Jump to content
Melius Club

Ant68

Dac connesso direttamente a un power amp

Recommended Posts

Ant68

Sto valutando la possibilità di utilizzare un Chord Hugo 2 direttamente connesso alle entrate single ended di un Pass Labs XA25 (che non ho ancora tra le mani) quindi sfruttare l' Hugo come un pre amplificatore (ricordo che Hugo ha un controllo volume con telecomando). Ho inviato una mail a Nelson Pass che mi ha cortesemente risposto, "

"I think it will work.  My only concern might be that the gain of the Hugo would be

high enough to driver the 20 dB gain of the amplifier.  The 3 volt output is adequate,

so probably it will be fine".

. Gradire conoscere qualche opinione o riflessione sulla questione.

C'è qualcuno tra voi che utilizza un Dac direttamente all'amplificatore di potenza e con quali risultati?

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

Io utilizzo un RME ADI2-PRO connesso in bilanciato a delle ATC SCM-50ASL attive. Spettacolo

Controlla solo che i parametri di interfacciamento (impedenza d'uscita/ingresso, livelli e sensitivita' siano corretti

p.s. tutto quello che non c'e' sul percorso del segnale non ... fa danni

Share this post


Link to post
Share on other sites
mikefr

Come stanzani ho anch'io un RME ADI-2 DAC collegato direttamente al finale.E' ormai da più di un anno che non ho più un pre attivo,uso un passivo solo per quando devo ascoltare il vinile.Quello che si nota con un collegamento diretto è la trasparenza che un attivo non potrà mai avere e di conseguenza dettagli a non finire,è come riscoprire i propri dischi,ma bisogna essere consapevoli che gli accoppiamenti devono essere ben ponderati altrimenti la delusione è dietro l'angolo,la prima cosa è il voltaggio in uscita adeguato che deve avere la fonte altrimenti il pilotaggio ne risentirà come il guadagno del finale che deve essere il più alto possibile.Se Pass ti ha detto che 3V sono sufficienti allora vai tranquillo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ant68

Chord Hugo 2 ; output impedence 0.025Ω - 3Volt  -  THD: <0.0001% 1kHz 3v RMS 300Ω

Pass Labs XA25 impedenza d'ingresso 47 kOhm

Numeri che anche se li controllo non mi dicono niente, non sono un progettista, sarebbe il caso di dire, provare per vedere se tutto si interfaccia bene

4 ore fa, stanzani ha scritto:

p.s. tutto quello che non c'e' sul percorso del segnale non ... fa danni

Su questo condivido totalmente

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

@Ant68 i parametri di interfacciamento mi paiono corretti. Manca la sensibilità' del finale ovvero la tensione di ingresso necessaria al finale per fornire la potenza nominale. L'impedenza di uscita del Chord e' da record mondiale (ma sei sicuro ???) quindi problemi non ne vedo coi 3V di uscita del chord. Direi che puoi rilassarti ascoltando musica. Chord e' una ditta seria e il controllo del volume dovrebbe essere realizzato con ... competenza: i chip sabre lo realizzano nel dominio digitale con risoluzione (mi pare di 32 bit) cosi' come gli AKM verita: i DAC basati su questi chip (i miei Oppo BDP95 ed RME ADI2 PRO) non hanno problemi ... il totem del volume analogica che aborrisce quello digitale e' uno dei tanti pregiudizi dell'audiofilia talebana spesso priva di competenze tecniche

buona musica quindi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ant68
13 minuti fa, stanzani ha scritto:

L'impedenza di uscita del Chord e' da record mondiale (ma sei sicuro ???)

I parametri sono indicati qui https://chordelectronics.co.uk/product/hugo-2/

Se la trasparenza e il dettaglio che mi restituisce l'Hugo 2 attraverso le Sennheiser HD800 vengono replicati attraverso i diffusori pilotati dal Pass XA 25 direi allora che davvero non è necessario aggiungere un pre nonostante  molti amici appassionati mi continuano a suggerire un vero pre per sfruttare al massimo il Pass

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

@Ant68 alla chord ci sanno fare davvero: music is art, usio is engineering

Share this post


Link to post
Share on other sites
naim

Al momento anch'io sto ascoltando con un Bricasti M1 SE diretto ad un finale Boulder 1160, sono ancora in fase di studio e alterno a questa configurazione l'inserimento di un Convergent SL1 Ult.2.

Le principali differenze che riscontro sono: un maggior guadagno con il pre che in rari casi (con registrazioni particolarmente basse) può far comodo, e un soffio dovuto alle valvole quando l'impianto non suona e ci si avvicina agli altoparlanti, mentre con il dac diretto si fatica a stabilire se il sistema è acceso oppure no (silenzio assoluto).

Riguardo al discorso sonico, nel mio caso, trovo che le differenze tra le due configurazioni siano quasi impercettibili, forse una maggiore trasparenza senza pre? Può essere...

ma passare da un ascolto senza a con, comporta alzarsi dalla poltrona, mettere in pausa, spostare il volume, chinarsi e cambiare i cavi dietro al finale, rialzarsi, risedersi e poi far ripartire la traccia ad un livello per forza di cose differente da quello a cui si stava ascoltando prima; risultato è che le eventuali differenze se ci sono, sono veramente lievi per essere percepite dopo queste manovre. 

Una prova che mi piacerebbe fare, è un confronto tra le due configurazioni ma utilizzando un pre Boulder, che oltre ad interfacciarsi in modo ideale al finale, diversamente dal pre Convergent, è bilanciato, e ho letto che per le elettroniche Boulder, questo potrebbe fare una certa differenza. Tra l'altro anche con il dac Bricasti ho il vantaggio di connettere tutta la catena in bilanciato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
stanzani

@naim senza pre c'e' una maggiore trasparenza ovviamente. quello che non c'e' ... non suona. In generale il pre 'aggiunge' anche il piu' trasparente. e se e' ... trasparente perche' usarlo ;)

monsieur de lapalisse

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

Non è detto però che se suona .. rovina ..

Share this post


Link to post
Share on other sites
ref3a

@Ant68 ciao, considera inoltre che l'Hugo2 non esce a 3 volt (quello è il valore di quando lo imposti a uscita fissa) ma mi pare arrivi a quasi 5...ben più che sufficienti per pilotarci un finale. Se non sbaglio il pass ha sensibilità di 1 volt. Confermo anche l'impedenza di sucita del Chord prossima allo zero, al limite del misurabile, il che facilita accopiamento e non crea problemi col cavo di interconnessione. Sicuramente l'accoppiata funzionerà, almeno eltettriacmente. Lo stesso Pass te lo conferma , il suo dubbio pare essere se i 20db di guadagno (che sono sul versate "basso" per un finale) possano bastare senza dovergli buttare dento i magari 10 o 15 volt di un pre...ma secondo me a meno che tu non ci debba far suonare delle casse mooolto dure (e a quel punto il problema non sarebbe pre attivo o meno, ma se il finale sia adeguato ai diffusori). Facci poi sapere il rislutato finale per favore, il xa25 mi piacerebbe provarlo un giorno nel mio setup prorpio direttamente al mio hugo2, pare sia il meglio suonante progetto pass mai realizzato

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
17 ore fa, Ant68 ha scritto:

Pass Labs XA25 impedenza d'ingresso 47 kOhm

Numeri che anche se li controllo non mi dicono niente,

Anche perché il dato che servirebbe manca 

Ma se Pass ha detto ok non mi porrei problemi...visto poi che specifica che il finale ha un guadagno di 20 db 

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

mi esprimo meglio:

situazione 1) DAC con la decodifica   - buffer di uscita del DAC  -  pre ampli - finale + diffusori

situazione 2) DAC con la decodifica + gestione volume a livello digitale  - buffer di uscita del DAC  - finale + diffusori

Nel primo caso ho il pre in più ma non ho la regolazione del volume in digitale - nel caso 2) non ho il pre ma ho la parte in più in fase digitale -

Ora mi si dirà - ma la fase di regolazione del volume in fase digitale non influisce per nulla o quasi a meno della mera regolazione della potenza/ volume - bene assumo che sia così - influenza irrilevante sul circuito globale ad arrivare al diffusore. Io ho provato nel mio piccolo: ho inserito la gestione del volume digitale nella situazione 1) - posso ? Na schifezza - quindi non mi torna

Infatti qui molti esprimono delle equivalenze o forti similitudini tra la situazione 1)  e 2)  - forse il vero vantaggio è che togli un pre costoso 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
2 minuti fa, jakob1965 ha scritto:

Infatti qui molti esprimono delle equivalenze o forti similitudini tra la situazione 1)  e 2)  - forse il vero vantaggio è che togli un pre costoso 

I miracoli non li fa nessuno 

Io molto raramente ho sentito impianti senza pre che mi potessero soddisfare 

Penso che Pass abbia semplicemente risposto ad una questione tecnica 

Share this post


Link to post
Share on other sites
imaginator

Provato più volte a collegare il mio DCS dac direttamente ai vari finali, male con Naim Nap300, male con M800A, benino con Am audio a70 che un'amico mi aveva prestato, bene con quello attuale che sto provando...(:)) Ma quando ci aggiungi il pre la musica cambia, tra le cose spiccano il fuoco e la scena 3d che danno una senzazione di maggior ordine e profondita, ma anche la macro e la micro dinamica, la musica prende anima e corpo..

Share this post


Link to post
Share on other sites
naim

Credo comunque dipenda anche dal dac si utilizza e dalle qualità dello stadio di uscita e dell'attenuazione digitale del volume. Ricordo di aver letto un'intervista fatta a Zolner (Bricasti) in cui affermava che l'utilizzo ideale per il suo M1 lo reputava connesso direttamente al finale, cosa che mettevano effettivamente in pratica nelle dimostrazioni dei loro sistemi nelle varie fiere.

12 minuti fa, imaginator ha scritto:

Ma quando ci aggiungi il pre la musica cambia, tra le cose spiccano il fuoco e la scena 3d che danno una senzazione di maggior ordine e profondita, ma anche la macro e la micro dinamica, la musica prende anima e corpo..

Nel mio caso, quando inserisco il Convergent, tutti questi benefici non li avverto, forse un pelo di energia in più, e magari un filo di trasparenza in meno, ma restano, come ho scritto prima, due suoni molto simili, ho provato anche a focalizzare il palcoscenico, ma a memoria non capto particolari differenze (forse il meccanismo del confronto non mi è di aiuto).

37 minuti fa, Cano ha scritto:

Io molto raramente ho sentito impianti senza pre che mi potessero soddisfare 

Giuseppe, magari proviamo insieme, così tu resti seduto ed io provvedo a invertire le due configurazioni; sono dell'avviso che il solo piegarsi dietro al finale per poi rialzarsi e risedersi, crei scompenso alla memoria uditiva 🙂 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano

@naim ciao Roberto 

Lo faremo...

Ma ho già scritto...tranne rari casi :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
naim

@Cano Ma lo dicevo proprio per capire meglio, potrei sbagliarmi io.  

E aggiungo pure il discorso del livello del volume:

se ascolto con il solo dac, ad esempio ad un livello sul display di -28dB, quando andrò ad inserire il pre, porterò il livello del dac verso lo zero, per poi posizionare il volume analogico del preamplificatore in una posizione che (a memoria) si avvicini al livello del precedente ascolto (con il solo dac), ma non sarà mai lo stesso volume, e già questo determina differenze che possono confondere e falsare la prova. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ant68
58 minuti fa, Cano ha scritto:

Io molto raramente ho sentito impianti senza pre che mi potessero soddisfare 

Però l’ Hugo 2 è pur sempre un pre, con i suoi limiti ovviamente, lo utilizzo spesso connesso a un integrato a valvole con pre passivo , il Manley, e sfrutto il volume digitale del Chord per alzare e abbassare, molto comodo in quanto il Manley non ha telecomando e i risultati sono straordinari.

Secondo te, una sorgente dal suono cristallino e iper dettagliato come Hugo che invia il suo segnale direttamente a un ampli famoso per essere estremamente lineare, trasparente e con un enorme sound stage come  XA 25 , che risultati si possono avere?

Quali altri benefici può aggiungere un pre, se non un maggiore controllo del potenziometro?

Share this post


Link to post
Share on other sites
imaginator

@naim Fosse per me, a parte di come risolvere il problema della sorgente analogica , toglierei subito il pre, pulendo il lay-out del living, il mio Arc ref 6  viste le dimensioni si fa notare, nel bene e nel male. Per ora la sensazione è sempre la stessa, poi dipende anche dall’interfacciamento con il finale di turno.

Aggiungo una nota I Dcs vengono testati in azienda senza il pre.

Share this post


Link to post
Share on other sites
naim

La cosa buffa è che se mi tenevo i miei Bryston mono, avevano i due ingressi XLR e RCA, nel primo ci connettevo il dac diretto, nel secondo il pre che oltre al phono aveva comunque in ingresso l'altra uscita rca del dac, e solo spostando il selettore di ingresso dei finali connettevo l'una (digitale diretto) o l'altra (digitale con pre + analogico) configurazione. Ma poi ci piace complicarci la vita e mi sono preso il Boulder che ha solo l'ingresso XLR, e vai che si riparte... 😄  

Share this post


Link to post
Share on other sites
naim

@Ant68 Nel tuo caso comunque non devi avere particolari timori, di certo l'accoppiata funzionerà più che bene, un domani poi, nessuno ti proibisce di provare e magari aggiungere un pre se dovessi avvertire miglioramenti. 

Mi ripeto: alla peggio potrai, con alcune registrazioni molto basse, trovarti a suonare vicino al massimo del volume (a questo, come ha scritto già qualcuno, potrebbe contribuire anche un diffusore con una bassa efficienza).

Share this post


Link to post
Share on other sites
imaginator
21 minuti fa, naim ha scritto:

La cosa buffa è che se mi tenevo i miei Bryston mono, avevano i due ingressi XLR e RCA

Idem , il finale in prova su cui sto decidendo se  “farlo mio” ha solo Ingresso Xrl.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
43 minuti fa, Ant68 ha scritto:

, che risultati si possono avere?

Se il guadagno (tensione di uscita) è sufficiente per pilotare il finale sicuramente ottimi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ant68
Il 18/4/2019 Alle 11:44, ref3a ha scritto:

Facci poi sapere il rislutato finale per favore,

Il Pass da oggi è nel mio salotto, ora sono 4 ore che sta scaldando l’atmosfera ma anche l.’ambiente, è rovente. Ho connesso direttamente il Chord ed è cominciato lo spettacolo, 3V sono anche troppi, il Chord pilota che è una meraviglia non vado oltre il colore verde/azzurro del volume, tu hai lHugo e sai a cosa mi riferisco. Il suono è magia, inutile scrivere cose che sono già state scritte su questo baby mostro, perché è un mostro, 25 watt in classe A, mi aspettavo grandi cose ma non immaginavo questa grandiosità. Ed è solo all’inizio del rodaggio, esemplare nuovo di pacca,sorpreso da un manuale con il controllo di qualità, sigle firmate a penna non so se da Nelson in persona.

Approfitto per chiederti se sfrutti l’ingresso coassiale del Hugo, vorrei poterci far veicolare il segnale del lettore Cd ma non riesco a trovare un adattatore coassiale RCA femmina / 3,5mm. Neanche su Amazon...ma quelli della Chord potevano fornirlo come hanno pensato di fornire comuni cavetti usb che chiunque in casa ha già...un adattatore coassiale 3,5mm no ehh!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ant68

Grazie Cano, proprio questo, avendo già un buon cavo coassiale mi basterebbe un comune adattatore, questo cavo però sembra interessante

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ant68

Il toy al suo posto e credo che ci resterà per molti anni,  persino Spotify è estremamente convincente  da un Ipad dentro l'Hugo e direttamente al Pass figuriamoci files ad alta risoluzione con foobar !!

A meno che non si voglia aggiungere un giradischi ritengo davvero inutile aggiungere un pre con i risultati che ho riscontrato.

Buona pasqua e buoni ascolti a tutti

IMG_2500.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ant68

Ecco il certificato di cui parlavo, mai avuto un componente audio con documenti accurati di questo tipo

Chi ha familiarità con i prodotti Pass, sapete dirmi se è la sua mano che sigla?

IMG_2501.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    292553
    Total Topics
    6328935
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy