto varie modifiche al td125. Ne ho uno modificato e uno standard. 

Io sento chiaramente le differenze fra il plinto standard e il plinto in legno pesante, sento il cambio di braccio, e l’inserimento di cubetti in grafite al posto dei piedini in gomma. 

Naturalmente sento il cambio di testina. 

Il suono del mio td125 è diverso da quello del mio td160 e da quello del td124.

Raramente sento il cambio di cavi.

Caro @ciccio61 Sto giocando allo stesso gioco (anche grazie ai tuoi suggerimenti!), e devo dire che è... sorprendente. Sono stato davvero fortunato a capitare su un 3d che parlava del thorens (consigli  su un impianto vintage credo si chiamasse), a cercare insieme a @Cabrillo , @landrupp, @oscilloscopio un giradischi per @franceskipper, a trovare per caso un thorens 125 a 2 soldi (non cercavo quello, ne lo volevo), a sistemarlo, a trovarne un altro a niente in pezzi, ad imbattermi in questo forum... etc.

Lo dico perché mai mi era capitato di trovare tanta soddisfazione in un apparecchio hifi.

Il gioco è affascinante, ed il giocattolo pure.

Hai ragione @ciccio61, i cambiamenti sono sensibili, oggettivi, ed ad ogni modifica corrisponde una macchina che suona "un po'" diversa, ma sempre benissimo. Ciò che trovo incredibile è la capacità del Thorens 125 di suonare bene starato, suonare bene con bracci completamente diversi, suonare bene con spugnette di densità davvero diversa nelle molle, suonare bene con i gommini al posto delle molle, suonare bene con il suo plinto leggerino e mal fatto, suonare bene con un plinto ben fatto, suonare bene con piedini completamente diversi, suonare bene con bracci semplici e con bracci stratosferici. Suonare bene, ma cambiare, caldo e "linnoso" in un modo,  freddo, analitico e radiografante in un altro, e con tutte le vie di mezzo

Più leggo in giro e più leggo che è una base su cui costruire senza limiti, che supporta qualunque braccio, e che il limite ancora non è stato raggiunto.

Ricordo tanti gira idiosincratici, che appena li guardavi si staravano, o che andavano daccordo solo con pochi bracci. Eterne regolazioni, gruppi di tecnici sconfortati, utenti con giradischi perennemente in laboratorio (anche adesso, come ci ha raccontato poco sopra @polos ), giorni interi per far suonare un well tempered su un gyrodek

Se posso dire, è un vero figlio del famosissimo '"Effetto Perizoma" che ha evidentemente portato i sapienti tecnici thorens insieme a EMT a costruire qualcosa di eterno e di cui 50 anni dopo non abbiamo ancora scoperto i limiti effettivi e che continua a (ri)salire nella considerazione degli audiofili mondiali, ed a essere paragonato alla fascia altissima dei gira (suiI 10- 20.000€ ed in su!).

Ma la cosa più bella e che... dopo venti anni 20 ho ripreso a comprare dischi. E' in uscita una stampa "direct analog cut" di alcuni classici di Oscar Peterson (il 24 maggio esce "we get requests" ed è in preaquisto sull'amazzone). E sto riascoltando la mia vecchia, infinita discoteca di classica con rinnovato piacere, anzi, con un piacere tale quale raramente mi è capitato in hifi. Tutto questo grazie a un sacchetto di rottami recuperato da un muratore romeno di Milano che non avrei mai nemmeno pensato di andare a prendere senza gli stimoli di questo forum, tutto questo è continuato grazie alle prove di @BEST-GROOVE, all'enorme e preziosa esperienza di @cactus_atomo, ai consigli di Ciccio61 e del trittico Cabrillo-Landrupp e Oscilloscopio. al gnocco fritto con salumi e a tante altre cose.

DUNQUE... GRAZIE DI CUORE A TUTTI VOI!

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

@stel1963 Lo scambio è sempre a doppio senso, anche io e credo gli altri amici, impariamo dalle esperienze di chi a nostra volta abbiamo consigliato. E' una ruota che gira ed ognuno che fà una propria esperienza o una sperimentazione e la condivide qui, aggiunge un tassello, alla fine quello che conta è il gioco di squadra...😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    292552
    Total Topics
    6328921
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy