Jump to content
Melius Club

tomcri

Banco Transiberiana

Recommended Posts

tomcri

 che mi dite di questo album? qualcuno lo ha acquistato?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ginoux

Non mi sembra male... Ho sentito solo due pezzi e mi sono piaciuti. Certo, i fraseggi di Nocenzi alle tastiere sono sempre quelli, ma l'amalgama con gli altri strumenti è buona... Penso che lo prenderò...

Share this post


Link to post
Share on other sites
contemax

Non mi piace

Share this post


Link to post
Share on other sites
Aqualung

Acquistato in vinile . Bellissimo . Grande Banco . 

Share this post


Link to post
Share on other sites
tomcri

grande Banco...il vero Banco era un'altra cosa, la voce nuova e'  inascoltabile, secondo me Nocenzi  ('l'unico rimasto) si doveva proporre con un nome diverso, il nome Banco pesa e non poco, e i giudizi (tipo il mio) possono essere influenzati da ricordi passati!  P.sS. indimenticabile e inimitabile Francesco di Giacomo

Share this post


Link to post
Share on other sites
dca1960

Sono d'accordo con tomcri.

L'ho ascoltato una volta sola e non è sufficiente per dare un giudizio.

Di sicuro si sente la mancanza di Francesco di Giacomo e non è poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
MARCUSMELIUS

Lo trovo un bellissimo disco,molto meglio del previsto

Share this post


Link to post
Share on other sites
MARCUSMELIUS

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ampliphone

Bel disco.Prog moderno con venature jazz e financo heavy.Da assimilare con svariati ascolti.

Bravo il nuovo cantante,ma....

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

Mah , poco mi convincono, poi la voce non mi piace molto, insomma, una minestra abbondantemente riscaldata e musica già sentita . . . Mio personale parere . . . 

saluti , Dario 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Supertramp

Al di là del giudizio artistico di ognuno, contesto l'opportunità di utilizzare il nome Banco.

Senza Di Giacomo non ha senso.

Come non hanno senso i Queen senza Freddie Mercury.

È tenuto solo per motivi pubblicitari.

Ma pensate ad un disco degli U2 senza Bono Vox al microfono...

O gli Stones senza Jagger...

Ma fai un ''Nocenzi & Friends'' e rispetti meglio chi non c'è più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tomcri

Supertramp

Al di là del giudizio artistico di ognuno, contesto l'opportunità di utilizzare il nome Banco.

Senza Di Giacomo non ha senso.

Come non hanno senso i Queen senza Freddie Mercury.

È tenuto solo per motivi pubblicitari.

Ma pensate ad un disco degli U2 senza Bono Vox al microfono...

O gli Stones senza Jagger...

Ma fai un ''Nocenzi & Friends'' e rispetti meglio chi non c'è più.

QUOTO!!!! AL 1000 X 1000, e' quello che avevo scritto anch'io

Share this post


Link to post
Share on other sites
papàpaolo

Io non sono d'accordo, Francesco sicuramente identificava la band ma Nocenzi ha sempre caratterizzato il sound del gruppo, mettiamoci anche il compianto Rodolfo...

Il gruppo ha sempre proseguito il suo corso, soprattutto dal vivo, non vedo perché bisognava abbandonare il nome...

Siamo pieni di band dove sono cambiati membri anche importantissimi ma hanno proseguito, vedi Pink Floyd, Marillion, Yes...ecc

Share this post


Link to post
Share on other sites
Supertramp

Infatti siamo pieni di band avvoltoio.

Pensate ai Doors se avessero sostituito Morrison o i Nirvana Cobain...

I Cranberries non sostituiranno la O'Riordan.

Dopo questo ultimo album, con la sua voce già registrata prima della tragedia, metteranno fine al progetto con quel nome.

Se penso ai Queen mi viene il voltastomaco.

I Banco fanno meno notizia perché sono molto meno conosciuti dalla massa, ma senza Di Giacomo SONO ALTRA COSA.

ps. i Floyd comunque non lo hanno sostituito Waters.

Share this post


Link to post
Share on other sites
oscilloscopio

Comunque ci sono diversi casi, basta pensare agli AC/DC che hanno sostituito Bon Scott con Brian Johnson o i Nomadi che hanno sostituito Daolio

Share this post


Link to post
Share on other sites
densenpf

Scusate, non voglio difendere nessuno, ma perche' il Banco ( con tutti i limiti dei nuovi arrivati) non deve continuare?

Se Vittorio Nocenzi alla sua veneranda eta' si sente di portare avanti il gruppo, ( e ne ha tutto il diritto o i diritti) se ha ancora entusiasmo nel suonare e portare avanti progetti, e' giusto che lo faccia.

O volete la stessa fine che han fatto un altro gruppo storico come i New Trolls a suon di querele? ( se non ricordo male sono arrivati ad avere ben 3 gruppi separati, contemporaneamente)

I Supertramp, perso Hodgson, han continuato con difficolta' ma anche dignita' mi sembra.

Poi sono dell idea che un musicista che si ritiene tale, non fa' musica nella speranza di fare solo capolavori, lo fa' per passione...e se ogni tanto si inciampa, pazienza...

Ritornando alla musica del Banco, io sono affezionato ai primi lavori, e penso che il gruppo abbia perso molto non solo con Di Giacomo, ma sopratutto nell altro fratello Nocenzi.

Un po' come la PFM senza Premoli e Mussida.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Supertramp
38 minuti fa, oscilloscopio ha scritto:

Comunque ci sono diversi casi, basta pensare agli AC/DC che hanno sostituito Bon Scott con Brian Johnson o i Nomadi che hanno sostituito Daolio

Il paragone coi Nomadi è calzante.

Quasi 30 anni di Daolio avrebbero meritato quantomeno un cambiamento di nome.

Per gli Ac/Dc è un po' diverso, anche se i 6/7 anni di Bon Scott non sono pochi.

Nessuno sostiene che questi gruppi debbano smettere di fare musica, ma se permettete, vedere Adam Lambert sul palco con Bryan May, scimmiottare Mercury, mi fa parecchio girare i cog...

Facessero tutti i dischi che vogliono, ma il ''brand'' è completamente fuori posto.

Ma gli U2 con un pincopallo qualsiasi al posto di Bono Vox, avrebbero senso per voi?

Per me no.

Anche facessero la migliore musica del mondo, non sarebbero gli U2.

Poi il vocalist, il frontman, è non solo voce, ma simbolo, icona di una band.

Non è sostituibile.

Men che meno dopo 50 anni, come il buon Di Giacomo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293893
    Total Topics
    6386034
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy