Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
appecundria

cultura generale Discorsi intorno all'ipocrisia

Recommended Posts

mom
18 minuti fa, mozarteum ha scritto:

Il rosario e’ roba per ottantenn

Che votano. L’Italia è un Paese di anziani.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tigre

@mom c'è chi punta al consenso degli anziani e chi al consenso degli stranieri. Siamo in una botte di ferro 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
Savgal

La frase tratta dalle "Massime" di La Rochefoucauld (una lettura obbligatoria per tutte le persone di cultura) a mio parere va intesa nel senso letterale del termine ipocrisia, ossia la simulazione della virtù è pur sempre riconoscere il valore della virtù. Che poi la virtù, intesa nel senso di comprtarsi seguendo il bene, non sia affatto una disposizione naturale, è altra cosa. In una società di santi la morale e la politica non avrebbero significato, purtroppo la parte istintiva di noi propende ad un narcisismo che inevitabilmente diviene male, a calpestare chiunque ostacoli i nostri desideri. Ciò che sta avvenendo e che assume realmente connotazioni preoccupanti è il constatare che anche questa definizione di ipocrisia è condannata per l'istitività narcisistica, lodando indirettamente comportamenti che l'ipocrita di La Rochefoucauld avrebbe pubblicamente biasimato.

Che poi la vita sociale sia una simulazione, nel senso che si recita una parte e/o si finge, che anzi il vivere in società implica inevitabilmente ciò, è cosa che chiunque può in ogni momento constatare.  Sul punto consiglio la lettura de "La vita quotidiana come rappresentazione" di E. Goffman, i letterati consiglierebbero Pirandello. Personalmente trovo Goffman più ironico e distaccato, mentre in Pirandello prevale una atmosfera cupa e pessimistica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozarteum
40 minuti fa, mom ha scritto:

L’Italia è un Paese di anziani.

Al prossimo raduno Salvini fara’ le corna al rovescio dei rapper per par condicio

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozarteum

Devo dire che nella mia vita anche professionale grandi momenti di ipocrisia non ne vedo; un sorriso dato a un pescecane non e’ ipocrisia, ma un conforto alla sua infelicita’

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionzi

Un ipocrita è una persona che... Ma poi chi non Io è? (Don Marquis)

Share this post


Link to post
Share on other sites
maximo
4 ore fa, mom ha scritto:

Come diceva Pirandello, noi indossiamo tante maschere

Precisamente Pirandello diceva che nella vita si incontrano tante maschere e pochi volti

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom
48 minuti fa, Savgal ha scritto:

La frase tratta dalle "Massime" di La Rochefoucauld (una lettura obbligatoria per tutte le persone di cultura)

Per alcuni anni della mia adolescenza ho nutrito una vera e propria passione per le sue “Maximes”: ne copiavo quasi una al giorno sulla mia agenda fino a quando mi sono resa conto che, seppur molto vere, mi deprimevano e frenavano. Più avanti, studiando l’epoca dei Salons di place des Vosges ( allora place Royale), metà del 1600 circa, durante la quale si svolgevano vere e proprie gare di “Maximes” in cui, tra gli altri, La Rochefoucauld eccelleva, ho realizzato come, proprio lo spirito competitivo, lo aveva portato a certe esternazioni un po’ esasperate e tendenti alla misantropia: lo stesso Autore, verso la fine della sua vita, se ne era accorto e ne aveva soppresso alcune e ammorbidito altre. Un consiglio che mi sento di dare è, oltre alle “Massime”, di leggere anche la sua biografia e qualche testo inerente quel bellissimo periodo creativo dei Salons littéraires ospitati dalle intelligenti Mesdames dell’epoca.  :) 

p.s.: scusate l’o.t. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozarteum

Bisognerebbe rivalutare le Minime

Share this post


Link to post
Share on other sites
bungalow bill

Perché gli altri sono tutti santi ? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionzi
12 minuti fa, mozarteum ha scritto:

rivalutare le Minime

solo se immorali.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Savgal

A colpi di citazioni riprendendo la battuta, "Minima moralia"  di Adorno, altra lettura consigliata 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

Sempre attuale, anche oggi:  😉

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
appecundria
7 ore fa, bungalow bill ha scritto:

Perché gli altri sono tutti santi 

Vuoi una risposta ipocrita? 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65

Pagarsi dei finti follower sui social per motivi esclusivamente legati ai risultati elettorali è ipocrisia? 

Salvini non è il solo ovviamente a farlo, ma quello che oggi salta più all’occhio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65

https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2019-05-18/da-salvini-zingaretti-follower-fake-social-superano-quelli-veri-113614.shtml?uuid=ACq4JME

Da Salvini a Zingaretti, i follower fake sui social superano quelli veri

Francesca Milano17 maggio 2019

I follower non votano, ma l’astensionismo non c’entra. Non votano perché - semplicemente - non esistono. Sono dei “fake”. Fin qui, niente di nuovo. Quello che “fa notizia” è che il loro numero ha superato quello degli utenti veri, almeno per quanto riguarda gli account dei politici. Lo dimostrano i dati elaborati per Il Sole 24 Ore ha DataMediaHub, che ha monitorato gli utenti di Twitter. Il risultato è che, degli 8 politici presi in esame dall’indagine, solo 2 hanno un numero di follower attivi superiore a quello dei fake. Si tratta di Silvio Berlusconi e di Claudio Borghi con il 42,5 e il 36,9% di seguaci finti. 

In particolare il 42,5% di fake follower di Berlusconi (che conta in totale 56mila seguaci su Twitter) è composto per il 26% da account inattivi da più di 120 giorni. Il 3% è rappresentato da account aperti negli ultimi 90 giorni, il 32% degli account fake ha un nome che coincide con segnali correlati allo spam, il 49% dichiara una location inesistente, il 43% è più di un anno che ha un numero molto ridotto di tweet, il 15% ha come immagine profilo “l’uovo” (cioè non ha personalizzato il profilo con una immagine), il 33% usa prevalentemente una lingua che non è l’italiano. Tutti indizi che fanno pensare a utenti finti o quanto meno non più attivi.

Anche per Borghi, come per Berlusconi il numero di follower attivi supera quello dei fake: Borghi ha 58mila seguaci su Twitter, di cui il 36,9% risulta fake: il 32% sono account inattivi da più di 120 giorni, il 2% sono account aperti negli ultimi 90 giorni, il 27% degli account ha un nome riconducibile allo spam, il 55% dichiara una location inesistente, il 39% è più di un anno che ha un numero molto ridotto di tweet, il 14% ha come immagine profilo “l’uovo”, il 20% usa prevalentemente una lingua che non è l’italiano.

I FOLLOWER DEI POLITICI ITALIANI SU TWITTER

spacer.png

E gli altri? Ecco i dati dei politici che hanno più follower finti che veri.

In vetta alla classifica c’è Nicola Zingaretti, che è seguito da 421mila utenti. Ma il 66,8% di questi risulta fake: di questi, gli accont inattivi da più di 4 mesi sono il 23%, mentre il 9% rappresenta profili aperti negli ultimi 90 giorni. Il 44% degli account fake è “legato” allo spam e ben il 69% dichiara una location inesistente. Che si tratti di finti profili lo prova anche il basso numero di tweet, l’assenza di una foto profilo e l’uso di una lingua straniera. 

Stretta contro haters e fake news: come cambiano i social

Il secondo esponente politico per percentuale di seguaci fake è Giorgia Meloni: il suo tasso di finti follower è del 66,6% su un totale di 765mila. I dati analizzati da DataMediaHub dimostrano che le percentuali di profili “sospetti” (quelle relative a location inesistenti, foto profilo mancati, lingue straniere, basso numero di tweet eccetera) si assomogliano un po’ tutte. E così, anche i dati di Alberto Bagnani (terzo nella classifica dei seguaci fake) non fanno eccezione: dei suoi 90mila follower, il 64,5% risulta finto. 

A livello assoluto, il dato più “pesante” è quello di Matteo Salvini che ha più di un milione di follower. Peccato che ben più della metà (esattamente il 62,6%) sia un fake. Che - in vista delle elezioni Europee - Matteo Salvini stia spingendo sui social lo dimostra (oltre a questa indagine) anche il fatto che negli ultimi 90 giorni sia stato aperto il 41% degli account “sospetti” (percentuale ben più alta rispetto altri politici): si potrebbe trattare, quindi, di falsi profili “comprati” solo per far crescere i numeri. 

Il suo “alleato” Luigi Di Maio ha il 61,8% di fake follower, su 530mila utenti seguaci. Il premier Giuseppe Conte, invece, sulla carta può contare su una fan base di 130mila utenti, di cui 57,8% falsi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianp
11 ore fa, mom ha scritto:

Sempre attuale, anche oggi

Uno dei punti più alti, se non il più alto, della musica pop italiana. Tutto l’album in effetti.

”per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare quei programmi demenziali con tribune elettorali... com’è difficile restare padre quando i figli crescono e le mamme imbiancanooooo...  quante squallide figure che attraversano il paese, come è misera la vita negli abusi di potere... a Beethoven e Sinatra preferisco l’insalata, a Vivaldi l’uva passa che mi da più calorie”

insuperato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozarteum

Maronna r’ o carmine

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

@gianp Già, è un bellissimo brano ricco di citazioni con sottofondo del coro che ripete, come un mantra, proprio riferendosi ad Adorno...“Minima immoralia...”. :) 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gianp
40 minuti fa, mozarteum ha scritto:

Maronna r’ o carmine

Non essere ipocrita... ammetti che quando attacca il uh uh uuuuuh ti parte il piedino! 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
tigre

@maurodg65 salta più all'occhio a te che ti sta sul deretano.

A me salta più all'occhio il fatto che quelli che predicano la verginità son quelli col maggior numero di fake.

Già che parlavam di ipocrisia..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionzi
2 ore fa, maurodg65 ha scritto:

Pagarsi dei finti follower sui social per motivi esclusivamente legati ai risultati elettorali è ipocrisia?

Dipende dal fatto che il seguito detragga o no i costi sostenuti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionzi
1 ora fa, gianp ha scritto:

”per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare quei programmi demenziali con tribune elettorali... com’è difficile restare padre quando i figli crescono e le mamme imbiancanooooo...  quante squallide figure che attraversano il paese, come è misera la vita negli abusi di potere... a Beethoven e Sinatra preferisco l’insalata, a Vivaldi l’uva passa che mi da più calorie”

Aveva descritto con trentacinque anni di anticipo l'italiano medio (sì, anche inteso come dito, ma non come virtù).

Share this post


Link to post
Share on other sites
maurodg65
27 minuti fa, tigre ha scritto:

salta più all'occhio a te che ti sta sul deretano.

A me salta più all'occhio il fatto che quelli che predicano la verginità son quelli col maggior numero di fake.

Già che parlavam di ipocrisia.

Il maggior numero di fake presuppone che siano numericamente superiori e non lo sono, il 62,9% di profili fake su 1,046 milioni che seguono Salvini sono circa 630 mila profili fake effettivi, mentre il 66,8% di profili fake su poco più di 421mila che seguono Zingaretti sono poco più di 260mila, quindi un terzo.

Resta il fatto che ti si indica la luna e tu guardi il dito, il punto è un altro soprattutto nell’ottica del Thread e nulla ha a che fare con una gara a chi c’è l’ha più lungo.

25 minuti fa, Gionzi ha scritto:

Dipende dal fatto che il seguito detragga o no i costi sostenuti.

Scusa ma cosa vorresti dire? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionzi
14 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

Scusa ma cosa vorresti dire? 

Che mi piacerebbe sapere se questi politici abbiano la faccia tosta di detrarre le spese sostenute per creare e alimentare i finti sostenitori.

Magari potrebbero entrare nel 730 come familiari a carico.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tigre

@maurodg65 ci mancherebbe che sia na volta che inquadro il problema.

Che sul campo del confronto ci sia tutto e di più n'ovvietà. Pure per un orbo.

Solo che qualcuno qui non se n'è accorto..e crede che il pd non sia copartecipe dell'aria che tira. Nonostante l'arsenale giornalistico, tv e presunti intellettualoidi che imperversano dì e notte ovunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mom

Mah! Quando Victor Hugo, a Parigi, ha messo in scena il suo dramma politico “Hernani”, ha ingaggiato un gran numero di sostenitori, per lo più studenti, perché lo applaudissero ( infatti molti lo identificano come l’ “inventore” della claque.) . Peccato che i suoi detrattori avessero fatto altrettanto e l’opera fu fischiata. Vedremo come andrà qui. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
nullo
2 ore fa, Gionzi ha scritto:
4 ore fa, gianp ha scritto:

Aveva descritto con trentacinque anni di anticipo l'italiano medio (sì, anche inteso come dito, ma non come virtù

Alberto Sordi e Totò e prima ancora altri... ecc.ecc.

Supervalutato... Più che il canto, il suo ballo lasciava il segno...

Share this post


Link to post
Share on other sites
nullo
2 ore fa, tigre ha scritto:

Nonostante l'arsenale giornalistico

Come non ricordare i tesserati a loro insaputa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ferrocsm
14 minuti fa, nullo ha scritto:

Come non ricordare i tesserati a loro insaputa

A quale partito? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    294007
    Total Topics
    6392035
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy