Jump to content
Melius Club

leonida

Accertato:cavi con identiche misure elettriche producono comunque variazioni all'ascolto

Recommended Posts

leonida

Misurazioni attraverso apparecchiature costosissime, 32 anni di esperienza in Belden, il maggior produttore di cavi al mondo,  per concludere che a parità di tutto e quindi a misure identiche il suono continua ad essere differente.

Iconoclast cables, differenti cavi,  misure identiche, risultati differenti all'ascolto.

Unica ipotesi, che a produrre la differenza sia la tipologia di rame utilizzato.

https://audiobacon.net/2019/05/27/iconoclast-cables-same-measurements-different-sound/

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

i risultati delle misure dipendono da come e cosa si vuole misurare, due cavi lunghi un metro hanno le stesse misure di lunghezza

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rolesium

Che sia il materiale che suona penso sia ormai accertato .. non siamo piu' agli albori quando si rideva del suono dei cavi.

comunque interessante che qualcuno "serio" si sia preso la briga di certificarlo ..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

Le differenze dovrebbero essere sfumature, quando cadono le mascelle...

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida

@Gici HV  Il problema, per chi volesse risolverlo, sta proprio in quello che hai scritto, dovrebbero essere sfumature ma pare che non lo siano, e quindi, in assenza d'altro, è stata  additata come ipotetica causa la tipologia di rame utilizzato.

Fosse vero, dovrebbe allora essere tenuto in conto che il suono del rame  di un determinato cavo verrà miscelato con quello di tutto il rame che il segnale attraverserà.

 Se poi la stessa differenza utilizzando rame diverso venisse confermata in una cavo di alimentazione, non trasportando quest'ultimo un segnale, dovrebbe concludersi che il materiale "suonerebbe" di per se nel momento in cui la corrente lo attraversa senza alcuna relazione con una variazione del segnale che di fatto non esiste.

Each pair of Iconoclast cables have similar LCR values, are built with exactly the same dielectric, geometry, and connectors. Any audible differences would only be attributed to the copper used.

From an objectivist’s point of view, these cables should theoretically sound the same – or at least veryclose.

As it turns out, after weeks of listening tests we’d have to agree with Galen (and many others) about the audible differences between these cables. And these differences weren’t subtle

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

se cascano le mascelle per il cambiamento di un cavo l'unica risposta e' che il malcapitato avrebbe dovuto passare prima dal dottore a farsi sistemare le articolazioni...

i cavi inducono differenze? si. possiamo quantificare queste differenze? si. Quanto sono grandi queste differenze? infinitesime, sfumature, il resto e' dovuto alla sindrome del pescatore che a quanto pare aumenta di gravita' con l'aumentare della noia 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ligo

Questa è una presa in giro non un test di ascolto. Neppure chi sono coloro che hanno partecipato, come sono stati forniti i giudizi e come è stato condotto è stato riportato.

Stiamo scherzando, vero?

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida

Il tizio, di estrazione e di lunghissima esperienza tecnica, dopo aver misurato con ogni mezzo, compresa l'analisi  dei parametri elettrici con un ponte LCR Hewlett Packard da 80000 dollari, fortemente condizionato dal non poter e non dover percepire differenze vista l'assenza di riscontro strumentale ed a parità di parametri elettrici,  dopo settimane di prove d'ascolto,  lui come molti altri come da lui stesso riportato, le ha invece percepite

Evidentemente queste differenze saranno state di tale entità da risultare percettibili  anche per un tecnico, notoriamente non soggetto portato a bersi delle panzane specie se queste riguardino  la sua specifica materia,  e le ha per giunta percepite con la scientifica ed inequivocabile presenza di un potentissimo bias contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida

I cavi Iconoclast , nelle varie versioni, vengono comunque venduti ,addirittura in versione matched pair, ossia  con identiche caratteristiche tecniche certificate, sottolineando la loro assoluta uguaglianza per quanto riguardi i parametri elettrici tradizionali.

Each pair of Iconoclast cables have similar LCR values, are built with exactly the same dielectric, geometry, and connectors. Any audible differences would only be attributed to the copper used.

Il costruttore ipotizza pertanto altre modalità di misura, su parametri che non riguardano le classiche dalle quali finora non si è cavato il ragno dal buco e  che portano per conseguenza, per rimanere a tutti i costi, in una posizione  di presunta scientificità,  alla necessità di dover negare l'esistenza di differenze.

______________________________________________________________________________________________________________________________________________

Send me your email to galen.gareis@gmail.com and I’ll forward. Classic theory has no repeatable data to concretely define signal distortions between the wire draw structure. Yes, we can measure grains, but there is no evidence of EXACTLY how they change the electromagnetic signal. Plenty of talk, no beef. Resistivity and tensile and elongation properties are measurable, but don’t account for what we hear, and that is phase oriented as the cable is far too short for attenuation effects. Technically, on calculation, cable is too short for just about everything we CAN measure as the value can be dismissed as inaudible.

Then, you make cable as good as it can practically be made to PROVE wire and all the other parameters don’t matter only to hear that it does. Do you kill the project because you don’t like what you hear, and that it goes against classic training, or do you offer the cables, explain what you can with true calculation and measurement and also honestly say what is still not even measurably repeatable on wire?

ICONOCLAST does that, I offer what I have done to reach the DESIGNS and with measurements to show WHY the designs work. I have no secrets, and you won’t be sold any. I show what and how it was done for review, that’s far more than most esoteric sources will do for you. Being wrong possible, so why not try to be most correct? Yes, mistakes hurt your pride but being correct is more important to me.

The discussion, there is no firm data, on wire has to be at the quantum level as that’s the root of classic theory. It is the easy way out, an approximation. It is where we are most ignorant.

Remember the Mary Poppins song, start at the very beginning it’s a very good place to start? Skipping over an entire part of physics isn’t going to reach the right answer. Engineers use “approximations” to hide ignorance. Using classic theory is one such approximation because it DOES work to reach the requirements when it is used for most things. But, it doesn’t completely defining copper structures effect on electromagnetic fields. Because we don’t know everything is not a reason to do nothing. My father, working for the NASA space program said, engineering is simply the best wrong answer.- at some point shoot the engineer and make the product.

Galen Gareis

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni

Il medesimo cavo di marca x modello y suona sempre uguale a z?

Chiedo perché non mi è chiaro avendo letto abbastanza velocemente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@leonida gli strumenti non si fanno influenzare, gli audiofobi si, eccome 🙂

oggi ho l'impressione che il mio frigorifero aiuti la riproduzione di alcune armoniche, oh ci sento differenza! 🙂

ovviamente sto scherzando, ma col passare degli anni mi accorgo sempre di piu' che la passione per l'alta fedelta' non potrebbe esistere senza una massiccia dose di suggestione autoindotta 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
lello64

in pratica uno mette su un sito in wordpress... ci scrive quello che gli passa per la testa... e diventa... accertato... ma accertato de che? 

accertato è quando questi soggetti, in presenza di qualcuno al di sopra delle parti che dia un peso scientifico alla prova, queste differenze le sentono senza sapere cosa sia in uso

fino a quel momento stiamo parlando come al solito di niente 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
4 ore fa, ST1971 ha scritto:

cavi inducono differenze? si. possiamo quantificare queste differenze? si. Quanto sono grandi queste differenze? infinitesime, sfumature,

E questo decretato da chi? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@Cano dalle mie orecchie e dalle mie esperienze, se per te e' diverso rispetto la tua opionione. Nessuna delle due e' oggettivamente condivisibile o criticabile, io non posso ascoltare con la tua testa e tu non lo puoi fare con la mia 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
2 ore fa, Ligo ha scritto:

Ribadisco, non scherziamo.

Ma scherzare ogni tanto mette tutti di buon umore, che male c'è?

🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
2 ore fa, 31canzoni ha scritto:

Il medesimo cavo di marca x modello y suona sempre uguale a z?

Chiedo perché non mi è chiaro avendo letto abbastanza velocemente.

Il tizio dichiara di produrre cavi esclusivamente  su base strumentale, e quindi, a parametri  elettrici identici, attribuisce le differenze esclusivamente  al tipo di rame utilizzato. 

Esclude quindi categoricamente che siano i parametri  elettrici a determinare le differenze. 

Chi non percepisce differenze avrà  quindi una conferma autorevole, come già avvenne con lo studio di Renato Giussani sull'argomento, chi le percepisce potra' acquisire che per l'ennesima volta, da una persona indubbiamente  autorevole, 

come tali variazioni percepite non abbiano origine da variazioni elettriche del segnale trasferito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida

@ST1971 che intendi per audiofobo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cano
32 minuti fa, ST1971 ha scritto:

dalle mie orecchie e dalle mie esperienze, se per te e' diverso rispetto la tua opionione

Io non ho espresso alcuna opinione 

Come dici il resto è una tua opinione valida quanto quella di chi ha scritto l'articolo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ST1971

@leonida è una bonaria presa in giro per tutti noi appassionati di riproduzione 🙂

@Cano perdonami, avevo completamente frainteso la tua domanda ☺️

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni
29 minuti fa, leonida ha scritto:

Il tizio dichiara di produrre cavi esclusivamente  su base strumentale, e quindi, a parametri  elettrici identici, attribuisce le differenze esclusivamente  al tipo di rame utilizzato. 

Grazie della risposta. Quindi secondo il tizio se io comprassi ad esempio due coppie di cavi di segnale medesimo modello della diciamo Nordost le due coppie potrebbero essere tranquillamente diverse? E non solo tra di loro ma potenzialmente anche tra i due singoli cavi che costituiscono la coppia...alternativa corrttiva sarebbe matcharli ad orecchio. Corretto? Grazie ancora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

Non mi stupisce.

È lo stesso motivo per cui 10 condensatori della stessa capacità ma costruiti con materiali e tecniche diverse suonano diversi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
31canzoni

@ifer la composizione chimica del rame è sempre quella e se avesse la medesima purezza sarebbe del tutto uguale a sé stesso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

una possibile causa é da ricondurre alla NON invarianza del SISTEMA!

Share this post


Link to post
Share on other sites
FabioSabbatini
10 minuti fa, extermination ha scritto:

una possibile causa é da ricondurre alla NON invarianza del SISTEMA!

Una quasi sicura causa è da ricondurre alla suggestione

Share this post


Link to post
Share on other sites
carbonizer

mah ... sono e resto un quasi cavoscettico ... il quasi sta nel fatto che con un van de hul sento le stesse cose che sento con un mogami, le stesse cose non le sento con un g&bl  (i nomi sono puramente indicativi) ... miglioramenti con la geometria del cavo di alimentazione ed il resto con il cavo di potenza dei diffusori, ma restano sottigliezze, sfumature ben lontane dall'essere abissali o sostanziali, e sopratutto si deve conoscere bene i brani che si ascoltano almeno per sapere cosa e dove andare a sentire eventuali differenze.

Alla fine mi trovo d'accordo con chi ha detto che anche la lunghezza è una misura... misure che facciamo spesso "qui" e, dipende da cosa si vuol far vedere e cosa no, cosa si vuole vedere o sapere e cosa no.

Ma alla fin fine, perché dovrebbe rimarcare che ha il "coso" da 80mila euro dollars ?  Cosa cambia sapere il prezzo ? Ma probabilmente si voleva impressionare gli impressionabili e nient'altro... ma poi il "coso" sarà stato calibrato ? Mah...

Resto comunque quasi cavoscettico

Se si voleva capire le differenze, che secondo lui non sono misurabili ma udibili gli bastava fare una FFT che dovrebbe riportare comunque le differenze che dicono di aver ascoltato...dovrebbe.

Ps: ero convinto di aver risposto ma non trovo il  post, quindi forse avevo dimenticato di premere il tasto invio.

Ps: un ponte LCR da 80mila eurodollar dell'HP ? Anticoooo ... con quelle cifre si prendono ben altre attrezzature.🤣

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

Pagherei, per essere presente a questi test d’ascolto di questi luminari dei cavi, che sentono differenze tra cavi identici!

Qui andiamo ben oltre alla suggestione ... qui siamo alla supercazzola! 😂😂😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida
10 minuti fa, iBan69 ha scritto:

luminari dei cavi, che sentono differenze tra cavi identici!

Non tra cavi identici ma tra cavi diversi con misure identiche.

Ammessa l'esistenza di una differenza all'ascolto, logica vorrebbe che l'origine di quest'ultima dovrebbe essere ricercata indagando sugli aspetti che costituiscono la differenza fra i cavi in questione, certamente non su ciò che strumentalmente sia risultato assolutamente identico. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
leonida

Presentazione di Iconoclast Cables di Belden

Belden è da tempo leader nel settore dei cavi e delle comunicazioni, compresa una vasta gamma di prodotti preferiti dai professionisti del settore in a / v, trasmissione, produzione e editing. Ma mentre i prodotti Belden sono spesso visti dal lato della produzione, Belden è stata relativamente assente dal mercato dei consumatori, e in particolare dall'audio dei consumatori di fascia alta. Ci si aspetterebbe che un'azienda di ingegneria come Belden ponga in primo piano le considerazioni di ingegneria in qualsiasi progetto di cavo, e Iconoclast rappresenta proprio questo: decenni di esperienza nella tecnologia dei cavi e dei cavi applicata ai particolari problemi dell'altoparlante, cavo di interconnessione XLR e RCA.

I cavi Iconoclast sono opera di Galen Gareis, che li ha sviluppati nel corso della sua carriera di 35 anni nella progettazione di cavi per Belden. Non ci sono molti ingegneri che hanno una profonda conoscenza di Galen su cavi e fili, e quando ha iniziato a interessarsi al cavo audio di alta gamma è giunto alla conclusione che, contrariamente alla saggezza convenzionale, i progetti di cavi per i sistemi di fascia alta hanno davvero fatto differenze udibili. Ma quali erano le cause di queste differenze e in che modo si potrebbe ottimizzare il design per minimizzare questi effetti? Per la storia completa del lavoro e del ragionamento di Galen, vedi la nostra pagina "La storia di Iconoclast", di seguito, e le carte tecniche in essa collegate.

Tutti questi cavi sono prodotti da Belden a Richmond, Indiana e poi assemblati a Seattle, Washington, da Blue Jeans Cable, un negozio di assemblaggio cavi audio / video che collabora con Belden da oltre quindici anni nel portare video, audio e video di qualità broadcast e cablaggio dati per il mercato consumer. Nel portare questi cavi Iconoclast sul mercato, speriamo di iniettare un po 'di aria fresca nel mondo dei cavi audio di fascia alta: un'ingegneria seria, diretta e documentata applicata al compito di produrre il meglio delle prestazioni audio.

https://www.iconoclastcable.com

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

Cavi diversi con misure " note" ( forse) uguali...( con le debite tolleranze..forse) Ad ogni modo codesti  cavi frutto di ingegneria di altissimo livello..  seria e documentata...in che fascia di prezzo si collocano?!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    293987
    Total Topics
    6391052
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy